.

.

giovedì 27 marzo 2014

Dio e la Fiorentina

Per cominciare intanto metto una foto di Firenze che è meglio, e menomale che il Brennero mi porta via da tutto e da tutti, anche da Matri, e non è un attenuante la mancanza di tempo necessario per analizzare questa brutta partita, come non voglio usare le attenuanti delle assenze pesanti per giustificarla. Anzi, dirò che quei pochi punti fermi rimasti quali sono Borja Valero, Cuadrado e Gonzalo deludono. Non si salva nessuno tranne Ambrosini, a dimostrazione che la squadra è svuotata di testa e stanca di gambe. Un gruppo che ha dato tutto e che le continue mazzate degli infortuni non riesce più a pararle, ma forse così ricado nel vizio della giustificazione e allora smetto subito. E’ comunque eviente che siamo riusciti a rianimare una squadra di morti che andavano a uno all’ora. Non parlo di Matri per decenza e neanche di Roncaglia che è ancora più indecente di chi si è spogliato davanti alla Venere del Botticelli. Posso solo dire che non so davvero se Matri sia un giocatore forte, un dubbio che mi assale e che è lo stesso di quando mi chiedo se sono intelligente o se solo mi sforzo di esserlo. Menomale che Bressanone mi assorbe e Bolzano mi fagogita isolandomi dai fumi di questa sconfitta, del resto essere tifosi Viola altro non è che il regalo per una vita che per metà è rovinata dai genitori e per l’altra dai figli. In poche parole il più classico degli zero a due casalinghi. Non voglio ascoltare nessuna dichiarazione o leggere nessun commento, anche se sono convinto che non sia il dopo partita di una sconfitta come questa il luogo dove si ascoltano più stupidaggini, penso invece che sia più un quadro in un museo. Mi auguro di cuore che possiate reagire a questa battuta di arresto, non potrò leggervi e non vorrò leggervi, fatevi forza anche se per voi so che sarà più dura, perché per perdere la testa bisogna averne una e io non avendola non la potrò perdere, e penso anche a chi pur avendola come qualcuno di voi, non la potrà perdere nemmeno per una donna perché magari è single. Ragazzi sfogatevi pure, vi metto a disposizione questo spazio, usatelo pure per drenare la delusione, se vi può aiutare rifatevela pure con Montella e anche con me che lo difendo, tanto non vi leggerò. Chiudo in corsa, che alla fine è la cosa più veloce, perché la partita, invece, è stata la dimostrazione che ha ragione chi non vuole la moviola in campo, visto che a queste velocità risulterebbe davvero uno spreco. Comunque ricordatevi che Dio ha creato tutto dal nulla, ma il nulla traspare soprattutto da quello che è riuscita ad esprimere la Fiorentina. Quindi la Fiorentina gioca da Dio.

152 commenti:

  1. bravo Pollock, vero sillogismo, degno di Socrate

    RispondiElimina
  2. colonel.blimp27 marzo 2014 01:10

    Montella non ha colpe, raccoglie semplicemente l'eredità di Sinisa. Diciamolo. E lasciamo che l'eredità di Montella, per par condicio, pesi come un macigno sulle spalle di LUCIANO.

    RispondiElimina
  3. colonel.blimp27 marzo 2014 01:20

    Ma state male? Mi sembrate tutti [lu]cianotici! Però che vaccata non far giocare Montolivo! E' lì che abbiamo già cominciato a perderla. Attenti alle critiche premature, non buttate via l'acqua col bambino, abbiamo perso prima Gomez, poi Pepito, poi di nuovo Gomez, gli arbitri, i pali, arrivare quarti o sedicesimi è la stessa, sesto fatturato, facciamo miracoli, Montella ce lo invidiano tutti, con questa mentalità a Firenze non si vincerà mai niente, un allenatore ha bisogno di almeno tre anni (e dell'antitetanica; in assenza di questa, del porto d'armi; ma va bene anche la Cartafreccia), cerchiamo di essere equlibrati nei giudizi, e poi le altre cos'hanno fatto.

    RispondiElimina
  4. La cosa peggiore non è ciò a cui stiamo assistendo, ma la consapevolezza che, rimanendo Montella (che ovviamente rimarrà), la prossima stagione andrà nello stesso modo.

    RispondiElimina
  5. Chiarificatore27 marzo 2014 07:33

    Ambrosini si è salvato? Ma certamente. Peccato che salvandosi abbia tolto il gioco alla Fiorentina, l'abbia affondata, esattamente come faceva Donadel quando era il migliore in campo e la sua Fiorentina perdeva.

    RispondiElimina
  6. Chiarificatore27 marzo 2014 07:42

    Fiorentina stanca? Palle. Col centrocampo giusto la Fiorentina rinasce nel gioco e nella forma atletica.

    RispondiElimina
  7. Chiarificatore27 marzo 2014 07:44

    Gli infortuni sono un attenuante? Ma certamente. Peccato che abbiano danneggiato anche la lucidità di Montella. E questo non si giustifica.

    RispondiElimina
  8. Chiarificatore27 marzo 2014 07:50

    E c'è ancora qualcuno che se la prende col tiki taka. Ma magari tornasse il tiki taka! Quando c'era si vinceva!

    RispondiElimina
  9. Chiarificatore27 marzo 2014 07:57

    Perfetto Sopra nel sitone, la Fiorentina ha fatto autocombustione. Credo che nella storia nessuna squadra abbia resuscitato più squadre morte di quelle che ha resuscitato la Fiorentina quest'anno.

    RispondiElimina
  10. Chiarificatore27 marzo 2014 07:59

    Infortuni? Certamente. Ma poi, ce li siamo fatti due conti su quanti punti abbia fatto più della Fiorentina quell'ammucchiata raccogliticcia di mezzi giocatori che allena Sinisa?

    RispondiElimina
  11. Chiarificatore27 marzo 2014 08:00

    L'importante è la salute. Buona giornata a tutti.

    RispondiElimina
  12. colonel.blimp27 marzo 2014 08:11

    No, AntoineRouge, andrà peggio se rimane lui. Comunque «se segnava Matri subito avrei voluto vedere come finiva, andate a tifare per i gobbi se volete vincerle tutte, la Fiorentina è questa, non si può osannare un allenatore un anno e un anno buttarlo giù, ci vuole più equilibrio nei giudizi, c'è una programmazione, non si tratta di spezzare una crescita, questa è un'annata così ma servirà per le consapevolezze di tutti il prossimo anno, vedrete vedrete vedrete...». Ma dopo un mese Sinisa al rogo. Dopo un mese. E il tempo ha dato ragione ai suoi detrattori. Come a quelli di Cerci.

    RispondiElimina
  13. Caro amico Pollock io non commento un bel nulla.
    Da ottobre che lo faccio e denuncio ora non ne ho più voglia.
    Amate Montella? Tenetevelo.

    RispondiElimina
  14. colonel.blimp27 marzo 2014 08:44

    Lele, cerca di esser lucido, di non sfogar la delusione e basta. Non fare il tifoso. Chi ha avuto Sinisa non può lamentarsi di Montella. Dite che chi ha Sinisa adesso non vorrebbe Montella? I soliti disfattisti.

    RispondiElimina
  15. colonel.blimp27 marzo 2014 08:47

    Però ti avverto, LUCIANO: io sono per la Crimea russa!

    RispondiElimina
  16. colonel.blimp27 marzo 2014 08:50

    Domenica prossima Genova sembra proprio prospettarsi come il castigo di Dio. L'avrai attesa a lungo, la tua vendetta, Miha! Coglioni e coglioni di cloaca attendono, a buho ritto, che tu sverzi loro il tuo motivato disprezzo: fra loro, cerca un posto anche Vincenzino, col suo buhino.

    RispondiElimina
  17. colonel.blimp27 marzo 2014 08:51

    LUCIANO ora, subito, adesso! O la Beresina, in terra di Chiari.

    RispondiElimina
  18. Colonnello, a parte che io sono davvero per la Crimea russa, come la metti che siamo stati i primi a denunciare la scarsa capacità? A cosa si deve il magnifico campionato scorso, ad una congiuntura di fattori irripetibili, o un'annata acculata? Oppure, come credo io, che il Nuovo Messia del Calcio è talmente imbevuto di infallibilità che vuole dimostrare che può stravolgere secoli di esperienze complicando un gioco semplice? L'affermazione di ieri `rifarei tutto va in questa direzione, quella che portava diretta a S.Salvi.

    RispondiElimina
  19. Chiarificatore27 marzo 2014 09:05

    Montella ha delle gravi responsabilità su quanto non ha funzionato quest'anno.

    Montella ha i suoi meriti su quanto ha funzionato in questi due anni.

    Un'azienda seria, dei padroni ( proprietà e tifosi) seri, non lo cacciano quindi in questo momento, tanto più che una sua cacciata oggi ragionevolmente peggiorerebbe la situazione da ogni punto di vista, chiunque venga al suo posto, visto che la squadra è legata a lui e che da questo punto di vista non esistono problemi.

    Dei padroni, quindi proprietà e tifosi, oggi devono parlar chiaro a Montella, in qualità di responsabile unico del comportamento della squadra in campo, facendogli presente che:

    1) A tutt'oggi il suo operato, rispetto all'anno scorso, è insoddisfacente tenendo conto delle risorse tecniche che gli sono stante messe a disposizione e pur concedendogli l'attenuante degli infortuni;

    2) Deve dire in modo chiaro dove pensa di aver sbagliato ed apportare le conseguenti, necessarie e convincenti correzioni;

    3) A fine campionato ci si riserva di confermargli l'incarico sulla base dei risultati che darà il punto precedente.

    RispondiElimina
  20. colonel.blimp27 marzo 2014 09:09

    Padroni seri salvano la Coppa Italia se hanno in mano la carta Spalletti. Certo, Chiari, non si tratta di cambiare in corsa con Colomba.

    RispondiElimina
  21. Chiarificatore27 marzo 2014 09:13

    Non credo che chiunque venga, tenendo conto del legame esistente tra questa squadra e Montella, possa darci più possibilità di vincere la Coppa Italia, Colonnello.
    I padroni, cioè proprietà e tifosi, devono, e sottolineo devono, dirgli in modo chiaro, che DEVE, e sottolineo ed urlo DEVE, apportare delle correzioni convincenti ed efficaci.

    RispondiElimina
  22. Chiarificatore27 marzo 2014 09:16

    Certamente chi oggi difende Montella su tutto il fronte non fa il bene della Fiorentina, anche se va a nascondersi a Bressanone e a Bolzano. Ah ah ah ah ah ah ah ah ah!!!!

    RispondiElimina
  23. colonel.blimp27 marzo 2014 09:25

    LUCIANO, sei persino bello!

    RispondiElimina
  24. Il campionato scorso è dipeso, per me, da una irripetibile continuità di prestazioni di Borja e Pizarro e dalla novità del gioco di Montella. Ci hanno messo un po' a capire come neutralizzarlo, ma infine in molti ci sono riusciti. Certo, Vincenzo ha accelerato il processo di involuzione con scelte scriteriate e reiterate.

    RispondiElimina
  25. Sopravvissuto27 marzo 2014 09:35

    Brutta cosa le emorroidi, brutta. Sono li, sono tue e non puoi condividerle con nessuno. La criogenia é un ottimo rimedio, il miglior centro? "il Cristo Re" di Roma, zona Pineta Sacchetti. Criogenia, freddo...quel che occorrerebbe per analizzare un operato che ha preso la china degli ultimi 5 mesi di Prandelli.
    In questo periodo a Montella mancano le qualità di un "capo": energia senza fanatismi, principi senza demagogia, severità senza crudeltà. Vincenzo é consapevole della sua intelligenza ma nella vita sopravvive il più veloce, non il più intelligente (basta vedere gli organismi sopravvissuti alle glaciazioni).
    Montella saprebbe comandare perché da giovane ha obbedito, quindi ha una "chiave" ma non la usa, ora. Raramente ha fatto, con la squadra, il passo piu lungo della gamba, ed é un peccato perche le sue gambe, a dispetto della statura, potevano essere lunghe (woow! che metafora! bravo Sopravvissuto-me).Il mister sembrava sempre in grado di calcolare il rischio, anche improvvisando, sembrava conoscere i suoi uomini, le debolezze e le vanità dei suoi uomini, le sfruttava e le blandiva (ma il segnale debole ci fu, dopo una partita "Aquilani stava poco bene ma non lo ha detto...voleva giocare", oppure "Ma questo é già spompato?"- riferito ad Anderson distrutto dopo 30').
    Montella ha un eccelso concetto di se stesso ma ama mescolarlo a quello della squadra, che per questo lo sostiene; questo non ha impedito di mandare parte della sua truppa al macello. "Con i sogni loro, tifosi e squadra, vinco le battaglie", avrà pensato ma il suo magnetismo latita, da un po'. Monty ha vinto battaglie strepitose, decisive (ad essere larghi) ma ha perso in modo infantile le battaglie decisive per l'ascesa definitiva e sta correndo incontro (C.Italia) contro (non verso!) quella che potrebbe decidere il destino di sconfitto, un novello Eriksson, bello e perdente. Poco tempo per decidere se "polvere o altare, starebbe per fare la storia della Viola ma non può scriverlo, a quanto pare. Oggi Montella é quel che Talleyrand era per Napoleone, "Un pugno di merda in una calza di velluto" (calcisticamente) ma é anche quello che vuole usare sempre 'sto velluto, anche quando occorrerebbe il fustagno. Napoleone morì con l'unica concessione inglese (gli tolsero anche i cavalli): il dondolo in giardino...ecco...Montella si sta dondolando, avanti e indietro, insieme ai nostri testicoli. Criogenia, Cristo Re, gioco da Dio....Napoleone perse a Waterloo anche per una incredibile infezione alle emorroidi, che lo condizionarono tantissimo. Vediamo un po', Vincenzo (io tuo difensore oramai boccheggiante), se non commetti una grande cagata a Roma in finale di Coppa Italia oppure le emorroidi le curi prima, a tutti noi!!

    RispondiElimina
  26. Chiarificatore27 marzo 2014 09:58

    Per me il presunto calo di Pizarro e Valero non c'entra un cazzo, ed anche se fosse, a Montella quest'anno sono dati dati uomini in grado di sopperirvi.
    Ma lui vi ha sopperito nel modo sbagliato.
    Faccio l'esempio di ieri, sarebbe bastato un centrocampo composto da Aquilani, Mati e Valero per vedere un'altra Fiorentina, simile alla migliore.

    RispondiElimina
  27. Ragazzi, non avete capito niente! Ieri sera la Fiorentina ha eliminato una pericolosa concorrente per il prossimo campionato. Perdendo, ha salvato quella ex giocatore che adsso allena il Bilan, che, nel caso di uan sconfitta, sarebbe stato mandato a cacare. Invece in questo modo lo pseudo-allenatore resterà sulla panchina rossonera anche per il prossimo anno, con effetti devastanti per il Bilan. Quando si dice essere furbi...

    RispondiElimina
  28. stefano vienna27 marzo 2014 10:58

    Pollock, manca un sostantivo nel titolo, prima di Dio. Lele, però te l'avevo detto che Cuadrado terzino era il male minore. Messo lì davanti per rinunciare a Ilicic e abbandonando così Matri al suo destino è deleterio.

    RispondiElimina
  29. Stefano Cuadrado terzino è una bestemmia tattica che non ha giustificazioni.
    Se un allenatore stimato bravo deve ricorrere a tali illogicità, bene che lo si cambi. Come già detto Spalletti adesso non può venire né verrà, troppe controindicazioni per lui e per la stessa Fiorentina. Meglio arrivare in fondo così e colui che è il responsabile, si accolli le sue responsabilità. Ma quello che mi inquieta di più, è il buonismo di ADV, che impedirà un'analisi corretta, analisi che sarà drogata dagli sdaioli.

    RispondiElimina
  30. Oggi perderò punti di credibilità, ma la mia idea è che si sia fatto il massimo con le risorse disponibili. In più, aggiungo che è mia ferma convinzione che con questo centrocampo - inteso come caratteristiche tecnico/ tattiche - nessun allenatore di impostazione classica avrebbe potuto far meglio. Non è un'elegia, ma solo la mia osservazione delle cose. La nostra rosa è particolare nelle sue caratteristiche, mancano diverse tipologie di giocatori che sarebbero stati presenti nelle rose richieste dai più, non potrebbe recepire un modo diverso di giocare. Il centrocampo non si è ripetuto sui livelli d'eccellenza dello scorso anno e i sostituti, per vari motivi, non hanno garantito un rendimento all'altezza.
    Davanti, senza i due totem, siamo, per organico, una squadra da media classifica e non si possono pretendere che le cose siano facili come coi campioni. È stata fatta una scommessa che, se tutto fosse filato liscio, poteva portarci uno o , al massimo, due posti sopra la dimensione attuale, proiettandoci verso un'annata con maggiori introiti e quindi maggiori possibilità di completare la rosa. È girato tutto al contrario. La confusione del tecnico, secondo me, è dovuta ad una situazione che non ha mai permesso di avere in campo, o in forma, tutti i punti cardinali della squadra. Non sono convinto neanche che sia una questione di preparazione, gli infortuni gravi non sono imputabili allo status fisico e quelli muscolari sono inevitabili quando c'è una sollecitazione continua. Possiamo divertirci ad immaginare che chiunque avrebbe fatto meglio, ma obiettivamente la squadra che va in campo da mesi, non è più forte delle prime tre. Neanche allo stesso livello. E questo aldilà delle scelte tattiche.

    RispondiElimina
  31. Sopravvissuto27 marzo 2014 11:43

    LELE, un'analisi la faranno per forza di cose e di eventi, a brevissimo; da questa Fiorentina, da questa rosa con il suo manico, iniziano tra meno di un mese i giochi mercato e quindi la società é obbligata a fare il punto, più per il futuro che per il presente. Le tare (infortuni, impegni, arbitraggi, errori) ci saranno sempre ma allora la società -proprio per crescere- dovrebbe fare come fa la Juventus (e l'ho scritto varie volte): cuore da una parte, portafogli dall'altra e testa sulle spalle. Cosa significa? Svecchiamento di chi arriva a bollitura e scuoce (Ambosini, Pizarro, Joaquin, Pasqual), cessione di chi non é confacente (tecnicamente, caratterialmente, tatticamente) agli obiettivi (se sono alti, gli obiettivi): quindi via Tomovic, Roncaglia, Commper (o panchinari), via chi non si é inserito in 3 mesi (Diakité, Anderson...6 milioni di riscatto? E chi il figlio del protagonista di Ransom? Il suo procuratore Gary Senise?), 4 attaccanti medio(Matri?Pandev?Denis?)-alti (Gomez, Rossi) e gente abituata a giocare sia di fino sia di nervi; su di nervi, perché io ancora attendo una vittoria figlia dei nervi, dell'impeto, del caos generato da un sacro fuoco che Montella non accende. Anzi si, per l'auto combustione. Aquilani e Ilicic ancor non mi sono andati giù, li in panca!!!

    RispondiElimina
  32. Sopravvissuto27 marzo 2014 11:50

    Condivisibile. La squadra però non può perdere con QUESTO Milan, scherzato da tutti (contro il Genoa vedremo se era il Milan o noi, ieri sera, ad aver determinato il risultato). FOCO, Montella sta sgretolando anche le mie convinzioni su di lui. Ripeto: Aquilani e Ilicic a scaldarsi mezz'ora, quindi abili e arruolati. Non entrati. A riposo per cosa? Se avevamo detto (squadra e tifosi) che da Napoli in poi sarebbero state battaglie da vincere, te che fai? Lasci fuori i lanceri? Li porti freschi a Genova, battaglia sul mare? VAbbe, Montella avrà voluto ristabilire le distanze con il Napoli...questi pure, Zapata su' gol!! Henrique eurogol ma soprattutto rosa sempre a disposizione...Mah....

    RispondiElimina
  33. Chiarificatore27 marzo 2014 11:59

    No Foco, non sono assolutamente d'accordo col tuo ragionamento, anche se in molti aspetti si può condividere, perché trascura il punto più critico di tutta la questione e cioè che Montella quest'anno troppe volte, ultima, pazzesca, quella di ieri, ha rinunciato CONSAPEVOLMENTE, INSPIEGABILMENTE E SENZA ESSERNE OBBLIGATO ai tre tenori.
    Guarda caso i colpi a vuoto, nel gioco e nei risultati, della Fiorentina coincidono con queste volte.
    Quindi se mi permetti tutto il resto sono divagazioni giustificazionistiche che lasciano il tempo che trovano e non affrontano il problema cruciale.

    RispondiElimina
  34. Chiarificatore27 marzo 2014 12:01

    Aggiungo che i tre tenori sono l'anima della Fiorentina di Montella e che l'organico di quest'anno e l'esplosione di Mati consentivano di non rinunciarvi, MAI.

    RispondiElimina
  35. Ma io,Chiari, non devo giustificare nessuno, non ne ho motivo. Ritengo solo che si dia troppo peso agli errori tattici e che sfugga che attualmente non valiamo, per valori tecnici e salute, chi ci sta davanti. E se occupiamo la posizione che occupiamo è grazie allo spirito di questa squadra che cerca di giocarsela con tutti. Spirito che avrà infuso qualcuno, credo .

    RispondiElimina
  36. Chiarificatore27 marzo 2014 12:18

    Non mi riferivo a qualcuno che tu voglia giustificare, Foco, ma alle varie giustificazioni che dai, che secondo me esulano dal punto più critico di tutti, e che continui ad ignorare.

    RispondiElimina
  37. Sopravvissuto27 marzo 2014 12:52

    CHIARI, i tre tenori sono la tua fissa (e mica é sbagliato, piacciono anche a me) ma anche la fissa di Montella, non come uomini ma come impostazione. Se non hai "quei" soggetti é inutile; i tenori stanno diventando la coperta di Linus di Montella ma forse anche tua. Cosa intendo: se non ci sono (acciacchi, squalifiche, tenuta) fai degli accorgimenti, senza stravolgere magari; ieri sera c'erano Ambro, Mati e Valero...un tenore, un soprano, un Farinelli. Noi, e questa é una delle "spine", prescindiamo dai tre tenori. Bene. Sono tre, più Mati ottimo back-up degli altri tre. Il resto, quindi, Ambrosini-Vecino-Bakic non hanno nulla a che fare con i tre tenori...addirittura Mati si é un po' snaturato e va fatto un plauso al cileno, quello di spirito, desiderio, e capacità di adeguamento, altrimenti avevamo si trenori ma neanche un sostituto. Continueremo con Montella? Allora individuare due ottimi talenti provenienti da accademie liriche...eheheh eheheh eheheh....tipo Bonaventura (ma gioca più avanzato), Baselli (mezza scommessa, diremo che non ha esperienza), Clasie (andrà in Inghilterra, credo), oppure - mia fissa- Rakitic. (Il mancato obiettivo CL creerá problemi per il calciomercato e questo va messo in preventivo).

    RispondiElimina
  38. Chiari, i tre di mezzo, secondo me, sono stati il grande punto di forza dello scorso anno. Quest'anno non si sono ripetuti o, almeno, non lo hanno fatto in maniera omogenea. Qualche partita ce l'ha tenuta su Borja, anche a discapito della scarsa forma degli altri. Qualcuna Aquilani. In poche è stato decisivo Pizarro che è quello che deve sbagliare meno possibile. Come stava Aquilani ieri ( e rispondo anche a Sopra) io non lo so, ma viste le condizioni generali, posso immaginarmi uno stato di forma in linea con gli altri. Il credo che la squadra immaginata in estate non potesse prescindere dai tre, però ho visto anche delle situazioni in cui al massimo erano due su cinque a stare in piedi, tra i centrocampisti. Tatticamente la squadra aveva una connotazione forte nel 3-5-2, difficilmente modificabile anche a causa delle caratteristiche degli uomini a disposizione. Le modifiche hanno avuto risultati grigi, ma credo abbiano avuto delle motivazioni. Non penso che Montella si diverta a distruggere qualcosa che lui per primo ha creato e in base alla quale ha condotto una campagna acquisti. Io, per fare un esempio, credo che Cuadrado non sia mai stato in grado, quest'anno, di fare tutta la fascia come lo scorso anno. E se al 352 togli Pizarro, Cuadrado in forma e i due attaccanti, ecco che il modulo su cui avevi puntato tutto non funziona più bene.
    Non sono sdaiolo e non mi piglio cotte per gli allenatori, credo solo che noi siamo una realtà che necessita di una guida tecnica che possa lavorare in un tempo medio-lungo per non buttare via investimenti e patrimonio tecnico.

    RispondiElimina
  39. Il ragionamento di Foco mi pare onesto e centrato. Probabilmente, al netto di infortuni e sabotaggi arbitrali, non valevamo più del terzo posto. Ciò non toglie che Montella in questa stagione mi abbia lasciato perplesso in più di un'occasione, compreso ieri sera. Davanti non avevamo una squadra, ma una comitiva raccogliticcia e gli abbiamo fatto fare non dico un figurone, ma quasi.
    Quello che ancora non sono riuscito a capire è come mai Montella abbia rinunciato al 3-5-2 dell'anno scorso per giocare la maggior parte delle partite con l'assurdo 4-3-3 spurio, visto e sofferto anche ieri sera. E' vero che le altre squadre ci hanno preso le misure, ma se giochiamo a quattro dietro senza avere terzini all'altezza e con una sola punta, non è che possiamo pretendere di andare lontano. Sinceramente spero che la società, una volta conclusa la stagione, riesca a fare delle valutazioni obbiettive e non buoniste. Montella mi pare un tecnico promettente e credo che quest'annata non felice (ripeto, non felice) sia da considerarsi per lui un'annata di crescita, se riuscirà a rendersi conto degli errori tattici e di gestione della rosa che ha commesso. Ovvio che alla Fiorentina mancano ancora almeno tre-quattro giocatori di sicuro valore per poter lottare per i primi tre posti ed occorrono giocatori non spremuti, ma in grado di poter dare un contributo più continuo.
    io mi fido del nostro staff tecnico, che certamente ha visto quel che è successo e sa che cosa manca a questa squadra. Adesso spero solo di poter finire alla meno peggio questo campionato, cercando di difendere il 4°-5° posto e di vincere la Coppa Italia.

    RispondiElimina
  40. Strana la tua difesa al tecnico, cercando giustificazioni che fino a poco tempo fa non consideravi, Foco. Ricordo benissimo le tue critiche alle insane disposizioni tattiche nelle partite di Roma e Udine esempio. Se mi chiedono traguardi oggettivamente impossibili, è corretto rispondere delle assenze dell'attacco, ma quando si ha una squadra stanca non si propone ossessivamente Joaquin quindi due esterni e genere fuori uno fresco come wolski, solo per fare minimo esempio. Poi questa stanchezza, boutade montelliana per coprire una preparazione così voluta per privilegiare il pallone, preparazione di livello amatoriale. Di questo chi risponde? Pinco Palla? Io seguo la Premier League ed il suo migliore giocatore, fantastico e nei primi cinque europei, si chiama Hazard che ha all'attivo ad oggi quasi cinquanta match ufficiali, ed è in campo sempre pimpante. Questa preparazione insulsa era già stata denunciata a Moena, non ora che è sotto gli occhi dei ciechi. Chi è responsabile di tale scempio deve pagare, come dice Sopra, affari e amici separati. E concludo ripetendo i soliti concetti che dico da mesi, se aspettate progressi da Montella, campa cavallo, questi provengono da chi sa mettere a frutto esperienze negative e cerca migliorie, non da chi le ripete credendosi infallibile.

    RispondiElimina
  41. stefano vienna27 marzo 2014 13:23

    Guarda Lele, quando una squadra in crisi bisogna trovare dei rimedi, per quanto drastici. Cuadrado terzino per far spazio ad Ilicic è forse l'unico rimedio che abbiamo a disposizione viste le assente dei big e la condizione psico-fisica attuale. Certo, un corpo sano non ha bisogno di rimedi. E comunque Cuadrado a sinistra in un 4-5-1, ovvero senza due punte davanti, è peggio, molto peggio di Cuadrado terzino. Nel qual caso poi il sacrificato è solo Cuadrado (Ilicic nel suo ruolo, Matri non più isolato davanti, i tre tenori con più punti di riferimento offensivi). Al contrario, la squadra messa in campo ieri vede almeno quattro-cinque giocatori in difficoltà.

    RispondiElimina
  42. colonel.blimp27 marzo 2014 13:26

    Butto là un nome: LUCIANO!

    RispondiElimina
  43. Chiarificatore27 marzo 2014 13:28

    Tutti divagate e non cogliete il punto cruciale, così come i fatti hanno testimoniato ripetutamente.


    Quindi per me le vostre divagazioni sono inutili, improduttive.


    I fatti cruciali inconfutabili che stanno alla base della crisi viola sono i seguenti


    1) I tre tenori non sono la mia fissa, sono il marchio di fabbrica della miglior Fiorentina di Montella.


    2) Quest'anno c'erano tutte le condizioni, in termini di sostituti in caso di infortuni o di calo fisico dei tenori titolari, per non venir meno, in alcuna occasione, ai tre tenori, grazie all'esplosione di Mati, ed ai giovani e promettenti tenori acquistati (Bakic e Vecino sono giovani e promettenti tenori eccome!).


    3) La Fiorentina ha perso colpi solo quando ha rinunciato ai tre tenori.


    Punto.


    Tutto il resto sono divagazioni giustificazionistiche.

    RispondiElimina
  44. stefano vienna27 marzo 2014 13:31

    Foco, probabile abbia ragione tu, ovvero che a prescindere dalle questioni tattiche di più non si poteva fare. Io però imputo a Montella un'altra colpa, più grave. Montella si è messo in un angolo da solo, riproponendo compulsivamente lo stesso modulo, il 4-5-1, senza provare nessuna alternativa per un periodo di tempo relativamente lungo. La rinuncia al 4-5-1 è stata saltuaria. Se un modulo non va, lo si cambia o almeno si cerca un'alternativa. Che poi l'alternativa dimostri o meno di essere peggiore, probabile lo sia.

    RispondiElimina
  45. Chiarificatore27 marzo 2014 13:33

    Per me state parlando di sesso degli angeli, divagando.

    Vi rendete conto o no che ieri sarebbe bastato mettere i tre, e sottolineo tre, tenori disponibili per vedere un'altra Fiorentina?

    Vi rendete conto o no che la Fiorentina zoppa nei tenori di ieri, quindi senza gioco, avrebbe fatto fatica col Milan, anche se ci fossero stati Rossi e Gomez?

    RispondiElimina
  46. colonel.blimp27 marzo 2014 13:34

    Che sesso hanno gli angeli, che sesso ha LUCIANO?

    RispondiElimina
  47. Chiarificatore27 marzo 2014 13:34

    Ah ah ah ah ah ah!!!

    RispondiElimina
  48. No Chiari, non ci rendiamo conto, le occasioni capitate a Matri se le dai a Rossi o a Gomez sono due goal, anche senza i tenori.

    RispondiElimina
  49. Chiarificatore27 marzo 2014 13:37

    Io ho detto altro. E se non te ne rendi conto, non so che farci.
    Tu attaccati alle occasioni sprecate da Matri.
    Peccato che dimentichi il rigore su Balotelli e l'espulsione che avrebbe meritato Ambrosini, già nel primo tempo. .

    RispondiElimina
  50. Senza esperienze negative non si apportano correttivi, se pensi che un allenatore che allena da quattro anni non compia errori o sia immune da critiche hai una visione del calcio semplicistica Lele. Errori li fanno anche quelli bravi che allenano da un decennio e passa, figuriamoci uno che si sta affacciando, sin da subito, al calcio di alto livello, a meno che due quarti posti (uno da confermare, uno deciso dal palazzo) e una finale di una coppa sia merce scontata per il solo fatto che allena la Fiorentina. Sulla preparazione sfondi una porta aperta, sbagliata, punto. Anche questo non si ripeterà.

    RispondiElimina
  51. Chiarificatore27 marzo 2014 13:40

    Ieri abbiamo fatto schifo contro un Milan di zombi e ci attacchiamo alle occasioni sprecate da Matri. Pazzesco.

    RispondiElimina
  52. Ma se capitalizzi le occasioni non ti metti a pensare all'assenza di Pizarro o alla luna storta di Borja. Poi, il Pizarro di quest'anno è giocatore ben lontano da quello dell'anno passato, non certo indispensabile viste le prestazioni offerte, molte sotto tono.

    RispondiElimina
  53. stefano vienna27 marzo 2014 13:41

    No Chiari, questo è un colpo basso, non sappiamo le condizioni fisiche di Aquilani (che le ha giocate tutte) e poi quante volte abbiamo giocato con tre tenori e lo stitico e prevedibilissimo 4-5-1 e abbiamo fatto prestazioni poco valide (mi ricordo una su tutte, Udine). E comunque tra i tenori ci sono differenze, Pizarro non ha sostituto con le stesse caratteristiche.

    RispondiElimina
  54. Ieri ha giocato male tutta la Fiorentina ma un'episodio, come a Napoli, ti fa portare a casa 3 punti, se non lo sfrutti non ne fai neanche uno. Lapalissiano Chiari. Nessuno si attacca a niente, basta che tu rilegga le mie pagelle ma se la butti dentro cambiano anche quelle, come sempre.

    RispondiElimina
  55. Chiarificatore27 marzo 2014 13:45

    Devi per onestà allora capitalizzare anche quelle degli altri di occasioni, cioè un rigore negato al Milan, ed una Fiorentina che avrebbe dovuto giocare il secondo tempo in dieci. Meglio guardare la qualità prestazione, che al di là degli episodi e per il futuro è quella che conta. Abbiamo fatto schifo contro una squadra di zombi e come sempre, ogni volta che Montella non schiera i tre tenori. Sto parlando dei tre tenori Leo, non solo e in questo momento non tanto di Pizarro.

    RispondiElimina
  56. Chiarificatore27 marzo 2014 13:46

    Ripeto, i colpi a vuoto della Fiorentina sono venuti sempre quando Montella ha rinunciato ai tre tenori. Il resto è fuffa.

    RispondiElimina
  57. stefano vienna27 marzo 2014 13:47

    Anche i tre tenori non sono la panacea a tutti i mali. Sono necessari, ma non sufficienti. Se poi non sono in forma o sono addirittura non disponibili, ha poco senso chiederne l'utilizzo ad oltranza. Diciamola tutta, una squadra in forma e messa meglio in campo ieri avrebbe vinto a mani basse. Le colpe di Montella sono relativi al secondo fattore, quindi è lecito pensare come fa Fuoco, che eventuali cambi tattici non ci avrebbero permesso di vincerla. Rimane però l'inadeguatezza del 4-5-1 a sopperire problemi di forma e assenze importanti. E non provare, magari rischiando la figuraccia, qualche alternativa non è giustificabile nell'arco di un campionato.

    RispondiElimina
  58. Chiarificatore27 marzo 2014 13:47

    Di fronte ad uno schifo del genere invochi l'episodio favorevole? Ma dai!

    RispondiElimina
  59. stefano vienna27 marzo 2014 13:50

    No, i colpi a vuoto ci sono stati anche con i tre tenori. Sono aumentati con l'assenza di Rossi che spesso aveva messo una pezza. Ergo, i problemi sono più gravi. Mi dirai che un 4-5-1, già di per sé sterile e non prevedibile, senza i tre tenori al massimo della forma è ancora più sterile e prevedibili.
    A maggior ragione, perchè non provare a cambiare pelle.

    RispondiElimina
  60. Che si sia fatto schifo non c'è dubbio Chiari, tutti quanti, a volte però un punto, o di più, lo prendi anche quando mostri poca qualità nell'organizzazione ma grazie alla qualità dei singoli che in alcuni giocatori abbiamo molto elevata. Se Matri pareggia si entra nel campo dell'irrisolvibile, del soggettivo, magari ne fai altri due o li becchi, questo non lo sapremo mai, un po' come Ilicic contro le merde, se marca chi lo sa quale partita ci aspettava ?! E' proprio quando fai schifo nelle totale interezza che gli episodi pesano come macigni, Matri ha fatto di tutto per non far svoltare la partita eppure non erano occasioni difficili.

    RispondiElimina
  61. E' proprio quello che cambia il volto ad una partita Chiari, sono sorpreso che non ti accorga quanto sia determinante. O gli altri non erano zombi ?!

    RispondiElimina
  62. Chiarificatore27 marzo 2014 13:52

    Sono d'accordo, Stefano, I tre tenori sono necessari ma non sufficienti.
    Quindi sono NECESSARI.
    Quindi questo cazzo di Montella mi deve spiegare perché ogni tanto ci rinuncia, nonostante il fatto che il campo parli impietosamente chiaro.

    RispondiElimina
  63. Perfetto Stefano!

    RispondiElimina
  64. Chiarificatore27 marzo 2014 13:54

    Sono state comprate le riserve dei tre tenori e Mati si è imposto quest'anno come quarto tenore all'altezza dei primi tre.
    Quindi non c'è mai stata l'indisponibilità di almeno tre tenori, non raccontiamoci palle giustificazionistiche.

    RispondiElimina
  65. Chiarificatore27 marzo 2014 13:55

    Stefano, sono state comprate le riserve dei tre tenori e Mati si è imposto quest'anno come quarto tenore all'altezza dei primi tre.
    Quindi non c'è mai stata l'indisponibilità di almeno tre tenori, non raccontiamoci palle giustificazionistiche.

    RispondiElimina
  66. Chiarificatore27 marzo 2014 13:56

    Qui si sta parlando dei nostri problemi non tanto di cambiare volto ad una partita con un episodio favorevole, Leo.

    RispondiElimina
  67. Chiarificatore27 marzo 2014 13:57

    ...ed il fatto che invochiamo l'episodio favorevole contro degli zombi. è deprimente, se mi consenti.

    RispondiElimina
  68. colonel.blimp27 marzo 2014 13:58

    Fra i tre tenori un baritono: LUCIANO!

    RispondiElimina
  69. Chiarificatore27 marzo 2014 13:58

    Non è vero Stefano, i colpi a vuoto ci sono stati sempre quando non c'erano tre tenori in campo. Questo è il punto di fronte al quale chiudi gli occhi.

    RispondiElimina
  70. stefano vienna27 marzo 2014 13:59

    Su 50 partite -spesso a distanza di tre giorni- può capitare che ci devi rinunciare per fare turnover e per via delle assenze o cali di forma. Peccato veniale. Il punto è un altro, anche con i tre tenori si è fatto pena. Vatti a rivedere tutte i punti persi con i tre tenori. Non puoi negarlo.


    Poi, ti ho detto, la combinazione peggiore è 4-5-1 quando si è impossibilitati a schierare tre tenori. Ma già il 4-5-1 di per sè ha fatto più danni che altro. L'assenza di Ilicic (o Wolski) ieri sera non è giustificabile, a quella di Aquilani -il terzo tenore a disposizione- bisogna dare il beneficio del dubbio, per onestà intellettuale almeno.

    RispondiElimina
  71. Chiarificatore27 marzo 2014 13:59

    Ai tre tenori non devi rinunciare, mai, è stata fatta una campagna acquisti apposta.

    RispondiElimina
  72. Chiarificatore27 marzo 2014 14:00

    Ah ah ah ah ah ah ah!!!

    RispondiElimina
  73. colonel.blimp27 marzo 2014 14:01

    Giorgio Dalmine informa che Sinisa ha 1,72 punti di media alla Samp. Ma Lud non rpeteva che Sinisa faceva 1,2 qualunque squadra allenasse? Torna, leggenda! L'America ti sta troppo stretta! Qui due siti attendono da te il fato. Cucureddu lo mandiamo in buca, se ti dà fastidio. Torna, FAVA!!!!

    RispondiElimina
  74. stefano vienna27 marzo 2014 14:03

    I tenori sono: Pizarro, Valero, Aquilani, Mati. Il primo era squalificato, il secondo in crisi (anche perché il 4-5-1 lo penalizza), il terzo acciaccato, il quarto tornava da un infortunio. Ripeto, ieri peccato veniale


    Chiari, s'è fatto pena, spesso, anche con i tre tenori. E' un dato di fatto. Basta sottolinearlo e chiedersi dove è il problema.

    RispondiElimina
  75. Chiarificatore27 marzo 2014 14:04

    E con questa Samp di raccattati, Colonnello!

    RispondiElimina
  76. stefano vienna27 marzo 2014 14:04

    Ma chi scusa? Anderson? I tenori sono 3+1 e c'erano pure l'anno scorso.

    RispondiElimina
  77. stefano vienna27 marzo 2014 14:05

    Vorrei capire chi secondo te è stato acquistato per fare il tenore, a me sembra che non sia arrivato nessuno.

    RispondiElimina
  78. stefano vienna27 marzo 2014 14:06

    Io la moltiplicazione dei tenori non l'ho vista. Mi sono perso qualcosa?

    RispondiElimina
  79. Pare anche che Sinisa da quando è subentrato alla Samp abbia fatto 4 punti in più di quelli che da allora ha fatto la Fiorentina. Con questo io non voglio dire nulla, non mi sono mai interessate le statistiche sui periodi vivisezionati a personale piacimento, ma il Versilian Man in New York dovrebbe tenerne conto per coerenza con quanto snocciolava ossessivamente nel periodo di Sinisa.

    RispondiElimina
  80. stefano vienna27 marzo 2014 14:09

    Chiari scusa l'insistenza, ma due domande:


    1) chi consideri tenore oltre a Mati-Pizarro-Aquilani-Valero
    2) con i tre tenori s'è fatto spesso pena o no?

    RispondiElimina
  81. colonel.blimp27 marzo 2014 14:13

    SPALLETTI SPALLETTI SPALLETTI SPALLETTI SPALLETTI SPALLETTI LUD E' UNA FAVA LUD E' UNA FAVA LUD E' UNA FAVA LUD E' UNA FAVA

    RispondiElimina
  82. Chiarificatore27 marzo 2014 14:15

    Stefano, oltre ai quattro che dici, abbiamo comprato l'estate scorsa per la prima squadra, Bakic e Vecino, ad esempio, due giovani e promettenti tenori, che andavano messi gradualmente, ad uno ad uno, ma con continuità, per farli crescere ed integrare, e per consentirci di non smentire il nostro progetto tecnico, tanto più che ogni volta che lo abbiamo smentito siamo andati a sbattere.

    RispondiElimina
  83. colonel.blimp27 marzo 2014 14:15

    Vecino è un tenore in prospettiva, Bakic è un cane, a mio avviso.

    RispondiElimina
  84. Chiarificatore27 marzo 2014 14:16

    Con tutto il rispetto come tenore, e sottolineo come tenore, l'unico cane che abbiamo , è Ambrosini.

    RispondiElimina
  85. stefano vienna27 marzo 2014 14:16

    Bakic è un Ambrosini di venti anni. Vecino forse, ma l'ho visto troppo poche volte per considerarlo un tenore in fieri.

    RispondiElimina
  86. Chiarificatore27 marzo 2014 14:19

    Bakic non assomiglia assolutamente ad Ambrosini.
    Ambrosini nel suo ha raggiunto vette altissime, ma Bakic è un giocatore non solo più giovane, quindi in piena efficienza. ma anche più tecnico di Ambrosini.

    RispondiElimina
  87. Chiarificatore27 marzo 2014 14:20

    Oltre ai quattro tenori titolari, abbiamo comprato l'estate scorsa per la prima squadra, Bakic e Vecino, ad esempio, due giovani e promettenti tenori, che andavano messi gradualmente, ad uno ad uno, ma con continuità, per farli crescere ed integrare, e per consentirci di non smentire il nostro progetto tecnico, tanto più che ogni volta che lo abbiamo smentito siamo andati a sbattere.

    RispondiElimina
  88. stefano vienna27 marzo 2014 14:21

    Quindi, se ieri Aquilani non era effettivamente in condizione, avrebbe dovuto giocare Bakic al posto di Ambrosini? E avrebbe fatto una grande differenza? Tra l'altro, uscì col Napoli per infortunio.


    Forse con due punte si sarebbe vinto, o forse no. Questo è l'errore fatto ieri, non averci nemmeno provato.

    RispondiElimina
  89. Chiarificatore27 marzo 2014 14:21

    Certo, Leo, ma ciò non toglie nulla alle mie considerazioni critiche di fondo.

    RispondiElimina
  90. Chiarificatore27 marzo 2014 14:23

    Intanto Aquilani era in condizione. Poi secondo me è più coerente Bakic di Ambrosini nei confronti del nostro progetto tecnico. Ambrosini ieri lo ha messo solo perché c'era la sua ex squadra. Assurdo.

    RispondiElimina
  91. Chiarificatore27 marzo 2014 14:25

    Non è vero, con i tre tenori non abbia mai fatto pena. Abbiamo sempre fatto pena quando non c'erano tre tenori.

    RispondiElimina
  92. Anch'io avrei messo Aquilani invece di Ambrosini, e davo per scontato che Montella avrebbe fatto questa scelta, mi sono sorpreso sentendo la formazione. Non penso comunque esser stato questo il primo dei peccati capitali, trovo peggio voler il presunto 4-3-3 (per giunta con perseveranza) senza avere in rosa i terzini di ruolo nè le ali, a parte uno di 33 anni che aveva già giocato tre giorni prima. E trovo peggio giocare con una mediana dove nessuno ha il cambio di passo, e lasciare il centravanti con nessuno vicino per l'appoggio.
    Però accetto anche quello che dice Foco, forse era difficile fare meglio così, ma quando da mesi vedi che questo modo di giocare produce niente, almeno provaci a cambiare.
    Infine, sebbene non mi piaccia farlo, vorrei sottolineare alcune responsabilità dei singoli, perchè sono state determinanti nonostante la prestazione di merda collettiva:
    - Neto svariona un po' sul primo gol, ma non lo inchiodo perchè una tantum è fisiologico.
    - Matri non ha mai avuto lo score di un Gomez e questo si sapeva, ma non era nemmeno così scarso da non saper appoggiare una palla di testa, sta mostrando la più clamorosa involuzione della storia della specie umana.
    - Cuadrado, benchè fuoriruolo, mi pare stia mostrando la supponenza di chi
    dopo tanti complimenti si sente chissà chi.
    - Roncaglia è proprio stupido, perchè fare un fallo inutile quale quello del secondo gol è già stupido di suo, farlo quando anche il primo gol era arrivato su punizione è da stupidi al cuadrato, e farlo quando anche il precedente gol subito (quello di Pirlo) era arrivato su punizione vuol dire che sei proprio stupido al cubo.

    RispondiElimina
  93. stefano vienna27 marzo 2014 14:26

    Matri isolato là davanti, con Cuadrado a sinistra e Joaquin a destra: per me ha inciso molto di più sulla prestazione opaca di ieri. Anche ammettendo che Bakic fosse meglio di Ambrosini.

    RispondiElimina
  94. Chiarificatore27 marzo 2014 14:28

    Come tenore, e solo come tenore, Bakic è migliore. Certamente ha inciso anche altro, ma non mettere tre tenori ci ha sempre fatto fare schifo, in questa Fiorentina.

    RispondiElimina
  95. Cuadrado mi hai causato anche un lapsus ortografico, ma vai in culo te e Dani Alves

    RispondiElimina
  96. stefano vienna27 marzo 2014 14:33

    Un minimo di turn-over ci può stare, visti infortuni e partite ravvicinate. Peccato veniale.


    Ma certo riproporre un 4-5-1 -già di per sè problematico- proprio quando sei costretto a rinunciare ad un regista -Pizarro o Aquilani (sebbene riciclato)- è stata veramente una sciagura. Anche se Foco ha ragione, anche se si perdeva lo stesso, io certe cose non le concepisco. A parte il risultato, abbiamo fatto pena in tutto e per tutto. Non è accettabile, quando poi lasci in panchina Ilicic, ovvero il giocatore a disposizione con la media-gol più alta.


    A questo punto, quando non hai un regista, meglio un bel 4-4-2 con Cuadrado terzino, Joaquin e Valero esterni di centrocampo. Almeno si sarebbe vista una partita decente.

    RispondiElimina
  97. Chiarificatore27 marzo 2014 14:34

    Vatti a rivedere la nostra campagna acquisti estiva, ci troverai la moltiplicazione dei tenori. .

    RispondiElimina
  98. Chiarificatore27 marzo 2014 14:36

    Con i tre tenori non s'è mai fatto pena, senza i tre tenori si è sempre fatto pena.
    Oltre ai quattro che dici, abbiamo comprato l'estate scorsa per la prima squadra, Bakic e Vecino, ad esempio, due giovani e promettenti tenori, che andavano messi gradualmente, ad uno ad uno, ma con continuità, per farli crescere ed integrare, e per consentirci di non smentire il nostro progetto tecnico, tanto più che ogni volta che lo abbiamo smentito siamo andati a sbattere.

    RispondiElimina
  99. stefano vienna27 marzo 2014 14:38

    Elaboro ancora sul tema di Foco. I punti persi per strada si sarebbero persi anche senza le scelte -incomprensibili a parer mio- di Montella. Ma così si è pure giocato spesso male, partite soporifere, sempre in affanno, non mi diverto più. Questa è la vera colpa di Montella. A parte la media punti, vedo più volentieri giocare Parma, Atalanta, Verona e Sampdoria.

    RispondiElimina
  100. Sul ruolino di marcia, credo che il distacco incolmabile dal Napoli lo si debba in primis all'aver preso 0 punti a questa Inter, 1 punto alla Lazio, 1 punto al Cagliari e 2 punti al Parma

    RispondiElimina
  101. Scusa Chiari, ma Bakic neppure sa come si gioca a centrocampo.

    RispondiElimina
  102. Sopravvissuto27 marzo 2014 15:36

    Bakic sono quasi tre anni (3!!)che gironzola tra Torino e Firenze e neanche una volta che uno possa dire "Cazzo,che ha fatto! Grande!", di lui ricordiamo solo lo smallazzo di Napoli (e un gol divorato a porta vuota in EL). Vecino ha fatto un anno e piú di allenamento con Montella, i compagni, la squadra e dopo un po' sbolognato a Cagliari... me cojoni, 'n'anno pe' capi' che nun doveva rimane' a Firenze? Je dice Monty "Vatt' a fa' 'e ossa a Cagliari, va' guaglio'..." Ma quello pesa 42 kg, é gia pelle e ossa, ancora deve fare le ossa? Ambrosini c'è sta' a fa' rimpiange quello diversamente tricologico che é andato a Bergamo. Anderson arrivato sovrappeso (un atleta di dio! Nedved per allenarsi andava dallo stadio a casa di corsa) ma come? oggi, nel 2014- con invenzione di tapis-roulant, palestre ipertecnologiche, partitelle di calcetto tra amici- arrivi sovrappeso? Neanche mio padre é sovrappeso e non é un atleta!!) C'aveva più panzetta "Andò Vai?" che Pradé! Ma dove stanno 'sti sostituti tenori? Giusto Anderson aveva un po' di pancia da tenore, per il resto...Come ci chiediamo "A cosa serve il sostituto procuratore? Che vordí? Il procuratore ha da fare e c'é il sostituto?" oggi chiediamo "Il sostituto tenore che fa? Non c'é il tenore? Dove sono o sostituti tenori, quando servono?".

    RispondiElimina
  103. Sopravvissuto27 marzo 2014 15:37

    Il Papa a Barack Obama "Lieto di conoscerla, bravo Aldair...".

    RispondiElimina
  104. Rispondo a Lele da un'acciaieria in crisi forse perché piena di troppi Tenori e pochi lavoratori ( egehehe).
    Il fatto che io abbia rimarcato quelli che presumevo errori tattici, dovrebbe far capire che non ho idoi in panchina. Cerco di dare un'interpretazione a questi errori, tenendo conto che la Fiorentina che chiediamo l'ha inventata Montella e che, non considerandolo scemo, credo che sia la stessa che vorrebbe lui. Noi possiamo congetturare, ma - ad esempio- non sappiamo se Aquilani stesse peggio di Ambrosini. Il fatto che reiteri la formazione con le ali ha due sole possibilità :
    1) non capisce un cazzo di pallone e l'anno scorso si è imbattuto in un'enorme botta di culo
    2) le condizioni croniche della squadra non permettono di schierare un 352 che dia più garanzie.
    Io questo non lo so, ma la prima ipotesi mi sembra esagerata.
    Paradossalmente è proprio la reiterazione del modulo che mi ha fatto sorgere i dubbi della seconda ipotesi. Fossero state un paio di partite, avrei giurato sull'errore tattico, il fatto che siano molte di più mi fa pensare che le condizioni globali obblighino a cambi di non facile lettura.
    Chiari, l'abbandono dei tre tenori è circoscrivibile a due, tre partite. È per schierarli sempre e comunque che si è adottato il 433 falso, non mi sembra che siano stati abiurati dal tecnico.

    RispondiElimina
  105. Il problema dei tre tenori è che, per poterli schierare con profitto, occorre che tutti e tre siano in condizioni di forma buone se non ottimali. Se ciò non accade, il possesso palla si fa più lento e fine a se stesso, diminuisce la velocità di attacco e si favoriscono le ripartenze degli avversari, mettendo in crisi una difesa che non è fortissima di suo. Ho l'impressione che in questo campionato la forma dei tenori da un po' di tempo a questa parte non sia delle milgiori e che sia decisamente peggiorata negli ultimi due mesi. Quanto ai sostituti tenori che abbiamo ed avevamo quest'anno, Vecino mi sembrava il più pronto, ma si è preferito mandarlo a Cagliari, Anderson da che è arrivato non ha più di mezz'ora d'autonomia e Bakic sembra più un giocatore di calcio storico che di football.

    RispondiElimina
  106. Chiarificatore27 marzo 2014 16:05

    Resta il fatto, Mc, che anche quest'anno con tre tenori in campo abbiamo sempre fatto bene, senza tre tenori, abbiamo sempre fatto male.
    Questo secondo me è il fatto clamoroso che sfugge, anche a Montella.

    RispondiElimina
  107. Chiarificatore27 marzo 2014 16:08

    Non è vero Foco, si è rinunciato ai tre tenori in più partite, non tante, ma sempre troppe, e sempre fallimentari.

    RispondiElimina
  108. La nostra forza, anche quando non facevamo delle grandi partite, era quella di possedere un'imprevedibilità, un' impertinenza, una tenacia, che ci facevano ribaltare i risultati. Una personalità di squadra quasi sbarazzina, senza complessi. Da vero outsider, perché questo siamo, inutile far finta di essere il Barça. Ora la nostra insolenza é smussata, si abbaia senza mordere, come ci riusciva una volta. I problemi vengono fuori appunto dalle supponenze: come siamo belli, come siamo bravi, come siamo ammirati. Difficile non lasciarsi adulare dai marpioni che stanno li' a aspettare il passetto falso per seminare zizzania. Difficile il passaggio da outsider a favoriti. Ci vogliono anni di gavetta ai primi posti in classifica per imparare a gestire la corsa in testa, per non subire lo stress imposto dalla sovrapposizione delle competizioni, per dosare le forze in mezzo a infortuni e squalifiche. Noi questa gavetta la stiamo facendo da due anni, cioé da non molto, quindi c'é ancora tempo e modo di migliorare: pero' é meglio non dimenticare troppo in fretta chi siamo ed é auspicabile mantenere una mentalità piu' consona alla nostra realtà.
    A inizio campionato ci eravamo attrezzati con Rossi e Gomez, per tentare il passaggio da outsider a favoriti, ma una bella dose di sfiga ci ha tarpato le ali. Innegabile. Per me erano gli innesti giusti, é andata buca, ma non vedo perché non dovremmo rifarci a organico completo e migliorato? Il tecnico, con quello che é successo, non c'entra un tubo, hai voglia a parlare di tattica e numerini: gli avevano dato una bella spider, ma subito la quarta e la quinta si sono bloccate, eccheccazzo!

    RispondiElimina
  109. Chiarificatore27 marzo 2014 16:10

    Sono diversivi i tuoi Sopra, che eludono il fatto che con tre tenori abbiamo sempre fatto bene, senza tre tenori sempre male.

    RispondiElimina
  110. Chiarificatore27 marzo 2014 16:14

    Io non dico che non ci siano altri problemi, anzi ce ne sono (ad es.: 1) mai con due punte dopo l'infortunio di Gomez, 2) Pasqual titolare, 3) Cuadrado a sinistra), ma il principale è che con Ambrosini si gioca male e si fanno pochissimi punti, con i tre tenori, anche quest'anno si gioca bene e si fanno molti punti.

    RispondiElimina
  111. Chiarificatore27 marzo 2014 16:16

    Intanto nel sitone sta riprendendo vita e riformando la squadra di quelli che è tutta colpa dei braccini, incapaci di fare il passo decisivo.

    RispondiElimina
  112. Non abbiamo sempre fatto bene, Chiari. Abbiamo fatto bene quando i tre erano in forma, ma se qualcuno stentava andavamo in crisi. Nel girone di ritorno questa debolezza si è fatta sempre più evidente. La colpa non è dei tenori in sé, che sono un punto di forza, ma di averli spompati, senza aver dato loro il riposo di cui necessitavano, Pizarro in primis.

    RispondiElimina
  113. Vabbé, quello è un classico di quel sito di scemi.

    RispondiElimina
  114. Chiarificatore27 marzo 2014 16:19

    Mc fatti i conti della media punti con i tre tenori e quella con Ambrosini, la differenza è clamorosa. Con i tre tenori viaggiamo a media qualificazione CL, con Ambrosini a media retrocessione. Punto. Tutto il resto sono diversivi.

    RispondiElimina
  115. Te riduci il problema al solo Ambrosini. Insomma indichi la luna e guardi il dito. Molto spesso abbiamo giocato quest'anno coi tre tenori, ma a partire dalla fine di gennaio siamo andati in crisi perché proprio i tenori non riuscivano più a dare al possesso palla quella velocità necessaria per dare pericolosità alla manovra d'attacco e, di conseguenza, giocando sottoritmo, eravamo più vulnerabili ai contropiede avversari.

    RispondiElimina
  116. Chiarificatore27 marzo 2014 16:27

    Non lo riduco al solo Ambrosini, ce ne sono altri problemi, che ho indicato da tempo ed ho appena finito di ricordare qui sopra, ma resta il fatto che il crollo del nostro rendimento con Ambrosini in campo è quello più evidente, più clamoroso, e che più ci ha danneggiato.
    Mentre anche dopo gennaio con i tre tenori abbiamo sempre fatto bene, Pizarro incluso.

    RispondiElimina
  117. Sopravvissuto27 marzo 2014 16:36

    CHIARI, visti quanti desaparecido tornati a scrivere? Erano mesi che tutti insieme non si affacciavano su fiorentina.it!

    RispondiElimina
  118. Chiarificatore27 marzo 2014 16:39

    Uno vero spettacolo. Ah ah ah ah ah ah!!!!

    RispondiElimina
  119. Si,é proprio la fiera della malafede, incoraggiata dall'anonimato.
    Con obbligo di nome ,cognome, indirizzo, telefono, e età della sorella, starebbero piu' fermi

    RispondiElimina
  120. Foco, ti rispondo da un cantiere forestale coi tam tam che con un sistema brevettato si trasformano il suono in mail. Tra il Montella geniale e sbalorditivo dello scorso anno e questo scarsone che reitera ossessivamente errori tattici c'è una tale differenza che sfiora, anzi abbraccia ogni lato del mistero. Non potendo dare risposta valuto ciò che vedo da mesi che moltissimi non vedevano perché con occhi incispati dalle prodezze rossiane. (cito l'ottimo tifoso Leo che si attacca ai gol falliti di Matri ed una serie infinita di se...) Questo allenatore, mettetevelo nel capo, se non cambia attitudine non progredirà un bel cazzo nulla e non perché gli si negano gli errori, ma perché da gran presuntuoso, li rifarebbe, come da tutte sue post dichiarazioni e formazioni ripetute. E circa i moduli se lui, come afferma a piè sospinto, sa che la squadra è stanca ( colpa unicamente sua) perché insiste con moduli che puoi per metterti solo con condizione ottimale???
    Cazzo, ma tra i nostri gran giornalisti di `ste palle, c'è qualcuno che gli sa fare questa cazzo di semplice domanda? Analogie con prandelli tante a questo punto.

    RispondiElimina
  121. Dopo gennaio, coi tre tenori, spesso abbiamo giocato male. Ambrosini, tra l'altro, ha giocato molto poco in questo periodo.

    RispondiElimina
  122. Bisogn che la Fiorentina vada male per tornar a veder volare i coglioni!

    RispondiElimina
  123. Chiarificatore27 marzo 2014 16:50

    MarcoSiena è il capofila, dice che s'è speso poco per la difesa, che Rodriguez è costato troppo poco, che è rimasto colpito per l'immobilismo di mercato di agosto 2013, e via incolpando i DV. Peccato che ad Agosto 2013 la Fiorentina sia stata incoronata dagli osservatori Regina del mercato.

    RispondiElimina
  124. Bah, non mi sembra che ci siano analogie con Prandelli. Piuttosto vedo un tecnico giovane e inesperto che si trova alle prese con il periodo più complicato finora dai lui attrversato. Da qui i suoi tentativi, spesso sbagliati, di metterci una pezza. Ma a tecnici molto più esperti di lui ho visto commettere sciocchezze anche più grandi.

    RispondiElimina
  125. Chiarificatore27 marzo 2014 16:51

    Ma anche nel 2014 il trend è stato quello, con i tre tenori bene, con Ambrosini male.

    RispondiElimina
  126. Marco Siena è pedissequo e noioso nelle sue lunghe esposizioni. Di calcio qualcosa capisce, a differenza di troppi sul sifone, ma sinceramente trovo faticoso leggere di quando in quando i suoi post, troppo lunghi per essere anche interessanti.

    RispondiElimina
  127. Guai ad arrendersi, eh Chiari? Avessimo giocato bene coi tre tenori, qualche punto in più e qualche sconfitta in meno li avremmo ottenuti.

    RispondiElimina
  128. Chiarificatore27 marzo 2014 16:56

    Quando scrive di calcio se uno riesce a stare sveglio può leggere anche cose condivisibili. E' che nelle sue sbrodolate ci deve sempre mettere qualcosa contro i braccini che di fronte al passo decisivo si fermano.

    RispondiElimina
  129. Tanto non è mica lui che deve tirar fuori i soldi? Che testa di cazzo!

    RispondiElimina
  130. mi sa anche che sia di quelli che hanno tutta la collezione estate - inverno di Tod's......eheheheh

    RispondiElimina
  131. come sarebbe " é colpa unicamente sua" ? se Iakovenko é un brodo ; se Wolsky, Bakic,Rebic, Alonso, Matos, son troppo leggeri perché vengono da campionati tecnicamente inferiori ;se Joaquim, Illicic, Vargas hanno faticato a entrare in forma; se abbiamo giocato un fottio di partite in piu' dell'anno scorso; se abbiamo avuto una sequela di infortuni che nemmeno sul "parvis" di Lourdes....vabbé, sarà colpa sua

    RispondiElimina
  132. È il succo di quello che provo a dire io. Mac, eheheheh, se hai tempo ti lascio le chiavi del mio blog, tanto diciamo spesso le stesse cose ahahahah

    RispondiElimina
  133. Chiarificatore27 marzo 2014 18:46

    Dammi i punti persi quando non c'erano i tre tenori rispetto a quando c'erano e viene fuori un campionato molto positivo, tenendo conto dei gravi infortuni.

    RispondiElimina
  134. Lele vorrei vivere di certezze come fai tu ma non posso, non mi riesce, probabile che veda, sbagliando, in Montella un allenatore capace, molto capace, che pur alle prime armi ha mostrato più di tanti suoi colleghi con gavetta e panchine numerose sulle spalle. Non ritenendolo un Dio l'anno passato e un completo deficiente in questo immagino che ci siano una serie di circostanze che ci hanno portato a questi risultati da metà Gennaio in poi. A differenza di alcuni qui sono possibilista, ci sono stati errori, alcuni bislacchi, altri dovuti alla contingenza che non riguarda i "soli" Gomez e Rossi ma ad uno stato fisico e mentale che ha bruciato rapidamente risorse e energie che sarebbero tornate comode in questo momento. Mi limito ai numeri, non distanti da quelli dell'anno passato, nonostante questi tre mesi pessimi, una condizione ballerina e delle defezioni troppo gravi. Aggiungiamoci pure quelle quattro partite (in pratica un mese pieno) in cui ci hanno messo la testa sotto la sabbia con decisioni ridicole sul campo, togliendoci anche quei 3-4 punti sacrosanti che stavamo conquistandoci sul campo. Alcuni innesti stanno offrendo meno del previsto, in questo blog esiste un tipo di tifoseria che quando conquista i 3 punti deve deflorare l'avversario, annichilirlo, umiliarlo col gioco, roba da palati fini, da platee tipo Monaco o Barcellona che non si aggrappano agli episodi per giustificare una sconfitta o per descrivere una vittoria che deve essere netta in ogni zona del campo non solo nei goal. A Napoli si è giocato come ieri sera, subendo l'impossibile nei primi venti minuti in cui potevamo prenderne due, dopo è risultata più equilibrata (cosa che è stata anche ieri sera tranne che per gli episodi appunto) fino al goal di Joaquin che ci ha dato i 3 punti. Si è parlato di cinismo, oggi si ragiona di prestazione orripilante, orribilis, e si pensa che uno o due giocatori inseriti in questo meccanismo, in quello attuale dove nessuno o pochi fanno anche il minimo che sanno fare, aprirebbe la partita come una cozza. Ieri sera erano in campo Mati e Borja che se stanno bene, col resto della squadra, fanno già la differenza contro questo milan attuale. Ma non hanno giocato male solo loro, la solita difesa, un Neto meno centrato, un Matri disastroso hanno fatto il resto ma qui si crede che un Aquilani o un Ilicic avrebbero cambiato il volto all'intera squadra ponendo Ambrosini sul banco degli imputati quando ieri sera è stato uno dei migliori. Finché si ragiona così, a comparti stagni, ad ogni sconfitta invocheremo gli assenti o i ceduti perché migliori, a nostro dire, di quelli schierati, giusto per non farci mancare l'occasione di dare di coglione ed incapace al tecnico; non ci sfiora il dubbio che anche con i cambi o la formazione che volevamo, se non gira il meccanismo, le avremmo buscate ugualmente. Ritengo Montella molto più preparato delle nostre fantasie da pseudo allenatori e se non ne viene a capo lui figuriamoci a quali figure di merda andremmo incontro se sedessimo noi in panca. Prova soltanto a immaginarle, il gioco dei tre bussolotti, togliene uno-due per metterne altri è un giochino banale che fanno tutti i tifosi, si deve salire a monte per capire le problematiche e di sicuro il monte non è Montella, direi il contrario.

    RispondiElimina
  135. colonel.blimp27 marzo 2014 19:25

    Vorrei LUCIANO. Ma mi accontenterei anche di LUCIANO.

    RispondiElimina
  136. colonel.blimp27 marzo 2014 19:49

    Propongo un rebus. Attenti, consta di due immagini che deve proporre in due post distinti.

    RispondiElimina
  137. colonel.blimp27 marzo 2014 19:52

    Boh, non mi viene l'immagine! S.u.s.i., Pollock!

    RispondiElimina
  138. colonel.blimp27 marzo 2014 19:55

    Ricomincio:

    RispondiElimina
  139. colonel.blimp27 marzo 2014 19:59

    Via, non funziona.

    RispondiElimina
  140. Le analogie con prandelli si riferivano a domande mai scomode da parte dei giornalai.

    RispondiElimina
  141. Eppure è scritto chiaro, colpa esclusivamente sua la non preparazione atletica.

    RispondiElimina
  142. Lele se è diretto a me mi spiace, non faccio "a non capirci", mi pare di aver dato risposte sull'allenatore, sul farti passare da bischero men che mai, non mi sfiora l'idea, con nessuno, figuriamoci con te. Non siamo in contrapposizione, non siamo ad un esame dove qui si deve dimostrare qualcosa a qualcuno e non ho la presunzione di capirci più di altri, e non credo che se qualcuno ci capisse di più ostenterebbe un totem di simbologia fallica. Si discorre, sono in totale disaccordo con chi vede in Montella l'unico responsabile di questo lungo momento anche perché in campo non ci vanno gli allenatori, un allenatore di quelli bravi incide, per me, non più di un 20%, c'è chi si spinge al 30 e chi al 40% che sono incidenze pazzesche secondo me. Ha commesso degli errori, ma li fanno tutti, ha le sue fisse, come tutti gli allenatori, ha mandato in malora la preparazione estiva (e qui punterei il dito di brutto, più che sui moduli e sugli schieramenti) ma sono sicuro che farà tesoro degli errori commessi, nessuno mai, in così poco tempo è riuscito a dare un'impronta di gioco così marcata e importante con l'esperienza alle spalle che ha lui. In prospettiva avremmo un tesoro in casa e quest'anno, non io, gli concedo una pletora di attenuanti, magari il prossimo, se persiste l'andazzo, mi iscriverò al partito di chi ne chiede la testa o chi lo considera giunto al suo apice di capacità e maturazione. Per me non siamo neanche alla metà di quello che vale ma lo sai, sono un ottimo tifoso che si attacca agli episodi e ad una serie infinita di se.....

    RispondiElimina
  143. Intanto la corazzata inter non va oltre il pareggio in casa con l'Udinese.

    RispondiElimina
  144. Chiarificatore27 marzo 2014 23:10

    Monta l'onda, nel sitone, di quelli che la colpa è della società incapace.

    RispondiElimina
  145. Lele, perchè altri moduli non li sa mettere in campo e nemmeno ha gli uomini per metterli. E' una squadra strutturata per fare possesso palla e stare alta e che deve essere capace di difendersi solo col movimento e con la densità non avendo specialisti nel recupero palla. Se non lo può fare perchè è giù di testa e di gambe rischia le botte e infatti le piglia.

    RispondiElimina
  146. Comunque in Brasile si sta da Dei, o icche tu aspetti a venirci?

    RispondiElimina