.

.

domenica 16 dicembre 2012

Sotto sotto

Vediamo di spadellarla subito nel piatto giusto prima che la partita sappia troppo di soffritto, per metterla in soffitta senza soffrire di questo calcio stuprato e servito come uno stufato ad un pubblico già stufo, un calcio che invece di Jovetic avrebbe più bisogno di un bicchiere mezzo pieno di Alka Seltzer per digerirne la folle programmazione. Andiamo a vedercela però almeno con la consapevolezza di avere i tre tenori a centrocampo al posto di tre taniche di vino a centrotavola, con ancora la brioche sullo sfondo della mattinata, puntando eventualmente tutto su una merenda riparatrice, e per abituarci ad una partita che entra in scivolata sul pranzo della domenica ci vuole solo il sapore buono e consolatorio della vittoria, che è accettabile come l’aglio olio e peperoncino a mezzanotte e la pasticceria appena sfornata in piena notte. E a parte il jet lag morale di chi si è prostituito alle televisioni, fatto all’amore con uno sconosciuto buonsenso e quindi partorito un calendario così bastardo, i sapori giusti ci sarebbero tutti lo stesso, dal rientro di Jovetic al ricomposto trio delle meraviglie in mezzo al campo, alla probabile sostituzione di anca sbilenca con l’aneto, che impossibilitato a profumare un pranzo ghigliottinato dagli interessi televisivi, potrebbe risultare comunque terapeutico se usato in infusione per fermare il singhiozzo e la flautulenza di certi interventi di Viviano. Speriamo che Montella ci serva una bella partita frizzante almeno come una Blanquette de Limoux per pulire la bocca dalla coda del risultato di Roma, un risultato che funzioni da vaccino per la coda alla vaccinara che ci ha cucinato l’eterno Totti, con qualcosa di più familiare, va bene anche il sapore datato di una fetta di pane e pomodoro, o la fettunta con l’olio nuovo che strozzi sul nascere le speranze dell’orco roco Cosmi, che a Firenze butti per aria il cappello della salvezza senese e per consolarsi se ne vada a mangiare un bel panino con il lampredotto. Perché oggi vorremmo ritornare proprio a godere, quindi a vincere e guadagnare intanto tre punti sull’Inter, posizionandoci di nuovo a ridosso di quello che dire più non posso, ritrovando quel gioco che ci ha fatto stropicciare gli occhi come se con le mani avessimo toccato il pepeorncino. Insomma una domenica fuori dai canonici spazi gastronomici della tradizione, che però potrebbe addirittura piacerci di più, siamo aperti anche alle gioie fuori orario, anzi pensiamo che quelle fuori pasto possono risultare addirittura le migliori, ma sì, sotto sotto alla fine potrebbe essere proprio un bel vedere.

74 commenti:

  1. Il dado è tratto, siamo nelle sue mani. Forza Neto, ricordiamoci tutti che anche lui, da oggi, è uno di noi.

    RispondiElimina
  2. Intanto, Deyna, bisogna riconoscere, come si sta dimostrando oggi,  la piena competenza e libertà di Montella nel decidere, senza condizionamenti di sorta,  chi deve essere il portiere titolare, poi la sua serietà, convocando comunque Viviano,nel non ricorrere  all'espediente ridicolo del finto infortunio, per motivare invece la sua scelta sul piano delle garanzie fisiche e psicologiche  complessive che un  portiere deve garantire, il che autorizza a pensare che il dolore all'anca fosse un fatto lieve ma non una invenzione.  
    Forza Netoooooooooooooooooooooooo!!!!!

    RispondiElimina
  3. In fondo alla mia quarta riga, qui sotto, "garanzie" sta per "condizioni ottimali". Chiedo scusa.

    RispondiElimina
  4. Viviano è stato fatto fuori non per ragioni tecniche a mio parere ma perchè un allenatore deve attentamente valutare la situazione psicologica di un giocatore. E la situazione psicologica di Viviano non è ottimale. Decisione comunque molto difficile. Non invidio Montella. Viviano mi sembra un ragazzo molto emotivo, il che contrasta un po' con il ruolo delicato che deve ricoprire.

    RispondiElimina
  5. Partita a senso unico, mai in discussione, dall'inizio alla fine. Bravi tutti, da Neto a Toni, e sono altri 2, raggiunta quota 6. 35 anni, ci prendeva per il culo tutta Italia al momento del suo ingaggio, adesso una buona metà si è zittita, altri due goal e dovranno chiedersi come mai un giocatore di questa età, con quel fisico, riesce ancora ad essere determinante (pure un rigore procurato). Semplice, è un centravanti vecchia maniera, di quelli che conoscono il mestiere e giocatori come Hamdaoui, Seferovic e Liajic hanno solo da imparare da uno come lui. Immenso Borja, grandissimo El Pek, ottimo Aquilani, non ci sono insufficienze, anche Romulo è stato costante ed utile. La classifica è sempre quella, ottima ed importante. Avanti la prossima. 
    P.S.: Llama continua a non piacermi, pensavo fosse un altro tipo di giocatore. 

    RispondiElimina
  6. Tutti molto bene, una macchina perfetta che esalta al massimo tutti  i suoi ingranaggi, il più delicato e decisivo è quello rappresentato dai tre meravigliosi, gli unici insostituibili, ci vogliono al più presto un paio di riserve simili a loro che non ci facciano sentire la mancanza anche di uno solo, quando càpita, perchè i bastardi col fischietto fanno sempre di tutto perchè  càpiti spesso, in particolare quella dell'immenso Pek.

    RispondiElimina
  7. Diablo, un tifoso viola dovrebbe esser contento quando diamo 4 pere al Siena. Ma poi fammi capire, avresti preferito che il tiro del Siena entrasse in gol, caro multinick?

    RispondiElimina
  8. Nonostante i suoi due gol ( che avevo auspicato-previsto! eh eh eh) e nonostante, Toni,  stia facendo letteralmente i miracoli quanto a rendimento, anche oggi mi è piaciuto di più, per come partecipa alla costruzione del gioco offensivo, El Hamdaoui, con la forma che cresce di partita in partita, e resto convinto che con lui titolare al posto di Toni la Fiorentina davanti giocherebbe ancora meglio. Jovetic ed El hamdaoui per me sono l'attacco perfetto per la Viola di Montella, darebbero spettacolo con i tre meravigliosi dietro a loro: un inno al calcio.

    RispondiElimina
  9. Africa in tutte le fasiANTEPRIMA:formazione
    che rispecchia la mia idea.Toni e'utile in casa contro squadre chiuse
    dove il cross dovrebbe essere la chiave.A seconda dello svolglimento,El
    Ham e Seferovic pronti,forse forse avrei tentato Tomovic.
    PRIMO TEMPO:per la gioia del Chiari i primi due gol chiave,portano la
    firma del duo Pasqual/Toni,eh eh.Chiari,lo so che sei contento
    comunque.Il quale Toni come non era logico a Roma,e'logico oggi.Neto
    buono,uscita perfetta a 30 metri,senza paura e buon riflesso su
    Calaio',condita da leggera indecisione su uscita sbagliata sul nostro
    dischetto.Partita in discesa,dopo il 3°gol di Aquilani(finora il
    migliore in campo,su Pasqual)la differenza tecnica e'enorme e solo
    sufficienza e disattenzioni possono farci subire un gol.Mi aspettavo
    questa prestazione da Jovetic,dopo un periodo di infortunio gioca col
    freno a mano,quindi dopo 15 minuti metterei Mati al suo posto,oppure El
    Ham.Poi Seferovic per Toni,perche'il ragazzo deve trovare il gol e
    questo secondo tempo,e' opportunita'ghiotta.Non c'e'un bel nulla da
    aggiungere sotto l'aspetto tecnico che non si veda da soli.SECONDO
    TEMPO:come previsto,cambio di Jove dopo un'ora e ci scappa anche il gol
    per disattenzione e sufficienza:5 giocatori al centro che vanno su
    Calaio'(lui bravo)lasciando Reginaldo solo,comunque non e'il solo errore
    difensivo,e solo la pochezza senese ci fa dimenticare altre
    leggerezze.Del gioco non parlo,tanto serve a poco,solo diverse
    considerazioni:Toni in casa e'la nostra migliore opzione per
    finalizzare,Aquilani nei lanci rammenta Antonio,El Ham si e'mosso con
    grande impegno anche se con poco costrutto,Llama,ingiudicabile
    tecnicamente,mi sembra che abbia mentalita'giusta ma simile a
    Pasqual,dove in fase difensiva lascia a desiderare.Pizarro ancora
    ammonito:ora vabbe'che si puo'pensare ad una persecuzione,ma da qui a
    trovarlo come quello piu'ammonito in sera A,(incredibile)dimostra
    si'l'assurdita'arbitrale,ma che anche lui deve regolarsi un poco,non e'
    infatti possibile credere che tutte le undici ammonizioni siano
    esagerate.A questo proposito assurda davvero quella data a Roncaglia,
    che
    chiaramente fa di tutto per ritrarre la mano su un passaggio da 4
    metri.No so se Tagliavento sia prevenuto ma di sicuro e' incapace,come
    troppi nostri arbitri,vedi i rigori non dati a Klose ed Ilicic.Purtroppo
    ci manchera'per Palermo,da me indicata come trasferta piu'difficile di
    quella di Udine,come dimostra il match di ieri sera,infatti non
    abbiamo,all'infuori di lui,difensori adattissimi per contrastare
    Miccoli.Palermo sara'grande test,loro hanno raccolto pochino per il
    gioco espresso,e noi abbiamo dimostrato di soffrire pressing e
    velocita'.Chiudo segnalando che il cross di Borja per Toni,e'la copia
    invertita di quello di Bruno Conti per Rossi contro la Polonia,un
    pallone col contagiri con la scritta:buttami dentro.Dimenticavo di
    annotare che quando c'e'da battere un rigore,tira un'aria non
    bellina,Jovetic s'e'chiamato fuori,Aquilani emula il Pirlo di poche
    domeniche fa',Pek c'e' mancato nulla che lo parava...Boh!

    Lele
     
     

    RispondiElimina
  10. DIABLO,commento al portiere fatto col copia e incolla di Rep su fiorentina.it.Non importa,comunque...Cosmi,credendo giocasse Viviano,aveva detto ai suoi di tirare addosso al portiere.

    RispondiElimina
  11. Non ho potuto vederla. Mi fa piacere per Neto e pure per Toni. Peccato per Roncaglia. Siamo riusciti a sbagliare un altro rigore!

    RispondiElimina
  12. Su Toni e su El Ham sai come la penso Lele, e questa partita, come ho detto anche qui sotto, non mi ha fatto cambiare idea, anzi. I gol di Toni mi hanno fatto godere ovviamente, tanto più che in qualche modo li avevo previsti. Non capisco però, Lele, come tu possa dire che El Hamdaoui abbia giocato con poco costrutto, per me ha giocato molto bene con molto costrutto ed ha fatto vedere ancora una volta la sua grande classe, dando al gioco offensivo molte soluzioni e molta più fantasia rispetto al pur efficace schema, che ricordi anche tu, Pasqual/Toni.

    RispondiElimina
  13. Gli attaccanti vanno giudicati sui numeri non se danno respiro alla manovra o perché si crede garantiscono maggiori soluzioni offensive o almeno questi non i dati principali che riguardano il giudizio si chi è chiamato a buttarla dentro. Jovetic la butta dentro, Toni idem, Liajic no, Mati no, Mounir abbastanza, Seferovic la butterà. Questo è quanto dice non la fredda statistica ma il valore ed il saper interpretare il ruolo da un giocatore. Toni è centravanti, punto, e di meglio oggi, ancora non abbiamo. Che Mounir possa fare meglio è del tutto teorico fino ad ora, Toni ha fatto meglio. Liajic non è neppure seconda punta al momento, figuriamoci se è accostabile ad una prima. Seferovic è verde come un gambo di sedano ma sono convinto che verrà fuori, ma da Toni c'è ancora una distanza di anni luce. Gira e rigira, abbiamo chi garantisce il fraseggio e l'ultimo passaggio la dietro ma davanti, degno del ruolo di centravanti, ne rimane solo uno. Lui, a 35 anni. Che non sia un arma per scardinare le difese avversarie in trasferta mi trova d'accordo ma continuare a preferire chi, per un motivo o per un altro, non vede la porta come lui sostenendo che si giocherebbe meglio (4-1 ?!) o che si marcherebbe di più (???) la vedo tanto come una non ammissione di aver preso fischi per fiaschi. 

    RispondiElimina
  14. Africa con i giusti toniChiari,dire
    che Toni e',in casa,la nostra migliore soluzione realizzativa,,non fa a
    cazzotti con l'apprezzare El Ham e ben sai che la penso cosi'.
    Io
    non li vedo in alternativa,come non vedo Mounir capace di essere
    concreto come Toni il quale adesso vale quasi quello di Prandelli,quando
    aveva molti anni in meno,ma molto alcool in corpo in piu',quindi buona
    vita professionale,caratteristiche ed esperienza lo fanno emergere anche
    a 35 anni.Mounir ha avuto la chance di farel'ultima mezzora in casa col
    Siena stando in vantaggio di tre gol. il che tradotto vuol dire diverse
    possibilita' di trovarti uno contro uno contro avversario sbilanciato e
     mediocre.Mi e' piaciuto per caparbieta',profondita',altruismo(che
    dimostra intrinsecamente che trattasi di seconda punta),buono il rigore
    procurato,ma ha fallito un facile passaggio che avrebbe messo Toni
    davanti al portiere,e poteva fare molto meglio nelle sue due
    occasioni,una di interno da fuori,una di testa in area.
    Lele
     

    RispondiElimina
  15. Guarda Lele che ci sono state più occasioni in cui a El Hamdaoui è venuta a mancare proprio la sponda da Toni, il che mi conforta nella convinzione che El Hamdaoui  e Jovetic, insieme davanti, sarebbero uno spettacolo, contro chiunque e dovunque.Detto ciò a questo Toni tanto di cappello! 

    RispondiElimina
  16. Ottimo risultato a Verona, per i giallozozzi è nebbia fitta!

    RispondiElimina
  17. Il ritorno alla vittoria della Fiorentina ha fatto inviperire i grossi e grassi marcantoni, i loro lacchè ubiqui ed infiltrati, e compagnia bella.Sono andati via di testa, all'insulto allo stato puro. Il sitone offre a loro tutta la sua generosa ospitalità, quello che conta sono i contatti, anche se puzzano di merda disfattista lontano un miglio.

    RispondiElimina
  18. Primo sassolino:

    LUCA TONI: 2005-06: PRIMI 651 MINUTI GIOCATI IN SERIE A ---> 6 GOL 2012-13: PRIMI 651 MINUTI GIOCATI IN SERIE A ---> 5 GOL E NON E' ANCORA FINITA...


    Secondo sassolino:

    sono uscite, più o meno velate, in settimana, le prime voci su un clamoroso sbarco di De Rossi a Firenze...

    anche oggi era in panchina nonostante le assenze...


    se succedesse davvero, poi, non dite che non ve lo avevo detto...

    Buona domenica, Forza Viola!

    RispondiElimina
  19. A Verona incartano il dolce per noi,speriamo che i pronipoti di Balanzone lo infiocchettino,gira e rigira con un golletto del cinesizzato Gila e riGila...L'allenamento pomeridiano in vista delle scorpacciate natalizie presenta un panforte morbido,molle e che risulta solamente un esercizio stilistico-temporale in attesa di notizie dalla città del pandoro,visto che dalle metropolitane non ci attendiamo regali,dato che impiegano tutto per farli agli arbitri,e viceversa.La sensazione è che la squadra titolare sia imbattibile,coesa,con corsa e ritmo unico,poco vulnerabile quando i tre tenori cantano e soprattutto quando il soprano dell'attacco viene servito come Coverciano insegna.Vero anche che la difesa senese sembrava un derivato caseario:burro.Particolare ringraziamento al semi-gobbo Paci,vedendo lui in A gente come Mirri,Rocchigiani,Di Sole rimpiangono la botta di sedere del senese.Pagelline:
    NETO:6,5 Non subisce il terrorismo psicologico degli amici di Viviano.Tranquillizza anche noi.
    RONCAGLIA:7 Giardino ben curato,erba pulita,Baygon per gli eventuali avversari in zona.
    RODRIGUEZ:6,5 Le uscite palla al piede sempre sontuose,perfetto nella tenuta della
    posizione,leggerissime sbavature dovute alla bravura di Calaiò.Ministro della difesa.Sempre.
    SAVIC:6,5 Gli ondeggiamenti di Rosina a volte lo disorientano ma tiene botta.
    AQUILANI:7 Sembra giocare con sufficienza,per lo stolto.In realtà è il suo stile,essenziale,a tratti mellifluo ma efficace.Gps nel lancio,percorso da tonnara per arrivare al gol.
    PIZARRO:7 Insegnante di geometria ateniese in mezzo alle braccia tolte all'agricoltura spartano-senesi.Emozione con lacrimino anche chi è a casa,il trasvolatore per necessità.
    B.VALERO: 7 Con lui chiosiamo un concetto che gli sciocchi non capiscono:sono loro 3,a centrocampo,che fanno apparire più basso l'ostacolo,sono loro che rendono l'avversario "non all'altezza della situazione";a Milano o in casa col Siena il loro standard è elevatissimo ma oramai sembra che debbano fare di più,il 7 sembra normale e per avere 8 cosa dovrà/devono fare?
    ROMULO: 6,5 Imprendibile,un caos caotico,si marca da solo quando gli avversari non lo fermano,impiega corsa ed energia da maratoneta tipo B.Valero ma con risultati Donadelliani.
    PASQUAL:7 Stavolta trasformato,meno impaurito,più preciso,il falegname(eh eh eh CHIARI,ricordi?Occorreva a Viviano)ha lavorato sul suo collo piede con pialla....
    JOVETIC 5,5 Grazie a lui si impone ancora il detto zemaniano "In 10 si gioca meglio".Lezioso.Troppo.
    TONI: 8 Incontenibile,sembra che abbia bevuto sempre e solo thè verde;il nostro totem sembra sia un Fashanu rispolverato,ricalibrato,rigenerato...credo sia stato tagliandato sostituendo la scheda per aumentare i cavalli.
    LLAMA: 5,5 Il terrore.Per i compagni.Credono di servire B.Valero(in 2 zero capelli)e appena si accorgono che non è "Valvole al carbonio Valero" bestemmiano.
    MIGLIACCIO: 5,5 Se fosse stato un film,lui era una comparsa in un attentato dov'e tutti saltavano in aria.
    EL HAMDAOUI: 6 Ha verve,grinta,desiderio,senso di appartenenza ma manca un po' di fortuna.Sarà un ottimo ricambio per il futuro 9 titolare.
    MONTELLA: 8 Lui è la nostra madeleine proustiana(BLIMP,a te piacciono...credo).

    RispondiElimina
  20. Louis, pensi [o suggerisce BrovarOne, eh eh] a un prestito semestrale di De Rossi?

    RispondiElimina
  21. Quel che sta succedendo su cloaca, tra un Zemanviola che tuona contro quelli che se la prendono contro la Fiorentina (un boomerang che nemmeno un aborigeno australiano...) e un mentecatto di Multilocke/Mulitmascetti moltiplicantesi come ai bei tempi per insultare Deyna e Jordan (ha fatto una capatina anche qui ma è stato espunto, lo sfigatone analfabeta che non va mai allo stadio), dimostra come Viviano, al di là del suo attuale valore tecnico (assai basso), sia un seme di discordia, in annata tranquillissima da quel punto di vista, e perciò da evacuare. Stupefacente che due fave (le succitate: Zemanviola è molto, molto intelligente, a differenza del Multicanterbury, e tuttavia per comportamenti non si può definirlo altrimenti in questa e in tante altre, maggioritarie occasioni), dopo una vittoria sonante e rasserenante, spendano ore di vita ad aggredire il prossimo per difendere a oltranza una piaga della squadra per la quale dovrebbero tifare e per denigrare uno che non aveva avuto materialmente il tempo per dimostrarsi scacio e che alla prima occasione in cui è stato utilizzato in campionato ha fatto bene. Si ripete la storia di Montolivo e di Pazzini, su un gradino oggettivamente più basso: per un giocatore (inadeguato) si incendia la casa comune. Poiché questa è la tara, periodicamente riaffiorante, del tifo fiorentino la Società (che noi ammiriamo da sempre e che quest'estate, in tutte le sue componenti, ha fatto mirabilie) deve essere sempre così abile da evitare il casus belli: ingaggiando Viviano, a luglio, non lo ha fatto, purtroppo. A gennaio cerchi di rimediare, perché sarebbe un peccato menomare in qualche modo una stagione bellissima dando esca a dinamiche coatte che è inutile cercar di spiantare educativamente (ci conosciamo, no?) e cui occorre soltanto, invece, togliere alimento, togliere combustibile.

    RispondiElimina
  22. Louis mi sfugge dal comprendonio come possa venire a Firenze uno che prende cinque milioni netti d'ingaggio.

    RispondiElimina
  23. Jordan, è un sassolino nella scarpa da cinque milioni, tutto qui: a rigore, un diamante.

    RispondiElimina
  24. @ Jordan e Deyna: SE viene, arriva in prestito fino a giugno. LUI ha già dato l'assenso, sa che qui trova Pradè, Montella, Aquila e rimane praticamente dietro casa. Non ne può più di Zemanlandia (anche oggi lasciato clamorosamente fuori nonostante avessero delle belle assenze proprio in quel settore...) L'ostacolo, più che l'ingaggio, è la volontà della roma che si troverebbe nella difficile situazione di rinforzare definitivamente un'avversaria nella corsa alla champions, un'avversaria, tra l'altro, che anche senza Danile sta già davanti e non sembra proprio avere bisogno di essere ulteriormente spinta. All'estero, sostanzialmente, lo vogliono City e Psg. Mancini non ha però più voce in capitolo dopo aver clamorosamente cannato l'ultima campagna acquisti (credete che oggi, potessero tornare indietro, farebbero ancora lo scambio NastaSavic?), discorso molto simile per Ancelotti e i francesotti... Senza dimenticare che ora a gennaio a Parigi arriva anche Lucas preso per 45 milioni... Vabbè che questi ne hanno da regalare al primo che incontramo per la strada, ma insomma... In Italia l'unica soluzione siamo noi, intanto per 6 mesi, poi... Ricordo infine che De Rossi ha ormai praticamente trent'anni, essendo un '83, quindi non è che puoi chiedere la luna, come costo di cartellino, intendo... vediamo come va, ma intorno al 29/30/31 gennaio, drizzerei le antenne, se non prima...

    RispondiElimina
  25. Sì, ho capito, ma se viene a  Firenze chi glieli paga? pensate che ce lo diano in prestito pagandogli lo stipendio? o pagandogliene più di metà? Costa meno cambiarsi le scarpe.

    RispondiElimina
  26. Si è aggiunto anche lo Pseudosenese, quello della dismissione e della pontellizzazione, quello del dopo Prandelli il diluvio, quello di Gila miglior centravanti in attività, quello di non verrà nessuno all'altezza di Montolivo, quello di Frey miglior portiere al mondo e Boruc bidone, quello di California aveva ragione purtroppo. Oggi, cari tifosi veri della Fiorentina, non abbiamo vinto 4 a 1 rilanciando le nostre pretese alla Champions, oggi è stato messo in panchina Viviano e ciò, per tre grulli, merita suicidio collettivo, dopo aver calato la bandiera a mezz'asta.

    RispondiElimina
  27. Jordan, per 6 mesi son dueccinque, si possano anco paga noiattri... Io credo che, stante la volontà del giocatore (che a quel mi dicono, ci sia...) si possa fare anche uno sforzo... Se questo viene con la voglia che hanno gli altri il terzo posto è il minimo...

    RispondiElimina
  28. Ma la gola profonda che t'informa, caro Louis, è quella stessa «da dentro» che vi raccontava al camino le favole di una Fiorentina in vendita? Perché se è sempre quella dovreste esservi stufati di andare sul proscenio recitando una parte scritta o da un bischero o da un millantatore o da un mestatore. Però se l'azzecchi complimenti, eh?

    RispondiElimina
  29.  No Colonnello, non è la stessa... quanto alla precedente, non era un mio diretto informatore, io ho i miei canali, eh eh eh

    RispondiElimina
  30. Jordan e chi lo sa se lo trovano un accordo, sognare non costa niente. Se mai arrivasse questo sarebbe un centrocampo che s'incula anche quello del Barcellona eh eh eh Magari si spalma l'ingaggio in un quinquennale e finisce la carriera a Firenze. Nonostante quello che penso e quanto ammiri Toni il rinforzo principale di Gennaio deve venire la davanti, una punta come lui ma con almeno 5 anni in meno e siamo a dama. 

    RispondiElimina
  31. Due milioni e mezzo di euro per avere De Rossi a Firenze per sei mesi? Non mi pare che cifre del genere rientrino nella linea della società, sono esagerate e in qualche modo immorali, un po' come l'ingaggio offerto dalla Juve a Drogba. Che con De Rossi il rendimento della squadra possa crescere in modo tale da avvicinarci alla zona scudetto poi non mi sembra possibile, visto anche il livello dell'attuale centrocampo, per cui si renderebbe necessario un cambio di modulo o in alternativa il sacrificio di uno degli attuali titolari. Un altro centrocampista, però, ci vuole, uno che abbia abbastanza tecnica da dare il cambio a Valero e Pizarro. 

    RispondiElimina
  32. BLIMP,quello che rubò un tuo commentone copia-incollandolo sul sitone(Naomo)deve essere stato ad Andorra,ha acquistato una partita di assenzio e invece di spacciarlo lo ha tracannato di brutto!!!Probabile lo abbia fatto sorseggiare a tutti i multinick in tavola rotonda,in seduta plenaria sulla tazza del water.A proposito,i senesi al bagno che fanno?I retro-cessi?Capitolo De Rossi:la variabile impazzita è Zeman,e non per quest'anno,cioè se il boemo rimane(vorrà dire Champions raggiunta per i lupacchiotti)anche l'anno prossimo De Rossi sarà comunque un ostracizzato,quindi...o si fa LUI giubilare definitivamente(e l'entourage sa come si fa,altrimenti chieda a Branchini,Montolivo&Co.)oppure rimane un reietto da giocarsi con la tifoseria.Il fatto che non rientri nei piani tattici zemaniani è palese come l'avvocato dei pidocchi che intenta causa a B.Valero.All'estero per lui la vedo dura:i protegee di Ancelotti vanno a sprazzi e hanno la fronda interna dei francesi,Mancini ha giocato i suoi jolly,non può pescare più.Credo.

    RispondiElimina
  33. La rivolta del multinick, mordono, cioè morde, come un branco di cani rabbiosi. Ma i vari Naomo, Lorenzo 78, Leandro, La fleur, Max, Marko sono uno solo o sei imbecilli dello stesso livello intellettuale?

    RispondiElimina
  34. JORDAN,l'anamnesi è a cura di BLIMP,che anche oggi ha preso un paio di colpi a salve dai sitoneschi;non si capisce da quale postulato parta il loro attacco alla Ribbloghita,non si sa cosa sia andato di traverso a pranzo....o forse si?Sono rigurgiti senza un complemento oggetto che abbia capo o coda,sono attacchi proditori su ordinari(per noi,troppo alti per loro)post a commento della partita.Da ora in poi faremo come il personaggio spekaer di Luttazzi "Questo commento andrà in onda in formato ridotto per venire incontro alle vostre capacità cognitive".L'ingaggio di De Rossi,LEO,a quanto ammonta?Lo scoglio forse è solo quello.Per noi.

    RispondiElimina
  35. speranze africaneLouis,io
    spero(e credo)che la tua fonte se la sia inventata.Guarda bene che De
    Rossi mi garba e mi sta pure simpatico e se ci penso mi sembra
    incredibile ritrovarmi dopo 6 mesi da quando brancolavamo nel buio delle
    tenebre dello scorso campionato,a chiedermi:ma chi si leva nel mezzo?
    Pur
    riconoscendone la grandezza internazionale,te la sentiresti di mettere
    in panca uno tra Pizarro Borja Aquilani?Io manco per sogno.
    Lele
     

    RispondiElimina
  36. Se arrivasse davvero De Rossi significherebbe avere un centrocampo per le altre non visibile neppure in rettilineo. La difesa è già la migliore del torneo (portiere permettendo). Se Jovetic mette in campo i suoi trenta milioni...

    RispondiElimina
  37. Sopra penso che l'ingaggio vada ridiscusso al ribasso, un po' come sta succedendo per tutti i big della serie A, il primo anno può essere oneroso, dal prossimo in poi potrebbe esserci una soluzione, chi lo sa. Sulla collocazione non credo ci siano problemi, non è che Borja, Aquilani e Pizarro le giochino tutte e di sicuro lui non è inferiore a nessuno dei tre nei suoi cenci. Se non è possibile da un punto di vista economico non posso saperlo, da quello tecnico i problemi son degli altri, non nostri. 

    RispondiElimina
  38. De Rossi:regista,mediano di rottura,centromediano,proteggi-difesa,all'occorrenza centrale accanto ad un buon difensore.Io dono l'8 per mille alla causa "De Rossi in Viola".

    RispondiElimina
  39. Bella questa immagine, Sopravvissuto, del multinick ebbro d'assenzio, che si passa il calice dalla sinistra alla destra alla sinistra, assiso alla tavola rotonda, ahahahah

    RispondiElimina
  40. Strepitoso Bologna a Napoli! Che goduria!

    RispondiElimina
  41. Intanto il calcio che non ti aspetti: Napoli-Bologna 2-3 e siamo a -2 dalla champions! Bravo Pioli. 

    RispondiElimina
  42. PORTANOVAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

    RispondiElimina
  43. Il Bologna sbanca Napoli! Fiorentina a -2 dal secondo posto! Bando al fair play, a culo multinick, disfattisti e dismissionisti! Fiorentina Uber alles!

    RispondiElimina
  44. Io non vedo possibilità, De Rossi ha da poco rinnovato e figurarsi se si dimezza l'ingaggio, piuttosto attende il passaggio di Zeman cadavere lungo il fiume, quando che sia. E poi la Roma dovrebbe rafforzare una concorrente? Ma via! Che abbia meno mercato, come dice acidamente Zeman, è assodato, che l'abbia mai avuto grande grande è un'opinione, la considerazione in Europa per De Rossi infatti non è mai stata quella nostrana, per lo più gonfiata dai giornali capitolini. Il campionato dove farebbero una piccola follia (ma piccola) per averla è solo quello inglese, sennò sopra la decina in Spagna te lo prendono col cazzo. Ora, sui blog romanisti, si dice quello che ho sempre pensato, che è un frenetico senza un vero ruolo e che ha vuoti comportamentali non da grandissimo. Io comunque me lo prendo e con me gioca lui e non il greco, se alleno la Roma, giurato sputato. Più difficoltà avrei allenando la Fiorentina, Louis: chi resta fuori? Se De Rossi viene è per la titolarità. E se rombo allora rinunci a Cuadrado: manco ci penso! No, non sconvolgo gli equilibri divini del nostro centrocampo con quello che a Roma ormai chiamano «il casinista», io mi coltivo un'alternativa giovane e «lenta» a Pizarro. Intanto il Bologna ha sodomizzato il Ciuccio e di rinterzo ha fatto godere anche noi.

    RispondiElimina
  45. Attendendo il meno due dalla giustizia sportiva e Cannavaro fuori per sei mesi. Bella seratina... sempre meglio che scopare una delle starlette sponsorizzate da Deyna (ahahahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  46. Io Colonnello prendo De Rossi, lascio la difesa a tre, je piazzo er rombo mezzo alla romanesca co Aquilani, prendo un centravanti buono con Jovetic a girargli attorno, e dico a Cuadrado: "A regazzì, sei giovane e forte, cori e nun te fermà mai, da destra a sinistra per diritto, cambia fascia, faje er culo a tutti!", e mi gioco lo scudetto!

    RispondiElimina
  47. Le vittorie del Chievo e del Bologna, insperate entrambe, compensano la nostra mancata vittoria contro la Samp (nessun rimpianto invece per il pareggio a Torino e la sconfitta a Roma, due risultati che ci stavano tutti) e aumenta il mio godimento per la nostra vittoria di oggi, che stasera più che mai dovrebbe ricordarci che nessun risultato è scontato, ("grazie ar cazzo" mi direte voi, ma è un'ovvietà che talvolta si tende a dimenticare)
    Nelle prossime 2 giornate ci sono Roma-Milan e Napoli-Roma...

    RispondiElimina
  48. Deyna, somiglia molto a un caos disorganizzato.

    RispondiElimina
  49. Colonnello, il nero d'Avola a cena mi disorganizza moltissimo. Vita, Roma-Milan tifare pareggio, e Napoli-Roma vittoria della Maggica, con De Rossi in panca, e Osvaldo sostituito al 23' per Destro. Uno dei due ha da arrivà, perdio!

    RispondiElimina
  50. Non credo che De Rossi avrebbe problemi a trovare spazio. Dei 3 tenori se n'è fatto a meno per parecchie partite, vuoi per squalifica, per assenze o piccoli problemini. Non abbiamo nemmeno le coppe, quando le avremo se ci fosse un altro titolare di questo livello potremo davvero dormire fra una decina di guanciali. Eccome se ci starebbe. Il problema non è tecnico e nemmeno caratteriale altrimenti Oliveira non scenderebbe mai in campo. Economia, questa sconosciuta, sono d'accordo che non costi tanto ma l'ingaggio è quello che è, magari con un po' di fantasia......

    RispondiElimina
  51. Colonnello, se arrivasse De Rossi, tra le squalifiche di Pizarro, le soste di Aquilani, e la necessità di far rifiatare ogni tanto Borja, penso che nelle nostre 3 caselle di centrocampo di sarebbe ampio spazio per 4 titolari.
    Semmai credo anch'io che sia lo stipendio a rendere infattibile la cosa. Ma se arrivasse, Louis, ti facciamo recapitare tutte le fihe che Pollock allega ai suoi articoli!

    RispondiElimina
  52. TOCCA L'ALBICOCCA16 dicembre 2012 23:16

    Questa su De Rossi è ganza,ma ora c'ho da vedere quel muso di ciuco di Mazzarri ,da non perdere,,,

    RispondiElimina
  53. Eh, certo che si aprono sentieri di gloria... Ad ogni modo, alla lunga le rose cantano: Mazzarri è bravo ma avete visto chi gioca in difesa nel Napoli? E il centrocampo è di muscolari intelligenti e tatticamente esemplari: muscolari tuttavia. Davanti, si fa male una settimana Cavani e sono in ambascia e i media nazionali chiagnono in coro. Noi abbiamo giocato 50 giorni senza Jojo e non è andata proprio a scatafascio, anche se alla lunga la corda si stava logorando.

    RispondiElimina
  54. Vita, ma quello non vuole ritagli, quello vuole il posto fisso e il monumento, sennò chi glielo fa fare?

    RispondiElimina
  55. Il posto fisso non ce l'ha a Roma e panca a Firenze ne farebbe poca. Sul monumento siamo nella merda. 

    RispondiElimina
  56.                                              NETO [CARRIZO]

              RONCAGLIA                    RODRIGUEZ                  SAVIC

                                                      PIZARRO

                        DE ROSSI                                       BORJA VALERO

      CUADRADO                             CUADRADO                     CUADRADO

                                                     AQUILANI 

                                                                         JOVETIC

                                                          X

    ...e vai verso il Quarto, ahahaha                          

    RispondiElimina
  57. Beh Colonnello, se vuole pure il monumento può restarsene dov'è e ammirarselo dalla panchina. Se invece gli basta il posto da titolare, penso che per cause di forza maggiore lo avrebbe al pari degli altri 3, e sul perchè rimando alla spiegazione di Leo che mi ha preceduto.

    RispondiElimina
  58. Ma cosa vuoi sentire Max, io ho tolto l'audio, dal labiale si leggeva "simo forti....un po' imbecilli....sconfitta immeritata....troppe occasioni non sfruttate......periodo così....." oh, un c'ha mai torto! E' sfortunato sennò sarebbe in vetta. ah ah ah ah ah

    RispondiElimina
  59. Cazzo, Deyna, sei dunque alla terza bottiglia! Vita, tu che sei (provvisoriamente) sobrio: parti da quel che fa comodo a te, non da quel che fa comodo a lui, che per giunta, per far comodo a te, dovrebbe dimezzarsi l'ingaggio. Così, con gli arrangiamenti della fantasia, Kate Moss non tromba che me.

    RispondiElimina
  60. Quando Mazzarri si presenta con quel malinconico sguardo da genio incompreso non so se mi fa più ridere o incazzare

    RispondiElimina
  61. Magari se ti conosce ci sta pure quello Blimp, perché ami denigrarti ?!

    RispondiElimina
  62. Io Colonnello penso che un altro titolare di livello a centrocampo ci farebbe gran comodo e ci starebbe a pennello, ma da sobrio penso De Rossi che non verrà mai per motivi di ingaggio.

    RispondiElimina
  63. Kate Moss per BLIMP,la mossa per i senesi.

    RispondiElimina
  64. Mazzarri è come Mourinho, ha bisogno di crearsi una corazza per motivarsi, ha bisogno di farsi l'immagine del bambino picchiato nel buio per figurarsi il mito del riscatto da adulto. Ma non ci crede nemmeno lui. Non è a queste cose che bisogna dar peso, i veri scorretti sono altri: fra lui e quell'infame del Parrucca, umanamente, non c'è confronto.

    RispondiElimina
  65. Kate Moss per me non tromba più anima viva da almeno 15 anni, trova l'incontro con l'Eterno mediante tutt'altre pratiche. 

    RispondiElimina
  66. Sopra... ahahahahahahahahahahahahah! Deyna, la tua teensmania è meno perversa solo di quella del Mala.

    RispondiElimina
  67. Diablo è un cavallo di Troia,qui?GUBERNATOR....cosa pensi?

    RispondiElimina
  68. Colonnello, ho detto che non tromba da 15 anni, non da quando aveva 15 anni! 

    RispondiElimina
  69. Kate Moss per BLIMP,la mossa per i senesi, la mussa per i genovesi: tranne che per il Chiari, che non paga.

    RispondiElimina
  70. Sopra, probabilmente è un "cavallo" illegittimo, ahahahaha

    RispondiElimina
  71. Sopra, è il Multinick/Multilocke, che oggi è definitivamente impazzito proliferando su cloaca come fosse lo zio del Tifoso in Campo e avessimo perso e non vinto 4 a 1. Ero già in Viale dei Mille quando, contattando il sitollock per godere con voi del post-partita, vedo che il citrullo aveva passato il tempo del match a insultare Deyna: informo Pollock che lo secca subito, allora lui s'incazza e passa su cloaca dove la sua sfiga di informatico analfabeta e fallito trova accoglienza perché in affari con. Un moralizzatore contrato e indi fuoriuscito dalla cloaca mi fornì a suo tempo una quarantina di nick del deficiente, ma io aggiorno quando sorvolo la cloaca e sono arrivato a un centinaio di sicuri. E l'ingenuone di Jordan adesso gli chiede pure se è uno o più! Pori liberali, se preparavano Gladio in qui' modo a farli prigionieri l'eravamo noi!

    RispondiElimina
  72. E a proposito di fave e di gobbi, ecco un'interessante notizia dell'eccellente Fiorentinanews:





    «Settimana dopo settimana, Massimo Mauro ci regala spunti in continuazione nelle sue uscite da opinionista su Sky. Questa volta si è concentrato su Luca Toni, arrivando a dire che l’attuale centravanti della Fiorentina “non ha fatto bene nella sua esperienza in Germania”. Prendendo quelle che sono le statistiche, Toni col Bayern Monaco ha realizzato 38 gol in 60 partite, un bottino di tutto rispetto. Era entrato talmente nei cuori dei tifosi bavaresi che Matthias Matze Knop, noto conduttore televisivo tedesco gli aveva dedicato la canzone-tormentone, Numero Uno, rimasta in classifica per diverse settimane. Intanto anche i tifosi viola hanno cominciato a prendersela con Mauro apertamente dedicandogli un paio di cori, non certo di sostegno, durante la partita contro il Siena».

    RispondiElimina
  73. E ora concentriamoci sulla difficile partita di Udine. Difficile anche perché non si sa come prenderla: turno-over ampio, mirato, o formazione titolare come per obiettivo importante, considerando che dopo tre giorni ci sarà la trasferta di Palermo (spero che la squadra si trasferisca direttamente in aereo nell'isola dal Friuli, mi fanno un po' paura tutti 'sti viaggi in poco tempo)? Io propongo Neto, Roncaglia (tanto non gioca col Palermo per squalifica), Migliaccio, Savic (perché voglio Tomovic a Palermo), Romulo (Cuadrado mi serve troppo contro i rosanero, magari lo faccio entrare nella ripresa), Pizarro (si alleni giocando, è stato fermo una settimana, tanto poi è Natale), Mati, ???? (Borja ha giocato più di tutti, non voglio sfinirlo, ma come prescindere da lui se vogliamo portar via la Coppa Italia, quest'anno?), ???? (Pasqual pure non va troppo sfruttato, ma Llama è tragico) Ljajic (Jojo nella ripresa, se si mette male), Seferovic (in trasferta Toni no, di sicuro non in due di seguito in tre giorni; a subentrare, El Ham).

    RispondiElimina