.

.

lunedì 3 giugno 2013

Sguardi sulla passione

La serie A mette il cacciucco nel motore, e così Livorno si risveglia felice come un cane con il muso fuori dal finestrino, intanto la festa del 2 giugno è stata di quelle low cost, in linea con l’offerta della Juve per Jovetic, in linea con un Europa in crisi, tranne appunto Livorno impazzita di gioia. Il ritorno del Livorno in serie A ci ricorda soprattutto Lucarelli e Protti, quest’ultimo tornato alla ribalta anche perché usato da Cognigni come risposta alla Juve, insomma, uno di quei Protti che danno tanta soddisfazione, un po' rumorosi è vero, ma che però liberano e lasciano tracce della fiammata Marrrone nelle mutande. E dopo Alonso e Iakovenko arrivano anche Ioaquin e Minua, mentre gli altri sono ancora a raccattare idee e soldi, si parla anche di Théréau e addirittura di Gomez che sarebbe conteso con il Napoli che però se prima non piazza Cavani non ha la disponibilità economica, ma solo la pizza. Firenze si sa, con i Della valle è invece oasi felice, mentre a proposito di piazza, quella più felice ieri sera era Piazza Mascagni a Livorno, dove alla pizza preferiscono il 5 e 5, che non è il risultato della partita contro l’Empoli. Noi invece il centravanti lo compriamo lo stesso, anche se Marotta non trova i soldi, e visto che siamo una società di un altro pianeta, se la Juve non caccia i soldi necessari, potremo dargli al limite Giovetic. Poi ci saranno sempre gli scontenti, nasi e parrucche finte, ci sarà sempre chi sente gli odori della pontellizzazione uscire fuori dalla cucina, e con questi magari ci cucina una gran bella figura Marrone, neanche in comproprietà, no, tutta sua, l’intero cartellino del ridicolo e dell’autolesionismo che purtroppo è stato a bilancio da queste parti per lungo tempo, oggi finalmente ammortizzato, con qualche tentativo sempre più isolato, più che altro disperato, poco convinto e solo in occasioni sporadiche come le sconfitte, il tentativo di ritirare fuori la testa dalla condizione Marrone fa il paio con il tentativo disperato di Marotta di mettere Marrone dentro a un’offerta ridicola proprio come quel modo di fare tifo. Certo, ognuno vive la propria passione come crede, e se crede in Tutunci è giusto che oggi si trastulli il cinci, e per chi il mondo è bello perché è avariato potrà sempre rimpiangere l’attaccamento alla squadra di Zamparini o le velleità di Preziosi, Marotta potrà continuare a offrire fondi di magazzini cercando di farli passare per l’ultima collezione, magari a Moena qualcuno vorrà fare ancora collezione di figure marroni, pernici come eiaculazioni precoci. Il bello è proprio questo, avere la stessa passione ma viverla in maniera diversa, rispetto tutti ma sono contento di essere dalla parte di quelli che godono ancora quando la Fiorentina vince, di quelli che non sono spariti pensando che il calcio a Firenze fosse finito per colpa di Bettega che s’è portato via il Messia a braccetto. Si, ognuno segua la propria natura, guardi pure quello che gli pare.

120 commenti:

  1. Il discorso di Jordan è singolare: non possiamo permetterci di iniziare il campionato con Ljajic e Rossi (più Cuadrado) ed un attaccante giovane come Gabbiadini o Guidetti perchè se questi tre non rendono o si fanno male andiamo in difficoltà. Vero ma vale per qualsiasi giocatore! Personalmente preferisco una situazione in cui i giocatori sono in crescita e in sviluppo anzichè in declino. Ma è una mia visione personale. Ciò che mi lascia invece sicuramente perplesso nel caso Gomez è il costo complessivo dell'operazione, tra ingaggio e cartellino. Se i numeri fossero dimezzati sarebbe un affare per noi. Così è un affare per lui e per il Bayern che si sgrava di un ingaggio monstre.

    RispondiElimina
  2. colonel.blimp3 giugno 2013 08:37

    Sopra, in ritardo di quasi 24 ore: ahahahahahahahahahah! Non è la stessa cosa, Lud, perché le incognite che presentano un giovane e un fresco reduce da doppio infortunio grave allo stesso luogo del corpo non sono comparabili a quelle che offre una grande punta affermata. Viviano, intanto, è dato per partente sicuro: ed orgasmo è!

    RispondiElimina
  3. Se ti sembra che il rischio che non renda un centravanti di provato livello internazionale come Gomez (ma direi Negredo che mi piace di più o un altro campione affermato) sia lo stesso di Gabbiadini singolare sei tu. Il rischio Pepito è ancora più grande e quello esiste, per me c'è anche il rischio Ljajic, che non confermi cioè gli ultimi tre mesi in viola. Se a questi due rischi che già esistono, ne aggiungi un terzo di un giovane centravanti tutto da confermare a certi livelli a te piacciono il rischio e l'avventura. A me no, piacciono le certezze e, se è vero che non esistono, quanto più gli somiglia. Il prezzo di Gomez, soprattutto l'ingaggio, è per noi proibitivo, quindi non è questione di convenienza, ma di impossibilità. Ma non confondere le due cose, un discorso è quello tecnico, un altro è quello economico. Lascia stare Gomez, e dimmi Negredo o Soldado, o lo stesso Aubameyang, tutta gente che viene per giocare e non certo per stare in panca. Mi sembra di capire che tu non li prenderesti perchè se no Ljajic o Pepito devono andare in panca e questo è il dissenso di base. Comunque sia, gioco forza ti daranno retta se non vendono Jovetic, ma anche in quel caso, cioè se resta, voglio vedere chi va in panca. Il che è poi un falso problema viste le 50 (speriamo) partite da fare.

    RispondiElimina
  4. Da Ruttosporc: "All’incontro di venerdì seguirà un nuovo summit (magari proprio oggi a margine dell’assemblea di Lega) utile a tentare di smussare gli spigoli, anche in virtù di una vasto panorama di incroci e intrecci (Ljajic, Cuadrado eMarrone , oltre a Jovetic), che per i due club sarebbe più comodo risolvere con un accordo, che a seguito di uno scontro." e qui siamo alle minacce ed alle dichiarazioni di guerra. Se Diego non ringamba vedremo le scintille

    RispondiElimina
  5. Le priorità per me sono anche: a) un ottimo portiere. Dove sta scritto che per questo ruolo non si debba investire? b) l'acquisto dell'intero cartellino di Cuadrado. c) il rinnovo di Ljajic. d) Il sostituto di Pizarro. Se il budget consente di realizzare queste operazioni e acquistare un attaccante come Negredo, niente da dire. Ho timore che non sia possibile, e che giocatori da due milioni l'anno da tenere in panchina se li possa permettere solo il Milan, e forse neppure, ormai. Negredo mi pare viaggio sui 23 milioni di euro, Soldado vale anche di più.

    RispondiElimina
  6. Allora un tu n'ha' capito. In panchina e un ci sta, il centravantone e gioca, perchè ci serve come i'pane. Ci serve di più di' portiere (se tu prendi Agazzi, sta a vede' che sarto 'n avanti che si fa, tanto vale dare fiducia a Neto che gli è meglio), i'cartellino di Cuadrado l'Udinese un te lo dà, o che po' compra' quarcosa che un n'è 'n vendita? i'rinnovo di Ljajic un c'entra una sega co' i' mercato, gli è monte salari, spese correnti, bilancio e anche quello e dipende da mille motivi. I'sostituto di Pizarro e va preso ma di certo un tu ci spendi 15 milioni. Comunque e te lo ridico pe' vede' se tu lo memorizzi, i' centravantone e viene sortanto se si vende Jovetic, se no e rimane i'montenegrino e, a qui' punto, uno 'n panca con du' milioni di contratto, partita sì, partita no e ci va di certo, perchè Pepito e Jovetic e li prendan di già e a Ljajic e tu glieli vorresti dare, e tutti e tre 'n campo 'nsieme a le vedo dura.

    RispondiElimina
  7. Sono per vendere Jovetic e dare fiducia a Ljajic. Non posso criticare l'acquisto di Negredo, mentre ho dubbi su Gomez. Ljajic comunque va tenuto e considerato titolare. Non vedo perché un giocatore che in termini di goal ha superato Totti alla stessa età debba conoscere un calo. Quello è un campione, è il nostro futuro più dello stesso Negredo. Quanto a Rossi bisogna capirsi. Non è al rientro perché poteva in teoria scendere in campo a maggio. Dunque a settembre avrà alle spalle quattro o cinque mesi di preparazione fisica mirata. L'infortunio dovrebbe essere superato del tutto. Io mi aspetto che ne giochi tante di partite, non come dice Deyna che gliene pronostica solo una ventina.

    RispondiElimina
  8. Che tu sei innamorato di Ljajic (pronto altarino alla destra di quello dell'onnipotente?) e s'era capito, quanto al fatto che lui sia il nostro futuro aspetterei a dirlo che abbia firmato il prolungamento del contratto perchè la vedo bigia, mentre che Negredo sia il nostro futuro se è un augurio lo accetto volentieri, ma per ora è più nei sogni che nel futuro. Titolari son tutti quelli che se lo meritano, se gioca come gli ultimi tre mesi e sarà titolare, se no no, per grazia ricevuta titolare un n'è nessuno. Di sicuro però un Negredo o un Gomez o similaria e vengan pe' giocare non per stare a guardar Ljajic. Su Rossi parlo di rischi, è ovvio che anch'io spero torni da subito quello di due anni fa, però, visti i due incidenti successivi avuti non è che sia così matematico. Mi sembra insomma che ci si scordi che abbiam patito tutto un girone d'andata con Jovetic (che allora giocava anche bene), LjaJic e Cuadrado, invocando il centravantone e accusando il duo Madè di non averlo trovato a gennaio e ora tu saresti tutto contento a partire con un Pepito convalescente al posto di Jovetic e tutto il resto uguale. Ah! già, ma ora si gioca i' 4-3-3!

    RispondiElimina
  9. I messaggi che i gobbi mandano tramite i loro giornalisti di fiducia sanno di avvertimento mafioso: già l'anno scorso ci hanno fatto saltare Berbatov, ora minacciano, se non accettiamo le loro condizioni indecenti per Jovetic minacciano di romperci le scatole su Ljajic e su Cuadrado e di ostacolarci la trattativa con Negredo.
    Io penso che assolutamente non dobbiamo sottostare a questi ricatti: per fortuna, se ho capito come sono i DV, non vogliono neppure loro, ma sarà necessario un intervento diretto di uno dei due fratellini (meglio di Diego), perché per fronteggiare le merde non bastano Pradé e Macià, occorrono i proprietari.

    RispondiElimina
  10. Chiunque indossi la maglia e giochi bene avrà i miei applausi. L'anno scorso Pizarro mi sembrava troppo vecchio. Mi sbagliavo ma da subito l'ho riconosciuto e l'ho sostenuto. So che la nostra dirigenza è gerontofila e quindi predilige i giocatori fatti. Ma sarebbe mossa alla Moratti dei tempi che fu lasciar partire un giovane promettentissimo come Ljajic, impuntandosi magari su 100 mila euro di aumento dell'ingaggio, e investire tre milioni di euro nell'ingaggio del centravanti. A me sta bene tutto, ma non accetto che sia depauperato il patrimonio sociale costruito in anni di duro lavoro da parte del ds che lo prese (un bravo al Corvo per questo), degli allenatori che l'hanno avuto e del pubblico che l'ha visto crescere e l'ha portato avanti nei momenti più bui. Grazie alle statistiche da te, Jordan, e da altri, tanto vituperate, dimostrai lo scorso anno che l'esplosione in termini di goal avviene non prima dei 21-22 anni. Dalle statistiche emergeva che anche campioni come Totti non avevano segnato molto fino a quell'età. Naturalmente ci fu chi insorse gridando alla lesa maestà per il paragone tra Adem e Totti. Certo, sono diversissimi sul piano tecnico e fisico, ma sta di fatto che Adem viaggia sul livelli di segnatura simili o superiori a quelli del Totti ventunenne. E' vero, con Montella segnare è più facile, ma il dato colpisce. A me non va di vederlo al Manchester, City o United. Di Rossi abbiamo perso la memoria, ma è fortissimo, veloce, opportunista, dotato di grandissima tecnica individuale. Infine c'è Cuadrado, autentico top-player. Per me quei tre sono degli intoccabili.

    RispondiElimina
  11. Era logico che, dopo la musata battuta da Ramadani, i mafiosi della Rube la buttassero sulle minacce di guerra. Peccato (per loro) che non abbiano di fronte né lo sprovveduto Vittorione né un Pontello qualsiasi, ma una proprietà solida e orgogliosa, che dispone di mezzi finanziari tali da non farsi mettere paura da chicchessia e tantomeno dagli Agnellini. Jovetic può andare alla Juventus, ma solo alle condizioni volute dalla Fiorentina. Se hanno il contante, benissimo: lo versino e prendano Jovetic. Se pensano di prendere per il culo con le valutazioni offerte tramite Ramadani, al tavolo per trattare non ci si siede.
    Se vogliono offrire contropartite serie, mettano sul piatto Marchisio o Pogba, non la razzumaglia che tentano di sbolognare e che non interessa a nessuno e tantomeno a Montella.
    Quanto al centravantone, anche per me è assolutamente imprescindibile (a patto di cedere JoJo). Rossi sarà grasso che cola se riuscirà a giocare più di 20 partite e noi abbiamo da farne una cinquantina nella prossima stagione. Quindi che venga pure uno tra Gomez, Negredo, Soldado, Aubameyang , Lisandro Lopez, insomma gente già pronta e non ragazzini di prospettiva, se abbiamo intenzione di stare davanti in campionato e in EL.

    RispondiElimina
  12. stefano vienna3 giugno 2013 11:14

    Sul fatto che Ljajic sia un campione non bisogna avere dubbi. Sulla Juve, c'è poco da dire. Hanno iniziato a giocare sporco e continueranno a farlo perchè ci temono. Pochi dubbi sul fatto che i Della Valle si lascino fregare dopo il caso Berbatov dove effettivamente si fecero sorprendere. Adesso sanno che il nemico è pronto a perderci la faccia. Staremo a vedere, ma è guerra dichiarata e la guerra l'inizia sempre chi crede di essere più forte. Ma lo sono ancora?

    RispondiElimina
  13. Sono entrambe considerazioni giuste, quelle di Jordan e Lud, ma con degli aspetti incompatibili. Io penso che il centravantone [spero Negredo, Osvaldo o Soldado, tra gli ultimi nomi circolanti] sia necessario, anzi indispensabile, e debba essere un titolare quasi inamovibile. Ritengo altresì Ljajic un patrimonio viola, e per costruire una squadra da vertici non possiamo ripartire da capo tutti gli anni, ma occorre far crescere e compattare uno zoccolo duro di classe [spero resti anche Pizarro, ma ormai la vedo dura]. Giocatori come Negredo, Ljajic, Cuadrado e Rossi c'è sicuramente verso di vederli in campo tutti insieme, se fai partire da lontano Cuadrado e Ljajic, e comunque Rossi - non era pronto a maggio, se mi metti in campo gioco anch'io, ma a Pescara era palesemente appesantito e lento - non potrà giocare sempre [spero non più di 25 partite totali, non è un pronostico ma una speranza, pena rovinarlo]. Mi auguro un 3-4-1-2, per sfruttare al meglio le caratteristiche di tutti. L'incognita diventa a questo punto il reparto che ieri dava più certezze, il centrocampo.

    RispondiElimina
  14. Lud, l'intenzione della nostra dirigenza è di trattenere Ljajic e anche comprare centravantone, le due cose non sono alternative, visto che l'alternativa è fra Jovetic e centravantone.
    Quindi gli scenari sono i seguenti:
    1 - prima ipotesi: rimangono sia Jovetic sia Ljajic; non viene preso centravantone;
    2 - seconda ipotesi: rimane Ljajic e viene ceduto Jovetic; viene preso centravantone (questa è l'ipotesi più probabile, o comunque quella perseguita dalla Fiorentina);
    3 - terza ipotesi vengono ceduti sia Jovetic sia Ljajic; vengono presi centravantone e uno fra Ilicic o Ramirez o smilari.

    RispondiElimina
  15. stefano vienna3 giugno 2013 11:16

    Una possibile chiave per risolvere il puzzle potrebbe essere Matri. Non è il centravantone, ma nemmeno il centravantino.

    RispondiElimina
  16. No, per favore! Matri è bene che rimanga dov'è e dove sta benissimo.

    RispondiElimina
  17. Sono andato a vedermi i giudizi su Ljajic all'inizio della scorsa stagione. E dunque un bravo a Chiari, la cui assenza si sente, a Leo (di cui non ricordavo la posizione) e a me, se permettete. Jordan dietro la lavagna. Blimp senza ricreazione per una settimana, a meno che non prepari una ricerca (non gli dovrebbe essere difficile). Su Lele non ho trovato nulla per ora. Ora che la scommessa è stata vinta per me deve rimanere e giocare. Lo ritengo fondamentale. Mcguire e altri: se Rossi gioca venti partite secondo me non ci sono dubbi: si è trattato di una operazione sbagliata, di un tunnel in cui la società si è andata ad infilare sperando nel recupero di un giocatore che sarebbe un "mezzo giocatore". E non sul piano tecnico, intediamoci, ma per problemi fisici persistenti. Il tipo di infortunio di Rossi è diverso da quello di Batistuta o altri atleti che soffrivano di patologie strane, sostanzialmente incurabili se non con antidolorifici ed infiltrazioni. Nel caso di Rossi il ginocchio ha fatto crack, ma il resto è integro e luminari della medicina assicurano che è recuperato. Quindi, ripeto, per me il trio Ljajic Rossi Cuadrado non è soluzione da scartare.

    RispondiElimina
  18. stefano vienna3 giugno 2013 11:29

    Lo dicevo perchè è l'unico giocatore che potrebbe interessare a Montella. Ma se non si deve fare, che non si faccia.

    RispondiElimina
  19. Matri:
    1 - è scarto dei gobbi
    2 - è centravanti mediocre
    3 - è valutato dai gobbi un'enormità

    RispondiElimina
  20. Lud, forse non hai capito: anche per me Ljajic deve rimanere e giocare.
    In più (lo ripeto: in più), in caso di cessione di Jovetic deve essere preso centravantone.
    Giocheranno tutti, tranquillo, ci sarà turnover (ma è un discorso già fatto).

    RispondiElimina
  21. Lud, Rossi viene da due gravi infortuni allo stesso ginocchio ed è un anno e mezzo che non gioca. In queste condizioni è normalissimo che non possa giocare più di 20-25 partite in una stagione. Se ne facesse di più sarebbe sorprendente. In società credo che lo sappiano benissimo e che lo abbiano messo in conto. Se tutto andasse bene, nella prossima stagione dovremmo disputare circa 50 partite e pensare che Rossi possa giocare l'80% di queste, nelle condizioni date, mi sembra eccessivamente ottimistico. Di qui la necessità del centravantone (peraltro sollecitata dallo stesso Montella).

    RispondiElimina
  22. Non sono convinto che la società abbia investito oltre dieci milioni di euro su di un giocatore che gioca a mezzo servizio. Io mi auguro che Rossi possa essere tranquillamente un titolare e che possieda ancora quello scatto e quella reattività che sono le sue doti migliori. A maggio la sua inattività è finita. A settembre avrà sulle spalle quattro o cinque mesi di allenamenti volti al recupero della condizione fisica. E a quel punto dovrebbe poter giocare. Per saperne di più bisognerebbe conoscere le casistiche ed interpellare il professore che l'ho operato. In società sicuramente sanno molto più di noi.

    RispondiElimina
  23. Lud, si tratta di non far giocare a Rossi tre partite a settimana, ma neanche due, non si dice che non sarà più in grado di fare quello che faceva prima. Se guardi Jovetic, che ha avuto un infortunio uguale ma non ripetuto, nelle due stagioni dopo il recupero ha giocato solo 27 e 31 partite, con i problemi che sappiamo. Se non vogliono rovinare Rossi, ammesso che torni quello di prima, non deve giocare di più, almeno il primo anno.

    RispondiElimina
  24. Sono stati 10 milioni investiti sulla fiducia, ma il rischio c'era e c'è. Infortuni di quel genere sono difficili da smaltire in breve tempo. A Del Piero c'è voluto più di un anno pima di tornare ai suoi livelli. Quindi incrociamo le dita, ma non dobbiamo farci soverchie illusioni di ritrovare Pepito là dove lo avevamo lasciato un anno e mezzo fa.

    RispondiElimina
  25. sopravvissuto3 giugno 2013 11:54

    Che bella mattinata, finalmente il caldo atmosferico, rispetto al freddo tra Juve e Fiorentina; i bianconeri, attraverso il loro organo-moscio Tuttosport sparano la bordata Cuadrado, dimenticando che non quadrano ne le loro disponibilità finanziarie ne le offerte da ex voto che inviano a Firenze, abituata ad opere d'arte, magari incompiute (come gli esseri michelangioleschi mai terminati) ma non a obrobri. Strana la stampa, un anno (anche meno) fa Toni per la Fiorentina era un'operazione nostalgia da ultima spiaggia (8 gol, cicci!) mentre ora l'operazione Toni per Milan sarebbe intrigante; noi la definiremmo "da brigante...". Andato il lungagnone cerchiamo 'sta punta ma occorrono tanti soldi,anche se come afferma Bernanke (presidente Fed) "...la soddisfazione meglio del denaro..", allora basterebbe Benteke, purchè qualcosa si muova, come diceva Moana guardando la punta.....(omissis...).....ah ah ah ah ah ah. La festa del 2 giugno è costata appena 2 milioni, rispetto ai 3,5 degli anni precedenti, un po' come il cartellino di Jovetic, che da 35/40 è sceso a 30, un po' come le offerte gobbe, partite con Quagliarella, Matri e arrivate a Marrone, in discesa con l'età ma in salita con le prospettive. Oramai è disorientamento totale, con l'Inter che cerca Paulinho, fenomeno brasileiro del new-deal verdeoro, ma il rischio è che senza gli Inti Illimani indonesiani arrivi Paulinho del Livorno, magari con parrucca e naso finto; noi prenderemmo Lucarelli, si, ma Selvaggia, che almeno non spara minchiate come Bargiggia, conciato come un bagiggio. Sulla gerontofilia ventilata dal nostro inviato oltr'alpe, andrei cauto: Savic, Roncaglia, Cuadrado, Pepito Rossi, Vecino, Wolski....tutta 'sta gerontofilia io non la vedo, non la noto...certo Pek, Aquilani, Borja, Gonzalo davano idea di squadra over 30, nella realtà è una squadra over the top.

    RispondiElimina
  26. Vorrei documentami meglio. Il paragone con Jovetic non mi convince. Quello con Del Piero mi pare più probante. Jovetic si è cacciato in un tunnel in cui ha giocato anche la paura di infortunarsi di nuovo, per cui con un raffreddore si ferma quattro settimane. Mi auguro che il pragmatismo e ottimismo americano spinga Rossi a giocare senza paura, perchè è quello il problema decisivo a quel che ho letto. Non tanto la condizione fisica ed il funzionamento dell'arto, ma la paura di ricascarci e di dover chiudere la carriera. Sicuramente Jovetic se vorrà fare la carriera che gli auguriamo non potrà continuare come a Firenze e si dovrà dare una mossa.

    RispondiElimina
  27. Del Piero giocò tutte le partite della stagione successiva all'infortunio, realizzando 12 goal, ma stando alla voce di Wikipedia il suo rendimento fu inferiore a quello precedente l'infortunio, tanto da attirargli critiche. La stessa voce parla di "legge della flessione" che colpirebbe gli atleti dopo i grandi infortuni. Ma non ho trovato riferimenti a questa legge se non nella voce in oggetto.

    RispondiElimina
  28. Erik Lamela con 15 goal segnati è considerato uno dei migliori prospetti a livello mondiale, ed è del 1991. Adem Ljajic del 1992 ne ha fatti 11. Questo è il vero top player ma intanto non è sotto contratto. Che si aspetta?!

    RispondiElimina
  29. sopravvissuto3 giugno 2013 12:43

    Personalmente trovo eccessivo lo scetticismo su Pepito, troppo. Ritengo che l'inattività abbia calato una cortina fumogena su quelle che sono state le sue gesta sino all'infortunio. Dubbi sulla tenuta plausibili, sulla prolificità non li vedo, sull'utilizzo neanche a parlarne, non si investe quella cifra per fargli fare panchina. Lui potrebbe essere il vero crack del prossimo campionato; Del Piero: pre-nefasta Udine era un fulmine, quello post infortunio sicuramente aveva un leggerissimo scartamento di un milionesimo di secondo ma la classe, il gesto atletico, l'efficacia sono rimasti intatti. Grande lavoro più psicologico che tecnico, a detta di Roberto Re, che lo ha sostenuto facendo coaching con l'asso trevigiano. Jovetic anche ha avuto quel milionesimo di secondo che lo ha penalizzato ma classe, estro, efficacia li ha recuperati (giocando poco nel suo ruolo ad hoc), se poi vogliamo discutere un non-centravanti che segna 12 e 13 gol, facciamo pure....Non vorrei si cadesse nell'errore di non tenere conto di quello che la viola ha, possiede (il montenegrino!); spesso le cose sono così vicine che neanche le vediamo, e l'esempio è la lettura dell'etichetta di una bottiglia d'acqua, se la metti a un centimetro dall'occhio non leggi nulla, ma il contenuto è sia cristallino sia soddisfacente. Io sono per tenere l'ex riccioluto, peccato che occorra fare cassa....Eppoi sapete che se va ai gobbi un golletto lo fa (e sono sicuro non esulterebbe). Ragazzo serio, compito, educato, atleta al servizio della squadra, mai sopra le righe, quasi un comportamento da gregario! Ma non lo è e non lo sarà mai.

    RispondiElimina
  30. sopravvissuto3 giugno 2013 12:44

    quoto il tuo post,LUD.

    RispondiElimina
  31. Dopo l'infortunio Del Piero non è mai più tornato quello di prima [e non è che fosse tutto questo gran fuoriclasse anche ai suoi massimi, era pompatissimo dalla solita, nota stampa], diciamocela tutta. Dopo quel tipo di infortuni i giocatori - specialmente punte e fantasisti - cambiano volume muscolare per supportare il ginocchio, perdono parte dell'agilità precedente, cambiano tipo di gioco. Se fanno il 70/80% di quel che facevano in precedenza è oro colato. Per intendersi, un difensore o un centrocampista reduce da una rottura del legamento lo prendo senza problemi, un attaccante mi lascia sempre perplesso. Rossi è un caso forse unico, si è rotto e ri-rotto a breve giro di posta lo stesso arto, speriamo torni bene, ma non si può certo mandarlo allo sbaraglio, nonostante il suo ottimismo americano. Preferisco il pessimismo della ragione, in questo caso...

    RispondiElimina
  32. sopravvissuto3 giugno 2013 12:48

    DEYNA, vuoi negare che Del Piero fosse un fuoriclasse? Accetto ma non condivido; citami un paio di italiani, nello stesso periodo, fuoriclasse. Odio i gobbi ma Del Piero non si può discutere. Convincimi del contrario....

    RispondiElimina
  33. Sono d'accordo, Sopra. Di quella generazione Del Piero e Totti sono stati i giocatori di maggior classe, prova ne sia che sono risultati decisivi per le loro squadre anche ad età canoniche. Dei due forse Totti è stato giocatore più completo e, se fosse andato all'estero, in una grande squadra tipo Real o Barcellona, avrebbe raccolto molta più gloria di quella avuta nella Roma. ma ambedue sono per me apprezzabilissimi proprio perché hanno percorso l'intera carriera giocando per una sola squadra. Caso sempre più raro ai giorni nostri.

    RispondiElimina
  34. Se si parte dal tuo ragionamento Deyna, Rossi non doveva essere preso. Sono previsti dei bonus di rendimento, ma la valutazione che gli è stata data è comunque eccessiva per un giocatore che non sia più quello di un tempo. Qui si entra in un campo delicato, perchè è chiaro che certe scelte societarie si possono comprendere solo stando dentro una società, conoscendone i contatti, le strategie, le informazioni che vengono assunte prima di concludere un affare. Sono certo che la valutazione delle possibilità di ripresa di Rossi è stata molto accurata. Per contro potrebbe insospettire il generale disinteresse per questo giocatore anche da parte di società che l'avevano contattato prima che si facesse male. Lo stesso giocatore ha dichiarato che molti ds manifestavano un interesse generico e spostato nel futuro. Solo la Fiorentina è andata sul giocatore in modo deciso accentando di curarlo. Ma, ripeto, l'avranno fatto a ragion veduto. Non ho motivo di dubitarne.

    RispondiElimina
  35. Anche Ljajic è del '91, ma tu scrivessi mai un numero giusto o tu sbagliassi una volta a svantaggio delle tue teorie. Si aspetta che il suo procuratore la smetta di usarlo come arma di ricatto per il trasferimento di Jovetic e fissi una cifra ragionevole.

    RispondiElimina
  36. Dietro la lavagna tu ci vai te e quando avrai imparato a leggere e a capire quel che si dice magari fai capolino e torni al banco. Riporta quel che ho scirtto e se ne parla così te lo rispiego invece di tranciar giudizi sommari che non sei in grado di emettere.

    RispondiElimina
  37. Lud, è al contrario: Lamela è del 1992 e Ljajic è del 1991

    RispondiElimina
  38. Mi sembra che sia il reale ventaglio di possibilità e concordo che si sta lavorando sulla seconda, ma cautelandosi anche con la terza. La prima dovremmo subirla invece, ma la ritengo improbabile perchè se non va via Jovetc la strade per Ljajic si fa molto più impervia. Per cui ne aggiungerei una quarta che resta Jovetic e va via Ljajic, improbabile, ma non impossibile.

    RispondiElimina
  39. Se dici che pensi che il centravantone sia indispensabile e che debba essere un titolare quasi inamovibile vieni a quel che dico io. Mica dico niente di più di questo. E' Lud che dice tutto l'opposto e che cioè non serve e sarebbe meglio spendere altrimenti i soldi a disposizione anche in caso di cessione di Jovetic.

    RispondiElimina
  40. stefano vienna3 giugno 2013 13:28

    Lamela ha segnato 15 gol quasi tutti quando c'era Zeman in panchina. Anche Di Francesco segnò 8 gol in una stagione zemaniana. Comunque su Ljajic c'è ancora eccessivo scetticismo. Per me Adem è al momento il più forte numero 10 in circolazione nel campionato italiano e più in generale vedo sopra di lui solo Balotelli, Cavani e Hamsik (chiaro che il campionato italiano è diventato misero). Leggo di eventuali offerte, bene, ma venderlo per meno di 30 milioni è un errore strategico. Spero che la Fiorentina non faccia questo errore di valutazione, anzi sono sicuro che non lo faranno. Ma i valori di mercato sono anche frutto dell'opera dei media. El Sharawi e Lamela sono una spanna sotto Ljajic, ma vengono valutati il doppio. Allora mi direte perché non arriva l'arabo di turno che ci soffia Ljajic? Bene, io fino all'ultimo giorno di mercato non scommetterei sulla permanenza di Ljajic nemmeno se firma il rinnovo. Vedesi Nastasic.
    L'illuminazione sul futuro di Ljajic la ebbi l'anno scorso nell'azione che portò Lazzari a segnare il 2-1 all'Olimpico contro la Roma. Rivedetevelo.

    RispondiElimina
  41. A me pare infatti che si perda tempo. La società immersa in altre strategie potrebbe svegliarsi con la brutta notizia che Ljajic va altrove. Mi sfugge anche il nesso con l'affare Jovetic perché Adem vorrà fare la sua vita e le sue scelte. Se il suo futuro fosse condizionato dal procuratore e da Jovetic dubiterei della sua sanità di mente.

    RispondiElimina
  42. stefano vienna3 giugno 2013 13:46

    Lud, siamo al 3 giugno, il calciomercato chiude a settembre. Che adesso Pradè e Macia siano diventati due polli e che i Della Valle si facciano sfilare una trentina di milioni (perchè prima o poi saranno una trentina di milioni) senza colpo ferire mi sembra uno scenario apocalittico.
    Poi che Ljajic vada altrove è possibile, ma la storia del rinnovo al massimo ti può far perdere qualche briciola e solo nel caso in cui Ramadani scelga la strada della guerra ad oltranza che, come dici tu, non ha senso. Un buon procuratore non cerca la guerra, solo uno sfigato come Pallavicino che, oltre a Montolivo, a gente alla De Ceglie ragiona così a bischero.

    RispondiElimina
  43. Su Del Piero concordo con Deyna: era pompatissimo ma non è mai stato né un fuoriclasse né tantomeno un leader. Viene sempre citato insieme a Totti, ma fra i due non c'è confronto: il romanista è di un'altra categoria, veramente un fuoriclasse. Rispetto a Del Piero trovo migliore, oltre ovviamente a Robertino Baggio, anche Gianfranco Zola. Del Piero è (era) molto forte, per carità, ad avercene, ma un livello sotto gli altri che ho citato, diciamo che era, tecnicamente, al livello di un Mancini (che però era, lui sì, un leader)

    RispondiElimina
  44. Che a Ljajic vada fatto firmare il rinnovo del contratto è ovvio, il problema è che Ramadani temporeggia in attesa di vedere cosa succede con Jovetic.

    RispondiElimina
  45. Del Piero sarà anche stato pompatissimo, d'accordo, ma giocatori poco più che normali come Balotelli e El Sharawi, che hanno ancora tutto e di più da dimostrare, al confronto sono dei dirigibili Zeppelin.

    RispondiElimina
  46. Secondo me è anche la Fiorentina che nicchia. Se fa una bella offerta il rinnovo è certo. Non capisco come Ramadami possa influenzare Adem. Ammettiamo che io abbia un grande amico che chiamerò Lele. Il capoufficio mi propone il raddoppio dello stipendio. Ma io tengo duro: se prima non viene accontentato l'amico Leo io non accetterò l'aumento di paga. Vi pare credibile?

    RispondiElimina
  47. stefano vienna3 giugno 2013 13:59

    Una cosa a latere, ma vi pare possibile che la Roma abbia offerto 3,5 a stagione ad Allegri per tre anni? E ancora più assurdamente Allegri abbia rifiutato?

    RispondiElimina
  48. Allegri prima di accettare doveva svincolarsi dal Milan perchè ha ancora un contratto di un anno.

    RispondiElimina
  49. Certo, se gli offrono un quadriennale da 3 milioni netti l'anno probabilmente firma subito, ma che Ljajic sia Messi siete convnti tu e Stefano di Vienna, alla Fiorentina devono dare ingaggi conseguenti alla valutazione che fanno loro, non a quella che afte voi. Certo è che l'accordo, entro una certa data, lo devono trovare, perchè se no DEVE andare sul mercato ad evitare nuovo caso Montolivo. Il procuratore a Lajjic può presentare l'ipotesi di un rinnovo con la Fiorentina a 1,3 (invento) o un contratto l'anno prossimo per più del doppio altrove, ed il giocatore, se ha un procuratore o lo licenzia o lo lascia fare.

    RispondiElimina
  50. stefano vienna3 giugno 2013 14:43

    Quindi l'hanno costretto a restare al Milan un anno. Boh, la storia rimane una commedia dell'assurdo. I 3 milioni e mezzo rimangono inspiegabili, Montella ne prenderà forse due. C'è qualcosa che non torna.

    RispondiElimina
  51. stefano vienna3 giugno 2013 14:53

    Jordan, mai detto che la Fiorentina debba dare 3 milioni a Ljajic, ma che per venderlo deve arrivare l'offerta alla Nastasic. Secondo me, tanti legami con il rinnovo non ci sono. Rinnovo o no, se arriva l'offerta giusta Adem parte. Ma deve essere l'offerta fuorimercato. Nè la Fiorentina nè Ljajic hanno nessun interesse a rompere per 200.000 euro. Ljajic a 21 anni ha tutto l'interesse nel non firmare un contratto lungo quattro anni, meglio un rinnovo di due con la Fiorentina più clausola rescissoria non esagerata. Poi magari mi sbaglio.

    RispondiElimina
  52. stefano vienna3 giugno 2013 15:02

    In sintesi, Ramadani non è Pallavicino e Ljajic non è Montolivo. Montolivo ha massimizzato quello che avrebbe potuto ricevere dal calcio visto che, fino a 27 anni, non era mai riuscito a trovare chi fosse disposto a dargli più di 2 milioni. E l'ha trovato solo perchè è andato a parametro zero, ovvero fregando i soldi alla Fiorentina. Ljajic rinnova con noi e prende 2,5 (inclusi bonus), esplode definitivamente e fra uno o due anni strappa il contratto da 4 milioni. Se spingesse per andare via adesso (l'opzione Montolivo non esiste perchè farebbe perdere alla Fiorentina un patrimonio), al massimo strapperebbe un contratto da 3 milioni, ma bloccato per tre-quattro anni. Insomma il parallelo con Montolivo non esiste.

    RispondiElimina
  53. Sopravvissuto3 giugno 2013 15:05

    Concordo. Coopto. Anche perché invece del caffè, scrivendo delle varie ipotesi e pareri, mi occorre un Moment on the rock....

    RispondiElimina
  54. stefano vienna3 giugno 2013 15:15

    Ehi Lud, a sentire Pradè, l'obiettivo primario della Fiorentina sembra proprio il rinnovo di Ljajic... Dai, non fasciamoci la testa, il ratto del Messizzato al momento è più che improbabile. Al massimo arriva l'arabo che ci offre 30 cavalli di razza e gasolio gratis per i prossimi vent'anni.

    RispondiElimina
  55. Non ho trovato il passo cui ti riferisci Stefano. Leggo invece conferme all'arrivo di Gomez e se arriva viva Gomez! Mi sta benissimo anche la permanenza di Jovetic.

    RispondiElimina
  56. Se però non è vero voglio la decapitazione di Zazzaroni al mercato di Napoli e l'esposizione della testa su una picca a Castel dell'Ovo.

    RispondiElimina
  57. colonel.blimp3 giugno 2013 16:58

    La Gozzina scrive oggi che sarebbe pericoloso non vendere Jojo alla Juve: ahahahahahahahahahahahahah! Sandra. pompami questo con l'ingoio, su, fino alla faringe... ahahahahahahahahahahah! Grandissimo Pradè su Cerci al Milan: "Non vedo come sia possibile, la comproprietà è fra noi e il Toro"... ahahahahahahahahahahahahah! Bastassero i giornalisti schiavi inculati, la Juve davanti avrebbe Messi e Falcao, il Milan Ibra e Cavani... ahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  58. colonel.blimp3 giugno 2013 17:02

    il Giac dichiara che non andrà alla Fiorentina: cazzo, e noi che avevamo pensato la squadra del prossimo anno in funzione di lui... ahahahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  59. Sopravvissuto3 giugno 2013 17:27

    I giornalisti.....si abbeverano a fonti diverse, si abbeverano all'acqua della mignotta, che nasce comunque dal Monte di Venere...peccato che la fontana sia fatta col cippo di Giove...vieni Zazza, vieni Signori, vieni Criscitiello..Questi sbatteranno le gengive sul ferro!! Quindi, BLIMP, questo "...intrigante affare...Toni al Milan...."; Galliani che con Niang, Robinho, Flamini vuole realizzare 45 milioni di euro....ah ah ah ah...immagino ieri sera, Galliani "Silvio, tranquillo, Allegri è un messia, ha fatto il miracolo con il Milam più scarso della storia! Lo confermiamo, prendiamo un paio di caciotte, una bufala, tre svincolati e se andrà male, il Caciucco è il primo a pagare...vuole rimanere? Rimane e vedremo se moltiplica i pani e pesci...per i peni e le fiche ci pensi tu col bunga-bunga del nostro negredo...". Eh eh eh eh eh eh....vai Adriano, col nuovo motto anti-omofobia "Forza Milan!"....ah ah ah ah ForzaMi l'ano.......
    .

    RispondiElimina
  60. colonel.blimp3 giugno 2013 17:37

    Sopra... ahahahahahahahahahahahah! Pensa che ho appena letto un titolo di Fiorentinanews, "Zamparini: 'Ecco chi mi darà 15 milioni per Ilicic'”, e non ho nemmeno aperto la news perché già conoscevo la risposta: stocazzo!!!! Ahahahahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  61. Continuo a non capire il vostro scetticismo su Mario Gomez: non lo trovo fattibile, ma se lo prendessimo io farei i caroselli per tutti i viali!

    RispondiElimina
  62. colonel.blimp3 giugno 2013 17:48

    Vita, è che si spera di meglio.

    RispondiElimina
  63. Vita alla guida mi metto io.

    RispondiElimina
  64. Vita, su Mario Gomez sono d'accordo con te, il fatto è che mi sembra improbabile la possibilità che gli diano un ingaggio di 3,5 milioni netti all'anno, come si legge in diversi articoli. Per questo ho l'idea che l'affare-Gomez (come l'affare-Yilmaz, che in Turchia danno già per fatto con cifre simili) sia uno specchietto per le allodole per nascondere i veri obiettivi, cioè giocatori che si accontentano di uno stipendio che rientri nei nostri parametri.

    RispondiElimina
  65. Tornando al Valencia, in grave crisi economica e fuori dalla CL, ha necessità di fare cassa e vendere. Penso che convenga analizzare i suoi migliori giocatori, Soldado, Diego Alves, Tino Costa, Banega, Jonas, Cissokho, Piatti, Gago, Feghouli...

    RispondiElimina
  66. Giocatore interessante, Vita, ma dovrebbe essere svincolato e accontentarsi di metà stipendio. Allo stato attuale è uno di quei grandi campioni di cui la società si vuol liberare il prima possibile, perchè sa presto il valore diminuirà mentre l'ingaggio resterà sul gobbo ad appesantire i conti. Per me le priorità sono altre: un portiere decisivo, un centrale di centrocampo, l'acquisto del cartellino intero di Cuadrado e il rinnovo di Ljajic. Coi soldi di Jovetic provvederei a questo e all'acquisto di un buon centravanti da scegliersi tra un giovane in ascesa o uno svincolato.

    RispondiElimina
  67. Guarda Stefano che sui concetti siamo d'accordo e sui numeri però che devono trovarlo ed io credo che la Fiorentina, oggi, non è disponibile nemmeno a firmare un contratto di due milioni l'anno (ed io concordo), credo che siano su poco più della metà che, ovviamente, non fa fare le corse alla controparte. Tutto sta nella valutazione del giocatore attuale e futura. Evidentemente hanno dubbi circa le vostre convinzioni che sarà un top player al 100% se no come li han dati a Jovetic li darebbero a lui. La soluzione di un contratto a cifre più contenute e più breve (2-3 anni) con clausola rescissoria sarebbe ragionevole ma per arrivare a conclusioni ragionevoli occorre procedere d'amore e d'accordo e oggi, con la situazione Jovetic, tanto d'amore e d'accordo non sono. Se non arrivano alla soluzione ragionevole in tempi ragionevoli devono spingere per la cessione anche in assenza di offerta alla Nastasic perché a quel punto lo spettro della perdita a zero si avvicina pericolosamente. E' ovvio che la soluzione ragionevole per noi sarebbe la migliore e non auspico quindi l'altra.

    RispondiElimina
  68. Sopravvissuto3 giugno 2013 18:19

    ANTO, Vero vero vero.....Gomez fa la differenza ma andare via dopo un triplete, con quell'ingaggio....ha la fila! BLIMP, Pradè ha inviato un sms a Zamparini, ecco il testo "Sai chi ti saluta tanto, ma tanto tanto?....Erca! Ercazzo!" Ah ah ah ah.....15 milioni Ilicic, 8 o 10 Marrone...vai con le estrazioni del Lotto......A' Zampari', attrezza la squadra, il Trapani è avvelenato!

    RispondiElimina
  69. Sopravvissuto3 giugno 2013 18:19

    ANTO, Vero vero vero.....Gomez fa la differenza ma andare via dopo un triplete, con quell'ingaggio....ha la fila! BLIMP, Pradè ha inviato un sms a Zamparini, ecco il testo "Sai chi ti saluta tanto, ma tanto tanto?....Erca! Ercazzo!" Ah ah ah ah.....15 milioni Ilicic, 8 o 10 Marrone...vai con le estrazioni del Lotto......A' Zampari', attrezza la squadra, il Trapani è avvelenato!

    RispondiElimina
  70. Sopravvissuto3 giugno 2013 18:20

    ANTO, Vero vero vero.....Gomez fa la differenza ma andare via dopo un triplete, con quell'ingaggio....ha la fila! BLIMP, Pradè ha inviato un sms a Zamparini, ecco il testo "Sai chi ti saluta tanto, ma tanto tanto?....Erca! Ercazzo!" Ah ah ah ah.....15 milioni Ilicic, 8 o 10 Marrone...vai con le estrazioni del Lotto......A' Zampari', attrezza la squadra, il Trapani è avvelenato!

    RispondiElimina
  71. Per Ljajic e Cuadrado gli ho già spiegato Vita, ma non capisce. Comunque vorrei che i nomi del portiere decisivo e del centrale di centrocampo me li facesse, così, tanto per capire.

    RispondiElimina
  72. Mancini tecnicamente era molto meglio di Del Piero. Quest'ultimo prima dell'infortunio era comunque un grande giocatore, poi è calato molto. Il paragone con Jovetic a mio avviso è azzeccato: entrambi agili e scattanti prima di farsi male, si sono poi molto appesantiti fisicamente e sono divenuti lenti e prevedibili nelle giocate. E' chiaro che sia il gobbo che il nostro sono pur sempre ottimi giocatori.

    RispondiElimina
  73. Per Ljajic e Cuadrado gli ho già spiegato Vita, ma non capisce. Comunque vorrei che i nomi del portiere decisivo e del centrale di centrocampo me li facesse, così, tanto per capire.

    RispondiElimina
  74. Per Ljajic e Cuadrado gli ho già spiegato Vita, ma non capisce. Comunque vorrei che i nomi del portiere decisivo e del centrale di centrocampo me li facesse, così, tanto per capire.

    RispondiElimina
  75. Mancini aveva più tecnica e più visione di gioco di Del Piero, che aveva solo più vena realizzativa. Tutti e due hanno abbastanza deluso in nazionale, specie in relazione ai mezzi. Nemmeno Totti metterei tra i fuoriclasse, a livello internazionale non si è mai davvero imposto, facendomi pensare a un reuccio che dà il massimo solo nel suo ambiente protetto romano, da dove in effetti non si è mai mosso.

    RispondiElimina
  76. colonel.blimp3 giugno 2013 18:46

    Del Piero ha anche battuto un sacco di rigori, Deyna. In Nazionale Mancini ha sofferto ostracismo gobborossonero e poi da giocatore non ha mai giocato in big. Lo stimo superiore a Del Piero, giocatore quest'ultimo che aveva perfezionato, con applicazione e intelligenza, un numero di giocate limitato e che in Nazionale e in coppa dopo i quarti ha sempre inciso una seghina. Totti è sempre rimasto un inespresso: potenzialmente il più forte dei tre, non ha mai saputo conciliare nello stesso momento e appieno i suoi vari talenti e ha comunque assai sofferto di essere una testa di cazzo. Sì, AntoineRouge, ma dimentichi tutti gli aspetti faveschi della sua personalità, come quando girava, nelle manifestazioni anti-aborto, con un medaglione al collo con la scritta: "i giudizi di fatto non sono giudizi di valore" o quando condizionava il passaggio degli esami alle gite nei conventi sugli Appennini. Un pazzo, credimi: con tratti di generosità visionaria, ma un pazzo. Il suo manuale è uno sproloquio da bar, non un trattato tecnico per dei futuri avvocati o magistrati.

    RispondiElimina
  77. In generale sono d'accordo con te, Jordan, ma invertirei le priorità: per me l'esigenza primaria è prendere un portiere veramente forte (e qui concordo con Lud, piuttosto spendere tanto ma prenderne uno molto forte, non so chi ma molto forte), in secondo luogo viene il centravanti.

    RispondiElimina
  78. "...come quando girava, nelle manifestazioni anti-aborto, con un medaglione al collo con la scritta: "i giudizi di fatto non sono giudizi di valore": ahhaahahahahah, ma io costui lo amo già!

    RispondiElimina
  79. Penso che tra tutti il più abbordabile sia Soldado, sia per la crisi del Valencia, sia per il fatto che le inglesi di primo piano credo cerchino nomi più altisonanti. Certo a me andrebbe benissimo, lo ritengo non un fuoriclasse, ma un centravanti che sa unire buone doti tecniche ad un opportunismo da vero bomber. Non è uno sfondatore, ma si integrerebbe bene nel fraseggio e darebbe i riferimenti che un centravanti deve dare. Tra tutti i nomi fatti, per me, il più funzionale.

    RispondiElimina
  80. A me Soldado piace molto, è un Gilardino assai più tecnico, e più partecipe al gioco di squadra.

    RispondiElimina
  81. Sì, Colonnello, l'ho conosciuto bene (passai senza problema l'esame anche senza gita, però) e so che ne ha dette tante (e chi non l'ha fatto?), molte insensate e giustamente da lui poi ritrattate (grandi troiate si trovano in "abortismo libertario e sadismo"), ma in quello scritto su teodicea e condizione animale c'era già il suo futuro pensiero sulla sofferenza degli animali (ha infatti partecipato al primo convegno antispecista due anni fa proprio a Firenze) ed io lo sento per questo molto vicino (anche se io sono l'ateo razionalista, lui ora non so, forse non sa). Il suo manuale (mi riferisco a quello di filosofia del diritto, ovviamente) è a mio avviso ottimo.

    RispondiElimina
  82. Soldado pare avere un valore superiore a quasi tutti i giocatori i cui nomi sono accostati ai viola. Si parla di 25 milioni di euro.

    RispondiElimina
  83. Di centravanti che farebbero alla bisogna, a parte il particolare non trascurabile del costo, ce n'è una serqua. Di portieri sicuri che ti fanno fare il salto di qualità disponibili sul mercato molti meno, anzi, di colpo non me ne viene in mente neanche uno. Uno molto buono e che costa relativamente poco per il valore è Diego Alves del Valencia e sarebbe già un notevole improvement, come ce ne sono anche altri analoghi, ma quello che avrebbe impatto come un centravanti da venti gol sicuri non lo vedo e non è nemmeno il problema di spendere tanto. Insomma il problema portiere lo risolvi con 6-7 milioni ed è inutile spendere di più. Il grosso dell'eventuale cessione di Jovetic va investito nel centravanti.

    RispondiElimina
  84. Non credere che una squadra in cattive acque regali, se ha roba buona i procuratori si danno da fare e le offerte ci sono. Ad esempio Soldado è ottimo ma ha già quotazioni abbastanza elevate, Tino Costa sembra l'abbiano considerato e scartato per problemi comportamentali, Banega sarebbe invece altro da considerare per il posto di Pizarro, ma anche lui come testa non gira mica sempre bene. Diego Alves spero proprio che lo prendano, da qualche giorno non ne parlano più, o bene bene o male male, Jonas fa i gol ma ha trent'anni, Piatti lo lascerei dov'è, pare Giovinco, Insomma lasciamo fare al duo Madè, soprattutto a Valencia, che è quasi casa sua, Macìa ci si sa muovere

    RispondiElimina
  85. Ieri è morto i' mi' babbo. Era tifoso viola. Quando era giovane era appassionato di cinema. Fece un bellissimo film in super8 del primo scudetto, con riprese di tutte le partite e dei protagonisti. Se ritrovo la pellicola la metto su youtube e ve la segnalo. Un salutato a tutti i riblogghisti (non posto ma vi seguo sempre).

    RispondiElimina
  86. Non sapevo chiedessero 25 milioni di euro per Soldado, mi pare fuori dal mondo anche perché è un '85, se è vero ovviamente non è nemmen pensabile.

    RispondiElimina
  87. Grazie Francis per la testimonianza, condoglianze per il babbo e un abbraccio viola. Vedrò molto volentieri la pellicola...

    RispondiElimina
  88. Francis, mi dispiace per il tuo babbo, condoglianze.
    Se metti quel video su youtube, per favore posta qui il relativo link, sarebbe una preziosissima testimonianza del primo scudetto, soprattutto per noi che non eravamo ancora nati e per te un bellissimo ricordo del tuo babbo.

    RispondiElimina
  89. Condoglianze, Francis.

    RispondiElimina
  90. Le fonti dicono che Soldado ha una clausola di 30 milioni di sterline. E una valutazione reale intorno ai 20 milioni di sterline. Ciò in teoria, in pratica chissà.

    RispondiElimina
  91. Grazie Francis per aver voluto ricordare il babbo insieme a noi. Il prossimo panino con il lampredotto lo mangerò alla sua memoria. Salsa verde, olio piccante, sale e pepe, poi lo faccio pure inzuppare. Ci metto tutto, ci metto tutto l'impegno per ricordarlo come si deve.

    RispondiElimina
  92. Condoglianze vivissime, allo stadio a quei tempi ci andavo anch'io, mi raccomando scrivici il link perchè io quelle partite le ho viste ma ho poco o nulla di materiale e come tutti i vecchietti rivedere quello che si ha solo nella testa fa piacere.

    RispondiElimina
  93. 25 milioni per Soldado non li spenderei mai, ma è vero quel che dice Foco, è fuori dai riflettori, non credo ci sia la fila e tutto sta a misurare la necessità di contante del Valencia. Ad un prezzo giusto che è più o meno la metà di quel che si è detto sopra, vai sul sicuro, è uno che da cinque anni di seguito va alla media di più di un gol ogni due partite, che è roba da goleador di razza.

    RispondiElimina
  94. Sopravvissuto3 giugno 2013 20:22

    (Condoglianze Francis, non ci sono parole, solo un bel pensiero).

    RispondiElimina
  95. Sentite condoglianze Francis, di cuore.

    RispondiElimina
  96. Anche il cartellino di Gomez sarebbe dai 30 in su ma probabile che lo prendano per meno della metà. Non noi. Soldado costa 25 ma anche per lui a 12-13 te lo porti a casa.

    RispondiElimina
  97. Per Gomez il problema non è tanto il cartellino quanto l'ingaggio. Il cartellino costa relativamente poco proprio perchè anche il bayern ha il problema dell'ingaggio di un giocatore che non gli serve più. Non vedo possibilità che venga qui a meno che il Bayern non sia interessato a Jovetic e ce lo regali o quasi.

    RispondiElimina
  98. Lo stavo scrivendo sopra Jordan.

    RispondiElimina
  99. Sul portiere non serve un fenomeno, uno che para il parabile sarebbe già un enorme salto di qualità, ecco perché non disdegno neppure un Agazzi che ha disputato un bel campionato nel Cagliari. Sul centravanti sono molto più esigente, tolto Gomez che costa un botto d'ingaggio farei un carpiato con avvitamento per Negredo ma anche Osvaldo. Ci sono 3 competizioni, Cuadrado non è una punta e ce ne servono almeno 5, mica noccioline.

    RispondiElimina
  100. Sopravvissuto3 giugno 2013 21:18

    Escludendo gli inarrivabili, escludendo i sogni mostruosamente proibiti, mi elencate quali punte da 15 o 20 gol sarebbero alla nostra portata, acquistabili nella fascia tra gli 8.000.000 e i 10.00.000 di euro (i Della Valle non investirebbero mai oltre i 10 milioni per un calciatore, spero di sbagliarmi). Non scrivo di prospetti sudamericani o stelline, intendo centravanti già pronti da arruolare e far gol alla prima ufficiale....Quindi?

    RispondiElimina
  101. Per Gilardino si sono spesi 15 milioni, nel 2008.
    Dai 10 ai 15 trovi Auba, Matavz, Osvaldo, Yilmaz, forse Soldado, Negredo e Gomez. Praticamente tutti i nomi che stanno uscendo in questi giorni.

    RispondiElimina
  102. Cosa ne pensi di Stekelemburg, Jordan?

    RispondiElimina
  103. Ogni tanto cerco di infilarmi nella testa di Macia (eheheheheh) e facendo un po' di collegamenti cerco di capire quali nomi potrebbero venir fuori. Scommettendo, il mio favorito è Soldado, mentre il mio nome di riserva è ( rullo di tamburi): Altidore.

    RispondiElimina
  104. Sopravvissuto3 giugno 2013 21:50

    .....e il portiere..................

    RispondiElimina
  105. Sopravvissuto3 giugno 2013 21:52

    Chi va controcorrente ha un vantaggio, corre da solo e non ha concorrenza. LUD è follemente impaurito di perdere Liajic (be' anch'io...), quindi auspica una punta che non cozzi con l'impiego del serbo che serba giocate sopraffine danzando sulla palla....

    RispondiElimina
  106. Son d'accordo con Anto, quando vai con i soldi in bocca i numeri cambiano e credo che, se vendono Jovetic più o meno alle cifre previste, ai 15 ci possono anche arrivare. Un problema diverso ma anche più importante sono gli ingaggi.. Comunque Auba, Matavz e gli spagnoli forse, sono possibili. Osvaldo non credo lo vogliano ed il turco non lo piglierei. L'unico che vedo fuori portata per l'ingaggio è Gomez che le cronache indicano invece come il più vicino. Boh?

    RispondiElimina
  107. Con la Roma è andato maluccio anzichè no. Non mi dispiaceva prima dell'esperienza italiana, ma credo che abbia mercato in premier league. Non ci farei pazzie insomma, per me Diego Alves è meglio e costa meno. Più si va avanti però e più grossa è stata la cazzata di partir male con Neto. Gli avessero dato fiducia non avremmo ora il problema e non ci sarebbe da spendere.

    RispondiElimina
  108. Sopravvissuto3 giugno 2013 22:31

    Ho messo "Repeat" alle parole di oggi di Pradè. Sublimi, sportivamente....

    RispondiElimina
  109. Vedevo lo score di Soldado. negli ultimi cinque anni, due nel Getafe e tre nel Valencia, 199 partite tra campionato e coppe e 112 gol, regolarmente distribuiti. Impressioannte, circa 40 partite e 23 gol ogni anno, per cinque anni di seguito e a vederlo non gli dai due lire, non è certo un centravantone, fisico piuttosto normale, ma tanta vispezza nel cervello evidentemente.

    RispondiElimina
  110. Soldado costa più di Negredo, tutti e due hanno valutazioni sopra i 20 milioni ma certo il calcio di oggi risente come ogni altro settore della crisi. E dunque i prezzi sono aleatori.

    RispondiElimina
  111. A proposito di centravanti, a proposito di Liga, a proposito di ex Villareal, chiedo a tutti, in particolare a Jordan che sa tutto dei nazionali brasiliani... ma Nilmar che cazzo c'è andato a fare (a parte prendere una barca di soldi, ma c'è andato a soli a 28 anni, diamine!) dagli arabi? In che condizione è adesso? Sarà un po' più in forma del Toni dell'ultimo anno?

    RispondiElimina
  112. E ti s'è di già detto, te tu leggi troppo e tu bevi tutto icche tu leggi. I prezzi e un li fa transfermarkt.com ma la legge della domanda e dell'offerta. Per quel che riguarda l'offerta sia Valencia che Siviglia le son con le pezze ar culo e vendere un giocatore di 28 anni anche se più che bono ma con un ingaggio che non possono più sostendere è l'occasione più grossa che hanno di far contante e dati i 28 anni le quotazioni scendono col tempo, non salgono. Ergo, vogliono vendere, Per quanto riguarda la domanda si tratta di giocatori conosciuti ma non famosissimi, non legati a sponsorizzazioni, quindi con un mercato non impossibile. Penso che tutti se due siano acquistabili sotto i 15 milioni, magari anche abbastanza sotto, se poi non è così si pensa ad altro, di più non c'è da rigirarci, anche se sono ottimi entrambi.

    RispondiElimina
  113. E prendere una barca di soldi ti sembra poco? Nilmar era un ottimo centravanti, forse più seconda punta che centravanti vero e proprio, molto tecnico e abile anche nelle finalizzazioni. Venuto in Europa al Lyon ebbe un incidente serio, poi problemi di tesseramento mi sembra col Corinthians dove era tornato, e la carriera sembrava quasi compromessa, invece ricominciò, vinta la causa col Corinthians e dall'Internacional che lo rilanciò andò al Villareal dove fece bene e da dove è andato l'anno scorso in Catar. Sembra ci si sia già divertito e si parla di un ritorno al Santos che ha i soldi del Barcellona per Neymar o allo stesso Internacional che avrà quelli di Leandro Damiao (ma perchè non si piglia? lo vendono!). Ha 29 anni ed è tutt'altro che bollito, però non lo riterrei nemmeno una prima scelta.

    RispondiElimina
  114. Beh insomma, se è come era fino all'anno scorso non lo scarterei, sarà una seconda scelta, ma le prime scelte accessibili a noi quali sono? Continuano a parlare di Gomez, non ci credo perchè non lo ritengo fattibile, ma più ribadisco che non ci credo e più vogliono illudermi!

    RispondiElimina
  115. Di Altidore postai un video l'altro giorno, Foco, è in crescita mostruosa dai tempi del Villareal, ma non credo ci pensino. Soldado a me piace un sacco, ha veramente un cervello da attaccante vispissimo, e piedi per tradurre in gol le intuizioni. Quindici milioni ce li spenderei tranquillamente, nella Maquina starebbe da dio.

    RispondiElimina
  116. Quelle che ti ho detto, Soldado ad esempio lo ritengo possibile e lo preferirei a Nilmar, dà senz'altro più affidamento in fase realizzativa. Nilmar è giocatore delizioso, intendiamoci, capace di grandi gesti tecnici, più bello ma meno efficace. Gomez l'ho sempre ritenuto fantascienza, per quanto guadagna e per il contratto che ha fino al 2016, però seguitano a giurarci sopra, boh?

    RispondiElimina
  117. Comunque se Macìa va a depredare il "suo" Valencia dei big in vendita, e ci porta a Firenze lo scheletro della squadra [Diego Alves-Banega-Soldado], io son contento.

    RispondiElimina
  118. Anch'io. Poi con gli ex Vilareal, gli ex Malaga, gli ex.Levante e gli ex Valencia ci si iscrive alla Liga così si va in culo anche a Galliani.

    RispondiElimina
  119. Stefano Vienna11 giugno 2013 15:41

    Intanto Nastasic accostato al Barcellona. Non sottovalutiamo Ramadani e Corvino in tutti sensi. Un giorno leggeremo di Ljajic vicino al Barca? A me il dubbio rimane. Comunque mi pareva di capire che la richiesta di Ljajic era sopra i due milioni, con 1,4 nemmeno si siedono al tavolo.

    RispondiElimina