.

.

martedì 11 novembre 2014

Anima rosa

Oggi la pillola su Radio Toscana mi serve per parlare di Orvelio Scotti, un uomo capace, come si può vedere nella meravigliosa foto, di far abbracciare il teatro alla Gaia. Di mostrare tutti i suoi colori pastello, come quel frac rosa con il quale ha voluto salutare per l’ultima volta. Attore, autore, ma soprattutto uomo libero che lascia la Coldiretti molto prima della pensione per dedicarsi a quella sua passione. Lascia la Coldiretti ma fonderà “Il Centro Teatrale del Boschetto” per dare un senso di continuità con il suo passato dentro al quale coltivare nuove grandi emozioni. Un uomo che ci lascia, e che ci lascia però anche da annaffiare il suo ricco orto dell’anima a km zero, capace fino all’ultimo di sorprendere, non solo come faceva quando usciva con la sua capra, ma di farla diventare attrice in uno spettacolo chiamato solamente “Io e la capra”, alla faccia della Wertmuller, dove l’ovino recitava proprio come la Gaia, anche se la Nanni risulterà a tutti gli effetti molto più pelosa. Un uomo capace di emozionare le anime più disparate e di riunirle tutte in chiesa per l’ultimo “Eppi auar”. Anime disparate e disperate, senza bicchiere, ma lo stesso ispirate dalla commozione e dal ricordo. Ne è stata vista una farsi il segno della croce con la sinistra. Bisogna essere felici, perché Orvelio Scotti ci ha lasciato riuscendo a cancellare dalla sua lista della spesa molte delle cose che si era appuntato di fare, come la maratona di New York, comprarsi un Harley-Davidson e regalarci il talento di Gaia Nanni, che ieri ancora piegata dal dolore ho cercato di affossare definitivamente con l’assoluta inalterabilità delle mie parole di plastica. Malgrado avesse tentato il tutto per tutto combattendo me e la tristezza con una Sacher. Ogni lunedì la costringo a leggere quello che scrivo io, ma oggi per fortuna è già martedì e allora voglio raccontare quello che ha scritto lei. Per lui. “Si resta come degli imbecilli nudi, senza di te”. E poi a ribadire che la vita è dura ecco la pillola da buttar giù, perché comunque la vita continua:E’ una Fiorentina che ci fa “Accarezzare nuovi scampoli di assenza”, spesso interi primi tempi. E’ una squadra cioè che non ritrova più la sua identità, ed oggi oltre al caldo anomalo e alle zanzare possiamo parlare apertamente di delusione, anche se quando apri così apertamente a qualcosa è proprio lì che ti entrano le zanzare. Non per questo vuol dire abbandonare la squadra ad Ilicic e alle zanzare, io non demordo, non abbandono la squadra sull’autostrada nel momento del bisogno. Non sono uno di quei tifosi della domenica che l’autostrada la prende in controsenso. Il fumogeno dentro alle mutande lo nascondo anche gli altri giorni della settimana. Perché se più bello vuoi apparire un po’ devi soffrire. Oggi bisogna solo stare vicini alla squadra. Il tifoso vero c’è, come Dio. Lo scrivo qua invece che sui ponti dell’autostrada perché non devo andare ad abbandonare la passione sull’A1. Anzi, scriverlo mi è servito a capire perché c’è così tanta corrispondenza sui ponti dell’autostrada. Me l’ha spiegato un camionista del Brennero. Fermarsi ad esprimere concetti serve per abbassare la media della velocità. Insomma, siamo tutti un po’ più religiosi da quando c’è il Tutor. E per farmi perdonare dalla Gaia certi pensieri così blasfemi, oggi le andrò a comprare la frutta, una gentilezza penserete voi, no, l’unico modo per toccargli le mele”.


196 commenti:

  1. Un bellissimo editoriale, tra i tuoi migliori. Complimenti.

    RispondiElimina
  2. Mi fanno molto piacere le tue parole anche perché voglio dire che lo spirito con il quale ricordo Orvelio, vuole essere jazz come a New Orleans. Una gioiosa cerimonia. Quindi grazie Lele e su con la vita, anche perché oggi bisogna ancora finire di festeggiare il nuovo arrivato, e poi il nuovo record di visite ieri sul blog. Oltre 1600.

    RispondiElimina
  3. Ci sono anche le scritte, a caratteri cubitali, sui pilastri orizzontali dei ponti, proprio far rallentare, dovendo leggere....
    Bello scritto, Gubernator, immagino che quei fogli strappati (sul tavolo della foto) siano i tuoi scritti presi in gran considerazione....eh eh eh eh....
    (P.S.: ora che ti ho portato CARTMAN - un altro per fare il gioco delle 3 carte- avremo una delle famose foto, che tanto hanno concorso alla costituzione del tuo ego?)

    RispondiElimina
  4. Oggi, conoscendovi ho deciso di non mettere i fagioli sul buffet dell'"eppi auar".

    https://www.youtube.com/watch?v=alt_WizBXjg

    RispondiElimina
  5. Comunque, POLLOCK, sei come il campione mondiale di peti....Nessuno riesce a starti dietro!
    Oramai hai mitigato toni (non Toni!), modi (non Modì), foto (!!!)....devi essere un Time New Roman, un bel carattere!

    RispondiElimina
  6. Quando le meriti, non ho mai lesinato buone parole. Il fatto che le meriti di rado, è un altro capitolo, caro i'mi bucaiolo! Su con la vita (a proposito, indolle'?) certo, tu lo dici proprio a me che mi conosci, sai che sono un guerrigliero inviato sotto mentite spoglie. Ahahah.

    RispondiElimina
  7. LJUKA, non é vero- come hanno spiegato in press-conference- che sia stata la Puma a volere Balotelli in nazionale....Poi hanno mangiato patatine e bevuto s-Puma, mangiato pizza e Pum(m)arola e brindato con s-Pumante....

    RispondiElimina
  8. Stimo moltissimo Conte in veste di tecnico, mi chiedo cosa voglia dimostrare la chiamata di Balo. Seguendolo quasi sempre in PL, non si registra alcun progresso da quello che già si conosce, anzi, se qualcuno credeva ad una definitiva crescita perché tornato in Inghilterra, è vero il contrario, cioè si è avuta solo la conferma di un giocatore con ottime doti tecniche e atletiche, campione sì ma di indisponenza, di scarsissima attitudine a partecipare ad un disegno tattico corale, e per questo portato naturalmente all'egoismo, il tutto con la totale assenza di spirito di sacrificio, si legga corsa senza pallone, pressing e contenimento degli avversari.
    Non è un caso che, nonostante i media lo celebrino costantemente, il Reds stiano giocando da cani.

    RispondiElimina
  9. Io ho visto solo due potenziali gol ciccati da Balo, in Premier.....e un golletto in FA Cup (con solita faccia da supporto di glande).
    Caro LELE, per chiamare EL Sharaawy (gol dopo un anno e 9 mesi di digiuno!! Febbraio 2013 penultimo gol!) e Balo (encefalogramma monolamellare) significa grattare un barile vuoto.

    RispondiElimina
  10. Balo gioca per sé, aspetta che quelli che corrono e si fanno il culo gli passino il pallone e tira in porta, quasi sempre di interno a cercare l'angolo che non becca mai. L'egiziano in nazionale è ridicolo, sinonimo che c'è veramente poca roba in giro.

    RispondiElimina
  11. il savonese in nazionale vale quanto la convocazione di Zaza: giovani promettenti in prospettiva europeo, ovviamente sotto l'egida strisciata. Meglio loro, in ogni caso, dei senatori da operetta Buffon, Pirlo e De Rossi, che prima spariscono meglio è. Su Balo che dire: sembrava una pantera e invece era un Puma...

    RispondiElimina
  12. Buongiorno a tutti,ma io mi sento spaesato e quasi fuori luogo da tutta questa conoscenza e cultura a 360 gradi.Personalmente,più che una seconda punta o un disco hip-hop non posso consigliare.Teatro,Jazz...non sono nelle mie corde,purtroppo.

    RispondiElimina
  13. Tranquillo,Cartman, siamo un gruppo di rinomati millantatori. A dimostrarti che qui la cultura latita, posso dirti che questo post me lo sta scrivendo il vicino di casa.

    RispondiElimina
  14. Io mi rifaccio postando culi, ti consiglio la serie dell'altro giorno, ti fosse sfuggita. Comunque non temere, sa na sega il Poeta, la sua fortuna è avere appreso tramite Ludwig dell'esistenza di google e wikipedia: da allora è tutto un cut-up alla Burroughs, uno sfoggio citazionistico d'effetto per far bella figura e impressionare i gonzi...Ma ti svelo un segreto: fino all'altro ieri pensava che le opere di Pollock fossero i teli che stendeva dietro i quadri per non sporcare il pavimento.

    RispondiElimina
  15. Non è una cattiva cosa,vuol dire che sei in buoni rapporti col vicinato...

    RispondiElimina
  16. Se sapessi chi è il mio vicino...

    RispondiElimina
  17. Ho letto del tuo arrivo, Cartman, che saluto cordialmente. Questo è un postaccio dove una volta, ad ogni ultimo si offriva un bicchiere di...buon vino e ci si univa nel brindisi. Ti hanno usato queste buone maniere?

    RispondiElimina
  18. Per chi vuole divertirsi,inforcando occhiali....
    Sottolineo la frase di Montella dopo Sassuolo, passata stagione "Vorrei una squadra più forte, con maggiori pressioni, piuttosto che una squadra meno forte, ma con meno pressioni ..."

    RispondiElimina
  19. Su El Sharaawy non sarei più sicuro, non mi garba, e non perché non segna.

    RispondiElimina
  20. Non conosco il tuo vicino,ma nel mio condominio quello da scansare sono io mentre i miei genitori abitano nello stesso palazzo che fu di Liajic,quindi tra un Savic briaco,un taxi che depositava ucraine con calze a rete era sempre festa.

    RispondiElimina
  21. Savic sarebbe un magnifico personaggio da film di Kusturica...

    RispondiElimina
  22. Grazie dei saluti,Lele ma per il vino mi accontento di una recensione letta ieri...

    RispondiElimina
  23. Somiglia ad un attore, vediamo se hai capito chi.

    RispondiElimina
  24. Azz, allora sono diventati proprio tirchi, se c'ero io era un'altra storia, sono notoriamente uno spendaccione.

    RispondiElimina
  25. Un Adrien Brody col naso rifatto?

    RispondiElimina
  26. Ahah vero...Non so se Lele intende lui, ma anche a me ricorda un attore che ovviamente non ricordo.

    RispondiElimina
  27. Vinci te. Anzi vincono i tuoi. Io c'ho solo il confessore di Prandelli.

    RispondiElimina
  28. Rialti è uno dei pochi giornalai fiorentini che rispetto, perché alla fine, che sia d'accordo o meno con quello che scrive, mi dà sempre l'impressione di volere bene alla viola e non a una proprietà o a un tecnico...

    RispondiElimina
  29. essere sicuri su uno di quell'età è impossibile. A me è sempre piaciuto molto: veloce, tecnico, punta l'uomo, lui sì è un giocatore da 4-3-3 vero, potenzialmente un Ribery italiano, ma capace di fare anche la seconda punta e andare al tiro. Probabilmente ha fatto il grande salto troppo presto, se si fosse fatto un anno di gavetta vera al Genoa sarebbe cresciuto a modo suo e non nelle grinfie di Milan Lab. Speriamo che non l'abbiano rovinato del tutto, per me le potenzialità sono evidenti.

    RispondiElimina
  30. Non conosco bene le gerarchie ecclesiastiche,ma per confessare un sacerdote ci vorrà minimo un cardinal Bagnasco?

    RispondiElimina
  31. Lo vedo solo a trazione anteriore, Ribery, che citi, sa cosa fare sulla fascia quando difendere. E se sai solo attaccare, tipo Cerci esempio, devi fare gol, altrimenti se inutile. Lo credevo molto promettente due anni fa' ma mi ha deluso, lasciando da parte le chiacchiere sul personale poco edificanti, ma che visto l'andamento della carriera potrebbero avere anche un fondamento.

    RispondiElimina
  32. questo può essere, ed è legato molto alla precocità del grande salto, credo. Di certo l'ambiente Milan non è l'ideale per un ventenne, oggi. Da noi, credo, esploderebbe.

    RispondiElimina
  33. sul paragone con Ribery comunque hai ragione. Ricorda più Menez o il giovane Joaquin, un'ala pura.

    RispondiElimina
  34. E' vero, un po' lo ricorda, non ci avevo fatto caso...

    RispondiElimina
  35. Complice una storta rimediata domenica mattina in un epico Italia Brasile a calcetto, mi ritrovo con la gamba sul cuscino col pc e tv accesa. Scorrendo c'era Carlito's way e quando ho visto l'avvocato ho pensato a Savic.

    RispondiElimina
  36. Per com'era conciato in Carlito's Way ci vuole occhio davvero per vederci la somiglianza...

    RispondiElimina
  37. Grazie per la recensione, Sopra. Perché sia corretta, dovresti però citare le fonti.
    Cos'è che avete contro Balotelli? E' leggero come una p(i)uma, così lindo che p(rof)uma, se lo fai arrabbiare f(p)uma, quando corre si cons(p)uma. Non cercarlo, tanto sf(p)uma e se lo tocchi ti frant(p)uma. Dite che c'entra lo sponsor? Conte, poveretto, che può fare? Opporsi a chi gli paga lo stipendio?
    Ovvia, relax completo... Si parla di nazionale.
    Kusturica - Savic: io voto per Vincent Cassel, in brutto. Però anche Brody, un che...
    Orvelio Scotti. Mai conosciuto personalmente, ma al Boschetto ci sono andato qualche volta, anni fa. Bravo, molto bravo. Quindi la festa di compleanno dello scorso anno è stata davvero l'ultima. Mi dispiace.

    RispondiElimina
  38. A parte i riccioli gli somiglia. Magari di più nel film di Sorrentino, ah ah ah.

    RispondiElimina
  39. Deyna,non sono in argomento cinema ma torno un attimo sul calcio...Nabil Fekir del Lione sarebbe l'uomo che fa per noi.con una buona offerta ancora è prendibile,in 10 partite 6 gol e forma un attacco atomico con Lacazette,che ormai è fuori budget per noi,credo.Classe '93 franco-algerino,se ti capita dagli un'occhiata.

    RispondiElimina
  40. Comunque mi son visto per curiosità due partite del Genoa, Roncaglia sta giocando alla stragrande, ai livelli del Facundo del girone d'andata 2012/2013...

    RispondiElimina
  41. Cartman riprendo qui, Lacazette è destinato ai top club, ma chiunque esca dall'OL diviene caro, quindi anche Fekir, Aulas è come Pozzo e forse più.
    Piuttosto c'è uno, Diego Rolan del Bordeaux, molto bravo, con margini ampi di miglioramento. Poi troverai parere entusiastico di Deyna, fosse solo che è latinoamericano.

    RispondiElimina
  42. CorStadio. I giornali o i giornalisti sono come i calciatori...non devi guardare il nome o il numero sulla maglia, per capire chi sono....ahi ahi ahi......Per osmosi giornale aponense....

    RispondiElimina
  43. Rolan lo consigliavo anni fa, ha mezzi notevoli, non l'ho però seguito al Bordeaux. Fekir per il poco che ho visto sembra forte, sì

    RispondiElimina
  44. ma Gasperini gioca ancora con il 3-4-3, giusto? Per quel modulo Facundo è perfetto, noi l'abbiamo dato via solo perché Montella voleva un terzino vero e non un altro centrale adattato come Tomovic... Poi gli hanno preso Richards che è un altro centrale, ma vabbé.

    RispondiElimina
  45. Però se facesse lo stesso percorso di Brahimi del Porto che dopo il rennes passo al Granada dei Pozzo e da li per 7 milioni al Porto,forse per una cifra contenuta si potrebbe strappare,forse...

    RispondiElimina
  46. Porto = Udinese d'Europa

    RispondiElimina
  47. La Nazione di stamattina dà Gonzalo in via di cessione. Capitano, senatore, leader. Ma si può? Ma può un giornale agire così sfacciatamente a danno della Fiorentina? Sono senza parole.

    RispondiElimina
  48. Boh, a volte le dinamiche del mercato sono strane, ma Aulas è un marpione di prima categoria, vende i suoi solitamente al doppio del loro valore e da quello che ricordo lo ha preso in tasca solo una volta, con Gourcuff, una sola volta, ma fa ancora male...

    RispondiElimina
  49. Poi con il buon Pradè in azione,un "bomber" nostrano sarà più facile.

    RispondiElimina
  50. GAT sul sitone:

    Qualcuno mi spiega come si fa a lasciare Deyna libero di
    circolare? Un pazzo furioso così non ricordo d'averlo mai incrociato.
    Bravi davvero i suoi ispanici, Valero, coglion Gonzalo (mai visto uno
    scroto così in vita mia e tale vien considerato anche in Spagna, dove ha
    fatto piangere per quattro stagioni su cinque), l'inutilissimo Mati, il
    non adeguato Alonso, il cesso Roncaglia. Bravi gli slavi sdozzi (tranne
    Marin e Ilicic, d'altra categoria, ma che per ragioni diverse non sono
    messi in condizione di esprimerlo), piedi di marmo Savic, l'evanescente
    Tomovic,. Giocatoracci (tranne Borja, un mediocre di lusso) che rubano
    il pane agli italiani della pedata. E questo somaro di un Pupil continua
    a blaterare scemenze per cui andrebbe ristretto in una camicia di forza
    con un cerotto sulla bocca. Nutrito a minestrine, sedato con gli
    elettroshock e guardato a vista. Per rinforzare la difesa Dan e
    Napuliello puntavano a cinque forti difensori italiani, due del
    Cagliari, uno del Siena più Santon. E in avanti a Ramirez e Bonaventura.
    Con gli stessi Giovinco e Quagliarella come idee alternative. Sapete le
    cose come sono andate a finire. E Deyna continua a fare il pollo
    lobotomizzato. Gat

    RispondiElimina
  51. Rolan fa cose difficili ad alta velocità. Ignoro la valutazione e non credo che Macia abbia fari accesi in Ligue 1, ma credo che con 30 mln da garantire e lontano dal podio, i DV abbiano zero voglia di investire in inverno. Piuttosto che sfoltiscano la rosa, prima.

    RispondiElimina
  52. un giornale,con giornalisti meno preparati sull'argomento della nazione non è facile trovarlo,non credi?

    RispondiElimina
  53. Qualcuno risponderà che la campagna acquisti recente e di un anno fa ha anche lo zampino del "suo" amico Pradé???
    CARTMAN, a me censurano per molto meno, mooolto meno.......Vedi? Chi può e chi non può...

    RispondiElimina
  54. Da lobotomizzare sarebbe lui, ma il problema è quello di trovargli un cervello che purtroppo non esiste. Solo un'idiota conclamato può sostenere che per rinforzare la difesa occorrevano cinque forti difensori italiani (ma dove sono???!!!), due del cagliari (chi? Astori? Rossettini?), uno del Siena (boh?) più Santon. E, udite, udite, in avanti Ramirez (cacciato a pedate dal Southampton) e il nano Giovinco (che la Rube cerca da anni di sbolognare a qualcuno senza successo).

    RispondiElimina
  55. Chissà se GAT scrive così sui giornali....
    Mamma mia, i traumi infantili sono terribili.......Altro che Schreber!!!

    RispondiElimina
  56. Io mi ricordo un Sandro Picchi competente e un Masieri leggero e divertente. Non conosco gli attuali, ma se penso che Calamai ha ruolo di rilevo in Gazzetta, il panorama mi pare oscuro.

    RispondiElimina
  57. Siccome non riesco a riprendermi da domenica pomeriggio (e dal Calamai, ha ragione il super Foco di ieri sera) rompo subito il digiuno e inauguro una nuova versione di "Chi l'hA vista?" A Voi...

    http://www.dagospia.com/img/foto/11-2013/debora-caprioglio-277942.jpg

    RispondiElimina
  58. "Il Bugiardo" è inarrivabile anche per The Nation...

    RispondiElimina
  59. DEYNA....tutta tua questa....il tuo sogno (??!)...

    RispondiElimina
  60. La Caprioglio......

    RispondiElimina
  61. ... non so dove sia ora a prendere soldi, ma un paio d'anni fa Toulalan (gran pezzo, averlo avuto in mezzo al campo) mi pare fosse disponibile a parametro ...

    RispondiElimina
  62. Come LOUIS...chi l'ha visto?

    RispondiElimina
  63. Per chi non ne può più....

    RispondiElimina
  64. https://fbcdn-sphotos-d-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xpf1/v/t1.0-9/988815_10203999872569704_6207157846335033300_n.jpg?oh=e52563c47401b24b22d39343f7fb008b&oe=54D6DD89&__gda__=1423165411_9d2ca7b3c82124fcf9c303290edb36a1

    RispondiElimina
  65. Io meritai censura e tripla risposta piccata e falsa di un dipendente di V.N. Soltanto perché affermai che il tono che Gazzetta usa nei confronti della Viola non lo usa verso il Milan e i gobbi.

    RispondiElimina
  66. Sì Valto, il sistema è quello ma a livelli molto più alti, il Porto punta a vincere campionato e a ben figurare in champions, poi vende. La qualità che hanno scovato negli ultimi 15 anni è impressionante, ci sarebbe da fare una lista lunga un km. Complimenti a loro, il mio sogno è di vedere un giorno una organizzazione tale anche da Noi. Temo morirò con la voglia.

    RispondiElimina
  67. LOUIS, Toulalan a prendere soldi sceiccosi a Malaga....ed é uno che tiene botta, a me piaceva! Silenzioso, poco appariscente ma un mastino del centrocampo con buoni piedi.

    RispondiElimina
  68. Questi sono i miei idoli...


    oggi sono un po così, poca voglia di fare il serio, anche se questa storia fa riflettere...


    buon pomeriggio gente...







    http://fuorisubito.blogspot.it/2013/12/la-banca-gli-pignora-la-casa-lui-la.html

    RispondiElimina
  69. Approvato e protocollato, magari!
    1978: un'impresa titanica in provincia lontana da Firenze trovare una maglia della viola; babbo riuscí- non so come- a regalarmela a Natale! E mi disse: "i calzoncini non ci sono, ho preso questi neri...vedi un po'...". Alle 7 ero già in strada a svegliare gente con pallonate al muro, io è la mia divisa viola/nera. Fighissimaaaaaa!!

    RispondiElimina
  70. Se posso permettermi,sullo stesso livello del Porto io ci metterei il Siviglia di Monchi..Dani Alves,Sergio Ramos,Keita,Rakitic,Negredo,
    Reyes,Moreno,Fazio... i primi a memoria che mi vengono in mente.

    RispondiElimina
  71. Ecco, infatti mi pareva fosse in una squadra che può permettersi certi stipendi... Sempre detto Sopra che io e te s'ha molto in comune... ;-)

    RispondiElimina
  72. Eheheheh, bell'acquisto questo Cart... i miei complimenti a lui e al duo di talentscout che l'hanno scovato... i nostri Pracià!





    p.s. poi ci sarebbero le olandesi Psv Fey e, ovviamente, Ajax...

    RispondiElimina
  73. a proposito di Fey, qualcuno ha visto giocare recentemente il "nostro" Clasie? So che è diventato capitano, e vista l'età mi pare decisamente un buon segnale. Ma sul piano tecnico? Non ho visto neanche una loro partita quest'anno, neanche in EL contro il mio Sevilla...

    RispondiElimina
  74. Cartman,ti ricordi mica se c'era anche questa tra le signorine con le calze a rete in festa?Sarebbe da chiedere al taxi driver altrimenti...

    RispondiElimina
  75. Sono felice di annunciarvi la nascita della rubrica : " perché l'abbiamo comprato. Perché non lo venderemo". Una retrospettiva su un giocatore che poteva essere un fuoriclasse, ma ha scelto di essere un attaccapanni.

    RispondiElimina
  76. Dio, ad avere lo stesso coraggio!!!

    RispondiElimina
  77. Perché l'abbiamo comprato. 1

    RispondiElimina
  78. Attaccapanni....Servomuto.....Uomomorto...i sinonimi italiani dim"quel" calciatore. Mamma mia!!!

    RispondiElimina
  79. Perché l'abbiamo comprato. 2

    RispondiElimina
  80. Carina la decorazione dei piatti,vero?

    RispondiElimina
  81. Perché l'abbiamo comprato.3

    RispondiElimina
  82. Raffinati senz'altro,di un certo spessore,ceramica davvero notevole...ahahah

    RispondiElimina
  83. Perché l'abbiamo comprato.4

    RispondiElimina
  84. Perché l'abbiamo comprato.5

    RispondiElimina
  85. Perché l'abbiamo comprato.6

    RispondiElimina
  86. A fronte dell'iniziativa di Foco domani l'editoriale sarà dedicato ad Ilicic.

    RispondiElimina
  87. A proposito del "collage" dell'altro giorno,mentre lo scorrevo entusiasta,un caro amico sbirciando voleva iscriversi al blog.Ho dovuto spiegargli,cazzeggiando ovviamente,che doveva fare una "trafila" sul sitone per poi essere eventualmente invitato eheheh. Mi ha guardato un minuto intero per capire se scherzavo o meno...Deyna ti ho citato in virtù di "raiola e postatore seriale di sculture a s.fondo-schiena"oltre che raro conoscitore di futebol Argentino e LatinoAmericano...spero che il Director-Pollock pensi seriamente di blindarti,nel caso altri blogger scoprissero questi tuoi talenti eheh.Ciao

    RispondiElimina
  88. Mi pare che con Ilicic ci pigliate una fissazione in negativo. E' un giocatore pagato ufficialmente uno sproposito (ma non è colpa sua) perchè c'era da far inglobare nel prezzo almeno un 3-4 milioni buttati via per riscattare dall'Inter la metà di Viviano che Montella non voleva (e giustamente) più vedere nemmeno dipinto. E' un giocatore molto difficilmente inquadrabile nella filosofia montelliana (ma anche questo non è colpa sua ma di chi lo ha preso). Ha bisogno infatti di ampi spazi per andare in progressione e di gente che questi spazi glieli apra. Farlo giocare affogato nel triccheballacche montelliano è peggio che pestargli i piedi a mattonate. Quando gioca male (e non succede sempre, spesso esagerate) è molto colpa di chi lo impiega a cazzo, come contro il Napoli. A Milano la partita l'ha salvata lui, ad esempio. Non è certo un fenomeno, con la Fiorentina di Montella c'entra come i cavoli a merenda, ma non è nemmeno la pippa che volete.

    RispondiElimina
  89. Ho già preparato l'arringa dell'avvocato difensore qui sotto.

    RispondiElimina
  90. Mi sembra logico che il cerino rimanga in mano a Macìa. E' l'unico del gruppo che ci capisce qualcosa di calcio.

    RispondiElimina
  91. Precisiamo, io mi dissocio dalla parte Pra, che siano Prandelli o Pradè.

    RispondiElimina
  92. Diciamo che è stato inserito a forza in un contesto che fa risplendere il suo lato pippone, che indubbiamente c'è. Le qualità nella fu Maquina scompaiono quasi...

    RispondiElimina
  93. Pare abbia un new-look,un noto haarkultur Tedesco con origini Slovene,ha svelato in anteprima come sarà...che scoop,eheheh!!!

    RispondiElimina
  94. Gli si chiede di fare cose che non sa fare e a complicare c'è un carattere abbstanza fragile, almeno sembra. Certo se davan retta a noi e lasciavano ViviUnodinoi dov'era senza spenzolarsi in operazioni del cazzo avremmo avuto:
    1) il Neto di oggi un anno prima
    2) Non avremmo speso 9 milioni per Ilicic
    3) Forse si andava in Champions.

    RispondiElimina
  95. Ahahahahah, si fa per scherzare, per sdrammatizzare un momento e quello che è stato innalzato a simbolo di questo. Ilicic è schiavo tendenzialmente di due cose: un carattere alquanto insicuro e tendente allo stato depressivo e una certa faciloneria nell'individuare risorse dal mercato, con la sola indicazione dei "piedi buoni". Come giocatore, ha dato il suo massimo in uno schema che gli metteva a disposizione,quasi sempre, trenta metri di campo da affrontare in progressione e sempre faccia alla porta. Fisicamente è impedito dalla struttura alta ma non potente, che gli preclude ruoli da attaccante. È svelto di piedi, ma non ha lo scatto per sfruttare il primo dribbling al meglio. Avrebbe potuto essere un interno di centrocampo, ma lui non ci si vede e, di conseguenza, non ci vuole giocare. Paradossalmente, avrebbe maggior successo in una squadra che si chiude e poi riparte con poca gente.

    RispondiElimina
  96. più che altro è che raramente ho visto un giocatore così dipendente da un solo piede. Col destro non fa assolutamente nulla, né uno stop, né un controllo, per saltare un uomo si deve inventare delle cose incredibili col sinistro perché sul destro non la può neanche appoggiare. Questo fa in modo che ogni tanto gli riescano dei colpi meravigliosi ma altrettante volte perda la palla in maniera imbarazzante. Ma è possibile che a un calciatore professionista e non privo di talento come lui nessuno sia stato capace di insegnare i fondamentali col destro?

    RispondiElimina
  97. Invece ultimamente fa la cazzata di aggiustarsi la palla proprio per tirare col destro. Un mistero il perché.

    RispondiElimina
  98. Paga per tutti ma c'è chi gioca peggio. Il suo avversario è sé stesso: come non gli riesce una giocata, si tende. Non c'era il mental coach una volta in Fiorentina?

    RispondiElimina
  99. ma fare il contrario? Iniziare ad aggiustarsela almeno col destro per tirare di sinistro? Finisce per tirare sempre praticamente di prima, per non volerla toccare con l'altro piede manco morto.

    RispondiElimina
  100. Secondo me gioca con due scarpette sinistre.

    RispondiElimina
  101. Calciomercato.com ore 15, 26: Cuadrado addio vicino

    RispondiElimina
  102. Come sito di mercato, vale Sport Mediaset. Sarà ceduto, ma a luglio.

    RispondiElimina
  103. In quel sito c'é Bucciantini che ne capisce

    RispondiElimina
  104. Questa del parrucchiere ricorda in modo impressionante un corto di Orvelio: Mi pare si chiamasse "Il Taglio". Girava per il web l'anno scorso. Molto carino, se non sono offensivo. Boss? Dritte?

    RispondiElimina
  105. Ecco, volevo dirlo io. Di destro tira spesso e sbaglia sempre.

    RispondiElimina
  106. No, No. Quello era cammellone Diakité

    RispondiElimina
  107. ... fissazione una sega, un lo voglio più vedè neanche al campo d'allenamento, oggi son tranquillo, mi voi fà agità? :-)

    RispondiElimina
  108. Si, però ne beccano poche.

    RispondiElimina
  109. Secondo le malelingue i 30 milioni circa che i DV dovranno versare per ricapitalizzare saranno, almeno parzialmente, coperti da cessioni illustri. I nomi? Neto e Cuad...

    Ora arriva Jordanone e fa uno spucinio...

    p.s. ah, ha detto il tuo amico Calamai che arriva di sihuro un centrocampista bono. Io ho segnato tutto con carta e penna...

    RispondiElimina
  110. Comunicazione di servizio: Oh Bosse, ma un le poi mette le emoscion? Le faccine via... tutti i blogghe seri ce l'hanno, un sono miha fihe gnude...

    RispondiElimina
  111. E ora facciamo godere i'lucchese, visto che le poppe grosse un ni garbano, poerannoi...


    "Dybala? Ci vogliono 40 milioni per portarlo via". Del resto lo chiamano
    la Joya, il Gioiello, e "fra due anni sarà meglio di Cristiano Ronaldo,
    Messi e Ibrahimovic". Il copyright è facilmente intuibile: pensieri e
    parole sono di Maurizio Zamparini, presidente del Palermo


    p.s. questo te lo concedo, ma Medel è bene che l'abbian preso quell'attri, dai retta... :-)

    RispondiElimina
  112. Per me, Fernando c'ha l'accordo, anche se non credo che arrivi a gennaio. I medianoni brasiliani, comunque, non stanno attraversando un gran periodo in giro. Per una squadra come la nostra, per me servirebbe qualcosa di meno compassato, un portatore sano di pressing, uno che si trascini dietro la squadra mordendo l'avversario dalla trequarti. Servirebbe un indio, di quelli cattivi.

    RispondiElimina
  113. uno alla Mamadou Diarra... ricordi? Lo seguiva il Corvo...

    RispondiElimina
  114. Anche Lassana , che forse era più mobile.

    RispondiElimina
  115. Lassana sicuramente più mobile, Mama mi piaceva per la prestanza fisica abbinata alla classe ed al modo di stare in campo, governava la mediana del Lione praticamente da solo, ricordo un Milan Lione di champions, una prestazione meravigliosa, ci fu un momento che sembrava fatta per averlo da Noi... ma volevano una marea di milioni e il Corvo battè in ritirata...

    RispondiElimina
  116. Voglio fare autocritica. Ho sempre sdegnato Pasqual, come molti gli visto tirare cross sugli stinchi avversari, annaspare, sbagliare tempi e posizione in difesa, ma negli ultimi mesi mi è piaciuto proprio. Esempio, contro il Paok ha fatto un partitone. Può essere, anzi, molto probabile che non giocarle tutte gli giovi, va sui 32 e quel ruolo spacca gambe e polmoni. Ora, visto che Alonso fa benino, ma che non dà ancora grandi garanzie come credevo e speravo, prima di lasciarlo andare a zero ci penserei mille volte. Anzi io ci avrei già pensato e lo farei rinnovare, se il rinnovo è annuale come giusto per uno della sua età.

    RispondiElimina
  117. È in un buon momento, ed è anche uno dei meno "depressi". Vedremo, ma mi sembra anche uno che mal digerisce la panchina.

    RispondiElimina
  118. considera anche il fatto che in giro c'è poco, se Conte lo chiama in nazionale nonostante la panchina che fa nel club...

    RispondiElimina
  119. pare ci siano beghe di contratto e bonus legati alle presenze, anche nel suo caso, e comunque, fossi in lui, mi facessero fare la panca fissa a questo Alonso, i coglioni girerebbero anche a me...

    RispondiElimina
  120. Negli ultimi post torna un po' di verve...

    (P.S., POLLOCK: aperto il fascicolo sulla morte di Magherini; cocaina si ma calci in faccia, asfissia. Un video di un passante inchioda le forze dell'ordine, si sente il Maghe lamentarsi "Sto morendo...sto morendo...!", mentre l "schiacciano").

    RispondiElimina
  121. Argomenti già abbondantemente sviluppati. Ci legge, il tizio.
    Niente di nuovo in questo articolo.
    La percezione é che molti si stiano organizzando per andare via.
    La vicenda Neto é paradossale, é una fotografia con personaggi della società, Norberto, la Fiorentina e il grande assente: un uomo di calcio.

    RispondiElimina
  122. già, siamo il termometro della situation, eheheheheh...

    se non altro mi è servito per apprendere che Tata guadagna più di Neto... e te credo che non rinnova, è un miracolo che non se ne sia andato da un pezzo, altrochè...

    RispondiElimina
  123. Uhuhuhuh uh........

    RispondiElimina
  124. Neto, l'ennesimo bond di Corvino, con alta redditività.

    RispondiElimina
  125. Cognigni fuori dalla tempesta, come sempre....Proprio vero, chi striscia non può inciampare....

    RispondiElimina
  126. eh, aspetta, se non rinnova la redditività ce la succhiano gli altri (Liv'pool?)

    RispondiElimina
  127. Prudenzio, come il fratello minore di Indurain, ahahahah

    RispondiElimina
  128. L'innocenza dei bambini e il carattere che va delineandosi...bravo Bernardo!

    RispondiElimina
  129. Medel da noi avrebbe fatto bene, dai retta. E Dybala da noi 20 gol e 10 assist.

    RispondiElimina
  130. più che altro alle 20 presenze scatta il rinnovo automatico...

    RispondiElimina
  131. Posso farvi una domanda,secondo voi chi sono i giocatori più intelligenti tatticamente negli ultimi 20 anni?

    RispondiElimina
  132. sì, per beghe intendevo il discorso del rinnovo contrattuale...

    RispondiElimina
  133. Medel non mi piace, neanche come è fatto, poi se mi dici che avrebbe fatto meglio di Badelj o di questi Pizarro e Borja allora alzo le mani, ma in una squadra con ambizioni serie non può giocare dai...

    RispondiElimina
  134. In generale o della Viola?

    RispondiElimina
  135. In generale e rispondo anche a Louis,perché secondo me Willy Sagnol quando disse che i giocatori africani sono meno costosi e molto spesso meno intelligenti tatticamente e indisciplinati non era razzista ma condivisibile dal punto di vista calcistico.

    RispondiElimina
  136. Ti dico i miei, in nessun ordine:
    Iniesta
    Redondo
    Cafu
    Roy Keane
    Gilberto Silva
    Pirlo
    Sammer
    Deshamps
    Makelele
    Roberto Mancini

    RispondiElimina
  137. Ringrazio Foci per il monografico su Ilicic che mi ha fatto davvero divertire! Concordo con Lele su Pasqual. Sullo sloveno Jordan ha in parte ragione secondo me: ad esempio nel secondo tempo nn è stato malaccio, nel primo in bambola fuori posizione come tanti. Solo che la grinta e determinazione sono pressoché inesistenti e questo fa incavolare matematicamente....

    RispondiElimina
  138. Cartman leggendo questo tuo post mi è venuto in mente un mio carissimo amico (interista) che degli africani ha sempre "considerato" giocatori solo Drogba ed Eto'o, troppo limitati tatticamente tutti gli altri... ricordo ancora nelle nostre chiaccherate calcistica fino a notte fonda, d'estate, fuori dal bar, le varie classifiche ed i suoi sbuffi ogni volta che qualcuno tirava fuori un giocatore africano... la prestanza fisica insomma, per lui non è la dote primaria. Debbo dire che in parte condivido il suo pensiero... quanto alla tua domanda, beh, è molto difficile rispondere, ci sto pensando, i primi che mi vengono in mente, senza scomodare mostri sacri sono Roberto Mancini, Nestor Sensini, Nedved, il nostro Liverani...

    poi arriva Foco e mi soccorre: Deshamps e Makelele ce li metto anche io... Mancini vedo che era venuto in mente anche a lui... bravo...

    RispondiElimina
  139. Di niente, quando serve una cazzata, non mi tiro indietro eheheheh

    RispondiElimina
  140. Nell'ultima parte della carriera, Mancio,tatticamente era a livelli che in Italia hanno toccato in pochi.

    RispondiElimina
  141. Ora, non perchè Mancini figurasse anche nella mia lista, anzi, voglio fare i complimenti a Foco che ha pensato all'ex doriano, proprio perchè in molti ha lasciato impressa solo la dote esteriore, quella tecnica, notarne ANCHE l'intelligenza calcistica è segnale di osservazione non superficiale e competenza.

    RispondiElimina
  142. Ahahahah, grazie Louis, ma sai, essendo stato una pippa di dimensioni planetarie a pallone, mi riesce facile riconoscere gli opposti.

    RispondiElimina
  143. eheheheh, guarda, conosco diversa gente che, invece, è stata bravina sul campo da calcio e che poi ti ci metti a parlare e ti cascano i coglioni... davvero...

    RispondiElimina
  144. Grazie delle risposte ad entrambi,Louis il tuo amico è particolarmente estremo ma comunque anche Yaya Toure che per me è un mostro,a volte perde il capo e parte in maniera quasi irrazionale.

    RispondiElimina
  145. Poi giocatori con visione (intelligenza) tattica superiore ce ne sono stati tanti, molti dei quali non finivano quasi mai sulle prime pagine dei giornali, ricordo 6 mesi di Di Mauro a Firenze memorabili, poi si sciolse con tutta la squadra e sappiamo come è finita, il Marocchi di Bologna, Zorro Boban e Seedorf (ma siamo già molto più su...), Guardiola ai bei tempi, De Boer centrocampista, Baraja del Valencia beniteziano, Bakero per rimanere in Spagna ma la lista è lunghissima, magari qualcuno dei più "vecchi" può ampliare e migliorare la lista...

    RispondiElimina
  146. CARTMAN: Safet Susic, Stojkovic, Mölby, Zidane, Falcao, Schuster, Lozano, Cubillas, Morena, Francescoli, Simonsen, Bergamo (sia a Modena sia a Ravenna), Zorc, Prohaska, Fazekas, Okudera.
    Questa gente sapeva dove andava la palla, sapeva cosa fare di prima, dopo un solo tocco e anche senza palla erano maestri. Imprescindibile il loro apporto, un valore aggiunto ai loro club o nazionale.

    RispondiElimina
  147. Azz'...ultimi venti anni! Scusateeee....

    RispondiElimina
  148. Vero, a lui piace estremizzare, per lui Zenga non ha mai giocato il mondiale del 90, il leggendario ormai campionato del rigore di Iuliano su Ronaldo è frutto della fantasia e tante altre iperboli, ti posso garantire che le ore con lui volano... ma Yaya è arrivato dopo, le nostre discussioni sono di fine anni 90, siam vecchiotti, eheheheheh

    RispondiElimina
  149. Con Francescoli mi hai rimesso in mente Matteoli... eppoi Stojkovic, immenso il talento, così come la sfortuna...

    RispondiElimina
  150. a memoria mia e al volo: Totti, Baresi, Nedved, Iniesta, Schweinsteiger, ahimè l'odiatissimo Buffon, Inzaghi (un vero genio), Seedorf, Snejder per solo un anno della sua vita...

    RispondiElimina
  151. Per poco non ci è rientrato Ronald Koeman, architrave ( con Bakero, certamente) della meravigliosa follia tattica di Cruijff.

    RispondiElimina
  152. Insomma tra 50 nomi solo Zidane e Makelele africani...

    RispondiElimina
  153. Zidane africano per un discorso tattico non vuole dire nulla. L'intelligenza tattica è la scuola calcio, mica il dna. Makelele è africano, Zidane francesissimo...

    RispondiElimina
  154. Comunque se il livello è quello dei post anti-Ilicic (che risate, Foco, ancora sto ridendo), a me fate pure passare la voglia di scrivere. Buonanotte, simpaticoni!

    RispondiElimina
  155. Volendo Zidane poteva scegliere se giocare nell'Algeria o nella Francia,quindi lo davo africano per questo...

    RispondiElimina
  156. Lakhdar Belloumi era africano ma intelligente, così come Rabat Madjer o Eusebio ma siamo indietro con il tempo....

    RispondiElimina
  157. Tutto qua?................e dai.....

    RispondiElimina
  158. Se aspettan quelli di Neto e stanno lustri" e gli va via a zero tra du' mesi!

    RispondiElimina
  159. grande LOUIS per aver ricordato Prudencio Indurain, fratello ma soprattutto gregario di Miguelon, sia al Giro sia al Tour. Si può capire tanto della vita e della carriera di quel grande antagonista degli eroi della mia infanzia, se si pensa che la sua famiglia riuscì ad allevarne due dotati della pazienza e della disciplina sovrumana che serve a un ciclista professionista. I nostri eroi (Il Mio Eroe) fratelli non ne avevano, e soli sono arrivati tanto in vetta quanto in fondo, ahimè.

    RispondiElimina
  160. Madjer il tacco di Allah,del gol in finale contro il Bayern?

    RispondiElimina
  161. sì ma calcisticamente è stato proprio europeo

    RispondiElimina
  162. Yeees! Riciclato a calcetto (vincente), ri-riciclato a beach-soccer (visto al Circeo in azione) ancora furoreggia!!

    RispondiElimina
  163. Chi erano i tuoi? Bugno? Chiappucci? Il Pirata?

    RispondiElimina
  164. Bugno potenzialmente era il più forte di tutti, ma non è mai stato uno dei miei, troppo poco eroismo, troppa poca sofferenza. I miei erano appunto Chiappucci e poi Lui, l'autore delle più grandi emozioni sportive della mia vita.

    RispondiElimina
  165. Volevo chiudere la giornata con un po di tv da sdraiato ma la sveglia viennese è arrivata inesorabile. Dunque ragazzi, sgobbare e darci dentro, tutta notte svegli, l'armadietto degli scozzesi stasera lo svuoto io, i libri e le lavagnette del supercorso di Coverciano me li presta un amico che ha da poco preso il patentino di seconda. Questo il menù della nuttata:

    - applicazione (pregi e difetti) della difesa a 3
    - analisi del ruolo del trequartista nel gioco di Montella
    - studio della preparazione fisica sopra i 1.000 metri
    - calcolo dei km percorsi in media da Borja Valero nella stagione 2012/2013 e confronto con le prime undici giornate dell'anno in corso.





    Direi che per far mattina, se riusciamo a tener botta con gli scozzesi, ne abbiamo abbastanza. Domani sera, dopo cena, interrogazioni.


    p.s. non garantisco dei risultati degli studi di gruppo in caso svuotasse la vetrina dei liquori il Sopra o arrivasse Foco e tirasse fori qualcosa dall'armadietto di fabbrica...

    RispondiElimina
  166. ahahahaha, siamo in linea, Claudio è stato colui che mi ha fatto appassionare al Tour, ricordo ancora quella epica tappa con fuga immane e arrivo in solitaria, era il Sestriere, vero? Io e il mi' babbo s'avea gli occhi lucidi...


    Poi è arrivato l'extraterrestre, il più grande...

    RispondiElimina
  167. madonna, il Sestriere è uno dei miei primi ricordi sportivi così nitidi: ero alle elementari, 200 km di fuga solitaria sono quello che ci vuole per accendere la passione di un ragazzino...
    Poi vabbé, un giorno di primavera del 1994 è apparsa una pelata sul Mortirolo, e mi fermo qui perché ho la pelle d'oca solo a scriverne.

    RispondiElimina
  168. Abedi Pelè credo ci possa stare,stavo scrivendo anch'io la mia lista,prima di accorgermi di essere fuori con l'accuso,non avevo letto degli ultimi venti anni...

    RispondiElimina
  169. già, all'improvviso si rivelò al mondo e subito capimmo che era un qualcosa di mai visto, unico...

    RispondiElimina
  170. Ma le foto di Louis son censurate o è solo il mio diskus che le censura a me

    RispondiElimina
  171. davvero. Un predestinato, uno con una classe così evidente, così palese, così universalmente riconoscibile, che pareva che gli altri si scansassero. Delle gambe a forma di salita e una testa a forma di sofferenza.
    Pensa che quell'anno, alla penultima tappa, quella col Colle dell'Agnello, quando lui partì da solo controvento e Argentin, gregario di Berzin, si mise a tirare il gruppo finché non lo ripresero, io rimasi talmente deluso che volevo presentarmi a casa di Argentin per chiedergli perché mai avesse fatto una cosa del genere. Anche perché casa sua, come quella di metà gruppo, era nel raggio di 100 km dalla mia, eheh.

    RispondiElimina
  172. Avevo scritto ultimi 20 ma poteva essere 30,era per vedere se in generale aveva ragione Sagnol che parlava di giocatori africani particolarmente indisciplinati...

    RispondiElimina
  173. va boh dai allora sparo:B.Robson_D.Blind_R.Gullit_P.Scholes_P.R.Falcao_G.Hagi_Boban_Cambiasso_Rui Costa_Mascherano_ senza ripetere i vari Iniesta,Keane,Mancini etc..che ho già intravisto,ma ce ne sarebbero ancora.Il Sopra che mi nomina Cubillas(un grandissimo)come Ardiles,senza nominare i Cruyff e compagnia bella degli anni 70. Piuttosto un Africans con testa era anche JayJay Okocha

    RispondiElimina
  174. boh non sò che passa lo riscrivo veloce facciamo ultimi 30 abbondanti dai:B.Robson,D.Blind,R.Gullit,P.Scholes, G.Hagi,M.Laudrup,Boban,Zola,Rui Costa,Mascherano, tralasciando ciò che ho intravisto negli altri tipo Iniesta e company.Di Africans con una bella testa era anche JayJay Okocha,Nigeriano

    RispondiElimina
  175. Atterrato ora con volo da Madrid. In aereo l epifania: luciano spalletti. Vi lascio con questa immagine beneaugurante

    RispondiElimina
  176. Ne scrivo due anche io Juninho Pernanbucano del Lione e Mauro Silva del Deportivo L.C. Ci stanno?

    RispondiElimina
  177. LOUIS, io sono bandito in Veneto....non bevo Spritz, non pasteggio con vini, in frigo trovi 6 birre analcoliche e 3 normali. L'unico appunto che qui mi fanno ë il bere...non m'attira, che devo fare? E manco fumo!! Mai fatto...boh...mi son perso qualcosa, senza alcool e fumo? Sono la nemesi di FOCO?

    RispondiElimina
  178. ti sei perso assolutamente nulla Sopra, bene, così finiamo il programma, eheheheh
    p.s. mai fumato manco io...

    notte

    RispondiElimina
  179. SOPRA, conquistarsi la fiducia di quel popolo andando avanti ad acqua è davvero dura, ammiro la tua tenacia, devi avere parecchie altre qualità se riesci a farti rispettare dai veneti da astemio...

    RispondiElimina
  180. Per essere giovane come dici,ne mastichi di calcio...Juninho mi è sempre piaciuto,M.Silva l'ho visto meno anche se il SuperDeportivo di qualche anno fà mi era squadra simpatica.

    RispondiElimina
  181. Oddio,giovane...sono del 1975 non è che giro ancora in scooter.

    RispondiElimina
  182. Mentre DEYNA fa flanella sul mercato, io "sto marcando" ZAPHODB....chissà che l'esotico nick venga a divertirsi, di Pigato ne ha!!

    RispondiElimina
  183. O' VALTOLIN, chiaramente ho altre qualità....mi han dedicato anche un articolo sul Gazzettino e uno sul "Mattino" (di Padova, s'intende). Cronaca nera...ah ah ah ah ah ah ah ah ah.....

    RispondiElimina
  184. e che ci andava a fare a Madrid? Carletto e il Cholo mi sembrano saldi...

    RispondiElimina
  185. Credo fosse in vacanza, era con la moglie e la figlia piccola (non so i grandi). Aveva l'aria un po' scocciata, ma l'aereo è partito con un'ora di ritardo e eravamo scocciati tutti. Ci fosse stato ZV al mio posto..

    RispondiElimina