.

.

venerdì 14 marzo 2014

I sogni

Non era facile rimanere imbattuti in Europa League passando da quello stadio, specie dopo essere andati sotto al terzo minuto. C’è voluto un po’ prima che le idee dell’allenatore trovassero la strada giusta in quello stadio, il tempo di lasciare praterie sugli esterni, il tempo di vedere tutto il peggio di Roncaglia e Tomovic. Poi fu possesso palla. 60/40 nello Juventus Stadium non è roba che si era mai vista da quelle parti. Più duro da digerire della bistecca di domenica a pranzo. E stabiliti i turni, anche le dee bendate si sono finalmente coordinate intervenendo su quella traversa benevola. E poi c’è stato quel controllo magnifico dopo il taglio, insieme alla capacità di metterla sotto la pancia di Buffon. Ad illuminare la serata di coppa. Si. Poi c’è stato il ritorno di Gomez, che ci fa pareggiare e allo stesso tempo però anche aumentare il rammarico per una stagione che poteva essere e che per colpa di quelle due stronze che si facevano i cazzi loro ci ha fatto fuori la coppia d’attacco più forte del campionato. Più colpa delle dee bendate maiale che di Montella, che forse ieri si è ripreso un po’ di affetto della sua gente. L’ha vista giusta la partita, lui, ha concesso le corsie esterne, ha tenuto palla, e nella sfortuna dell’infortunio di Mati è stato anche fortunato, perché con Ambro la squadra ha trovato anche la giusta collocazione a Borja Valero, fino a ritrovare il suo famoso punto G(omez). Ambro come il bicarbonato. Non era facile portare via il pari con gol da quello stadio, no, anche perché venivamo da un periodo difficile, e andare sotto subito poteva incrinarci quelle certezze già aggredite da agenti esterni come le polemiche sempre vive in città, certezzee che evidentemente la squadra ha ben salde. Gomez ha dimostrato di essere un grande attaccante, e non si può prescindere dai grandi giocatori per stare a certi livelli. Consideriamo poi che nell’economia di questa stagione non ci sono stati solo gli infortuni tremendi dei due bomber, ma ci sono state decisioni arbitrali che ci hanno danneggiato, non ultima e non meno grave degli errori di Calvarese e Damato, la porcata di Gervasoni che ci ha tolto un giocatore come Borja Valero, un referto falso che è l’equivalente di uno stiramento di primo grado ai flessori della coscia. E siamo lì, ancora in lotta almeno su due fronti e comunque quarti in campionato. Non mi sento di condannare nessuno, non riesco a provare delusione, sono invece orgoglioso di una squadra che anche ieri ha dimostrato di essere un grande gruppo, e forse di essere cresciuta ancora proprio grazie a tutte le difficoltà che ha dovuto affrontare. Si, i sogni dei tifosi Viola rimangono belli vivi, e non ce li ammazza certo la malasorte o Braschi, no, siamo forti anche dentro, siamo gente  tosta, e prima di chiudere voglio dire che mi è piaciuto molto anche Ilicic che proprio bello non è, soprattutto fuori, poi, anche a chi ci ha voluto male darei un’altra possibilità, anche a Montolivo per esempio. A tutti, Gervasoni compreso, farei vivere una seconda vita, insomma, a chi come premio, ad altri come castigo. I sogni quindi, e chiudo, non raccontiamoli a nessuno i nostri sogni. Chi sa mai che i freudiani non prendano il potere.

115 commenti:

  1. Borja trequartista non mi è piaciuto e spero di non rivederlo. In quel ruolo è necessario saper andare a due velocità ed il nostro ne conosce una sola (infatti, nel secondo tempo è stato un altro giocatore). Ambrosini non ha fatto altro che piazzarsi, quasi immobile, davanti alla difesa e non ha avuto meriti particolari nel calo dei gobbi. Ilicic ha disputato una partita quasi orrenda, ma il lancio per Gomez l'ha complessivamente resa mediocre. Roncaglia e Tomovic hanno colpe relative, dato che l'impostazione scelta li lasciava umiliabili ed offendibili. Queste le cose negative in una serata positiva. Una rete al ritorno temo la prenderemo, quindi dovremo provare a vincere la partita.

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore14 marzo 2014 08:16

    Su Ambrosini sono pienamente d'accordo con Antoine, ed aggiungo che l'inerzia della partita dice che se Mati non si fosse infortunato avremmo avuto più possibilità di vincerla.

    RispondiElimina
  3. Chiarificatore14 marzo 2014 08:23

    Chi giudica insufficiente Tomovic si riguardi la partita. Certo, in copertura ha sofferto ma non per colpa sua bensì del nostro rombo, ma nell'economia del gioco e più in generale della partita è stato determinante, ci ha consentito di giocare finalmente in undici.
    Tomovic non va più tolto dall'undici di partenza, in qualsiasi modulo.
    Oggi anche sulla fascia sinistra in quel ruolo è il migliore di tutti.
    Confermo, se Montella lo toglie per dare di nuovo spazio a Pasqual, a questo riguardo si dimostra un incommensurabile coglione.

    RispondiElimina
  4. colonel.blimp14 marzo 2014 08:26

    Con la formazione annunciata mezz'ora prima del match il pareggio era sembrato un'evidenza, a chi capisse di calcio e a chi non si trincerasse ponziopilatescamente dietro un prudente silenzio o dietro esorcismi del menga del tipo «ci asfaltano» (ci asfaltano se sfavi approccio, modulo e giocatori: sennò perché asfaltarci?): mi fu in effetti facile prevederlo. Direi che tutto il bene e tutto il male della Viola sono qui: sfrutta la rosa (da secondo posto cristallino) e nulla ci è inibito (i discorsi beberriani sul sesto posto che ci spetterebbe per decreto divino di fatturato sono solo cazzahe, manco li leggo, mi viene il latte alle plle al secondo rigo), smerda invece, come Vincè ha fatto per bella parte dell'anno, e sarà l'opposto. L'esclusione di Pasqual è stata liberatoria ma c'è un coglione, per fortuna (provvisoriamente?) ravveduto, che ci ha fatto perdere un tombolo di punti servendocelo in tutte le salse. Tatticamente, il capolavoro è stato non schierare Cuadrado, attualmente involuto e punto di riferimento marcatorio per la Juve, che è stata, quasi da boa constrictor, alla lunga asfissiata dalla nostra densità di palleggiatori a centrocampo (il marchio Chiari di questa squadra) come indirettamente ha confessato Conte nel dopo-partita. Chi inoltre parlava, per difetto argomentativo, di orrendo girone di ritorno dovuto a cattiva preparazione fisica o a combinata e mala condizione di forma di gran parte della squadra è stato sifonato in culo: avessimo giocato ancora un quarto d'ora, avremmo vinto. E la squadra ha finalmente pressato alto, componente essenziale del barcellonismo, che Vincè aveva bellamente obliato. Ambrosini ha fatto cacare (ma non a fontanella, in verità), come dice AntoineRouge, e Mati era stato il migliore dei nostri ma paradossalemnte l'uscita del cileno ha migliorato la prestazione di Borja, ricollocato più a lui favorevolmente. Su Gomez inutile ripetersi: chi si è scavato la fossa infamandolo fino alla vigilia del match, oggi vorrebbe avere ancora qualcosa da strillacchiare trasformisticamente. Sia pace all'anima sua! Capitolo Neto: si leggono critiche acerbe per alcune poponate di piede da un lato e dall'altro esaltazioni deliranti per alcune parate che, se non le avesse fatte, sarebbero state papere. Partita da 6,5, apprezzabile per la sicurezza offerta ai suoi compagni, stop, il di più è da incompetenti.

    RispondiElimina
  5. Sopravvissuto14 marzo 2014 08:28

    Le certezze di ieri: 1)con Gomez neanche all80% il centrale avversario non la vede e il puledro teutonico crea terrorismo psicologico (Ogbonna sparito con il Sauro Dino, cavallo stupendo), 2) con quattro tenori in campo nascondiamo la palla a chiunque, 3) Rodriguez e Savic saranno i nostri Baresi&Costacurta, 4) Pasqual (ahahah ahaha ahaha ahaha ahahaaaa), 5) Con Pepito d'oro e Sauro Dino era un tutta un'altra stagione, 6) con Gomez i detrattori fanno figura sa Stürmtruppen.....ahahaha ahaha ahaha indovinate chi é il Bonvi della situazione!??!? Ahahaha ahaha ahaha ahahah aaaahahahahaaa..........

    RispondiElimina
  6. Chiarificatore14 marzo 2014 08:30

    Montella è stato in grado di rifar funzionare il giocattolo facendo le due cose che qui chiedevamo a gran voce e ripetutamente:
    1) Togliere Pasqual;
    2) Far perno senza esitazioni, senza scarti, ma sempre, contro chiunque ed in ogni dove, sul possesso palla che ti garantiscono quei dure veri e propri fenomeni che abbiamo a centrocampo e che rispondono ai nomi di Pizarro e Valero.

    RispondiElimina
  7. Sopravvissuto14 marzo 2014 08:32

    Con l'ultimo filo di respiro, in agonia perenne, con la safena lacerata, con Liajic nel cuore,il Maurizio Mosca de' noantri ieri sera ha scritto "Vedremo se Gomez si confermerà....bla bla bla bla.....". San Tommaso je fa 'na sega!!

    RispondiElimina
  8. Chiarificatore14 marzo 2014 08:33

    Il fatto che Gomez sia un centravanti fenomenale, una macchina da gol in grado di esaltare al massimo il bel gioco della Fiorentina di Montella era ovvio, solo uno strano tipo in tutto il globo terracqueo sostiene il contrario.

    RispondiElimina
  9. colonel.blimp14 marzo 2014 08:38

    Ah sì, Sopra? Ha scritto «vediamo se si confermerà»? Aahahahahahahahahah! Ma gli è per caso desparecido il link con lo score di Gomez in carriera? Ahahahahahahahahahah! Ieri il povero Lud è stato stuprato orrendamente da Supermario in due capisaldi dell'imbecillità versiliana: scarso tecnicamente e statico in area. E quello scheggia via in verticale inventata riverianamente da Ilicic, controlla magistralmente (come, oggettivamente, Bati non faceva) e scaraventa in culo a Zazà.

    RispondiElimina
  10. Chiarificatore14 marzo 2014 08:48

    Francamente uno solo ieri non mi è piaciuto, e lo dico a malincuore, Roncaglia, che ha anche esibito a più riprese un piede ben maleducato.

    RispondiElimina
  11. colonel.blimp14 marzo 2014 08:51

    E adesso occhio al futuro prossimo: sgambata contro il Chievo (vinciamo comodo e non ho nemmeno bisogno di conoscere la formazione. come i grandi scacchisti gioco e vinco alla cieca), contro la Juve all'ottanta per cento vinciamo se senza Pasqual e se recuperiamo Mati. Poi, il match a Napoli che potrebbe riaprire la lotta per il terzo posto se il Napoli perdesse a Torino: sennò, le basse motivazioni per una stagione rovinata da lungo obnubilamento allenatoriale prenderanno probabilmente il sopravvento. Chiari, il Fac è andato molto meglio nella ripresa.

    RispondiElimina
  12. Sopravvissuto14 marzo 2014 08:56

    CHIARI!! T'hanno messo fuori Pasqual, Ti ha schierato non 3 ma 4 tenori, Pizarro ottimo, Gomez alla grande e te volevi anche una vellutata di Roncaglia come dolce...ehehe ehehe eheh ehehe .....!!

    RispondiElimina
  13. colonel.blimp14 marzo 2014 08:59

    No, ieri «ottimo» Pizarro no, cerchiamo di conservare il senso delle proporzioni. Chiari col Pek ha una radiosa convivenza busiana da due anni e gli possiamo mandar buono di tutto sul cileno, ma tu Sopra non mi sballare!

    RispondiElimina
  14. Sopravvissuto14 marzo 2014 09:01

    Riporto testuale, altrimenti passo per mistificatore..."Vedremo se Gomez, riacquistata la forma fisica, potrà diventare anche terminale di un 4-3-3 o se l'assetto di stasera sarà ancora proposto (ma allora rischierebbe di farne le spese uno dei giocatori simbolo della gestione di Montella, Cuadrado)". Evito commenti, ci sono almeno tre strafalcioni tecnici scritti a memoria perenne del personaggio di Pennac.

    RispondiElimina
  15. Chiarificatore14 marzo 2014 09:01

    Sul piano agonistico e del contributo complessivo, anche Roncaglia merita la sufficienza, mi ha deluso tecnicamente e per certi aspetti tatticamente, più di quanto pensassi.
    Tomovic non ha esibito solo un piede più educato ma di là è arrivato più volte in fondo al campo, Roncaglia mai.

    RispondiElimina
  16. Io ho ricordi traumatizzanti di partite di Coppa in cui avevamo pareggiato la partita di andata fuori casa per 1-1 (semifinale di Coppa delle Coppe con il Barcellona e finale di Coppa Itala col Parma), per cui penso ancora che la juve sia favorita per il passaggio del turno e rimango sempre dell'idea che noi abbiamo il 40% di possibilità.
    Resta il fatto che ieri abbiamo giocato bene, che nel secondo tempo abbiamo dominato la juve in casa sua, non facendole quasi vedere palla, che il discorso qualificazione è ampiamente aperto e ce la giocheremo a Firenze e soprattutto che abbiamo dato forti segnali di ripresa, rispetto alle ultime partite.
    La presenza di Borja Valero e il pressing che lui comandava sono stati fondamentali, importante è stata anche la mossa di lasciare in panchina Cuadrado, completamente fuori forma e di fatto sostituito da un Ilicic molto più concreto e (strano a dirsi) ordinato tatticamente. Il colombiano sarà molto utile quando toenerà a giocare come sa, evidentemente ha qualche acciacco che attualmente lo limita: contro il Chievo va schierato per vedere come sta.

    RispondiElimina
  17. Chiarificatore14 marzo 2014 09:03

    Colonnello sono d'accordo con te, Pizarro ha fatto una partita normalissima, delle sue, ma la sua è una normalità che in quel ruolo solo pochissimi al mondo garantiscono. Fino a che non arriverà un similare io non lo toglierei mai.

    RispondiElimina
  18. colonel.blimp14 marzo 2014 09:04

    Il non intendente, più che non intenditore, non capisce che l'esclusione di Cuadrado è stata contingente e tattica, che il 3-5-2 è sempre possibile e anzi auspicabile, che Gomez al centro di un tridente è come un topo al centro di una forma di groviera. Il retto gli brucia tantissimo, Sopra, e purtroppo a quelle profondità non è possibile consigliargli lenitivo valido.

    RispondiElimina
  19. Sopravvissuto14 marzo 2014 09:08

    Ottimo perché non ha perso palle insanguinate, ottimo perché comunque ha nascosto spesso la palla, ottimo perché giocavamo contro Pirlo-Marchisio-Vidal, mica Gabbiadini e Marrone. Poi, il mio ottimo é riferito ad un giocatore che potrebbe essere il papà di Wolski! I luoghi comuni, BLIMP, a volte ti fanno pensare come la massa che non pensa...Ti ricordo, poi, che é criminoso turbare l'idillio di due persone, l'amore non pone e non subisce condizioni: finché dura é assoluto. Chiaro (CHIARI?) che le lodi vanno elargite con parsimonia, ma per chi veramente le merita devono essere generose! COLONNELLO, per l'acquisto del vibratore da parte della politica di Bolzano (pagato con rimborsi!!) le proteste sono state "vibranti"?!??? Ahaha ahaha ahaha ahaha ahahaha ahaha.....

    RispondiElimina
  20. Sopravvissuto14 marzo 2014 09:12

    Ecco....si.....busiano. (Stamane ho voglia di cazziare o licenziare un gobbo....Cazzi loro!!

    RispondiElimina
  21. Gomez ieri, pur al 70%, ha fatto intravedere quello di cui è capace, forse nei cinque mesi in cui è stato infortunato ci si è dimenticati di CHI E' Mario Gomez.
    Per quanto Matri si sia battuto e per quanto sia un buon giocatore, obiettivamente Marione è di un altro pianeta.

    RispondiElimina
  22. colonel.blimp14 marzo 2014 09:13

    Boh, Sopra, io, non pensando, più di 6 al pek non avrei dato e nemmeno glielo ho dato ieri sera: la palla l'ha nascosta lentamente e senza accensioni. Non so se è quanto la massa pensi ma da qui all'«ottimo» corre.

    RispondiElimina
  23. colonel.blimp14 marzo 2014 09:16

    Aggiungo che l'esclusione di Cuadrado ieri è stata da vecchio marpione, da vincente che sa quando fare la mossa che appare rischiosa ma in effetti è conservativa. Peccato che Vincè abbia aspettato marzo per fare una cosa da primo della classe! Quante accortezze di siffatto genere avrebbero cambiato partite per noi finite infaustamente. Bene, bisognino fa trottar la vecchia, dicesi in Florence: speriamo che la vista dell'abisso sotto i suoi piedi abbia guarito Vincè. Anto, Matri sappiamo tutti chi era prima che arrivasse, il suo score è eloquente, il suo flop approdato alle grandi squadre pure, è stato un discreto ersatz provvisorio, ma esaltarsi per lui poteva farlo soltanto il cretino che sentenziò la grandezza dell'acquisto di Larrondo (ah già, e di Sissoko!) e guai a contrariarlo sennò non eri tifoso viola.

    RispondiElimina
  24. Chiarificatore14 marzo 2014 09:21

    Certo che il signor "risorse male allocate" ( Fortebraccio parlava in casi simili di fronte inutilmente spaziosa, ah ah ah ah ah ah!) è stato anche sfortunato.
    Gomez avrebbe potuto fare un gol di rapina, no, ne ha fatto uno esibendo il meglio del suo repertorio e contro al rube a Torino in una partita importantissima. Ri-ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah!!!

    RispondiElimina
  25. Ora contro il Chievo dentro i giocatori che non possono essere schierati in Coppa, Wolski, Anderson e Diakité, dentro Cuadrado e di nuovo staffetta tra Matri e Gomez. Se la partita si mette subito bene, nel secondo tempo si fa tirare il fiato al Pek inserendo Ambro oppure Bakic.
    Qualcuno sa come sta Mati?

    RispondiElimina
  26. colonel.blimp14 marzo 2014 09:23

    La sfortuna uno se la cerca, Chiari. Quelli che hanno la tua vocazione (chiamiamola così) dicono che l'imbecille e il suo danaro non tardano molto a separarsi, ce qui revient au même.

    RispondiElimina
  27. Esatto Anto, riaffilano i canini e venderanno carissima la pelle. Piano coi trionfalismi sebbene ieri sera fossero alla canna del gas pure loro e noi abbiamo goduto di una serata da vecchia "maquina" di un tempo. Non sono state le modifiche al modulo l'unica nota lieta della serata, e nemmeno l'unico motivo del pareggio (ricordiamocelo, s'è pareggiato), ieri sera s'è corso per 90' ed erano due mesi che non lo facevamo, più che di moduli e scelte (male Pizarro anche ieri sera, non bene neppure Mati) se si riprende a correre torneranno anche i risultati. Per il ritorno rimane apertissima, chi pensa ad un passaggio facile prende un grosso abbaglio.

    RispondiElimina
  28. Questi sono i gol che fa uno come Mario Gomez, mi sa che il tipo sarà spesso "sfortunato".

    RispondiElimina
  29. Chiarificatore14 marzo 2014 09:28

    Non c'è dubbio.

    RispondiElimina
  30. colonel.blimp14 marzo 2014 09:28

    Ora scrive che Cuadrado sarà ceduto, per via della partita di ieri sera. Siamo al caffè corretto, nemmeno alla frutta.

    RispondiElimina
  31. Ma avesse sbagliato solo su Gomez........quando ne ha indovinata una ?! Che la capisca non c'è verso, ma ad indovinare può capitare, nella tombola qualche numero esce, lui nemmeno quella.

    RispondiElimina
  32. Chiarificatore14 marzo 2014 09:30

    Un prete illuminato mi spiegò un giorno come secondo lui faceva Gesù a prevedere tante cose negative su quello che avrebbero fatto e detto singole persone. Nessun miracolo, mi diceva, le conosceva bene.

    RispondiElimina
  33. Sopravvissuto14 marzo 2014 09:31

    Oggi ho voglia di fare nulla...vorrei fare Come il mio tycoon.....palle al sole...

    RispondiElimina
  34. Chiarificatore14 marzo 2014 09:39

    Questo sembra Jordan dopo uno scambio di idee con Ludwigzaller.
    Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah!!!

    RispondiElimina
  35. Beh, se la fortuna aiuta gli audaci, la sfortuna chi aiuta?

    RispondiElimina
  36. colonel.blimp14 marzo 2014 09:41

    Anto, che Cuadrado non giochi neanche il ritorno è tutta da vedersi. La partita di Firenze non è quella di Torino e partiamo da un vantaggio di posizione. Conte studierà e ristudierà cosa non gli è andato bene ieri e Montella dovrà tenere conto di altre variabili (tra le altri, la disponibilità o meno di Mati). Insomma, io Cuadrado domenica non lo farei giocare comunque, soluzioni alternative ne abbiamo. E Conte si strugga intanto a indovinare la formazione di giovedì, ovviamente sperando che vi sia Pasqual (guai a te, Vincè!!!!!).

    RispondiElimina
  37. Io invece lo farei giocare, almeno un tempo, per vedere come sta: nelle ultime partite era chiaramente fuori forma, non sono sicuro che sarà schierato nel ritorno di EL.

    RispondiElimina
  38. Sì, ma c'è uno che gli ha risposto che è pure peggio di lui, quanto a castronerie.

    RispondiElimina
  39. colonel.blimp14 marzo 2014 09:53

    Notevole comunque la diserzione della striscia delle pagelle, su cloaca, da parte del Multinick, degli sdaioli e dei californiani. Va riconosciuto a Lud il coraggio di mostrar faccia dopo aver preso un'inculata da cilindro d'acciaio Krupp. Ma forse non è coraggio, è l'imbecillità che impedisce di calcolare quanto gli si aggiunga di beffa dopo il danno.

    RispondiElimina
  40. Cuadrado la giocherà sicuramente nel ritorno, riguardo a Conte, ha rinunciato a Lichsteiner, Pogba e Llorente dall'inizio, più la coppia di centrali Bonucci e Barzagli, pareva dessero per scontato un golletto o due e il successivo controllo del match. Giovedì prossimo metteranno in campo il meglio col solito furore ma mi paiono alle pompe in questo periodo, noi dovremo dare continuità alla condizione fisica e mentale mostrata ieri sera, a quel punto ce la giocheremo alla pari contando anche sul fattore campo. Eliminata la juve, sicuramente la più forte del lotto EL, avremo davvero chanches di arrivare in fondo, lo scoglio più duro è questo, almeno che un appagamento ci renda difficile anche il turno successivo.

    RispondiElimina
  41. Si vorrebbe rifare verginità scuotendo le spallucce per ogni smentita ricevuta. Pensa che l'indifferenza annulli quanto ha sostenuto per mesi e il proporre il tema leggermente modificato ne faccia il pioniere del nuovo refrain. La stupidità non tocca picchi simili, in nessun caso sociale.

    RispondiElimina
  42. Caduta in terra l'antenna del ripetitore Canal +, mi sono dovuto attaccare ai commenti in diretta del sitone, dove la redazione, incredibilmente, non bannava un cretino detto toscanagobba a spaccar le palle, poi sparito dopo Gomez.
    Cerco di capire come è andata, ma non mi aiutate. All'inizio vi leggo critici con Montella che non schiera nessun uomo di fascia, soprattutto Foco, poi mi sembra che si vada su una geniale intuizione...ahahaha. Poi ognuno difende i suoi protetti, Chiari esalterebbe Pizarro anche in caso di autogol volontario e darebbe ad Ambro il compito di pulire le scarpe, il Colonnello trova sempre un qualcosa per sminuire quel gran portiere di Neto, ahahahahah mi fate morire.
    Vi chiedo se il secondo tempo si è giocato a velocità superiore a domenica e con maggiore aggressività.

    RispondiElimina
  43. Che cazzo c'entra poi la cessione di Cuadrado non si sa, che se avverrà a Giugno, e ci sta, è solo per finanziarsi la prossima sessione di calcio mercato e non certo per sconfessare il modulo montelliano che non ha mai contemplato un tridente vero la davanti.

    RispondiElimina
  44. Anche il primo se è per questo Lele, altra squadra, altra condizione, altra testa, nel secondo tempo potevamo pure vincerla alla fine, e Buffon lo ha pure ammesso.

    RispondiElimina
  45. Sopravvissuto14 marzo 2014 10:03

    Questa è per la Montolivo-girl.. sparita dal sitone come una Locke qualsiasi..

    RispondiElimina
  46. Mi son visto ora ora su France 24 i gol e quello di Mario è un gol da grande attaccante, tecnicamente superiore a partire dallo smarcamento in profondità, al controllo a seguire, alla freddezza nel metter dentro. Difficilissimo. Grande.

    RispondiElimina
  47. Oggi si gode. Visto che su questi lidi ci son dei gran giramondo, vi pongo una questione: domenica sarò a Bucarest, dove posso andare a vedere la partita?

    RispondiElimina
  48. A Bucarest non starei troppo a pensare al Chievo.

    RispondiElimina
  49. Chiarificatore14 marzo 2014 10:22

    Fai come quel tifoso viola che da quelle parti scrisse a casa così : "Nonno, a 'sto giro la badante te la scelgo io!"

    RispondiElimina
  50. Torna a nominarci, proprio non gli andate giù eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  51. D' accordissimo, e per di piu' Tomovic é persino riuscito a crossare di sinistro.....forza, se continua a fare ancora i compiti a casa sulla tecnica pura, questo ci diventa un vero attaccante aggiunto, ieri ha pure tirato da lontano!

    RispondiElimina
  52. Chiarificatore14 marzo 2014 10:31

    A parte che come al solito mente, il signor "risorse male allocate", ma a darsi una regolata è stato Montella non noi.

    RispondiElimina
  53. Il nostro amico mente e mistifica, more solito, dicendo che tutti noi volevamo Spalletti, mentre in realtà su questo blog abbiamo passato giorni a discutere fra chi effettivamente voleva Spalletti (Blimp subito, Lele a giugno) e chi (cuius ego) predicava la calma e sosteneva Montella, pur criticandone alcune scelte.

    RispondiElimina
  54. Chiarificatore14 marzo 2014 10:36

    A proposito, se un giorno DDV chiedesse a chi deve rivolgersi per avere indicazioni su come "allocare meglio le sue risorse", chi gli consigliereste?
    Ah ah ah ah ah ah ah!!!!

    RispondiElimina
  55. Deve virare su altri obbiettivi, su Ljajic l'ha preso in quel posto, sui moduli idem, di Cuadrado gli son rimaste le treccine e Gomez non ha usato unguenti per ricordargli alcune cose, che gli rimane ?! Scrivere che qui, sul blog (tutti!!!!), si voleva Spalletti. Quando uno è bugiardo e scorretto nell'animo non può che scrivere queste cose. Antoine continua a sostenere che non è in malafede, per me lo è su ogni cosa che scrive.

    RispondiElimina
  56. Mi fossi smerdato su TUTTI gli argomenti com'è successo a lui mi preoccuperei di tornare ai saggi, senza escursus su lingue sconosciute tipo quella spagnola, che non era una bella donna ma una parola che l'ha demolito come suo solito eh eh eh eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  57. Il modulo di ieri sera era difensivista........ah ah ah ah ah ah ah ah ma quant'è imbecille ah ah ah ah ah ah ah, senza un'incontrista di ruolo e con un terzino a fascia invertita, difensivista ah ah ah ah ah ah ah ma il curling non è sport più pacifico e di facile comprensione ?!

    RispondiElimina
  58. Sopravvissuto14 marzo 2014 10:45

    Quanta grettezza e invidia in chi non loda mai le altrui idee.

    RispondiElimina
  59. Sopravvissuto14 marzo 2014 10:55

    Eccolo, l'ibrido repellente...

    RispondiElimina
  60. Sopravvissuto14 marzo 2014 10:56

    Eccolo....il repellente che mai avrà sopracciglia ad ali da gabbiano...

    RispondiElimina
  61. Sopravvissuto14 marzo 2014 10:57

    Il menù prevedeva non fiorentina....arrosticini!

    RispondiElimina
  62. Sopravvissuto14 marzo 2014 10:58

    L'espressione che nessuno di noi vorrebbe mai mostrare....sembra l'amico del serbo quando Liajic scaca...

    RispondiElimina
  63. Lele, te la racconto per come l'ho vista io.
    Primo tempo:
    Ci aggrediscono subito e soprattutto sulle fasce dove Fac eTom non trovano le misure contro gli esterni loro e non riescono nemmeno a fare massa. Passiamo un quarto d'ora dove anche il più ottimista dei tifosi viola presagisce la debacle. Prendiamo gol subito in un'azione in area dove pure Giovinco tiene botta fisicamente contro i nostri difensori. La colpa , secondo me è del fatto che Fac rimane troppo basso, Tom si trova ad essere puntato sempre e sulla fascia dove deve opporre il piede debole e i centrocampisti non aiutano mai sull'esterno, lasciando metri di campo sgombro. Poi, piano piano, proviamo a conquistare campo, seppur in maniera confusa. Borja non trova la posizione e gira a vuoto anche se in un paio d'occasioni potrebbe sfruttare la presenza in area, soprattutto dopo una puntata d'esterno di Mati che Buffon respinge al centro dell'area piccola. Intanto, però, sulle ripartenze li soffriamo sempre a bestia e i centrali in un paio d'occasioni si esibiscono in interventi da sporca mutanda. Davanti Matri lotta contro i tre centrali, ma non gli passano un pallone che sia uno. Vidal prende una traversa staccando solo in area come un eremita nel deserto. I tiri nello specchio sono 5 a 2 per loro. Io invoco la difesa a tre e due uomini di fascia.

    Secondo tempo:

    La Juve, come domenica, mostra limiti di tenuta che ci permettono di alzare il centrocampo di un buoni venti metri. Facciamo molto possesso, ma molto di questo è dovuto al fatto che ricominciamo spesso l'azione dalla difesa. Loro, come ormai fanno tutti, spostano gente dalla parte di Gonzalo, lasciando impostare Savic, evidentemente giudicandolo meno pericoloso nel far ripartire l'azione. Non abbiamo occasioni, nonostante il pallone passi quasi sempre nei nostri piedi, ma loro sembrano non poter contrastare più come prima.
    Mati, il più elettrico dei nostri, prende una storta ed entra Ambro.
    Quest'ultimo, al contrario di quello che dicono altri, per me è importante, soprattutto quando entra Llorente, perché retrocede tra i due centrali cercando sempre di impedire che gli arrivino palloni alti e perchè frena Vidal, che a quel punto trova un ostacolo fisicamente più difficile da sovrastare.
    Entra Gomez e dimostra subito di essere un'altra cosa dal punto di vista fisico, catturando tre, quattro palloni e smistandoli nonostante i chili dei difensori loro.
    Poi c'è il gol, lancio millimetrato di Ilicic che asseconda finalmente un movimento da attaccante e la classe di quello che in europa ha una media di 0,60. Appena dopo Pogba ci fa cagare in mano con una penetrazione che lo porta a leccare il palo a Neto battuto. Poi il resto è tutto per noi. Borja tira da trenta metri e mette paura a Buffon che deve fare il miracolo su una sassata rasoterra di Vargas indirizzata a fil di palo. La sensazione degli ultimi minuti è quella di un'inerzia totalmente ribaltata che potrebbe farci provare anche a vincerla.

    RispondiElimina
  64. Sopravvissuto14 marzo 2014 11:15

    Scusate, ma vista l'evoluzione dell'informatica, dell'hi-tec...oggi possiamo avere tutti, chi vuole, l'I-Cloud, questa nuvola virtuale con dati e memoria straordinaria.....Ma la Nuvola nazionale dov'é? Rimasta chiusa al Vicente Calderon? Il calderone dove sono bruciate le asticelle? Ehehe eh ehehe ehehe ...apparizioni, sparizioni...sono Mister Taroccó, con l'accento sulla "Qú", la QÚ di Quaglia!!! Salta la quaglia!!

    RispondiElimina
  65. Tu parli di quella che diceva che Matri avrebbe segnato più di Gomez? (finora sono alla pari, con un numero inferiore di partite disputate da Marione)

    RispondiElimina
  66. Sopravvissuto14 marzo 2014 11:25

    LELE, la racconto come l'ho vista io: un'ora e mezza accosciato come i calciatori nelle foto, fatta pipì 4 volte, no cena, lezione di parolacce* in dialetto per i miei figli, volume basso ma alzato di molto dopo il gol.

    (* il florilegio comprendeva "Chi te' mort'...!", "Chella puttana d' mamm'ta, stu gobb' d' merda...", "Arbitro 'n' c'hai capito 'na cippa...", "Pugliese di merda...omm' d' merda...", "Ahó vuoi ferma' 'st'aborto gobbo?!", "E stronca 'sto negro...", "Dai dai dai...accelera...". Dopo il gol "Si, cazzo, si", "In figa de' tu' ma', Conte...", "Ammocca a tu' zia...!", "Conte, in culo t'entra in testa no...nu'jea fai...", "Bevuto, coglionazzo di Ogbonna...."). Avrò esagerato? Bisogna educare i figli, sono per "Educazione siberiana".....ahahah ahahaa ahhah

    RispondiElimina
  67. Le statistiche di Gomez, partite giocate, realizzazioni fatte è da bomber di razza e nessuno, sano di mente, si mette a discutere i numeri. Mai. Che queste statistiche siano valide con qualsiasi modulo, visto che si parla di centravanti/punta centrale, è altrettanto pacifico, ed anche qui parlare di problemi o di soluzioni tattiche da scovare non appartiene ai sani di mente. Che questi numeri siano possibili per staticità di ruolo o di movimenti è altra cazzata di proporzioni epiche. Il fatto che sia stato ceduto dal Bayern non significa che sia uno scarto o un sottoprodotto di qualità, hanno cambiato più di una casacca anche Maradona, Platini, CR7, Ribery, Robben, Ronaldo........la lista è lunga e Gomez non appartiene a questa schiera di giocatori, era solo per rendere l'idea.......a chi di mente sano non può essere. Quello che ha fatto intravedere Gomez, quando è al top, e ancora non lo è per intero, non lascia adito ad intepretazioni. Due goal, due assist in campionato, un goal in coppa, il tutto in 4 partite, alla faccia delle risorse male allocate.




    Ma in coppia con pepito.......in coppia con pepito..........

    RispondiElimina
  68. Sopravvissuto14 marzo 2014 11:34

    Uhuuhuh.....

    RispondiElimina
  69. Sopravvissuto14 marzo 2014 11:45

    Conte : "...a Firenze, in campionato, abbiamo perso una partita fuori contesto, domenica c'é stato un po' di ritorno dei viola nel finale, questa é stata una partita bella per entrambe le squadre ma siamo stati sfortunati...". Niente da fare, Luddescamente non ammette di "essere stato sotto". Ma non era lui che diceva- agli avversari- che la sfortuna non esiste, esistono solo la Juve e la sua voglia di vincere?

    RispondiElimina
  70. Lele io l'ho vista come Foco, un primo quarto d'ora completamente travolti, poi prendiamo un po' di fiducia dopo la nostra prima mezza occasione e da lì la partita la facciamo noi fino alla fine, pur soffrendo (entro i primi 45 minuti) gli inserimenti di Marchisio e Vidal (traversa su gran colpo di testa) e un Asamoah travolgente sulla fascia, mentre noi col nostro palleggio collettivo ci portiamo spesso con più uomini dentro l'area gobba, ma ce li troviamo davanti schierati e quando tentiano di concledere sembra che il pallone pesi un po'troppo sui piedi dei nostri. Nel secondo tempo proseguiamo sulla stessa falsariga, ancora titicche titocche ma ora siamo più padroni del campo col pressing che parte già dall'area dei gobbi, che iniziano a soffrici dietro anche buttando qualche palla in tribuna mentre quando potrebbero ripartire non hanno più le banane del primo tempo. Io ripeto continuamente alla mi'donna (interlocuore inutile, gl'importa una sega a lei del calcio) "ora meriteremmo, ma 'un la si butta dentro nemmen con le mani", finchè non entra Gomez che ci stupisce con effetti speciali, ricordandoci la differenza tra giocatori che hanno la personalità per certe sfide e altri che non ce l'hanno. La mi'donna rovina il finale, dicendomi "ora però anche lo speciale no eh", prende il telecomando, cambia canale e io mi perdo, inerme, la Calcagno.

    RispondiElimina
  71. La Calcagno secondo me non è niente di che, è completamente rifatta e neanche bene. Qualche anno fa da queste parti circolavano voci (infondate! a cui io non credo assolutamente! Sono sporche menzogne che riporto solo per dovere di cronaca!) secondo le quali fosse l'amante di Sciaboletta, grazie al quale avrebbe fatto carriera, e che addirittura aspettasse un figlio dal suddetto.

    RispondiElimina
  72. stefano vienna14 marzo 2014 12:34

    L'Aldo, quello buono, sul sitone sarebbe da ingaggiare. Nota giustamente che Cuadrado era anche diffidato, forse uno dei motivi per tenerlo fuori all'andata. Al ritorno serve un pò di imprevedibilità in più anche perchè, come già si sapeva, bisognerà vincere. L'1-1 ti assicura il passaggio del turno in caso di vittoria, cosa non da poco. Se col Bayern fosse finita 1-1, magari saremmo passati noi.

    RispondiElimina
  73. Sopravvissuto14 marzo 2014 12:36

    Dove sono le donne Anti del sito...?

    RispondiElimina
  74. Grazie VITA e FOCO, mi par di capire che la difesa a quattro pone patemi e che il baluardo sia sempre più Neto, non un granché come soluzione. I gobbi non si dopano, sennò avrebbero finito con lo stesso ritmo, quindi dovremo fare molta attenzione al ritorno, Conte non è un bischero e va finito con un colpo alla nuca prima di cantar vittoria. Sicuramente caricherà a bestia l'ambiente e giocatori ma magari non partirà a testa bassa da subito.
    La disamina di SOPRA invece mi ha fatto schiantare, ahahahaha.
    ANTO, non ho mai chiesto cambio allenatore neppure a giugno, ma in quella data giusta analisi senza sconti sentimentali. Ovvio che se Montella torna quello dello scorso anno, il problema non si pone.

    RispondiElimina
  75. stefano vienna14 marzo 2014 12:39

    L'analisi migliore della partita l'ha fatta Montella. E' stata la partita che voleva lui. Lasciamo volontariamente le fasce alla Juve che nel primo tempo rischia una mezza goleada, ma la Fiorentina punta sul possesso palla e sfiora il gol un paio di volte. La svolta arriva con l'entrata di Ambrosini, il possesso palla sale al 60% perché finalmente in fase di non possesso siamo più aggressivi. Questo aiuta anche Roncaglia e Tomovic che occupano con più autorità le fasce. Poi con l'entrata di Gomez e quella di Vargas si poteva anche vincere.

    RispondiElimina
  76. Prima di tutto complimenti al Colonnello che ha azzeccato il risultato di parità!In secondo luogo non commento la partita;troppa goduria mista ad un rimpianto latente che mi rattrista...con la risorsa male allocata impersonificata da Gomez accanto al "falso nove" pepito(tutti e due al top della forma,come a Genova per intendersi),dove saremmo oggi?Pensate se le risorse fossero invece state allocate bene!Detto questo vi faccio un regalo: http://www.vecchiasignora.com/topic/264817-juventus-fiorentina-1-1-commenti-post-partita/ Sono più di 100 pagine di offese a Conte e alla squadra da parte dei tifosi che frequentano il sito più "numeroso" della fauna bianconera...bellissima sensazione leggerli.P.s: e questo mi fa pensare...se un marziano leggesse i commenti del sifone e quelli dei gobbi che penserebbe?

    RispondiElimina
  77. stefano vienna14 marzo 2014 12:47

    Troppo severi con Tomovic e Roncaglia, nel primo tempo non avevano aiuto sulle fasce, si trovavano sempre due contro uno. Inoltre il centrocampo iniziale non recuperava palloni, mai un fallo tattico in 45 minuti. Bene in fase di possesso, ma quando la palla l'aveva la Juve non c'era filtro. Tra l'altro Roncaglia nel tikitaka basso della Fiorentina sbaglia poco e contribuisce al possesso palla. Sterile, certo, ma l'obiettivo era appunto quello di non lasciare palla alla Juve.



    Dato statistico più rilevante: possesso palla sale sopra il 60% quando entra Ambrosini, perché? Semplice, la migliore fase di non possesso impediva alla Juve di tenere palla, quindi la palla tornava più spesso sui nostri piedi. Morale: un alto possesso palla dipende sì dalla capacità di palleggiare, ma anche dall'intensità in fase di pressing.

    RispondiElimina
  78. stefano vienna14 marzo 2014 13:36

    Più che la boutade delle risorse allocate male, non voglio pensare a cosa sarebbe successo se fossimo arrivati terzi l'anno scorso e avessimo potuto usufruire dei soldi della Champions. Che squadra avrebbero fatto Pradè e Macia?

    RispondiElimina
  79. Adesso la butta sul fatto che qui qualcuno ha chiesto la testa di Montella, lui può chiedere conto a tutti, anche se per un periodo non brillante qualcuno, colto da amarezza, muove critiche, alcune giustificate oltretutto, al tecnico, ma di quello che ha scritto e che MAI si è verificato ci passa sopra in un nonnulla, lui delle stronzate scritte non deve spiegare niente, dell'inavvenuto e imponderabile che lui solo prevedeva è tutto regolare, meglio cambiare discorso, scrivere d'altro, andare alla ricerca di un errore più grave. E' malato.

    RispondiElimina
  80. Il tutto con il suo ineffabile e aprioristico metro di valutazione dell'onniscente, figlio di profondi studi e conoscenza della materia. E' come se andando da Rubbia gli spiegassi come sia possibile scovare il bosone di Higgs, se m'internano me la cerco.........

    RispondiElimina
  81. Chiarificatore14 marzo 2014 13:53

    Il punto è molto semplice, Leo, di ragioni per criticare Montella, viste le prestazioni ultime della viola, ce n'erano, e speriamo che da ora in avanti non ce ne siano più, criticare invece aprioristicamente l'acquisto di un centravanti come Gomez ed intensificare le critiche approfittando del suo infortunio è inqualificabile.

    RispondiElimina
  82. Lud è intellettualmente disonesto. Basta leggere cosa ha scritto oggi. Fa finta di esultare per il gol di Gomez e subito dopo aggiunge che ha bisogno di conferme da qui alla fine del campionato, come se Gomez fosse un oggetto sconosciuto. E dato che non sa più che pesci predere, si inventa che qui sul sitollock tutti tifavamo perché si perdesse per cacciare Montella e prendere Spalletti. Cosa assolutamente falsa, almeno per quello che mi riguarda, perché ho sempre detto che i conti si fanno solo alla fine di una stagione e che farli adesso, quando tutto è ancora in gioco, non ha senso. E quasi tutti, mi sembra, eravamo su questa linea. Chiaro che abbiamo criticato Montella, ma penso che c'erano tutti i motivi per poterlo fare.

    RispondiElimina
  83. Ma io non son mica come voi: a me la fica mi interessa il giusto, m'importa solo della fiorentina...

    RispondiElimina
  84. Zaller come il Delfino per la pubblicità gratuita (e manco richiesta dal padrone di casa) al Sitollock.
    Zaller come il vicino che ti invidia la tua erba più verde.
    Zaller come il ragazzino delle medie che risponde "non importa, tanto c'avevo judo" ai compagni che lo informano di non volerlo alla loro festa.
    Zaller invitato a scrivere 10 volte alla lavagna "Gomez cheerleader"

    RispondiElimina
  85. stefano vienna14 marzo 2014 14:43

    Colpevolmente non avevo letto il post di pollock. Analisi perfetta della partita.

    RispondiElimina
  86. Sopravvissuto14 marzo 2014 14:49

    In auspicio per i Gobbi ma in realtà che vale per tutti...o quasi.

    RispondiElimina
  87. https://www.youtube.com/watch?v=MaUzJfa2elU

    RispondiElimina
  88. colonel.blimp14 marzo 2014 16:06

    Ringrazio Zemanviola (anche se definirmi SUPREMO qualcosa mi toglie: vorrei che il piacentino non dico che mi portasse un po' più di rispetto ma almeno non lesinasse così meschinamente sugli aggettivi) ma il da me tanto sperato ravvedimento montelliano, che ho per tempo premiato, come ricorda DKNE, col pronostico scientifico di pareggio per la partita di ieri, mi impedisce di rinnovare richiesta instante di LUCIANO. Essa sarà reiterata dinanzi a non auspicabile eliminazione giovedì, perché allora rimarrebbe solo la Coppa Italia da salvare. Ma per me, se Cavasin fa giocar bene la squadra e la squadra vince, Cavasin è il miglior tecnico. Quindi Zemanviola, tu sei LOUIS-FERDINAND redivivo ma LUCIANO può attendere.

    RispondiElimina
  89. colonel.blimp14 marzo 2014 16:19

    Scusa Lele, ma io cosa ho tolto a Neto per ieri sera? Gli ho dato 6,5, quanto dovevo dargli? Cos'ha fatto di trascendentale? Ha dato immagine di sicurezza al suo reparto e parato quel che era giusto parare. Ho anche stigmatizzato chi si era focalizzato su un paio di rinvii co' piedi imbananati, o icche tu voi di più?

    RispondiElimina
  90. colonel.blimp14 marzo 2014 16:25

    «Una volta infortunatosi Rossi, i nodi sono venuti al pettine: la poca
    adattabilità di Gomez ed Ilicic al gioco viola si è manifestata. Niente
    ha potuto il tecnico per ovviare a queste carenze».



    Dal che si può dedurre, in alternativa o in compresenza, che: 1) di colpo il tecnico ha trovato la ricetta miracolosa per ovviare a queste carenze (quelle di aver comprato Gomez e Ilicic, gli eroi di ieri; 2) Gomez e Ilicic non sono inadattabili al gioco viola; 3) chi ha scritto le righe sopradette non ha mai tirato un calcio a un pallone.

    RispondiElimina
  91. Chiarificatore14 marzo 2014 16:29

    Per quanto riguarda il mio giudizio su Pizarro, Lele ha detto perfettamente.
    Non sono invece così spietato come dice lui con Ambrosini.
    Quelle cose le dicevo di Migliaccio.

    RispondiElimina
  92. Sopravvissuto14 marzo 2014 17:26

    Zorro sempre in agguato....contro i vari Sergente Garcia del caso... (Maremma in QuaNti ci leggono!!!)

    RispondiElimina
  93. Sopravvissuto14 marzo 2014 17:31

    Visto il video suggerito più sotto....Arturo sempre duro???...

    RispondiElimina
  94. colonel.blimp14 marzo 2014 19:24

    Persino Louis che di calcio capisce una spettacolosa sega (dismissione-pontellizzazione, Larrondo, Sissoko e Matri docent) cerca di spiegarlo, a Lucid Willer, che Dynho in campo e nei suoi cenci una certa differenza la fa... E quando Gomez giocherà con Cuadrado il sacrificato chi sarà, al prossimo mercato estivo, Pepito, secondo il vangelo di Zazà? Ahahahahahahahahahah! Lud, torna qui! Sùbito! Lo esigo! In cloaca non ti apprezzano, ti fanno lezioni di spagnolo, ti prendono a mazzate di golf, 'sti sardegnoli! Il pensiero debole accetta le contraddizioni e tu ce l'hai debolissimo! Sei all'avanguardia della modernità! Qui, da noi, dove le tue fantasie ci accendono più di una fica desnuda (a Foco poi... e la latenza di Jordan, dove la metti? Te lo dico io dove la metti... ahahahahahah!)! Torna, Leggenda! Supermario ti ha battezzato, noi facciamo la comunione, Lele s'incarica della cresima! Ahahahahahahahahah! Lud Lud Lud Lud Lud Lud Lud!!!!!!!!

    RispondiElimina
  95. Sei veramente crudele, abbi umana comprensione per chi ha evidenti problemi.

    RispondiElimina
  96. colonel.blimp14 marzo 2014 19:39

    Ma quali problemi, Anto? I problemi li ha fatti venire a voi! Io conoscevo la sua maestà, le mie cicatrici sono antiche, ma voi pulcini siete stati travolti! Ci vuole una task force di psicoanalisti, adesso, per rimettervi in sesto dopo le cazzahe oggi da lui sparahe per cercar di minimizzar le cazzahe sparahe su Gomez che erano stata sparahe per spazzare le cazzahe sparahe su Ljajic! Lud, qua, sùbito! A spiegare a questi manfani che di Gomez tu avevi CAPITO TUTTO! Lud, sdaiolo ad honorem, qua a insegnare ai BIFOLCHI! Lud Lud Lud Lud Lud Lud Lud!!!!!!

    RispondiElimina
  97. Chiarificatore14 marzo 2014 19:47

    Quello che chi è ossessionato dai moduli non vuole capire, è che la scelta che un allenatore fa riguarda sempre prima gli uomini e su quella base sceglie il modulo più adatto.
    Ieri, per riprendere il controllo del gioco, Montella ha deciso di mettere in campo quanto di meglio ha a centrocampo, persino abbondando, poi, ciliegina sul dolce, ha forse iniziato a capire che Pasqual non può essere della partita.
    Allora, dico io, noi che abbiamo criticato Montella tutte le volte che non faceva quanto sopra, ora che lo ha fatto, dobbiamo solo sentirci appagati, tanto più che il campo ci ha dato ragione.

    RispondiElimina
  98. colonel.blimp14 marzo 2014 19:50

    Sì, però, Zemanviola, tu che sei un airone alto volante sopra i merdoni, sopra il beberrismo mentecatto e con papà becco di cloaca, non devi infilarti in discorsi faveschi su Gomez! Così riesci pure a far passare Louison («Le Journal des Femmes»... ahahahahahahah!) come una persona intelligente! LUCIANO a Gomez gli farebbe il pane a mollichine e gli imboccherebbe il brodo col cucchiaio, altro che Toni! O Zemanviola! Ti rinludisci miha?

    RispondiElimina
  99. Chiarificatore14 marzo 2014 19:51

    Va da sé che un calciatore come Gomez è utile in qualsiasi modulo, anzi esalta qualsiasi modulo.
    Va da sé che solo immaginare che possa esistere una incompatibilità tra Gomez e Cuadrado, in qualsiasi modulo, è da considerare un delirio della mente, allo stato puro.

    RispondiElimina
  100. colonel.blimp14 marzo 2014 19:54

    Ma aspetta, Chiari, aspetta e vedrai che anche Pepito verrà dichiarato incompatibile, una volta che Cuadrado avrà folgoreggiato insieme a Gomez! Ciò, beninteso, fino al ritorno in campo di Pepito medesimo, che con una doppietta alla prima partita, con Gomez accanto e Cuadrado dietro, sfonderà il deretano luddesco con stantuffata sifferdica.

    RispondiElimina
  101. colonel.blimp14 marzo 2014 20:02

    Comunque, Lud, a distanza si ragiona male: tu devi venire qui, tra noi, geometri e macellari, sardi e bifolchi, a spiegare come e qualmente Gomez cadde e risorse e tu la vedesti e la dicesti sempre giusta. Spiega, racconta, ERUDISCICI!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  102. colonel.blimp14 marzo 2014 20:04

    «siffredica», qua sopra: ma tanto s'era capito, che di cazzinculo a Zazà si trattava. Chiedo scusa per la bifolcata ma ho frequentato troppo a lungo Auxology e ruttato troppo in faccia agli sdaioli (ahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  103. Colonnello, io credo che ZV in fin dei conti un po' fava lo sia e che di calcio capisca il giusto, se non di meno.

    RispondiElimina
  104. Sopravvissuto14 marzo 2014 21:19

    BLIMP, vile... tu uccidi un uomo giá morto. Maramald...eggiante.

    RispondiElimina
  105. Con Gomez e Pepito abili questa diventa, è senza dubbio una rosa da secondo posto. Il ragionamento che avevo fatto non teneva conto di questa eventualità perché non li abbiamo avuti per un campionato intero, la correzione è d'obbligo.

    RispondiElimina
  106. Ovvio, chiaro, cristallino.

    RispondiElimina
  107. Sbagli Mc, gigioneggia per iperbole ma ci capisce.

    RispondiElimina
  108. Ambrosini, anche ieri sera, non è stato deleterio come voi lo descrivete anche quando fa bene. Che sia un po' finito nessuno lo mette in dubbio, che serva come il pane in tante partite, magari non tutte per i 90', è altrettanto vero.

    RispondiElimina
  109. Ha fatto incazzare tutti noi, è vero, ma lo si deve perdonare, non è colpa sua, bisogna solo comprenderlo. Se vuoi farlo tornare qui per fare un'opera buona, può andare bene, se è solo per prenderlo per il culo e farlo prendere per il culo da altri, è crudeltà allo stato puro.

    RispondiElimina
  110. ACF Fiorentina comunica che gli accertamenti diagnostici eseguiti all’atleta Matias Fernandez, in seguito al trauma distorsivo alla caviglia subito durante la gara di ieri, hanno evidenziato una lesione parziale del legamento deltoideo della caviglia destra ed una infrazione del calcagno. L’atleta ha già iniziato le terapie del caso che prevedono comunque astensione da carichi per 10 giorni. Al termine del periodo saranno eseguiti nuovi accertamenti. (Violachannel)

    RispondiElimina
  111. colonel.blimp14 marzo 2014 22:40

    Allora è un casino, per la partita di giovedì e per Napoli.

    RispondiElimina
  112. http://m.youtube.com/watch?v=GhBPP3X7rOQ

    RispondiElimina
  113. colonel.blimp14 marzo 2014 22:49

    Il post più impietoso e lapideo mai scritto su Montolivo:

    «14/03 22.41 Majin_Buu Montolivo
    è costretto ad impegnarsi sempre al massimo per essere almeno preso in
    considerazione. E questo lo ha sempre fatto. Sono convinto che lui stia
    dando il 110% da circa 4 anni. Il problema è che è scarso».

    Roba da fare andare di traverso la caponata di Giorgio anche a un affamato nel deserto. Tritaion Anemon era un bonaccione, al confronto.

    RispondiElimina
  114. colonel.blimp14 marzo 2014 22:50

    Anto, io credo che Lud possa dare di meglio, di più.

    RispondiElimina