.

.

venerdì 27 luglio 2012

Viviaticano

Nel mondo del calcio dove le teste di cazzo saltellano come cavallette divorando intere piantagioni di tifo, e in special modo a Firenze dove addirittura volano di Fiore in Fiore, quella volontà di Viviano di indossare la maglia Viola è di una rarità che ha il sapore antico di un calcio libero dal potere dei procuratori, con il libero ultimo baluardo difensivo e le maglie dall’uno all’undici. Il nuovo portierone Viola ha lottato come un leone, “uno di noi” che davanti ai soldi ha messo la volontà di coronare un sogno, quello che non si può certo dire una tendenza nel movimento globale del calcio di oggi, tra giocatori che pur di guadagnare di più vanno a giocare anche in Tibet, un tempo stato vassallo dell’Impero Mongolo, Vassallo è vero, ma anche un campionato poco credibile perché pieno di Valvassini e dove gioca ancora il sessantenne Giovanni Valvassori. Ci riempie di orgoglio questa sua scelta che ci auguriamo sia anche un efficace antibatterico da dare dentro lo spogliatoio come fosse il ramato, per renderlo cioè il più inospitale possibile alla proliferazione del virus dell’ammutinamento che ultimamente l’aveva infestato, ma non solo toccasana fuori dal campo, visto che prima dell’infortunio Viviano era considerato l’erede di Buffon. Speriamo che questo serva quindi a riportare anche l’entusiasmo nel deserto dei tifosi col tartaro sulla passione, perché la squadra che sta nascendo è figlia di buone idee e di gente finalmente motivata, e sono convinto che alla fine sarà una squadra profondamente nuova e divertente, che permetterà anche ai più rachitici, quelli cioè che hanno zone di calcificazione provvisoria dell’entusiasmo, di ritirare in fuori quel petto di pernice che ultimamente avevano posizionato pieno di segatura poco sopra il caminetto, utilizzato in questi anni per farci la Fiorentina alla brace. Ben arrivato anche a Della Rocca e al talentuoso Fernandez, e mentre Viviano dovrà dimostrare anche di meritarla quella maglia, la Bice ha voluto sottolineare l’importanza che questa operazione avrà non solo dal punto di vista tecnico, oggi si è voluta mettere professionalmente a nudo davanti a quel gesto che purifica l’anima del tifo e lo libera un po’ dall’eterno demone del malcontento, con la foto di copertina ha voluto rappresentare il significato della sacralità di quella scelta di fronte agli atei dell’attaccamento alla maglia, ed è così che la regina di Moena ha voluto immolarsi sull’altare dell’informazione nuda e cruda, con classe invece che in conclave, alla fine della sessione di allenamento e non dopo la sessione di scrutini, dando enfasi a quel segnale tanto atteso. Invece delle schede di scrutinio e la paglia umida, per bruciare sono state utilizzati gli appunti di Montella e l’imbottitura delle pernici di Dantone, ma quello che conta è che la Bice in tutto il suo neorealismo, al termine di una giornata ancora convulsa ci ha annunciato la tanto attesa fumata bianca.

30 commenti:

  1. Complimenti Pollock ,bel pezzo di tiara...

    RispondiElimina
  2. Chiarificatore27 luglio 2012 09:27

    Io sono tra i tanti entusiasti per l'arrivo di Viviano, e gli darei immediatamente anche la fascia di capitano,  a segnare le netta rottura con lo spogliatoio uscente ed un chiaro giudizio su di esso,  così come  le grandi novità di quello nuovo al quale, in questo modo,  verrebbe  dato un segnale molto chiaro. Ma dargli la maglia numero dieci sarebbe una cagata di proporzioni gigantesche. Il numero dieci a Firenze, e non solo a Firenze,  è mitico anche in quanto ha dei contenuti tecnici ed un ruolo ben precisi. Non serve ricordare Montuori, Antognoni e Baggio. Cosa c'entra un portiere con tutto ciò? Lo si metta sulle spalle a Jovetic spiegandogli cosa significa, il 10. Per Viviano va benissimo il numero 1, e lui sa altrettanto bene che anche quello a Firenze è un numero mitico, o qualcuno pensa che Viviano non sappia di Sarti, Albertosi, Galli, Toldo ?

    RispondiElimina
  3. E' Jan Saudek l'autore della foto, o un imitatore?

    RispondiElimina
  4. Proporre di dare il 10 a Viviano denota, oltre a un alto grado di demagogia, un'assoluta ignoranza in tema di tradizione, sia della storia del calcio, che di quella fiorentina in particolare. Perché a quel punto non dare a Jovetic la maglia numero 1, tanto per sottolineare che è il migliore? Lasciamo stare le americanate, e speriamo piuttosto che Viviano pari decentemente...

    RispondiElimina
  5. Cioccia destra un pò cadente. 7+

    RispondiElimina
  6. Chiarificatore27 luglio 2012 13:39

    Attila occhio di falco.

    RispondiElimina
  7. Chiarificatore27 luglio 2012 14:01

    Destra per chi vede, ovviamente.

    RispondiElimina
  8. Ovviamente Chiari. Un uomo entra in una merceria perché vuole regalare un reggiseno alla moglie. Scelto il modello il commesso chiede: quale misura?  Veramente non saprei, risponde il cliente.  Il commesso cerca di aiutarlo: grandi come due cocomeri?  Noooo, noooo.  Come due poponi?  Noooo.  Come due mele?  Noo, neanche.  Il commesso un po' in difficoltà ripiega: ma allora,come, come  due uova?  Ecco si, ma affrittellate!

    RispondiElimina
  9.  Africa positiva




    Ieri
    giornata molto positiva.Finalmente la presidenza ha preso posizione su
    Jovetic,dando un colpo di machete alla querelle,mutilando e mettendo
    nella disperazione piu'cupa il sitone(ho scritto' la')Guetta,Vuturo e
    tutti i loro seguaci.(anche se dopo un pochino son sicuro
    ricominiceranno)Ma soprattutto Ramadani,che avra'capito che ora tira
    un'aria diversa.Io avevo espresso l'idea che SE volevano
    venderlo,meglio farlo subito,ma molto meglio renderlo incedibile.Resto
    convinto della assoluta necessita' di un centravanti puro,che non
    abbiamo e che serve sempre(uno come Denis,eh eh)ma la societa'sembra
    avere le idee chiare,con Mati che e'un bel colpo,giocatore di
    qualita'indiscutibile.

    Per
    farmi dimenticare Behrami,(durissima)perdita enorme,bisogna davvero
    pescare bene,ma le parole del presidente son state aria ossigenata.

    Ieri
    mi son visto un eccellente Hegazy:gia'maturo anche a certi
    livelli,suscita sorpresa,per niente intimorito di fronte a
    Neymar(!)nonostante che il suo coach lo abbia messo esterno,quando mi
    pare un centrale naturale.Se si conferma,una chioccia dietro sembra meno
    impellente.Neto,mi son perso il primo gol,quindi non so,ma sul
    secondo,anche se coperto,mi pare un po'leggero con la mano,che pare
    piegarsi.Chiedo il parere dell'ex keeper Jordan

    Lele

    RispondiElimina
  10. A parte i giudizi estetici un po' pignoli e le barzellette del giurassico a me questo fatto di dare la maglia nr 10 a Viviano pare una gran stronzata. Anzi non 'pare', 'è' una gran stronzata.  Speriamo un ne facciano di nulla senno' ci si fa ridere dietro da tutta Italia e non solo.

    RispondiElimina
  11. Deyna, Marc Lagrange. 

    RispondiElimina
  12. Antognoniforever27 luglio 2012 15:23

    Considerato che Jovetic vuole la maglia numero 8 e che dare il numero 10 al portiere è una evidente stronzata, ad oggi i numeri "magici" della Fiorentina penso che sarebbero: il 10 a Mati Fernandez (che però di solito ha il 14, pare) e il 9 ad El Hamdaoiu. A meno che, poi, non arrivi un regista (un Liverani, per capirci) cui dare la numero 10.

    RispondiElimina
  13. Antognoniforever27 luglio 2012 15:24

    Piuttosto, mi ha stupito che il Milan ha dato la maglia numero 10 (di Rivera) a Boateng. Fortissimo, per carità, ma la numero 10...

    RispondiElimina
  14. Antognoniforever27 luglio 2012 15:33

    Un commento intelligente sulla proposta di dare il numero 10 al portiere:


    http://www.youtube.com/watch?v=GZIAs5NWzFk

    RispondiElimina
  15.  Il ventre non mi piace troppo, i seni sono OK ma vicini alla sommità performativa da cui si declina e anche alla vita prevedo sfascio non lontanissimo nel tempo. Nel frattempo, pero', c'è piena godibilità e, se appena appena California mi si stacca dal maranzano (mi ha chiesto se poteva intanto infilarsi il dildo Cecchino di nuova generazione, quello che Zeman non ha ancora provato, quello con l'anello spinoso che fuoriesce al segnale sonoro "fideiussione!"), passo alla prova. Su Viviano la penso all'incirca come Jordan, ma la prima alle Olimpiadi non ha confortato, confermando alcune perplessità di stagione, e allora... right or wrong, my country! El Peluso va benone, finalmente uno che ci butterà dentro i calci piazzati, il restauro del centrocampo prosegue alacremente dopo le gozzate di Maglia Gloriosa (si', ma in panchina... ahahahahahah!). Su Segnamai escluso dalla lista UEFA e sulle mie ampie e stridule risate in cuffia, che durano dal di' di Siena, chiudo questa finestra. Anzi no! Devo dirvi che in una festa sulla spiaggia ho incontrato una Claudette, una vera, una d'epoca, che va in giro col mangiadischi e coi 45 del suo idolo ed ex-patron (e sicuramente ex-trombatore selvaggio), uno che ai tempi sua avrei volentieri spacciato col mitra, uno che per me era la quintessenza della volgarità e dell'antimusica e che oggi (anvedi i guasti della senilità languorosa avanzante!) ascolto religiosamente in auto (preferenza per "ça s'en va et ça revient"). Buon prosieguo a tutti i tifosi viola, in questo sito largamente maggioritari: e non è il suo solo merito.

    RispondiElimina
  16. Sono a Moena, primo tempo così così, qualche idea, ma anche buchi grossolani dietro. Il rigore parato da Lupatelli, contrappasso per il caro Jordan :))))))
    Il Verona di rimessa ha preso anche un palo e in quella occasione siamo stati molto molli nel contrastare la ripartenza. Di Romulo l'occasione più pericolosa, ma il brasiliano da interno non lo vedo tanto bene. Urge un regista, un interno tosto e sull'attacco JoJo punta centrale non mi convince del tutto.... Ma siamo al 27 luglio e quindi fiducia nel lavoro dei ragazzi e del mister

    RispondiElimina
  17. A me non piace molto il cappello!
    :-)))

    RispondiElimina
  18.  http://www.youtube.com/watch?v=x_w-ymcZdkw

    A volte il confine tra metrosessuale e magnaccia era molto labile, in quegli anni ruggenti!

    RispondiElimina
  19. Pollock, mi hai riportato indietro nel tempo: quando, alle elementari, durante la lezione di storia su vassalli, valvassori e valvassini, supercazzoleggiavo la maestra con Vavassori e Valmassoi, fresco di figurine Panini!

    RispondiElimina
  20. Il numero 10 a Viviano denota parecchia confusione mentale ai vertici societari e non mi si venga a dire che è una scelta partorita dallo spogliatoio o dallo staff tecnico. Recuperare consensi e simpatia battendo queste strade miserabili sortisce effetti ilari al di fuori delle nostre quattro mura. Spero sia una boutade, una provocazione, se ci credono davvero sono da rinchiudere. Altro che lo 0-5 coi gobbacci......

    RispondiElimina
  21. Leo credo e spero che i vertici societari in questa idea peregrina del 10 a Viviano non c'entrino proprio niente. E' solo, per ora e spero per sempre, un'idea balzana dei (troppo) giovani redattori di firenzeviola.it, che denota solo il clima demente che è stato instaurato da un paio di mesi a questa parte in favore di questo mediocre portiere.

    RispondiElimina
  22. A proposito di Viviano ho visto sulla Gazzetta che è stato tirato in ballo per Bologna-Brescia. Ora se ce lo squalificano e si deve giocare con Lupatelli si ride, cioè si piange.

    RispondiElimina
  23. Ah già, avevo letto qualcosa a proposito un mesetto fa, quando Viviano difese Buffon per le sue dichiarazioni, e pochi giorni dopo venne tirato in ballo per sta cosa...ma me ne ero dimenticato. Tra l'altro non so neanche in che termini sia la storia, mi documenterò. Speriamo non ci siano sviluppi - ovvero che il giocatore sia innocente - ma nel caso Neto è sempre nostro, non mi far pensare a Lupatelli in campo che mi sento male.

    RispondiElimina
  24. Scusa, Leo, ma cosa c'entrano i vertici societari? Non ve ne perdete una per dargli addosso eh?
    :-)))

    RispondiElimina
  25. E' solo il faccendiere-tabacciao o non so cosa Erodiani che lo ha tirato in ballo per Bologna-Brescia facendo riferimenti a moglie bresciana e trascorsi in entrambe le società, del resto non è una novità, in procura federale è già stato convocato un mesetto fa. Molte son balle, però al Palazzi basta poco, vedi anche Conte che patteggia ed i suoi quattro mesi magari se li piglia.

    RispondiElimina
  26. Beh Deep, è come sparare sulla misericordia in effetti. 

    RispondiElimina
  27. Giusto, Leo, ma non me l'aspetto da una persona intelligente come te.

    RispondiElimina
  28. In amore ed in guerra tutto è permesso, non lo sapevi ?! Con quei 3 sono in guerra, con tutto quanto il resto ho sospeso il giudizio, l'impegno ce lo vedo e rispetto chi s'impegna, poi avremo tempo di parlare di risultati. Non sono vuturista, non contesto a prescindere, l'allenatore e i giocatori che verranno li sosterrò, ADV prova a metterci la faccia e non ce l'ho certo con lui, il burattinaio è DDV, qualche dubbio al riguardo ?!

    RispondiElimina
  29. Essere in guerra con quei 3 non ti da diritto di attribuirgli qualsiasi stronzata la stampa si inventi!

    RispondiElimina
  30. Deep, quello che sono i miei diritti, o pensieri, non è la stampa o men che mai tu a stabilirne la paternità, guardiamo di rispettare tutti i pensieri e di non spacciare per verità i propri, io non ho di queste pretese e sono certo che non ti passa per la testa neanche a te. 

    RispondiElimina