.

.

giovedì 20 marzo 2014

Comunque godere

Non ci può essere un primo giorno di primavera senza che sbocci una “Fiore”, visione forse un po’ troppo romantica, per un passaggio del turno addobbato di gigli. Ma Diladdarno la visione può essere anche molto meno poetica, più terrena, un vicolo sulla partita, che sa di piscio, e dove ad addobbare l’evento ci potranno essere i moccoli della passione. Cibo e donne di strada, lampredotto e primo vero stop alla passione solo a un quarto all’otto. Per capirsi, sarà un bordello. La foto inviata dalla Bice mostra in esclusiva la coreografia che riprodurrà l’Hotel Amour a Parigi nella versione Albergo Popolare di via del Leone. Sarà forse una trombata, oppure lo prenderemo nel culo nel più tipico dei “chi capita capita”. Non entro nel merito, preferisco entrare in un pertugio di speranza tutta bagnata, niente tattica ma tatto e tette, insieme a tutte le godurie del mondo racchiuse dentro a SkyBox che diventano peep show per l'occasione. Non ci sarà spazio per la poesia stasera, no, ma solo sesso, magari fatto con poesia, oppure anche no. Comunque fatto. Non sarà il giorno più adatto all’astinenza sessuale, non c’è motivo filosofico o religioso valido, neanche motivazioni pratiche come ad esempio la paura di gravidanze indesiderate, perché si può anche rimanere incinta di un passaggio ai quarti per partorire poi una bella coppa di nome Europa League. Si, è vero che farebbe concorrenza sleale ai nomi dei figli di Totti o Briatore, ma non si può sempre guardare il capello quando dall’altra parte ci sarà un allenatore con i capelli di Conte. E se qualcuno ha paura delle malattie sessualmente trasmissibili sappia che tanto la partita non la trasmettono in chiaro, e siccome non siamo razzisti ci va bene anche se ce la trasmettano di colore. No all’ascetismo e si alla fornicazione, no all’autocontrollo anche perché sarà un casino arrivare con l‘auto fino allo stadio,  si invece alla pulsione sessuale anche elettrica, ricordiamoci che anche i preti trombano. Riguardatevi “Uccelli di rovo” che in originale si sarebbe dovuto chiamare “Cazzi amari e non dolci come la marmellata di more di rovo della Chiaverini”. Oggi non è permessa la masturbazione, nessuna sega mentale, nessun pensiero male allocato. Senza contatto sessuale della passione è impossibile concepire una grande emozione, e se proprio uno non riesce a lasciarsi andare metta pure un preservativo sulla paura della pontellizzazione o sul fatto che Gomez non è l’ideale come invece lo sarebbe stato Gabbiadini. Insomma, sono in mezzo alla tempesta ormonale perfetta, attendo solo di godere, chi gioca gioca, o come dicevamo prima “chi capita capita”. Tutto può succedere ed io non faccio solo discorsi, offro soluzioni a tutte le evenienze. Il mio consiglio per stasera è quindi “Comunque godere”, e distribuisco un volantino con le istruzioni per l’uso.

Se stasera sei nervoso
dispiaciuto oppur deluso
non restare sul divano
a pensare in modo strano.
Metti in moto gambe e ruote
e fai il giro dei viali
da una parte troverai
chi allontana tutti i guai,
che sia a un tiglio,
ad un lampione,
o vicino alla stazione.
Alta,
bassa,
bionda o mora,
c'è un'offerta che innamora.
Medicina benedetta
da comprar senza ricetta.
Immediato è il buon effetto
e poi ritornatene a letto.

48 commenti:

  1. Stasera avanti con Neto; Tomovic, Gonzalo, Savic; Cuadrado, Aquilani, Pizarro, Valero, Vargas; Gomez, Ilicic

    Il mio dubbio è l'atteggiamento iniziale: meglio aggredire subito la juve, visto che non se lo aspettano, o farli sfogare per poi emergere alla distanza nel secondo tempo? Io propendo per la prima ipotesi.

    RispondiElimina
  2. colonel.blimp20 marzo 2014 08:27

    Pasqual e Ambrogio nella formazione iniziale? Siamo fuori. Uno dei due soltanto? Ce la giochiamo fifty fifty. Nessuno dei due nella formazione iniziale? Passiamo il turno.

    RispondiElimina
  3. Chiarificatore20 marzo 2014 08:28

    Elementare Watson!

    RispondiElimina
  4. Se giocherà a quattro dietro, Vargas dovrà giocare davanti (ma sarebbe un errore, perché se hai uno come Ilicic devi farlo giocare quasi sempre). All'andata ero per Gomez dall'inizio, ma visto l'impatto che il Dino ha avuto a gara in corso, propenderei ora per Matri dall'inizio. Loro, come sempre quest'anno, partiranno forte ma caleranno alla distanza.

    RispondiElimina
  5. Chiarificatore20 marzo 2014 08:32

    Per uno dei due, però Colonnello, io intendo Ambrosini, altrimenti avremmo meno del 50%.

    RispondiElimina
  6. Stefano Vienna20 marzo 2014 09:03

    Svegliato con addosso pessimismo cosmico che si alternera' a fasi di euforia irrazionale nel corso della giornata. Pane per il mio psicologo se ne avessi ancora uno. L'ultimo si ostinava a non comprendere quanto fossi stato traumatizzato dalla doppia finale di Coppa Uefa, specialmenente l'andata, e lo mandai a cagare (sempre avuto il sospetto fosse gobbo).

    RispondiElimina
  7. Aggredire (o meglio, cercare il nostro gioco, con la miglior formazione possibile) da subito, non è nelle nostre corde contenere, se puntiamo tutto sul secondo tempo è matematico che regaleremo loro il primo, con grossi rischi di beccarne (anche all'andata, nel primo, potevano farcene un altro paio) e la certezza di non farne. La differenza tra inizio e finale della gara d'andata penso sia stata non una tattica studiata ma una contingenza. Se nel secondo tempo saremo stanchi, lo saranno anche loro, con la differenza che a 'sto giro anche loro a ricambi non saranno messi meglio di noi: ipotizzando Neto- Tom-Gonzalo-Savic Cuadrado-Aquilani-Pizarro-Borja-Vargas Ilicic-Gomez, contro Buffon- Caceres-Bonucci-Chiellini Licht-Pogba-Pirlo-Vidal-Asamoah Tevez-Llorente, noi per il finale avremmo Roncaglia-Pasqual-Ambrosini-Joaquin-Matri-Matos, loro due primavera, Isla, Padoin, Osvaldo e Vucinic.

    RispondiElimina
  8. Io temo soprattutto l'eccessiva importanza che si sta dando a questa partita. I toni da ultima spiaggia, i proclami che si leggono qua e là. Stasera possiamo vincere o perdere con le stesse probabilità, ma va detto che i giocatori della Juve sono in generale più abituati dei nostri a giocare partite di questo tipo. Sul piano tecnico le due squadre sono abbastanza vicine, ma la Juve si fa nettamente preferire nella sua fase difensiva. Ed è nella difesa che la Fiorentina deve compiere il vero salto di qualità, perché, per il resto, è già squadra che potrebbe lottare per i primi due posti. Dovessi fare un pronostico, direi che stasera a passare sarà la Juventus, ma la dea Eupalla, in partite come questa, può rivolgere la sua benevolenza verso il più debole. Insomma, stiamo a vedere. L'importante è sempre e comunque dare il meglio di noi stessi in modo da non avere rimpianti e fare i conti, ma solo alla fine.

    RispondiElimina
  9. Sopravvissuto20 marzo 2014 10:03

    MCGUIRE, degno discepolo di Seneca; la tua premessa é ottima, vera ("I giocatori della Juve sono in generale più abituati dei nostri a giocare partite di questo tipo...") ma le conclusioni le suggerisco io: abituati si ma guardando i risultati della Juve-ultimi tre anni e soprattutto questa stagione- in Europa non sembrano così vincenti. Ci sono tanti tipi di "partite di coppa", mutatis mutandis, ma la Juve non é così vincente, analizzando ultimi dati da un anno ad oggi (sconfitta C.Italia co' o' Nappul' a maggio scorso anno, pareggio in Danimarca, pareggio con Mamma li turchi in casa-Galatasaray- e sconfitta nella patria di Atatürk, fuori dalla CL con 5/6 punti e fuori dalla Coppa Italia al primo vero ostacolo....). Questa Juve isolazionista in Italia fa si paura ma se Noi avremo paura. Questa Juve bigotta, egoista, operaia, conformista, finta-patriottica guidata da un vero condottiero (Conte) che davanti alla tv diventa un Obama in technicolor, venditore di fumo. Questa Juve come il Texas, entrambi produttrici di ricchezza (calcistica e petrolifera) ma così sofferenti davanti alle inglesi una, al New England l'altra...England europea con appeal, strutture e ascendente sull'Europa, il New England Usa salotto intellettuale d'America. L'elite bianconera resiste ma la borghesia italiana dei Della Valle sale lentamente....Se mi chiedessero quale pena poter infliggere alla Juve, direi, alla maniera di John Gunther, "Tingerle di viola le casacche e subire arbitraggi Calvaresiaci". (J. Gunther, cosa farebbe a Hitler? "Tingerei di nero e porterei in campi di cotone, in epoca schiavista"). Forza viola!!! (Non avevo notato: l'arbitro di Torino-Napoli era Calvarese!! Come non vide fallo su Cuadrado al 92', lunedì non ha visto fallo di Higuain. Mitico TdC Calvarese...o TdCalvarese?!)

    RispondiElimina
  10. stefano vienna20 marzo 2014 10:22

    Avresti pure ragione, ma per i giocatori questa partita non ha lo stesso valore che per noi tifosi. Per me ha un valore esistenziale, non credo l'abbia per Gomez e co. I giocatori sono professionisti ben pagati, per una volta meglio così.

    RispondiElimina
  11. Pare che i gobbi siano a fare la rifinitura al campo sportivo di Sesto... Colpo basso per me, tradimento letale per il mio cuore!

    RispondiElimina
  12. stefano vienna20 marzo 2014 10:25

    Oggi chi gioca gioca, non mi appassiona la tattica. Questa è una partita che si giocherà sui nervi. Giocasse pure Bakic, spero solo di arrivare alle nove senza traumi eccessivi. Che si vinca o si perda.

    RispondiElimina
  13. stefano vienna20 marzo 2014 10:27

    Comunque Conte sta facendo di tutto per cancellare nella mente dei suoi giocatori qualunque ricordo del 4 a 2. Devo dire che, come nemico, Conte lo rispetto, non è uno che si tira indietro, sa che la Fiorentina è la nemica storica della Juventus. Che dire, per me è un onore.

    RispondiElimina
  14. Chiarificatore20 marzo 2014 10:32

    ...forza Viola e juve merda.

    RispondiElimina
  15. stefano vienna20 marzo 2014 10:42

    Se l'Amour della foto fosse aperto, sarebbe da passarci le prossime otto ore. Pollock psicologo!

    RispondiElimina
  16. Altra seduta Stefano, ancora per allentare la tensione. Prendete nota.

    http://food24.ilsole24ore.com/2014/03/undici-imperdibili-assaggiati-taste/

    RispondiElimina
  17. stefano vienna20 marzo 2014 10:49

    Grazie Pollock, dopo moglie e figlia, sei la mia áncora, il mio giubbotto di salvataggio...

    RispondiElimina
  18. stefano vienna20 marzo 2014 10:51

    Però, se proprio devo dire la mia sulla formazione, allora io partirei così, all'arrembaggio con Cuadrado terzino basso.


    Neto
    Cuadrado-Savic-Gonzalo-Tomovic
    Aquilani-Pizarro-Ambrosini
    Valero-Ilciic
    Gomez

    RispondiElimina
  19. stefano vienna20 marzo 2014 10:52

    Anzi no, Vargas al posto d'Ambrosini.

    RispondiElimina
  20. https://www.youtube.com/watch?v=7sgUVP7-Eyo

    RispondiElimina
  21. Secondo me è uno sbaglio sempre e comunque dare un valore esistenziale ad una partita di calcio. Per me sono ben altri i valori esistenziali, quelli veri che contano nella vita.

    RispondiElimina
  22. stefano vienna20 marzo 2014 12:19

    Mi avete lasciato solo, ma che per caso Renzi ha riaperto le case chiuse in Italia? M'era sembrato di capire che metteva all'asta le auto blu, mi sono perso qualcosa?

    RispondiElimina
  23. stefano vienna20 marzo 2014 12:21

    E comunque non siete giustificati, avranno sicuramente il wlan gratuito

    RispondiElimina
  24. stefano vienna20 marzo 2014 12:22

    No, meglio Ambrosini.

    RispondiElimina
  25. Sopravvissuto20 marzo 2014 13:28

    Caro STEFANO WIEN, il COLONNELLO va emendato (ahaha ahahah ahahaha ieri "Il figlio del Perozzi" ha emendato Montella, verbena volant scripta maneant....ahaha ahahaha) perché non ti ha informato che siamo tutti in ritiro, con la squadra. Ahahaa ahahaha ahahhaa.....

    RispondiElimina
  26. Sopravvissuto20 marzo 2014 15:14

    TG-salute...

    RispondiElimina
  27. Sopravvissuto20 marzo 2014 15:16

    Fiori per tutti...?

    RispondiElimina
  28. Tutti concentrati stasera?

    RispondiElimina
  29. Qualcuno distragga il Chiari, che ha lo sguardo fisso sul video peggio che in Infinite Jest. A me sta venendo un gran mal di testa (di solito porta fortuna). Oggi più che mai vorrei essere allo stadio.

    RispondiElimina
  30. Chiarificatore20 marzo 2014 17:33

    Nulla mi distrae.

    RispondiElimina
  31. Sopravvissuto20 marzo 2014 17:43

    Come Coccolino.

    RispondiElimina
  32. Rilassatevi, ragazzi, altrimenti andate troppo tesi in campo. Se vi scappa da vomitare per la tensione, andate in bagno.

    RispondiElimina
  33. Dovevamo essere in vantaggio, viste le occasioni. Ilicic male come gli è accaduto all'andata. Speriamo che si riscatti con una magia. Pizarro più di così non può dare, soprattutto se pressato. Cuadrado terzino è sprecato ed obbliga oltretutto anche Aquilani ad un lavoro difensivo, con doppia limitazione.

    RispondiElimina
  34. L'abbiamo buttata nel primo tempo e per colpa di un atteggiamento rinunciatario dall'entrata di Ambrosini in poi.

    RispondiElimina
  35. Praticamente finita cazzo
    Saluti a tutti, vado in vacanza e torno fra una settimana, speravo di partire con un umore migliore, comunque per una settimana non penserò al calcio

    RispondiElimina
  36. Gonzalo ingenuo, ma l'abbiamo persa per colpa di due infortuni: Mati e Pizarro. Bravi comunque.

    RispondiElimina
  37. Errore madornale di Gonzalo in marcatura che ci costa la qualificazione, oltre a quelli gobbi che hanno mancato occasioni facili. Comunque questo tikitaka monocorde e infruttoso m'avrebbe bell'e divertito.

    RispondiElimina
  38. Il solito golletto a partita ci condanna. Siamo stati però piccoli piccoli. Una Juve normale ci elimina senza dominarci. Gonzalo nella partita più importante due interventi da dilettante. Onore per questi due anni viola, ma il prossimo anno la difesa va rifondata da qui. Perso Mati e il tanto osteggiato Pizarro, a centrocampo siamo scomparsi. Ma oggi questa è la nostra dimensione. Che amarezza, avrei digerito diversamente la stessa eliminazione da parte di chiunque, ma da parte dei gobbi mi tira tremendamente il culo.

    RispondiElimina
  39. Azioni concertate in attacco zero, due ripartenze fortuite con Gomez e Ilicic. Non meritavamo, e lo dico con tutta la tristezza che ho in questo momento. Non ce la siamo giocata, li abbiamo aspettati sapendo che non è nel nostro Dna. Mordente? Quando mai?

    RispondiElimina
  40. Il Disqus si è pappato il mio commento, ma tanto non era niente di eccezionale. Alla fine mi sento tranquillo, credo che la squadra abbia fatto il massimo per quello che è in questo momento.
    Quest'anno sarà molto importante per tanti motivi, uno è che ci ha regalato un ulteriore campione e in un ruolo decisivo come il portiere. Sappiamo che possiamo fare queste partite e sappiamo che l'anno prossimo partiremo da almeno quattro,cinque campioni assoluti in squadra. Vinceremo la coppa Italia e, a differenza del passato, sarà un punto di partenza.

    RispondiElimina
  41. Bravo Foco, sperando che Neto non faccia come Ljajic. La squadra ha fatto la partita che doveva fino all'infortunio di Pizarro. Gonzalo non ha colpe sul primo giallo, ma è stato poco reattivo nell'azione del secondo. Ad ogni modo, la punizione al limite l'abbiamo avuta anche noi, solo xhe l'abbiamo tirata di merda.

    RispondiElimina
  42. Il tuo finale era l'incipit del mio commento fagocitato dal disqus.

    RispondiElimina
  43. Forse è l'unica cosa che può e poteva far bene Ilicic, perché per il resto sembra un corpo estraneo, anche se stasera non era certo l'unico.

    RispondiElimina
  44. Sopravvissuto20 marzo 2014 22:37

    Se mai ci fosse un dubbio sull'utilità di un "palleggiatore" rispetto ad uno "di rottura", questa sera il dubbio è stato tolto: uscito Pizarro ed entrato Ambrosini la Fiorentina si è consegnata alla Juventus.
    I primi 10/15 minuti, di regola, la Juve aggredisce, chiude l'avversario e segna...la Fiorentina decide di aggredire, giocare alta ma non segna, nei primi 15 minuti di stasera. 
    Un tempo giocato alla pari ma la Göeba sembrava il lupo che sbadiglia davanti a una preda. Le fasce della Fiorentina non hanno mai mai mai supportato l'ottima mole di lavoro del centrocampo e questo alla lunga ha sfiancato i tenori; Aquilani ad aiutare Vargas che non fluidificava, Cuadrado a giocare esterno di difesa, Valero a pressare, tamponare e cucire. Oggettivamente qualcosa non andava nella viola, bel gioco si ma un po' snaturato e asfittico.
    Conte ha fregato Montella con le armi usate da Vincenzino in precedenza: tanta corsa viola ma a vuoto, secondo tempo juventino tikitakeggiante, con Pogba una spanna sopra tutti e atteggiamento sornione. La viola per un'ora non ha più tirato in porta, l'uscita di Pizarro ha condizionato gravemente la manovra, i due falli di Rodriguez ricorderanno alla dirigenza che occorre un marc'antonio prestante, alto,"fisico", per poter gareggiare contro attaccanti di spessore europeo. La Juve mangiava gol, la Fiorentina polvere e...l'uscita di Gomez ha significato tanto per la squadra e i tifosi, tanto in senso negativo. Il gol su punizione(lavorone da grande punta, di Llorente) di Pirlo ci ricorda anche che la prima punizione a favore viola, dopo un minuto e mezzo, è stata gettata alle ortiche, come altre punizioni tirate basse o corte...mah...Sono schemi?
    Personalmente non vedo grandi errori di Montella (Cuadrado sacrificato si, l'unico a poter creare superiorità numerica...Prima Matri e poi Gomez forse, ma forse, era meglio) ma piuttosto un'ansia da prestazione della squadra, come la maggior parte dei tifosi. 
    La Juve di stasera non aveva i ritmi "da Juve" e neanche la grinta "da Juve" ma aveva la "voglia da Juve" e la "decisione da Juve". Dettagli, da grande squadra. La Fiorentina, in 10, ha boccheggiato attendendo il fischio liberatorio, altrimenti sarebbe stata veramente corrida, degli juventini.
    NETO 6,5: per ora il miglior "acquisto" della stagione, tra quelli in campo. Sicuro.
    TOMOVIC 5,5: diligente ma è uno che deve fermarsi agli Ottavi, nulla di più.
    RODRIGUEZ 5: chiusure stupende, anticipi (unica arma deterrente contro Llorente)... ma se non azzecca proprio l'anticipo...frittata. Due gialli fanno un rosso. I suoi pianti all'uscita sono i nostri. Nessun rinvio sbagliato. Colpevole.
    SAVIC 6: tiene la barca durante le mareggiate gobbe, usa scimitarra e non fioretto; pecca negli appoggi ma è risaputo. Certezza.
    VARGAS 5: non copre, non affonda, ibrido che non ha sapore. Languido.
    CUADRADO 6: deve fare la spola ma le tre volte che toglie la spoletta potrebbe far male. Sacrificato, Conte ringrazia.
    AQUILANI 6: corre ovunque, rincorre chiunque, aiuta tutti e perde lucidità. Arriva sino in fondo ma deve alzare bandiera bianca. Futura bandiera.
    PIZARRO 6: con lui in campo gestiamo bene la partita, mascherando lacune ; regala preziosismi senza paura alcuna. Uscito lui, spenta la luce. Faro.
    VALERO 6: vuole strafare ma non sempre riesce; fa tante cose (pressa-cuce-attacca-rincula-marca-dribbla) ma nessuna perfetta. Bald-o man.
    GOMEZ 5,5: sarebbe bastato poco, tipo servirlo un po' di più. Solo.
    ILICIC 5:  notato per un imbarazzante tiro avendo davanti due pali distanti 7 metri e più, una traversa alta quasi tre metri, una rete che impacchettava quei tre pezzi di legno e nessuno a contrastarlo. Calloni Egidio, capelli strani.
    AMBROSINI 5: nulla aggiunge, molto toglie. Destinazione Quatar.
    MATRI 4,5: un coniglio bagnato avrebbe dato di più. Futuro?
    RONCAGLIA SV.

    RispondiElimina
  45. Stasera lo dobbiamo riconoscere, uscito Pizarro abbiamo smesso di giocare, poi l'impotenza totale davanti alla punizione di Pirlo e alla melina bianconera osservata in inferiorità numerica. In ombra Ilicic, Vargas e Aquilani, ma a Montella stasera non si può contestare nulla, ha messo tutti gli uomini che chiedevamo (con un modulo differente, ma Gomez, Pizarro, Ilicic e Vargas li abbiamo invocati e li ha messi) con l'approccio che chiedevamo. Miglior arbitro del mondo una sega, ammonisce Gonzalo per un fallo tattico, non ammonisce Chiellini per una vistosa trattenuta tattica; per non parlare del mancato rosso a Tevez, sebbene ormai fosse ininfluente sul risultato. Solo vincendo a Napoli e poi col Milan si può riaprire la lotta al terzo posto, recuperare 10 punti è molto improbabile (ma guai se anche i giocatori smettono di crederci). Poi la Coppa Italia, l'unica cosa che può restituirci un sorriso in quest'annata sfigata.

    RispondiElimina
  46. Non abbiamo trequartisti e nonostante questo non ci sono inserimenti del centrocampo, mai, e si gioca con una punta sola. Montella non cambia nulla della sua filosofia, a parte Cuadrado stasera e non mi è sembrata una grande trovata. Non capisco e non mi adeguo. Gonzalo non garantisce, speriamo in Hegazi o un titolare/sostituto all'altezza. Pizarro un altro anno no, Aquilani corre e basta quest'anno, Ilicic è inutile, Vargas ha già sparato le ultime cartucce oramai. Se vogliamo cercare di arrivare più in alto ci mancano 4-5 giocatori di livello. Wolski, Vecino, Alonso, Bakic, Rebic, a parte la EL, dove sono? Chi l'ha detto che il Wolski è peggio di Ilicic? Bakic di Ambrosini? Vecino di Aquilani? Alonso di qualsiasi altro a sinistra? Rebic di Matos? Montella Montella ti manca il coraggio, ma la paura è cattiva consigliera.

    RispondiElimina