.

.

lunedì 3 marzo 2014

Le nozze di Cana che in area va a nozze

Diciamo che almeno abbiamo capito una volta per tutte l’importanza di Borja Valero, un grazie quindi a Gervasoni che ci ha ricordato di quel suo valore che poco si sposa con la tribuna, questo però non giustifica la prova scialba di una Fiorentina molto molto deludente. La squadra non risponde affatto all’affetto della sua gente che l’accompagna allo stadio, risponde solo al suo popolo innamorato aderendo allo sciopero, anche se non devono aver capito bene che era solo di dieci minuti. Ed ecco le nozze di Cana, o meglio Cana che va a nozze nel cuore di un’area di rigore presidiata da fantasmi, Candreva intanto tagliava a fette ripetutamente il campo nel deserto di una squadra senza anima e senza le giuste distanze tra i reparti. I ritmi sono quelli di un flash mob, la precisione dei passaggi è quella di un casa visitata dai ladri. La Fiorentina è derubata dentro, Borja Valero e Montella in tribuna, Pizarro in commissariato a fare la denuncia, anche se la Lazio non ruba niente, vince e merita, potremo dire che Reja è stato fortunato a trovare la peggiore Fiorentina dell’era Montella. La difesa bocciata in blocco, anche Neto che prende gol sul suo palo non mi convince più di tanto, anche se poi ci salva da un due a zero che sembrava più probabile del pareggio, centrocampo con il solo Matri a prendere la sufficienza, lampi di classe di Wolski e dinamismo a sprazzi di Anderson. Davanti il niente. E’ mancato anche il giusto atteggiamento, è mancata la cattiveria, sgonfi come un canotto dopo una lunga estate calda, un canotto per di più senza remi di Borja Valero e senza il suo Schettino. Ci fossero state almeno le moldave ci saremo schiantati sugli scogli di questa sconfitta interna con meno rammarichi, niente di niente, non si salva proprio niente. Anzi, salvo l’immagine della squadra che arriva allo stadio in pullman. Solo quella. Ho conosciuto un’altra squadra in questa stagione, voglio solo sperare di ritrovarla prima di domenica, vediamo intanto se il ricorso ci ridarà Borja Valero, almeno Pizarro comunque rientrerà sperando anche in una trasfusione di globuli rossi, ci sono tre partite contro la Juve che in questo momento mi sembrano più un grande fastidio che un concentrato di emozioni, la forte delusione per quanto visto ieri mi ricorda molto da vicino il disagio vero di quando devo andare da pagare la tassa di circolazione, quella che ritengo una vera e propria seccatura, appunto, cerco sempre di fare il furbo come Ambrosini che tenta la simulazione e immediatamente viene colto in flagrante, perché l’impiegata mi chiede la targa. Quella che poi leggiamo ormai al Napoli per non parlare di Roma e Juve che giocano evidentemente un altro campionato. Seccatura, si, perché ogni volta perdo un sacco di tempo a smontarla e rimontarla. Così come il sogno che la Fiorentina vinca alla fine qualcosa.

128 commenti:

  1. Chiarificatore3 marzo 2014 07:31

    Gli interrogativi, i dubbi che pone la sconfitta di ieri sono molto pesanti.
    Io provo a porne alcuni.

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore3 marzo 2014 07:36

    Non c'è dubbio che ieri abbiamo pagato le assenza di Pizarro e Valero, ma il prezzo pagato in termini di (non)gioco , prima ancora che in termini di (non)risultato, è stato troppo alto.
    La Fiorentina ieri ha fatto schifo, le assenze eccellenti non possono giustificare uno spettacolo così indecoroso, tanto più alla luce degli ottimi sostituti che la rosa offrirebbe.
    Montella ora ci deve dimostrare che quella che abbiamo visto in questi due ultimi campionati è la sua Fiorentina e non quella di Pizarro e Valero.

    RispondiElimina
  3. Chiarificatore3 marzo 2014 07:38

    O dobbiamo dare ragione a Zemanviola che da tempo sostiene che Montella ha avuto solo il culo di poter disporre di Pizarro e Valero, i veri per non dire unici artefici della maquina?

    RispondiElimina
  4. Chiarificatore3 marzo 2014 07:38

    O dobbiamo dare ragione a Terim che da tempo lo chiama Fuffella?

    RispondiElimina
  5. Chiarificatore3 marzo 2014 07:47

    Sorgono i dubbi più atroci.
    Ad esempio che gli acquisti siano stati tutti concordati ma che quelli, ad esempio, di Pizarro, Valero, Aquilani, Rossi e Rodriguez, Wolskj, Vecino, Rebic, siano dovuti soprattutto a Macia e Pradè, mentre gli acquisti di Ambrosini, Gomez, Matri, la fascia di capitano a Pasqual e la sua inamovibilità, siano dovuti soprattutto a Montella e/o a sue precise indicazioni.

    RispondiElimina
  6. Chiarificatore3 marzo 2014 07:52

    La decisione di schierare nuovamente dal primo minuto in casa contro una cadaverica Lazio calciatori come Ambrosini e Pasqual per lasciare in panca calciatori come Anderson, Wolskj e Vargas, ripropone il sospetto che si tratti di soggezione alle gerarchie di spogliatoio prima ancora che di valutazioni tecniche.

    RispondiElimina
  7. Chiarificatore3 marzo 2014 08:03

    Ragazzi, qualcuno mi svegli da questo incubo, qualcuno mi dica che ho torto ad avere dei dubbi, che i mie dubbi sono infondati, che Montella è l'artefice principale di quanto di bello abbiamo visto in questi due anni, altrimenti mi metto a piangere!

    RispondiElimina
  8. colonel.blimp3 marzo 2014 08:12

    Montella ha i torti che addito da mesi: insufficienza e incoerenza di turn-over, 4-3-3 senza uomini idonei, Pasqual, relegati in panca Wolski, Andow e Rebic, smammato Vecino, Vargas negletto, Joaquin spompato a costo di snaturare Cuadrado sulla sinistra. Questi errori sono reiterati a dispetto dei risultati. E' legittimo pensare che lo saranno fino alla fine del campionato. I torti arbitrali valgono per noi tifosi ma non per Montella che li usa come copertura. Montella allo stato attuale non è confermabile. Lo sarà invece, perché lo strascico-Prandelli e lo stesso Delio Rossi, che sarebbe rimasto se non ci fosse stata la scazzottata, dimostrano che ADV è incapace di un lettura che non sia miopemente affettiva delle cose viola.

    RispondiElimina
  9. Sopravvissuto3 marzo 2014 08:54

    CHIARI, come in tante situazioni la verità sta in mezzo. Il Congegno non poteva prescindere da Pek (non a caso il sostituto é arduo da trovare), Valero (unico), Rossi (risolutore sopraffino), Gomez (in forma é il Thor del Tor) ma...Questa squadra quante partite ha giocato in formazione-tipo? Mai. Vargas é già un miracolo che giochi un'ora, Joaquin é ottimo ma logoro per età e impiego reiterato, Ilicic sembra(?!) entrato in forma ora ma entrato nel Congegno mai, Cuadrado impegnato a sinistra significa relegarlo e regalarlo agli avversari, Ambrosini occorreva come argine ed atteggiamento ma il Milan ha consegnato un atleta usato per limonata concentrata; la squadra ha mascherato errori strutturali di formazione grazie ai singoli, grazie a chi ha corso per due, grazie a Neto. La vera Maquina l'avremo vista tre volte, forse. L'unico problema della squadra era una punta di peso, di valore europeo anche non necessariamente un fromboliere da 20/30 gol, mentre la difesa era stata imbarazzante la passata stagione e continua ad esserlo oggi. Credo che un centrocampista o un avanzato viola (Cuadrado o Gomez) potrebbe essere titolare in un club di CL, della difesa nessuno. Cana chi doveva marcarlo? La Lazio ha vinto a Firenze senza Dias, Klose e mettiamoci Hernanes, la loro spina dorsale iniziale. Venivano dal match in Bulgaria, non in casa. Correvano, tanto. Davanti Perea e poi Keita...come se noi togliessimo Rebíc per Wolski. Fantascienza. (Quando il sitone scrive 11.000 utenti collegati, ha ragione! Erano tutti pronti, nel momento del bisogno sono venuti fuori...che vita sportiva hanno condotto sino alle 22,35 di ieri? Nei cassonetti? Nell'ombra? Ne sono usciti-sotto le pagelle- una marea mai vista! È riemerge Caalifornia...). La Juve gioca ogni match come una finale, temo cappotto.

    RispondiElimina
  10. Sopravvissuto3 marzo 2014 09:15

    Che fatica non rispondere all'agguato pro-Liajic di stamane, sul sitone.

    RispondiElimina
  11. Chiarificatore3 marzo 2014 09:20

    Sopra scusami ma la tua risposta mi sembra evasiva, saltellante di palo in frasca e confusa.
    A me di Ljajic a questo punto non me ne frega letteralmente un cazzo e non mi lascio certo distrarre da chi ha quella fissa, deviante rispetto ai veri e seri interrogativi che ieri per me sono emersi, ed ai quali tu non rispondi, tutto preoccupato invece da chi ha le sue fissazioni, che a questo punto, come dice da tempo Jordan, merita solo di essere ignorato.

    RispondiElimina
  12. La squadra è in condizioni atletiche pessime e tre uomini fondamentali mancavano. Vargas e Ilicic però possono pescare il jolly in gare in cui la squadra non gira, ma sono stati nuovamente lasciati colpevolmente fuori nel nome di un 4-3-3 che più lo reiteriamo e più si dimostra non essere per noi. Quando sei alle pompe (e quello può capitare quando sei la squadra che ha giocato più di tutte e ha subito più defezioni di tutte soprattutto in uomini-chiave) devi fare il semplice, affidarti a chi corre di più e sperare che chi ha nelle corde cose come la castagna da fuori o il calcio piazzato aggiunga qualcosa di decisivo. Esprimo perplessità dal post-semifinali di C.Italia, che per me avevamo superato molto a culo. Tre sfide con i gobbi in un momento così sono un incubo, ho una paura cane.

    RispondiElimina
  13. ...una paura Cana, direi.

    RispondiElimina
  14. Chiarificatore3 marzo 2014 09:31

    Smettiamola di parlare di problemi che non esistono.
    Se il problema fosse Ljajic, sarebbe già risolto, abbiamo Wolskj, che non più tardi di ieri ha dimostrato, in mezz'ora, di saper fare tutto quello che quest'anno sta facendo Ljajic a Roma.
    Il punto è che mancando Pizarro e Valero, Montella ha deciso di mettere Aquilani al posto di Pizarro, bene, ma di conseguenza la cosa più logica, nell'ottica della maquina, sarebbe stata quella di mettere Mati per Aquilani e Anderson per Valero.
    Aver messo nell'ottica della maquina e contro la cadaverica Lazio a Firenze, invece Ambrosini nel ruolo di Aquilani o di Valero è roba da pazzi, letteralmente da pazzi, da chi la maquina la vuole snaturare.
    Di queste scelte sciagurate e purtroppo ripetute, bisogna parlare.

    RispondiElimina
  15. Chiarificatore3 marzo 2014 09:40

    Ho visto più lancioni da dietro e cross ossessivi e sbagliati dalla fascia sinistra ieri in una sola partita che in dieci partite del peggior Prandelli a Firenze.
    Il tutto contro una Lazio moribonda che stava vincendo a Firenze.
    Pazzesco!
    Se Montella senza Pizarro e Valero, e con questa fantastica rosa, non sa dare un gioco alla Fiorentina, per me può andare a cagare.

    RispondiElimina
  16. Novità? Nessuna, almeno per me e pochi sparuti che passavamo per eretici denunciando falle tattiche del dio Montella. Le mie risalgono a circa ottobre, quando accusai il tecnico di prandellite, ma purtropo devo ammettere che son stato ingeneroso col santino. Non voglio tediare con post troppe volte ripetuti, ma la realtà parla di un tecnico sopravvalutato, anche da me lo scorso anno.
    I motivi sono sotto gli occhi di tutti, oggi, ma ieri, schierando due esterni che mettono ovviamente in difficoltà centrocampo e difesa quando atleticamente siano zero per precisa scelta di preparazione sempre dell'illuminato tecnico, equivale a scempio tattico (ripetuto) e suicidio certo. Molti tecnici hanno preso le misure e gli danno lezioni che si trasformano in legnate nei denti. Il calcio è molto più semplice di come ce lo vuol presentare, tutto è stato provato negli anni, marziani non ce ne sono, e lui di certo non lo è. Non inganni la finale di CI, dove nel cammino l'unica squadra seria incontrata è l'Udinese e in EL il Dnipro.
    Senza Rossi gioco zero soluzioni zero, lui ha il merito di moltissimi dei nostri punti, e Neto quello di salvarci ripetute volte. Se questo è il calcio catalano...
    I fatti dicono Parma vicino, Parma che non ha mai avuto un Rossi né un Borja, Parma infarcito di nostri esuli cacciati a calci in culo che assistevano ai nostri match dalla tribuna. Il resto interessa poco.

    RispondiElimina
  17. Sopravvissuto3 marzo 2014 09:54

    La mancanza di manovra é ciò che ha colpito ieri, mentre la mancanza di inserimenti dei centrocampisti rimane un neo della stagione; a me ha colpito che la Lazio corresse più di noi. L'involuzione del gioco non é stata pareggiata dai risultati, soprattutto in momenti topici (febbraio da tragedia). Genoa, Cagliari, Inter, Udinese, Esbjerg al ritorno, Lazio: sempre in sofferenza, o comunque difficoltà notevoli. Il turnover gestito male, come Mazzarri che si affida sempre agli stessi (e per questo criticato)- é una delle cause, poi le attenuanti generiche (Gomez, Rossi). CHIARI, nessuno voleva Ambro in campo. Ieri Anderson ha dimostrato dinamismo a tratti confusionario ma almeno ha alzato il baricentro, creato pressione, ha messo ardore, ha messo calamita verso l'area avversaria. Un'ora l'ha nelle gambe, sembra.

    RispondiElimina
  18. Chiarificatore3 marzo 2014 09:56

    Inappuntabile.

    RispondiElimina
  19. Chiarificatore3 marzo 2014 09:59

    Anderson ha pagato solo la voglia di strafare comprensibile visto il momento e la situazione nei quali è stato messo in campo, e comunque è riuscito a fare quanto dici.

    RispondiElimina
  20. A proposito di prestazioni atletiche, un professionista, ora ex calciatore, curioso della preparazione montelliana a Moena, dopo una settimana mi disse:
    o è un genio e noi per decenni non abbiamo capito un cazzo, o è un bischero. Vedendo i nostri sopravanzati da tutti gli avversari a turno la risposta viene spontanea.

    RispondiElimina
  21. Chiarificatore3 marzo 2014 10:04

    Viste le occasioni ed il gioco espresso dalle due squadre ieri almeno uno 0-2 ci stava tutto. Ci è andata bene così.

    RispondiElimina
  22. Signori miei, mi sembra che, a prescindere dalle mascalzonate arbitrali e dagli infortuni che hanno fortemente limitato le potenzialità della Fiorentina, buona parte della colpa del momento negativo della squadra risede nell'incapacità di Montella di usare la rosa che ha a sua disposizione. La squadra messa in campo ieri sera non aveva né capo né coda ed ha fatto fare un figurone ad una squadra di morti in piedi (la Lazio). Non è la prima volta che accade quest'anno. Dunque non è più un caso. Ho l'impressione che il tecnico viola, oltre ad essere sicuramente inesperto, sia anche stato ampiamente sopravvalutato. Non che non abbia capacità e potenzialità, ma la sua gestione della squadra è sicuramente riduttiva. Anche a mio parere sarebbe da non riconfermare e da sostituire con un tecnico più esperto e concreto (Spalletti uber alles). Andrea Della Valle però non lo farà per i motivi che sappiamo o intuiamo. la squadra inoltre dimostra di patire e non poco i campi pesanti. L'anno scorso e quest'anno il febbraio è stato un disastro. Fortunatamente, pur giocando da schifo, siamo riusciti ad agguantare una finale di Coppa Italia che ci garantisce già da ora l'ingresso in EL. Speriamo solo che il triplice scontro con la Rube, che non attraversa anche lei il suo momento migliore, non si traformi in un bagno di sangue.

    RispondiElimina
  23. La cosa che mi sconcerta di più è la continua riproposizione del modulo con le ali, quando ormai è chiaro che non rappresenta una soluzione valida. La squadra non è ne coperta, ne spregiudicata, ma rimane in un limbo fatto di non-movimenti e di spaccature tra difesa e attacco. Non c'è mai filtro e la mancanza di un attacco omogeneo annulla l'utilità del possesso palla. È da Cagliari che costruiamo solo grazie ai nervi e alle individualità, quando queste cose vengono fisiologicamente a mancare diventiamo sterili ed estremamente fragili. Il gioco dovrebbe sopperire ai cali fisici e invece, così, ne diventa la causa. Corriamo male ed il più delle volte rincorriamo, perché quando ci impantaniamo sulla trequarti avversaria, siamo molto esposti alle ripartenze veloci. Ieri, mancando i cervelli, abbiamo anche portato troppo palla, cosa che, a difesa avversaria schierata, significa andare a consegnare il pallone agli altri.
    La mia paura è che il trittico contro la Juve ci prosciughi le poche forze mentali rimaste, perché saranno partite che verranno giocate da due squadre impari sul piano fisico e organizzativo e la più debole dovrà far leva su orgoglio e motivazioni. Il terrore più grande è quello di una triplice batosta che inevitabilmente darebbe un senso diverso alla stagione e potrebbe portare qualcuno a mollare. Per questo deve giocare gente con le batterie della voglia e del fiato al 100%.
    Wolski mi pare imprescindibile adesso, ieri è entrato con tigna e spirito di sacrificio e se attorno non avesse avuto il nulla avrebbe potuto incidere. Anderson frulla molto meno degli altri a centrocampo, senza palla si muove poco, ma ha la tecnica ed il fisico per dare quelle accelerazioni che non vengono più da Cuadrado e che sono da due anni il giusto completamento di una squadra che tiene sempre il pallino in mano. Gomez deve giocare, perché anche se non è ancora in forma, garantisce un impatto fisico più deciso di Matri, visto che nell'uno contro uno i risultati sono gli stessi.

    RispondiElimina
  24. Immagino tu abbia visto il grande derby di Madrid, delle cui sconcezze arbitrali ho parlato sul link di ieri.
    Ma ad ammirare forza atletica, grinta, volontà e spirito vincente mai domo dell'Atlético, il tutto comparato col nostro, si evince si pratichi due sport diversi.

    RispondiElimina
  25. Infatti. L'Atletico ha gicato una grandissima partita che strameritava di vincere ed ha dato una lezione di calcio alle grandi merde del Real.

    RispondiElimina
  26. E soprattutto basta con il modulo con le due ali, che, provato e riprovato, ha dimostrato solo di essere dannoso. Se non si capisce questo...

    RispondiElimina
  27. Ieri mi sono ripromesso di non guardare più partite fino alla finale di Coppa Italia, adesso faccio un parziale passo indietro: non guarderò più partite in cui saremo schierati con il 4-5-1. Se, per caso, dovessimo schierarci in qualche partita con un altro modulo (3-5-2, 4-4-2, 3-4-3, 4-4-3 VERO), allora mi guarderò quelle partite.

    RispondiElimina
  28. colonel.blimp3 marzo 2014 11:15

    La stanchezza è quella di tutte le squadre che giocano le Coppe più quella indotta da un imbecille che ha fatto giocare sei-sette giocatori (un paio per giunta in sé inadeguati alla titolarità) sino allo sfinimento. Quindi la stanchezza è alibi ben meno efficiente degli arbitri, per protestare contro i quali dei non meno imbecilli hanno disertato il tifo per dieci miinuti, il tempo di lasciar segnare la Lazio. Al netto rimane Montella, i cui errori enormi ho segnalato sotto ma in effetti segnalo da mesi e mesi, quando qualche convertito dell'ultima ora mi criticava per criptodisfattismo umorale. Montella non è più il mio allenatore. Lo sopporto, visti il suo ruolo. Ma non vedo l'ora che si volti pagina. Questo non capisce più nulla, e ha avuto in mano una Maserati.

    RispondiElimina
  29. Non vedo Montella come il male della Fiorentina, mi sembrate troppo umorali e concordo con Vitalogy, non è un campionato disastroso questo, non può esserlo con un quarto posto attuale, una finale di CI e in piena corsa in EL, non sono questi dei motivi validi per i quali chiedere la testa dell'allenatore, non sta né in cielo né in terra. Ha commesso e commette degli errori, chi non li fa, vedi Pasqual (un uomo in meno in campo) ma non si deve scordarci dei punti scippati e delle penalizzazioni a cui siamo stati sottoposti nelle ultime partite. La prestazione di ieri è indifendibile, troppo brutti ovunque, ma siamo li, saremmo più su senza torti, che sia Montella il freno o che sia da mettere sul banco degli imputati la trovo frettolosa e ingenerosa come analisi. E' un processo di crescita che passa dall'ottima stagione passata e da questa, ancora molto buona, ma inferiore alle attese che rimangono da decifrare, il sunto lo farei a fine anno.

    RispondiElimina
  30. AntoineRouge3 marzo 2014 12:19

    In quanto a Montella, non l'ho mai particolarmente amato ed ho sempre ritenuto difficilmente correggibili (perché dettati da presupponenza) i suoi errori. Tuttavia, il terzo posto è andato da un pezzo e quindi non mi amareggiano più di tanto gli ultimi deludenti risultati in campionato (visto l'andazzo, c'è però da temere per le due coppe). Peccato che Miha (che invece motivatamente amo, data l'intelligenza, la capacità di apprendere e di evolvere, le doti di leader) sia bruciato per Firenze.

    RispondiElimina
  31. Delusione,delusione,e se si guardano le ultime partite,
    é un bel po' che si arranca.

    Onestamente é una partita che poteva
    benissimo finire 0 a 0, senza la rovesciata della domenica. Io non ho visto
    cosi' tanti errori dietro, non piu' del solito in ogni caso, pero' ho visto una
    grande sterilità in attacco. Il primo tiro nello specchio all'80esimo. I
    risultati non si basano sul rigorino non dato, o sull'errore del singolo, ma
    sulla capacità di essere efficaci. Perché in effetti le opportunità ce le
    sappiamo sempre creare, ma non essendoci ancora la vittoria ai punti,
    non servono a una minchia. Ho ancora negli occhi Wolsky che salta tre uomini in verticale e offre un bel mestolo di caviale polacco a Gomez, che
    essendo tedesco e apprezzando solo salsicce arrostite, rimane a guardare come un bischero. Rivedo Mati che in piena area in mezzo a nugoli di avversari assatanati, sfoggia uno stop di petto come in allenamento. Insomma si perde spesso l'attimo; il gesto folgorante lascia il posto a un ripensamento;
    la spontaneità che ci contraddistingueva si é trasformata in
    routine e questi sembrano essere i sintomi di un'usura mentale
    piu' che fisica, o di modulo. Comunque vedo che qui in molti sono capaci di individuare il colpevole di tutto cio' e mi fa piacere che abbiano tali sicurezze, perché io non ce l'ho.

    RispondiElimina
  32. Montella ha sbagliato,questo è innegabile.L'errore più grave lo enuncio in calce al post.Ma da qui a chiederne la sostituzione ce ne passa in quanto:1-infortuni.Una squadra come la Fiorentina non può fare a meno dei due attaccanti titolari(Gomez-Rossi).Non siamo ai livelli di club che possano fare a meno dei due attaccanti titolari perchè hanno riserve all'altezza.E questi club si contano sulle dita della mano in Europa.La stessa Juve,che cmq vincerebbe il campionato,senza Tevez e Lorente avrebbe difficoltà.Il milan senza Balotelli,il Napoli senza Higuain(un caso il pareggio a Livorno?),la Roma senza Totti(all'andata 4 pareggi consecutivi contro mezze squadre).2-arbitri.Pure Mediaset(MEDIASET!) ci ha messo in cima alla classifica del campionato a livello di punti RUBATI(secondo loro 7).3-giocare il giovedì porta via energie e non consente di allenarsi(anche facendo il turnover,che in effetti Montella non fa,e qui sono d'accordo con voi).Perchè anche chi non gioca fa il viaggio e non si allena.E non può esistere nessuno che oggettivamente possa pensare che alla fine dei giochi il giocare il giovedì in EL non porta via punti in campionato.Questi 3 motivi,assieme,sono stati causa di quello che sta accadendo alla Fiorentina.E se il terzo punto era preventivabile e conosciuto,gli altri due in contemporanea(infortuni e arbitri) ci hanno affossato.Nonostante tutto siamo quarti,in finale di CI ed agli ottavi di EL,che ovviamente,seguendo la nostra tradizione assai fortunata(basta ricordare la CL,dove essendo passati per primi trovammo l'unica seconda che ci buttava fuori,il Bayern)ci vedrà costretti a giocare contro la più forte.
    L'errore più grave(non il solo) che attribuisco a Montella ed allo staff riguarda la preparazione fisica;vedendo giocare la Fiorentina è evidente che siano stati commessi errori.Probabilmente causati dall'inesperienza di giocare le coppe o dall'aver sottovalutato il dispendi energetico.Comunque sia la preparazione è stata oggettivamente cannata.Detto questo,prima di esonerare Montella(il solo pensarlo sinceramente mi pare eccessivo),vorrei avere la possibilità di fargli fare un anno senza dover subire i due punti di cui sopra,infortuni ai migliori giocatori della rosa ed arbitri meno accaniti nei confronti della Fiorentina.Ma questo non significa che Montella non abbia colpe,mi pare evidente.Solo che queste "colpe" sono comuni a tutti gli allenatori,chi più chi meno.Forse che Conte non abbia le sue fisse?Che paga regolarmente in CL?O Mazzarri il piangina che non rinuncerà mai a giocare con medianacci possibilmente in avanti con gli anni?e così via...insomma,il senso di questo lungo post è quello di essere un poco più ottimisti e di non contribuire noi stessi alla debacle viola,cosa che solitamente a Firenze siamo bravissimi a fare

    RispondiElimina
  33. Leo, un po' di tempo fa fissai qui quelli che ritenevo i punti minimi per non ritenere fallimentare la stagione: quarti in campionato, raggiuggimento degli ottavi di CL, raggiungimento della finale di C.Italia. Poi due dei tre li abbiamo raggiunti mentre per quello del campionato siamo ancora in linea. Il superamento di uno dei tre punti mi farebbe parlare di stagione positiva. Di alibi a Montella è giusto riconoscerne tanti, perchè se si rompono per mesi e mesi Higuain e Callejon invece di Rossi e Gomez, voglio vedere se il Napoli ci è 7 punti davanti e in corsa al pari nostro nelle altre due competizioni, senza contare gli arbitraggi di merda subiti da noi anche nello scontro diretto. Con questo non sollevo Montella da responsabilità, d'altrone sono mesi che scrivo che non riesco a capire questo presunto 4-3-3 (che ci costringe a regalare un Pasqual agli avversari, a metterne altri 2/3 fuori ruolo, a lasciare la mediana senza uomini col cambio di passo, a limitare del 50% le potenzialità di Cuadrado, a lasciare il centravanti isolato, a lasciar fuori Vargas e Ilicic). Accolgo anche l'altro appunto del Colonnello (che ci metteva in guardia da mesi sulla spremitura dei soliti, con conseguenze oggi effettivamente riscontrabili), ma solo parzialmente, perchè gli esempi di chi gioca le coppe più spesso di noi insegnano che il turnover integrale funziona poco, e pure la nostra esperienza di Panduri ci ha mostrato che per ribaltare a pelo lo svantaggio sono serviti gli ingressi di Borja e Cuadrado; quando hai 5-6 punti di riferimento come tutte le grandi hanno (i nostri a ottobre erano Rossi, Cuadrado, Borja, Gonzalo, e un po' Pizarro e Aquilani), è dura tenere il passo senza affidarti a loro.

    RispondiElimina
  34. Mi chiedo e vi chiedo:molti di voi hanno difeso Miha;elencando una serie di motivi,interni ed esterni.Ritenendoli non alibi,ma fatti oggettivi.Perchè con Montella è diverso?Perchè gli infortuni ed i torti arbitrali non sono punti cardine nella valutazione del tecnico?Non è mia intenzione polemizzare sia chiaro,volevo solo capire perchè questa differenza nel giudizio.

    RispondiElimina
  35. Nella prima parte di stagione, l'emergenza era soprattutto in attacco per l'assenza di Gomez. Per me il rimedio andava cercato mantenendo (si torna sempre lì) il 3-5-2 con Rossi inamovibile e al suo fianco una rotazione tra un Ilicic pur fuori forma e gli altri attaccanti pur acerbi. Un Rossi strepitoso ha coperto questa magagna come dice giustamente Lele, però mi fermo qui perchè ulteriori critiche mi sembrano eccessive.

    RispondiElimina
  36. Ottimo DKNE!

    RispondiElimina
  37. Ottimi Vita e DKNE, equilibrati nelle analisi, non fatte di pancia, da tifoso sono amareggiato per i punti persi per cause nostre ma non dimentico quanti ne mancano all'appello per cause extra calcistiche, sommando infortuni e una preparazione inadeguata siamo comunque dove dovremmo, più o meno, trovarci; linciare Montella oggi mi pare fantasia pura, errori li fanno tutti, anche con squadre nettamente più forti della nostra.

    RispondiElimina
  38. Per quanto riguarda me, DKNE, ho sempre concesso gli alibi a Miha come li concedo a Montella. Quest'ultimo fa più punti e ha una rosa infinitamente superiore, l'altro faceva meno punti e non gli si poteva neanche dire che al posto di Tizio doveva giocare Caio, perchè un Caio in rosa non l'aveva.

    RispondiElimina
  39. Rivedendo il gol di Cana salta agli occhi come tutti i nostri in area guardano la palla e nessuno si cura degli inserimenti del nemico. Se capitano a tiro bene altrimenti spetta solo a lui decidere se sbagliare o meno. Ma è sempre, sempre e vorrei aggiungere sempre così. Non mi sembra che Montella lo tenga nell'opportuna considerazione dato che, tra i tanti, ha nel team un tecnico solo per le palle inattive a nostro favore e non contrarie. Posso dire che è una grande lacuna per una squadra che vuol vincere e che il coach, anche in questo caso, dimostra di avere la testa dura? O è un'analisi disfattista?

    RispondiElimina
  40. Vero Vita...ma se i giocatori più forti sono fermi ai box per infortunio o per accanimento terapeutico arbitrale alla fine mancano anche a Montella i giocatori.

    RispondiElimina
  41. Chiarificatore3 marzo 2014 13:09

    Il punto è che pur scontando tutte le attenuanti, gli errori di Montella ci sono stati , e ripetuti, e gravi, errori che qui sono stati indicati non dalla pancia ma dalla testa di alcuni di noi, compresa la tua quando parli di Pasqual, caro Leo. Discutiamo di quelli altrimenti si discute di aria fritta.
    Ripeto, per me se quest'anno non si porta a casa nulla è un fallimento.

    RispondiElimina
  42. Se vai fuori contro la Juve in EL è un fallimento?Se perdi una finale di coppa Italia contro la squadra che a detta di tutti doveva essere l'unica anti-Juve è un fallimento?se arrivi quarto in campionato,senza aver potuto giocare con Gomez e Rossi e con l'accanimento arbitrale è un fallimento?Perdonami Chiari,ma fallimento la ritengo una parola grossa...fallimento sarebbe arrivare 6/7 o se si fosse usciti dalle coppe prima di adesso.Ti potrei concedere il "fallimento" se avessimo sempre giocato alla pari (Napoli ed Inter hanno 2 punti in più ciascuna e noi 2 punti in meno causa giacchette nere) e con i nostri uomini.Magari adesso saremmo terzi comodi comodi...almeno secondo me si intende

    RispondiElimina
  43. Siamo d'accordo e infatti non sono mai stato critico (nè santificatore) verso Montella, da quando è qui ho visto molte più belle partite che brutte partite. Però la sua insistenza su questo presunto 4-3-3 non l'ho mai capita neanche quando le cose giravano al meglio (l'ho sempre scritto), e la sua perseveranza nonostante le tante brutte prestazioni degli ultimi due mesi mi lascia perplesso.

    RispondiElimina
  44. Chiarificatore3 marzo 2014 13:20

    Dkne, se fallisci uno o due di quegli obiettivi non è certamente un fallimento, ma se li fallisci tutti e tre sì, perché quest'anno c'erano condizioni ottimali, interne ed al contorno, e per certi aspetti rare, per raggiungerli, quindi almeno uno lo pretendo, altrimenti per me è un flop.

    RispondiElimina
  45. Chiarificatore3 marzo 2014 13:23

    Tanto più che, ripeto, bisogna mettere in conto anche i punti persi per gli errori gravi e ripetuti di Montella.
    Ed è su quelli che bisognerebbe discutere e soprattutto mi auguro rifletta Montella, perché quanto al resto non dipende né da noi né da Montella.

    RispondiElimina
  46. Chiari sono d'accordo che all'inizio dell'anno ci fossero i presupposti per raggiungere i traguardi da te indicati;il problema è che dalla terza giornata in poi tali presupposti sono andati a cacare(purtroppo).E se miracolato,avevi cmq retto,i presupposti sono definitivamente morti contro i labronici fabbri( e tralascio i due scontri diretti contro Inter e Napoli,dove l'affossamento è stato decretato da terzi)

    RispondiElimina
  47. Chiarificatore3 marzo 2014 13:30

    Sì Dkne, ma sull'altro piatto della bilancia devi mettere: 1) Le due milanesi tagliate fuori; 2) Avversari abbordabili finora nelle due Coppe; 3) Un gioco brillante e vincente, ammirato in tutto il mondo; 4) Una rosa fantastica, forse la più forte di sempre in quanto rosa.
    Cose rare.

    RispondiElimina
  48. colonel.blimp3 marzo 2014 13:34

    DKNE, fin quando Miha è stato difendibile l'ho difeso, altrettanto con Montella. Penso adesso che avremmo, quest'anno, fatto meglio con altri. Non mi attendo da Montella nulla di più intelligente, calcisticamente, di quel che ho visto finora in questo campionato. Ormai prevedo la parabola della partita dalla formazione schierata, quindi le illusioni stanno a zero. Non possiamo più neanche vantare bel gioco. Faccio tifo cieco e triste e mi esalto per qualche giocata (ieri sera, la splendida discesa con assist dell'emarginato Wolski, per un Gomez impiombato). Credo che ADV non silurerà certo Montella nemmeno nel caso, che ritengo ormai oggettivamente probabile e anzi consequenziale tecnicamente, di quinto posto in campionato, di legnata anda e rianda in UEFA con la Juve e di sconfitta in finale di Coppa Italia. Montella chiuderà la propria carriera a Firenze il prossimo campionato, che sarà anche più deludente dell'attuale. E ripartiremo con un nuovo ciclo, per nuove chimere. A occuparsi della Viola è il fratello sbagliato, ecco il problema. Ma l'altro non ha abbastanza tempo, abbastanza passione e attende ripulitura completa dalla giustizia ordinaria per non rientrare nel sistema-calcio da ricattabile.

    RispondiElimina
  49. Chiarificatore3 marzo 2014 13:34

    Io posso accettare le difficoltà in attacco, visti i drammatici infortuni. Ma non posso accettare gli errori commessi ripetute e decisive volte nel comporre il centrocampo e quasi sempre nel coprire la fascia sinistra. Imperdonabile.

    RispondiElimina
  50. Le milanesi tagliate fuori (l'Inter non è ancora tagliata fuori) sono a mio parere un ulteriore punto a favore di Montella.In quanto le "milanesi" hanno rose con relativi ingaggi che sono più del doppio rispetto alla Fiorentina(il triplo ad occhio e croce).Quindi,usando gli stessi parametri usati nei confronti di Vincenzo,oserei dire che gli allenatori delle milanesi sono sicuramente peggiori del nostro.

    RispondiElimina
  51. Se Montella, come si dice, dedica solo 15 minuti, in coda all'allenamento, alla fase difensiva, mi auguro che tralasci anche quel poco e dia piena libertà ai giocatori di fare quello che si sentono. Peggio di così è comunque impossibile.

    RispondiElimina
  52. Chiarificatore3 marzo 2014 13:40

    Certo c'è di peggio di Montella. Ma ciò non lo assolve.

    RispondiElimina
  53. Colonnello,sarei d'accordo al 100 per cento con te se quello che stiamo vedendo lo avessimo visto con la rosa completa a disposizione.Personalmente ritengo che la mancanza di taluni elementi determini in negativo sia il gioco che i risultati.Fermo restando che Montella non è esente da colpe,sia chiaro.In quanto al "tedesco piombato" ritengo altresì che non potesse essere diversamente.Non ha il fisico di Rossi,che entra in forma velocemente anche dopo lunghissime pause;ma al contrario ha bisogno di più tempo.Non voglio pensare che il Gomez visto ultimamente sia il Gomez vero...

    RispondiElimina
  54. Con la Lazio le due peggiori partite dell'anno. Spero che queste coincidenze si verifichino contro i bianconeri nel triplice confronto, in senso opposto ovviamente, visto il precedente dell'andata. Mi aggrappo alla cabala, non si sa mai.

    RispondiElimina
  55. colonel.blimp3 marzo 2014 13:55

    No, DKNE, perché gli errori (gli stessi) c'erano anche con Pepito che li palliava e perché Matri, che non è il fenomeno che dicevano i fessi che avevano salutato come tale Larrondo, permetteva comunque equilibrio in attacco se opportunamente affiancato. Ho scritto sotto gli errori montelliani, gravi e ripetuti, che con Rossi e con Gomez nulla hanno a che fare. Nemmeno io ritengo che Gomez attuale sia il vero ma se Rebic è così peggio da non poter giocare meglio, nemmeno per uno spezzone nel 2014, di questo Gomez, allora Pradè va cacciato, come se non bastassero quei cessi di Alonso, Vecino, Wolski che ci ha portato. Di quell'altro cesso di Romulo invece la responsabilità è tutta del Panzone di Vernole. A ognuno il suo.

    RispondiElimina
  56. Gonfia che gli errori ci fossero anche con pepito posso essere d'accordo;e che pepito li mascherava pure.Ma questo non fa altro che avvalorare ciò che penso.Cioè che con i giocatori più forti della rosa a disposizione avremmo ben altra classifica.D'altra parte, da che esiste il calcio,è lapalissiano che siano i giocatori (fuoriclasse o campioni)che decidono le sorti della squadra.Giochino ripetitivo e noioso,ma lo ripeto:se alle nostre concorrenti avessi tolto i migliori,mentre noi avessimo giocato al completo,non saremmo secondi sereni e tranquilli(magari la Juve senza Tevez,Pirlo e Vidal ci sarebbe pure dietro..nonostante il miglior allenatore a detta di quasi tutti).Questo sto dicendo,non che Montella sia immune da cazzate o errori che dir si voglia.

    RispondiElimina
  57. P.S. scusate Colonnello e Gonfia,disqus mi ha fatto vedere Gonfia come autore nell'intervento qua sotto...

    RispondiElimina
  58. Su tutti i siti Viola unanimi i commenti, ricorrenti da quel dì: 'mai più Pasqual', 'mai più Cuadrado a sinistra'. Vorrei capire cosa vede tutta la settimana Montella, ma devo credere che è tutto il contrario di quanto vediamo in campo noi tifosi, più o meno critici.

    RispondiElimina
  59. P.S.: scusate Gonfia e Colonnello,disqus mi aveva fatto vedere Gonfia come autore del post qua sotto(ed al contempo è sparito il mio,identico a questo..)

    RispondiElimina
  60. Non ce n'è bisogno, l'avevo capito. Se non si rinfresca continuamente si può incorrere nello scambio di persona. Solo quelli registrati vengono sempre riportati correttamente.

    RispondiElimina
  61. AntoineRouge3 marzo 2014 14:40

    Perché i giocatori che doveva schierare Miha erano quasi tutti raccapriccianti al contrario di quelli che può schierare ora Montella.

    RispondiElimina
  62. Qui si continua ad invocare Rebic perché la luddite si attacca e quando si attacca non c'è medicina. Rebic non gioca perché è una TdC, punto, non perché non venga visto o considerato, sarebbe come mettere in campo il Babacar di due anni fa, un completo idiota che si credeva Balotelli il quale, quest'ultimo, ha molto da dimostrare ancora, immaginate un po'. Invece di belare ai migliori che non giocherebbero mai (salvo solo Wolski, a mio parere di caratura esagerata) bisogna chiedersi se l'involuzione del gioco, neanche dei goal o delle occasioni, sempre quarto attacco in Italia rimane (anche quinto cambia poco) dipende da uno stato di forma e basta o dalle soluzioni adottate che paiono esserci ma non sembrano funzionare, non sempre evidentemente. Pasqual è masochismo, un atto intimidatorio che Montella propina ai suoi compagni, un test atto a misurare la resistenza che si può avere, con il fiato corto, a giocare 11 contro 10 (e di questo non ci sarà mai data risposta). Per il resto non ho visto stravolgimenti tali da chiedere l'epurazione del tecnico, poi mettiamoci d'accordo, ci sono mancati i due calibri da 60, uno nel girone di andata, uno nel girone di ritorno, abbiamo una condizione pessima (e questa è colpa dello staff) ci hanno annichilito per un mese e passa con decisioni assurde a giochi regolari dove saremmo, avanti la Roma ?! Mi pare si sia perso il senso della misura, sarebbe stato lecito giocarsela col Napoli (e ci credevo poco al pronti via, pure con Rossi e Gomez) ma siamo in finale di una coppa e vedremo cosa succederà con le merde (che non possono contare su giacchette compiacenti, intanto). Non gridiamo al miracolo, non spelliamoci la mani dagli applausi ma vediamo come finisce, arrivare quarti non è un fallimento, mai!

    RispondiElimina
  63. Chiarificatore3 marzo 2014 14:48

    Giani allo Sport, responsabile unico. Siamo in un ventre di vacca.

    RispondiElimina
  64. C'era chi era felice per una sua riconferma e per la rosa messa a disposizione, andate a rileggere toni ed entusiasmo di fine Agosto. Mi pare ci sia un'assoluzione e un non riconoscergli responsabilità del pre Delirio che i risultati non hanno certificato. Poca gavetta nel suo caso gli ha giocato a sfavore, che possa diventare un bravo allenatore ci sta, aspetto conferme.

    RispondiElimina
  65. Sarebbe l'ora, mi sa che Renzino stia giocando tutti carichi da 11!

    RispondiElimina
  66. Io credo che Rebic non giochi perchè ha la metatarsalgia che è altro problema uggioso non da poco conosciuto per eserienza diretta. Infatti non viene nemmeno convocato.

    RispondiElimina
  67. Caro Leo, non credo proprio di ragionare con la pancia, io queste cose le dicevo da ottobre e la mia pancia è piatta e in linea, lo hai visto, ah ah
    Qui dentro che la pensava come me ricordo solo il Colonnello. Poi io stesso ti dissi a voce, in presenza di Pollock, che avevo dei report sulla preparazione estiva allucinanti. Purtroppo tutto questo si avverato.
    DKNE, ovvi che tutti gli allenatori sbagliano, ci mancherebbe, quello inquietante è il perseverare al limite dell'arroganza, come dichiarazione post Inter : nel primo meritavano un vantaggio maggiore, ma farei le stesse scelte... O si crede Mandrahe, o ci piglia pei culo. Infatti quell'impostazione viene poi confermata di seguito con ovvi risultati pessimi. E non farti ingannare se mancasse Higuain o Tevez...guardiamo sta poco dietro noi a e gioca con Amauri, Felipe, Marchionni etc, loro icche dovrebbero dire? Mica si vorrà far credere che i sostituti di Rossi e Gomez non valgono quelli? No guarda, con la rosa che aveva a disposizione e per gli avversari incontrati, la finale CI e ottavi di EL sono il minimo. Poi l'oscurantismo verso i giovani, non me lo fa ritenere un grande nemmeno in prospettiva. Le cagate tattiche ne ha fate a bizzeffe, solo c'era San Rossi. Ora il rischio di scoppole gobbe è reale, la preparazione fatta col pallone ci mette sui ginocchi, i giovani sono demotivati e quelli che se ne vanno, ancorché non campioni, fanno la loro porca figura, Romulo, Alonso, Bacino e domani, se se ne va, Wolski, perché alla fine si romperà i coglioni ed a ragione.
    Gonfia e Chiari sono d'accordo.
    Per il dopo Montella non mi esprimo, anche se ho le mie idee, ma non credo sia ancora il tempo.

    RispondiElimina
  68. colonel.blimp3 marzo 2014 15:02

    Il ct della Croazia si porterà Rebic ai Mondiali per luddismo, per il suo contrario Montella non gli fa giocare nemmeno un minuto quand'anche fosse utile. Sì, direi proprio che si è persa la testa e che se così funziona quella di Montella è meglio che l'abbia persa, perché tanto gli serve a poco. Quindi spero che abbia ragione Jordan, ma che il problema cui accenna sia così grave e insistente non ci è stato ancora detto. In quanto a Wolski, chi non tiene gli occhi in mano per giocarci a biglie ha visto cosa sia e quanto sia davvero ma davvero ma davvero meglio tenerlo sempre fuori magari privilegiando un Joaquin spremuto fino all'inverosimile. Insomma il fronte che fu deliorossiano oggi si esercita sull'indifendibile. Poco male, dimenticherà presto i propri detti, dopo che Vincenzino sarà andato ad allenare il Barcellona... Ovviamente Lele, Gonfia e Chiari stanno dicendo verità di una scontatezza fin noiosa: ma è necessario.

    RispondiElimina
  69. Però la nazionale lo convoca, è un malanno tinto di viola o sta male. A me hanno riferito di un discreto lavativo, e pure molto montato.

    RispondiElimina
  70. colonel.blimp3 marzo 2014 15:11

    Gonfia, Montella vede quel che vedeva Prandelli: se stesso allo specchio. Sono dei testoni presuntuosi, imparano soltanto da se stessi e più li contrari più loro si chiudono nel fortino. Ne va dell'onore, cazzo! Mica possono ammettere di aver scazzato finora! E così si scavano la fossa: peccato che dentro ci siamo anche noi, altrimenti li starei a guardare come casi psicologici interessanti. A proposito, ma è vera quella del Tottenham? Lo domandavano i più grandi club europei, il Giubba, e invece finisce ancora una volta alla retroguardia della grandezza? Vincenzino, assumi l'esempio! Potresti diventare come lui! Pensa, il giubbottino logoro, il capello unto mézzo,, lo sguardo spiritato, la semiafasia... Ripìgllati, Vincenzino, ripìgliati! Ti potrebbe venire un codice etico maligno!

    RispondiElimina
  71. Attenti alle leggende metropolitane. Ognuno si inventa la sua e te la passa per vere. Da Fanfani c'è andato anche di recente non credo a gattonare qualche infermiera. Vediamp se il 5 marzo va in nazionale e gioca o se l'hanno solo convocato per controllare la situazione. Con la metatarsalgia puoi anche giocare, con i plantari (anche Antognoni ne soffrì per un periodo) però se ti curi è meglio ed uno giovane, non titolare, magari è meglio cercare di curarlo. Però non gioca ed ecco che le fantasie galoppano. Magari in qualcosa ci azzeccano anche

    RispondiElimina
  72. Lele sulla preparazione ho già detto, mi aspetto di volare di qui a poco ma è stata sbagliata, giocano pure gli altri molte partite ma sui ginocchi come noi non c'è nessuno. Su Romulo mi dici al posto di chi avrebbe giocato ?! Che lo si considerava, al massimo, onesto gregario si è dibattuto a lungo, ma quello era, un gregario. Si è dato del bollito e del paracarro a Toni eppure sta dimostrando il contrario. Alonso non è titolare fisso nemmeno in Inghilterra, forse tutto 'sto fenomeno non è. Bakic è di prospettiva ma non è da Fiorentina, non ancora, magari qualche occasione in più la meritava vista l'emergenza. L'unico su cui concordo è Wolski, mi pare un po' poco per definire l'allenatore uno incapace coi giovani. La migliore mezza stagione Ljajic (oddio, dal laghetto adesso arrivano col passo dell'oca) l'ha giocata sotto Montella, se sono buoni giocano e vengono fuori, non ci sono pregiudizi ma equilibri da rispettare e convinzioni (giuste o sbagliate che siano) da portare avanti. Che campionato e situazione coppe sia il minimo sindacale, scusami Lele, mi pare giudizio soggettivo, allora la juve che esce dalla CL ?! O milan e inter buttate fuori dall'Udinese, no dico, l'Udinese, lo vedi com'è messa in classifica......Di scontato, automatico o dovuto non c'è niente nel calcio se non nei desideri o nelle aspettative di un tifoso ed a me non riesce giudicare la stagione disputata finora come negativa, proprio non so su quale basi farlo. Dovremmo avere più punti, si, vero, alcune le abbiamo regalate, altre ce le hanno rubate e quindi, si era a 2 punti dalla juve ?! Non scherziamo.

    RispondiElimina
  73. A Settembre era infortunato da noi ma giocò con la nazionale, vediamo se succede anche questa volta. Se succede la metatarsalgia rischia di diventare davvero una leggenda eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  74. Lele sulla preparazione concordo,l'ho scritto anche oggi.Sull'esempio del Parma permettimi di sottolineare che noi cmq siamo davanti nonostante le numerose assenze ed i torti,altri(Mazzarri-Allegri-Seedorf) con le rose al completo e senza errori contro sono dietro.Soprattutto il fenomeno Mazzarri...

    RispondiElimina
  75. Non vorrei che come al solito si creassero i vari partiti pro e contro,a prescindere.Montella ha sbagliato,sbaglia e sbaglierà perchè è nella natura del lavoro che svolge(come tutti i mister).Alcuni errori sono più vistosi e gravi,altri dettati dalle circostanze.Ma giudicare negativo in toto il Mister è secondo me limitante e parziale.Questo dovrebbe avvenire(e speriamo di no,almeno su questo dovremmo essere tutti d'accordo) nel caso a rosa completa dovessimo assistere ad una decadenza di gioco e risultati.Quindi il mio giudizio lo rimando al prossimo anno.E se per un miracolo(o solo per compensazione della sfiga nera avuta sino ad oggi) si portasse a casa il doppiete?Sto sognando,ma i sogni aiutano a vivere meglio ahahahaha

    RispondiElimina
  76. Ah ah ah solo alcuni passaggi dal mitico blog di Lud, naturalmente riferiti a voi riguardo a quanto lui aveva saggiamente previsto al contrario vostro "...allorchè le mie critiche agli acquisti e cessioni della Fiorentina e il
    conseguente timore che la squadra non si fosse realmente rafforzata mi
    hanno attirato, da parte di alcuni presunti esperti che scrivono sul
    blog di Pollock, le seguenti accuse: idiozia, incapacità di capire il
    calcio, possesso indebito di titoli di studio, tradimento della causa
    viola, troll, spia del Milan al soldo di Galliani" Mentre sull'oggi "Il prossimo passo, di pura marca masochista ed autodistruttiva, già
    chiesto a gran voce dagli adepti di Pollock è cambiare il tecnico." Ah ah ah ah ah ma che cazzo di figura mi fate fare, il nome di questo blog sputtanato quindi non solo in tribunale.

    RispondiElimina
  77. Tutta Firenze e tutti i viola affermavano le milanesi inferiori, ora essere davanti diventa un gran merito...
    Leo ti ho risposto ma non mi parte il post. Non voglio eludere contraddittori. A dopo. Oppure faccio prima a rimandarti al Colonnello, tanto la si pensa medesimo, come diceva la mi nonna Beppina.

    RispondiElimina
  78. Pure erudizione, lui non è rancoroso, è intelligente, centrato sugli argomenti, in possesso di un motore di ricerca che i link schizzano fuori dal monitor come impazziti, scrive "casa" e gli spunta una squadra di muratori, "pizza" e gli arriva una quattro (3-3) stagioni nel muso, scrive ala e si apre il link di Cuadrado goleador. Come si possa aver perso un simile elemento non si sa, come rigetti merda dove è stato allontanato con infamia invece si sa benissimo, si sa, si sa.

    RispondiElimina
  79. Lele sai bene che rispetto tutte le opinioni, non vedo tutto quel male che gli attribuite, per me rimane il giovane più promettente e preparato del panorama europeo. Capisco il giramento di coglioni, le scottature per simili prestazioni ma non vedo tutti questi errori da inizio anno, non siamo mica in lotta per retrocedere e fuori da tutti i giochi, il contrario, siamo in corsa su due fronti e......mezzo. Uno, realisticamente, la finale di CI, le stagioni fallimentari sono altre, datemi quei due la davanti (concediamogli un mesetto a entrambi fermi ai box, non per un girone uno, e uno l'altro) senza subire torti come quelli patiti, poi se ne riparla.

    RispondiElimina
  80. Lele:"Tutta Firenze e tutti i viola affermavano le milanesi inferiori, ora essere davanti diventa un gran merito...".Vero,verissimo.Questo non lo nego.Ma se all'inizio dell'anno ti avessero detto che avresti giocato senza Gomez e Rossi pensi che tutta Firenze e tutti i viola avrebbero affermato le medesime cose?Solo questo sto dicendo.Che le previsioni si basavano sulla squadra al completo.In fin dei conti l'arrivo di Gomez suscitò entusiasmo collettivo.E se ha giocato solo 3 partite, la classifica della Fiorentina ne avrà risentito no?

    RispondiElimina
  81. Pollock,le affermazioni di Lud come al solito tendono a cambiare la realtà.Noi che lo abbiamo letto,sùbito e sopportato per tanto tempo ne siamo ben consci.Magari dall'altra parte qualcuno all'oscuro delle vicende svizzere lo sostiene pure.ma la domanda che sorge spontanea è:chi nel sifone è "colui che conta"?Chi detiene l'"opinion leader"?Perchè a lui si rivolge Lud,come ha affermato più volte.

    RispondiElimina
  82. colonel.blimp3 marzo 2014 16:20

    Pollock, c'è di positivo che riconosce lo stato di crisi della squadra. Non lo credevo capace di tanto. Poi, ovvia la patente affibbiatasi di infallibilità nel definirne le cause per tempo, secondario che gli si dica che le cause, imprevedibili ai più che sovrastimavano (come me, ad esempio) Montella, sono altre. DKNE, Montella non è mica la negatività assoluta, si è semplicemente rivelato inferiore alla rosa che gestisce, per immaturità e per limiti caratteriali. C'è di peggio che lui. C'è anche di meglio, e io vorrei quel meglio. Ad ogni modo, Pollock, delle accuse enunciate da Luddemente mi basta la numero due, rinuncio alle altre.

    RispondiElimina
  83. Forse Colonnello Montella può essere immaturo,d'altra parte allena da pochissimo.Sulle altre incapacità io rimando il giudizio a quando avrà rosa completa e non decimata da infortuni.Poi potrà essere che abbiate ragione voi.Spero per la Fiorentina,ovviamente, che siate in torto,ma se il futuro vi darà ragione amen.Ma il giudizio finale ritengo opportuno darlo quando avrà la totalità del mazzo a sua disposizione e non adesso che gioca a poker senza gli assi.

    RispondiElimina
  84. Io mi meraviglio di te che tu lo leggi. Non capisce un cazzo, non capirà mai un cazzo e lotta per dimostrare soprattutto a se stesso che non è vero, battaglia persa.

    RispondiElimina
  85. colonel.blimp3 marzo 2014 16:56

    La catastrofe cerebrale di Luddemente, nel suo blog delirante odierno, è poi tutta nel rivendicare il diritto alla critica per sé ma nel negarla per gli altri, da lui insultati nel mentre che lamenta di essere stato insultato lui per via delle sue critiche. Siamo a un livello avariato di logica formale che neanche la Dorfina.

    RispondiElimina
  86. colonel.blimp3 marzo 2014 16:56

    "nel negarlo", qua sotto.

    RispondiElimina
  87. Da una parte si sottolineano i difetti di Montella dovuti sostanzialmente all'inesperienza, visto che bene o male gli sono stati riconosciute qualità, non solo da noi ma anche da allenatori molto affermati, allo stesso tempo però gli si addebita il poco utilizzo dei giovani della rosa che di esperienza nel campionato italiano non ne hanno punta. Montella non è Guardiola ma quest'anno gli obiettivi sono 3 e le ambizioni sono cresciute. Mi sembra anche normale affidarsi a giocatori di maggiore caratura tecnica ed esperienza. Poi gli errori li fanno tutti. Anche i grandissimi come Delio Rossi ah ah ah ah ah.

    RispondiElimina
  88. Chiarificatore3 marzo 2014 16:58

    Appunto, parlare di campagna acquisti sbagliata e di indebolimento della squadra è un'idiozia sesquipedale, infatti nessuno al mondo ne parla, eccetto uno.

    RispondiElimina
  89. Chiarificatore3 marzo 2014 17:00

    Parlare di campagna acquisti sbagliata e di indebolimento della squadra è un'idiozia sesquipedale, infatti nessuno al mondo ne parla, eccetto uno, indovinate chi.

    RispondiElimina
  90. A me il modo di intendere il calcio di Montella non ha mai convinto, per me è molto più facile ottenere risultati per squadre che non siano il Real Madrid ed il Barcellona giocando altrimenti. Però finchè ottiene i risultati e fa vedere anche un calcio divertente, anche per chi lo gioca, ha ragione lui. Fin qui, a parte qualche parentesi, l'ha fatto, anche in barba a molte disavventure (infortuni di giocatori cardine e complotti arbitrali aldilà del lecito). Quindi non imbraccio il fucile e le diatribe sul mettere questo o quello credo siano in fondo marginali e forse anche infondate visto che chi li vede tutti i giorni i giocatori è lui e non noi. Su qualcuna di queste critiche di dettaglio posso essere anche d'accordo (Troppo Pasqual, troppo poco Wollski) mi sembra più grave però , un 4-3-3 luddemente coglione perchè non abbiamo i giocatori, nè dietro, nè davanti per farlo, situazioni difensive a palla ferme fortemente carenti da sempre, manovra offensiva spesso arabescata e poco ficcante che porta a mettere in difficoltà i centravantoni che, se li vuoi, li devi anche mettere in condizione di giocare. Comunque ripeto, abbiamo quattro punti più dell'anno scorso, per adesso ha ragione lui.

    RispondiElimina
  91. colonel.blimp3 marzo 2014 17:01

    Pollock, il problema non è la parsimonia nell'utilizzo dei giovani, è l'utilizzo zero o quasi, facendo così andare sotto il polmone d'acciaio alcuni giocatori chiave o comunque anziani e costruendosi poi così l'alibi della stanchezza, che rimuove le cause della medesima.

    RispondiElimina
  92. Chiarificatore3 marzo 2014 17:02

    Qui si parla dell'esatto opposto di una presunto indebolimento della rosa, si parla di campagna acquisti fantastica, di rosa tra le più forti, per me la più forte, della storia viola, e del peso degli errori di Montella.

    RispondiElimina
  93. Ma cosa andate a leggere, una fava che continua a scrivere che Montella gioca col 4-3-3 ed è suo marchio distintivo che volete pure rispondergli ?! Ieri sera l'ha visto il secondo tempo oppure nicchia come sempre ?! Tutte le volte che gioca la Fiorentina o non la vede, o la vede a sprazzi o non è in grado di giudicare.....le partite le vede ma senza quotidiani è un pesce fuor d'acqua, senza le trasmissioni e gli highlights della partita non si spenzola, è talmente terrorizzato dal fatto che gli abbiamo sempre rimarcato che non sa descrivere cosa succede o a cosa ha assistito che non vuol fare altre figure di merda, non ha più voglia di passare da coglione, ne ha ingoiata troppa, s'è saziato pure di quella. Meglio rimanere sul vago o scrivere a giochi fatti. Adesso pure s'illude di averci visto giusto nelle previsioni, pare che ad essere quarti e in corsa (in finale in una) per due coppe si parla di campagne acquisti penalizzanti, di giocatori non voluti, di giocatori venduti a sua insaputa o per incapacità o perché era meglio far gravare nutellino sul bilancio che uno come Gomez, come se il rompersi fosse figlio di staticità o risorsa male allocata (vai in culo Lud, vacci e rimanici!!!!). Certo se vi ci mettete anche voi a chiedere la testa del mister......lui nel torbido ci rimesta, e più s'alza il maleodorante più gli pare aria pura.

    RispondiElimina
  94. Chiarificatore3 marzo 2014 17:09

    La stagione nel suo complesso finora non è assolutamente fallimentare, anzi è più che positiva. Lo può diventare fallimentare, e se lo diventa con punti persi come ieri, e con prestazioni come ieri, con errori di formazione come ieri, la colpa è soprattutto di Montella. Le prestazioni come ieri, ed i punti persi come ieri , gli errori di formazione come ieri cominciano ad essere troppi.

    RispondiElimina
  95. colonel.blimp3 marzo 2014 17:09

    Il 4-3-3 coi giocatori che utilizza Montella è harakiri per via: 1) di Pasqual terzino; 2) di Cuadrado attaccante e magari spostato a sinistra; 3) dei tre palleggiatori di centrocampo soverchiati in numero dagli avversari. Per me è come la luce del sole, per non vederlo bisogna indossare occhiali da falso cieco invalido. O essere Lud. Questa rosa è da 3-5-2, se voleva il 4-3-3 doveva chieder altri giocatori. Intanto un frangiflutti che non fosse una vecchia gloria, poi due esterni da tridente e invece ha, all'uopo, un'altra vecchia gloria che se centellinata (e invece lui la spreme) qualche goccia buona la dà ancora e un ragazzo di vent'anni che peraltro utilizza solo in coppa (Matos).

    RispondiElimina
  96. Che Montella possa commettere errori è ovvio, per me non ha deluso, ma per tutti coloro invece che oggi rivedono il giudizio su di lui, chiedo chi vedono bene al suo posto, tra quelli disponibili naturalmente. E con le stesse prospettive di crescita e ingaggio.

    RispondiElimina
  97. Ma quante volte ci siamo difesi a 4 come modulo base, quante volte si sono visti quattro difensori schierati dietro la linea della palla ad aspettare l'avversario, quante volte, invece, il famoso quarto di difesa era sulla linea dei centrocampisti! Non ingabbiatevi sui modulini o rischiate di fare la fine del pietrasantino, che ragiona solo con quelli e non sa poi uscirne.

    RispondiElimina
  98. Chiarificatore3 marzo 2014 17:12

    Io non sono nel partito contro Montella, dico solo che le prestazioni come ieri, i punti persi come ieri, soprattutto per colpa sua, cominciano a mettermi dei dubbi, sia sull'esito della stagione che su chi ha il merito principale delle cose belle viste in questi due anni. Di dubbi sto parlando, e sono il primo a voler ardentemente essere smentito nei miei dubbi da Montella.

    RispondiElimina
  99. Il 4-3-3 prevede di avere esterni bassi bravi a difendere e ad attaccare e noi non ne abbiamo nemmeno con il punto più basso in Pasqual che, in quel ruolo, è una sciagura pubblica. Prevede anche di avere due ali che siano attaccanti veri, che sappiano concludere ed andare in verticale. Ne abbiamo uno ma ha 32 anni. Arrostiamo con un uninversale (Cuadrado) che a forza di far tutto ha perso la cognizione di quel che dovrebbe fare, con quell'unico di ruolo (Joaquim) che regge mezzora ogni due partite, o con uno dal ruolo indefinito ma che certo non è un'ala (Ilicic). Ergo lo sfortunato che è costretto a giocare centravanti è destinato a figure di merda garantite a prescindere dal valore, mentre dietro si aprono le autostrade. Se fossi il procuratore di un esterno destro lo farei sempre giocare contro Pasqual. A proposito ieri, nel dopo-partita, al Pallaio, è venuto Candreva con altre quattro persone (due ragazze, uno che poteva essere il padre ed uno che poteva essere il procuratore). Gli abbiam chiesto se Pasqual era stato convocato da Prandelli, ha detto di non saperlo e lo abbiamo informato che non lo era stato aggiungendo poi: "Così non ti vede nemmeno lì, perchè oggi nel primo tempo non ti ha visto mai". Si son messi tutti a ridere.

    RispondiElimina
  100. Chiari, il mio è solo un gioco per valutare eventuali figure che abbiano lo stesso spessore, quello cioè di saper trasmettere il bel gioco e l'entusiasmo che non si vedevano da anni a Firenze. Anche e soprattutto un gradimento che proviene dall'Europa.

    RispondiElimina
  101. Chiarificatore3 marzo 2014 17:20

    Io non mi addentro in disquisizioni sui moduli, dico solo che se in campo dal primo minuto ci fossero stati Anderson o Wolskj al posto di Ambrosini e Vargas al posto di Pasqual, avremmo stravinto in carrozza. Punto. E questo non è la prima volta che succede. Ovviamente si tratta di una opinione, ma me la tengo stretta.

    RispondiElimina
  102. Chiarificatore3 marzo 2014 17:21

    In termini generali hai ragione, ma gli scostamenti da questi termini dovuti ad errori di Montella iniziano ad essere troppi.

    RispondiElimina
  103. Cuadrado dovrebbe saltare l'uomo se gli si para uno davanti, non due, spesso, o tre, a volte, in quel caso s'incarta e la palla la perde. Ormai le misure gliele hanno prese, se la gioca di prima in velocità, passandola e ricevendola diventa immarcabile altrimenti è quello visto negli ultimi tempi la cui condizione, se in stato di grazia, funge da spartiacque fra un giocatore da 30 milioni ed uno da una quindicina scarsi. Pasqual è invece mistero della fede, non si spiega il suo utilizzo, dietro è una manna per gli avversari, il dato preoccupante è che con lui in campo oltre il 60% dei danni provengono da quel lato, pare ne sia a conoscenza io soltanto.

    RispondiElimina
  104. Chiarificatore3 marzo 2014 17:23

    Se quanto dico ha un fondamento, si tratta di errori gravissimi, imperdonabili, anche perché ripetuti, contro ogni evidenza, sempre secondo me.

    RispondiElimina
  105. Chiari è difficile avere di codeste certezze, di certo dopo ogni sconfitta è chiaro che le soluzioni avrebbero dovuto essere differenti. Non so quanto sia la scelta dei giocatori schierati o dei sostituti il problema o quanto chi scende in campo non rispetta le consegne e da il contributo che sarebbe lecito attendersi. Serve sempre uno schiaffo ultimamente per iniziare a giocare, ieri nemmeno quello.

    RispondiElimina
  106. Chiarificatore3 marzo 2014 17:30

    Leo la mia non è una certezza, o un dogma, è semplicemente una opinione, di cui peraltro sono fortemente convinto.Tu puoi ritenere che con Anderson o Wolskj al posto di Ambrosini e con Vargas al posto di Pasqual non sarebbe cambiato nulla. La pensiamo diversamente. Tutto lì.

    RispondiElimina
  107. Chiarificatore3 marzo 2014 17:32

    Leo, Pasqual puoi coprirlo di schiaffi, ma quello è e quello rimane.

    RispondiElimina
  108. Al posto di Pasqual chiunque offre un contributo differente, ci mancherebbe Chiari. Non serve aggiungere altro.

    RispondiElimina
  109. Chiari la mia formazione iniziale nel giochino del sitone era: Neto; Tomovic, Gonzalo, Savic; Cuadrado, Anderson, Aquilani,Mati, Vargas; Matri, Wolski. Quindi come vedi non son molto lontano dai tuoi pensieri. Poi però visto come siam messi dietro, dove il più bravo è da 5+, non son sicuro come te che avremmo vinto di certo. Però più logica era o, almeno, mi sembrava.

    RispondiElimina
  110. Difatti, ieri sera han fatto pena Gonzalo, Tomovic (Pasqual non lo considero, risveglia appetiti di facili conquiste) e si è salvato, per me, il solo Savic, praticamente, oltre mezza difesa out, in tilt, difficile pensare a migliorie, quando arrivano fin li poi un goal lo subisci.

    RispondiElimina
  111. AntoineRouge3 marzo 2014 17:42

    Mihajlovic.

    RispondiElimina
  112. Chiarificatore3 marzo 2014 17:43

    Il punto è che tutto il reparto difensivo viola è stato pensato ed impostato in relazione ad un centrocampo che difende a sua volta avendo il pallino del gioco in mano. Se il centrocampo non garantisce la sua parte la difesa viola non solo non sa metterci una pezza, sbanda.

    RispondiElimina
  113. Chiarificatore3 marzo 2014 17:49

    Io non voglio pensare a sostituti di Montella, tanto meno a questo punto della stagione. Ripeto, spero ardentemente che torni a sfoderare il meglio di sé così dissipando tutti i miei dubbi. Ed in questo caso non lo cambierei con alcun altro, eccetto Guardiola.

    RispondiElimina
  114. Scateneresti l'inferno.

    RispondiElimina
  115. 3 giornate a De Rossi e Juan Jesus. Meno che a Borja Valero. Vergognoso.

    RispondiElimina
  116. Chiarificatore3 marzo 2014 17:56

    Regolare, conoscendo l'ambiente.

    RispondiElimina
  117. Su Cuadrado: è ovvio che, come ieri e in altre situazioni, giocando come punta esterna (e soprattutto a sx!!) non ha campo davanti per esprimere la sua velocità e la sua capacità di saltare l'uomo. Si trova sempre davanti il raddoppio (quando non ne ha tre). In più non è in forma, come il resto della squadra, quindi è praticamente inutile. In un 352 invece ha(avrebbe) la possibilità di sviluppare la sua tecnica in velocità, ed è li che fa la differenza. Per me ieri, insieme a pasqual, è stato il peggiore. Senza entrare in meriti tecnici, non capisco perchè Montella non schieri un 352, facile facile. Tre centrali difensivi, i tre tenori a scelta, Vargas e Cuadrado esterni, e davanti Ilicic (Wolsky?) e Gomez. Poi oh, magari dico castronerie, però non abbiamo attaccanti da tridente, e la punta centrale rimane sempre li da sola a fare a sportellate.

    RispondiElimina
  118. Chiarificatore3 marzo 2014 18:16

    Per me non hai detto alcuna castroneria Pitino, anzi ti sottoscrivo al 100%.

    RispondiElimina
  119. colonel.blimp3 marzo 2014 18:17

    Pitino, sembra così solare, come scrivevo sotto... Ed è quello che l'anno scorso aveva dato risultati di gioco eclatanti. Insomma, sembra di venire dalla luna. Pollock,chiedi chi? Ma in Garcia chi credeva, quando arrivò a Roma? Io ti dico, con banalità zemanviolica: Linetti.

    RispondiElimina
  120. infatti, anche a me parrebbe semplice...poi magari perdiamo lo stesso, anche perchè fisicamente siamo sotto zero, però ognuno deve giocare nel suo ruolo. E quindi la mia domanda è: perchè Montella, che a me per inciso piace, non vede o vuol vedere quello che evidentemente è sotto gli occhi di tutti? Perchè è vero che non abbiamo o abbiamo avuto i giocatori più importanti, è vero che siamo stati enormemente penalizzati, ed è vero che i tre fronti puppano energie. Allora perchè non ricorrere al "logico"? E' qui che mi fermo....non capisco Montella...ma io sono qui e lui è li, quindi...

    RispondiElimina
  121. colonel.blimp3 marzo 2014 18:47

    Su cloaca, interessante duello rusticano fra lo Schreber e Luddemente: ai punti darei la vittoria provvisoria a Zazà, anche perché Yo el Supremo mi sembra oggi in forma anche più disastrosa di quella attuale di Gomez (nel primo dei suoi due post fecali non riesco letteralmente a entrare con la vista, occorrerà che mi procuri delle lenti per lettura aldina). Se si facessero fuori vicendevolmente mi proporrei becchino.

    RispondiElimina
  122. Sopravvissuto3 marzo 2014 18:56

    Una vittoria a Torino, domenica riporterà il sereno. Dentro Pek, Roncaglia, Anderson (a riposare Mati e Aquilani), Vargas e Wolski; rivoltare come un calzino la formazione. Schreber e Orologio senza cucù si battono come fecero Danimarca e Germania per un verro.

    RispondiElimina
  123. colonel.blimp3 marzo 2014 19:03

    Caro Sopra, fra il Graand Armagnac e lo Svizzero sembra una gazzarra a cuscinate fra pazienti di manicomio, una scena da cinema clairiano.

    RispondiElimina
  124. colonel.blimp3 marzo 2014 19:16

    "Grand", qua sotto: va bene che è megalomane, ma non esageriamo con le "a". .. Comunque vi anticipo in succo la replica in settecento cartelle dell'Armagnac all'Elvetico, che però non se la farà cantare senza ulteriore spargimento di sangue: io sono un ganzo, Brera mi faceva da galoppino, Zanetti mi portava i caffè, correggevo gli ausiliari a Tosatti, sei uno sprovveduto, un periissodattilo, un troppo facile bersaglio ma ti stimo lo stesso, vedrai che coi miei consigli diventerai qualcuno ecc. ecc., i napoletani, un cesso ogni trentadue abitanti, Roncaglia gli indios Pizarro aveva ragione ma non il Pek ecc. ecc. quando dissi ad Armstrong che aveva steccato e lui si mise a piangere nel mio grembo e mi disse "Grazie Aldo, però fa male lo stesso" ecc. ecc.

    RispondiElimina
  125. Sopravvissuto3 marzo 2014 19:33

    Un Esopo moderno, l'incipit dei suoi post potrebbe essere "O miutos deloi oti..."....ahahaha ahaha ahaha....

    RispondiElimina
  126. Colonnello, a proposito di Garcia, se non ricordo male proprio a Roma prima di lui hanno riprovato a riprendere Montella.

    RispondiElimina
  127. Ollio è sempre in tv da un paio di settimane a questa parte, ma Stanlio dov'è? E Formigoni, la 'grande schifezza'. E si parlerà anche di Tsipras. Civati convocato ma in panchina, come Rebic, che rifiuto di credere sia una TDC, Leo, ma il mio è amore a prima non-vista. Oddìo no, anche Fabio Picchi, il mago del nulla, tipo Madoff ma ancora a piede libero! Non sarà che il 'saremo meno belli' di Montella, alla luce dell'Oscar a Sorrentino, sia stata un'affermazione deleteria? Il motivo di quanto sopra? Riso, ribe, in bianco, e rìzzati! Ecchissenefrega direte. Appunto! Ahahahah!

    RispondiElimina