.

.

sabato 14 luglio 2012

In tutti i Moody's

Non c’è rivoluzione senza feriti e paura quando viene messa in atto, già in ritardo di due anni va fatta in tutti i Moody’s, e tutta fino in fondo, non a rating, con la speranza che una volta terminata venga declassato solo il vuturismo. Mentre le notizie sull’arrivo di Viviano fluttuano come l’indice MIB, portando un’instabilità che scuote il mercato e i nervi di Jordan, in città il Dow Jones indica invece l’arrivo di Andrea Della Valle, che a proposito di borsa speriamo la porti piena di cash flow, magari riempita dal cinematografaro napoletano. La probabile cessione di Behrami intanto ha mandato su tutte le furie gli abitanti di Borgo dei Greci, stufi di essere additati sempre come causa di instabilità dei mercati, Finance2 rilancia escludendo questa volta le responsabilità della Grecia, adducendo invece l’instabilità presente tra la tifoseria, una conseguenza delle scelte politico societarie egiziane, ne è esempio palese l’acquisto di Hegazy, che ha causato il nervosismo delle borse, e che non fanno altro che rispecchiare la paura dei tifosi per un giocatore che sarà anche il Nesta delle piramidi, ma che col Cairo che noi ci si crede. La società ha bisogno a questo punto di grandi colpi, e allora punta molto su El Hamdaoui, considerato non a caso il mago di Amsterdam per come riesce a tagliare le traiettorie al pari dei diamanti, non un mago della finanza, certo, ma per quanto riguarda il bilancio si è pensato ad altri per far Cuadrado i conti. E in questa fase convulsa, anche l’operazione Ralf sembra difficile, dopo che Fonzie se n’è andato ad allenare la Nazionale portandosi dietro tutti gli Happy Days dei tifosi. Due parole su Behrami, dispiace perché è un bravo boscaiolo, ma con quei soldi oggi si fa tanta legna e magari anche qualche assist e gol, e soprattutto non si rischia di ripercorrere la vicenda Montolivo, il calcio è questo, piaccia o no, e non solo a Firenze, visto come si sta manifestando con tutta la sua virulenza appestando Milano. Ho grande fiducia che Macia e Pradè con un po’ di disponibilità riusciranno ad allestire una squadra finalmente nuova, motivata e divertente, mentre in questa fase della preparazione l’indice più stabile in casa Viola, oltre al caldo ci sembra il Nikkey, perché punta tutto sulla trasparenza di Pradè che piace molto a Firenze e ai mercati, tranquillizzandoli un po’, e noi del blog, sempre vigili anche più di chi fa le multe, come potete vedere dalla foto di copertina, ci siamo fatti disegnare dalla Joma, la divisa che sarà indossata dalla nostra inviata Bice quando andrà a intervistare proprio il DS, in modo da metterlo a suo agio e rendergli pan per focaccia. Un aspetto passato in secondo piano in tempi di calciomercato furibondo, che per me però ha lo stesso valore di un colpo di mercato, è quello dell’abbattimento delle barriere tra gli spalti e il campo, progetto che sembrerebbe finalmente in fase di realizzazione, un investimento di due milioni che finalmente toglierà le paratie alla passione. Sono contento poi del grande successo che ha riscontrato la Bice in tutto l’ambiente, e in special modo ci hanno riempito di orgoglio le parole della proprietà, rimasta colpita dall’eleganza e la classe della nostra inviata, parole che hanno avuto anche un importante seguito, visto che Diego in persona ha voluto riservare già da adesso uno dei nuovi Sky Box proprio alla riblogghita, nel quale, come potrete vedere nella seconda foto estrapolata dal progetto di Fuksas, il Patron consentirà alla Bice di assistere comodamente alla partita, in un ambiente pieno di confort, e nel quale ha già dato la disponibilità per un intervista tete-à-tete, che all’inizio sembrava potesse spaziare a 360 gradi, poi l’ufficio stampa Tod’s ha specificato che la disponibilità di Diego si fermerà a 90 gradi.

85 commenti:

  1. Chiarificatore14 luglio 2012 07:35

    Benissimo, allora a 180 gradi (me) la faccio io, ovviamente sulle due facce della medaglia, o per dirlo in modo raffinato, double face.

    RispondiElimina
  2.  Africa incazzataBuongiorno
    prendo le distanze da Prade',SE,ci priva di Behrami.
    Vedo che anche qui,sembra che...insomma se ne puo'fare a meno,ha i piedi rustici,se ne trovano...
    Vale molto di piu'del miglior Gattuso e noi lo si da' via.Ignoro i rapporti societa'/procuratore/giocatore,ma a cederlo si fa una grossa ma grossa
    cazzata.E
    sinceramente mi frega nulla di chi viene,o quanti quattrini danno.Da
    solo,vale due a centrocampo,e si fa finta di non ricordarselo.
    Uno cosi'non si rimpiazza.
     
    Lele

    RispondiElimina
  3. A commentare aspetto l'ufficialità, Lele...C'è da capire anche perché va via. Tecnicamente l'ho detto, la perdita sarebbe riparabile, ma trovare uno con quel carattere, quella corsa e che si sacrifichi così in campo la vedo ardua. Dici bene, e l'ho scritto più volte quando giocavamo a fare le pagelline sul sitone: spesso pareva in bilocazione alla Padre Pio, tanto spazio ricopriva in campo, valeva davvero per due. Oltretutto alle cifre che sento sembra quasi ci sia fretta di sbolognarlo, invece di farci almeno l'affare: dagli 8 milioni di ieri, comunque pochi per Behrami a mio avviso, siamo già passati ai 6.5 di oggi, uno scherzo spero.

    RispondiElimina
  4. Prenoto la lolita della prima foto, a patto che il Colonnello mi invii dalla Francia uno stock di completini inizi '900 da farle indossare...

    RispondiElimina
  5. Mi sembra che sia anche lui che vuole andar via, e bisognerebbe capire perchè. Non sembra per i soldi perchè  va a prendere più o meno gli stessi che gli avevano offerto (almeno dicono) qui per il rinnovo. Ma il rinnovo non lo ha voluto firmare. Delle volte son ruggini vecchie, incomprensioni o anche voglia di cambiare, la sua storia non lo farebbe definire uno stanziale. E se uno non ci vuole più stare, son proprio quelle caratteristiche che giustamente enfatizzate che ne andrebbero a risentire. Insomma io non avrei certo preso l'inziativa per venderlo, ma se vuole andare cercheremo di sopravvivere.

    RispondiElimina
  6. Lele ci puoi fare poco, a me girano fortemente, lo ritenevo un punto fermo, anche più di Jovetic, d'altronde il montenegrino lo tieni ancora un anno e stop. Lui era un bel pilastro li in mezzo, adesso non è che si può sostituire i migliori con la speranza o la convinzione che ci sia sempre di meglio. Era un gregario eccellente, titolare, e tanto tanto utile. Avranno in mente la squadra che scenderà in campo ciò non toglie che se arrivano certi giocatori, quelli arrivati, e se ne vanno altri, con queste caratteristiche, non è che stiamo andando in meglio. 

    RispondiElimina
  7. Perplessità africaneBoh,che dirvi,Deyna e Jordan,ovviamente se uno resta col culo torto,e' meglio che vada,ma allora,mi chiedo:
    finora
    e sottolineo finora,Behrami si e'sempre comportato da ottimo
    professionista,non solo sul campo e,da come ha sempre parlato,fino a
    prova contraria,gli do'credito.Non pare un quaquaraqua che si mette la
    maglia bianca alla presentazione per poi dopo 6 giorni,chiedere di
    essere ceduto.
    Continuando a stare ai fatti,aveva rifiutato la
    Juve,mica lo Scandicci,e ora vuole andare a Napoli?a far che?non
    guadagna di piu'certo,non fa la CL,e si trova una squadra che deve
    dimostrare,senza Lavezzi,di continuare a far bene,e che quando Mazzarri
    se ne andra'il prossimo anno,ritornera' nell'anonimato.Scusate ma non mi
    abituo all'idea,io come societa'e'il primo che dovevo mettere in
    condizioni di non andare via.Se vuole un sostanzioso aumento,avrei
    trovato la maniera per darglielo,dato che vale due uomini in
    squadra.Partenza devastante e non sostituibile.
    Sono agli antipodi,lo
    sapete bene,dei contestatori a prescindere,ma se non ci sara'una
    ragione piu'valida,questa volta non avranno scuse e le infamate se le
    meriteranno.Behrami era l'emblema della Fiorentina,piu'di Jovetic,che
    gia' sappiamo essere di passaggio.Se verra' fuori che e' lui che se ne
    vuole andare a Napoli,ok,vuol dire che devo rivedere,e di molto,il mio
    giudizio sul suo intelletto.Ed in questo caso,come societa'vorrei delle
    contropartite valide.
     
    Lele
     

    RispondiElimina
  8. TOCCA L'ALBICOCCA14 luglio 2012 16:30

    Credo purtroppo che tutto sia più tristemente semplice.
    Ramadani si è preso la sua procura ed ha quindi in mano lui,Jovetic,Ljajic e Nastasic.
    Tutti sono sotto contratto e se le cose rimanessero come sono il guadagno sarebbe zero.
    Quindi qualcosa si deve muovere e infatti si sta muovendo,speriamo che il signor Ramadani si accontenti,altrimenti ha tutte le carte in mano per farci passare altri brutti
    quarti d'ora.
    Ormai questi sono i nuovi proprietari non ufficiali del calcio e non lo dico da ora,come Jordan si ricorderà.
    E' Raiola il propietario di Ibra non chi lo stipendia.
    Le società stanno a guardare penso anche con un po' di frustrazione,metterci i soldi,tanti o pochi che siano e non esere proprietari di un cazzo non deve essere una bella cosa.
    Rimedi?Nessuno.Cause?La sentenza Bosman che è stata per il calcio come l'11 settembre...

    RispondiElimina
  9. Tocca tu puoi avere anche ragione, ma allora si deve dedurre che i giocatori sono dei mentecatti totali. Che il sig. Ramadani ci guadagni solo se riesce a fare un nuovo contratto (ma avrebbe guadagnato anche sul nuovo contratto con la Fiorentina, meno, ma avrebbe guadagnato), è ovvio, ma Behrami gli potrebbe dire: "O Nini, ma io icche ci guadagno? vo a prendere gli stessi per andare in una società simile, anzi, con una prorpietà meno solida, in un ambiente nuovo dove mi dovrò fare il posto che qui ho da signore, sono io che pago te e non il contrario".  Perchè non glielo fa?

    RispondiElimina
  10. TOCCA L'ALBICOCCA14 luglio 2012 16:49

    Te Jordan,a ventanni,avresti passato la giornata con le cuffie in capo e a cinguettare su
    Tweeter?Avresti risposto "sono a favore dell'omofobia" come ha fatto Totti?
    Penso di no,e la risposta è tutta qui.
    Perchè pensare quando paghi qualcuno che lo faccia per te?
    Poi il tempo passa e tra un cinguettio e l'altro ti scordi anche di come si fa a pensare...

    RispondiElimina
  11. Sono l'ultimo a conoscere la verità Behrami, quindi mi limito a riportare le parole di Furio Valcareggi, che solo ieri raccontava: " il rinnovo sarebbe stato di un 10% superiore a quello attuale, e non i soldi che offre il Napoli". Spiegava, che facendo anche lui il lavoro di Ramadani sa benissimo in cosa consiste un adeguamento a un giocatore con le sue caratteristiche, quelle cioè di un giocatore di grande temperamento, ma zero gol e zero assist. Poi dice un'altra cosa interessante, che è esattamente l'opposto di quanto sostiene invece Lele, ossia che alla Juve era lui a volerci andare, e che è stata la Fiorentina a trattanerlo. Parole di Furio Valcareggi, non le mie.

    RispondiElimina
  12. A proprosito di procuratori sembra che stiano parlando con Alessandro Lucci procuratore di Cuadrado (e di Vucinic, Julio Sergio e Taddei tra gli altri) per trovare l'accordo anche con lui dopo che, sembra, l'abbian quasi trovato con l'Udinese per la comproprietà. Cuadrado con l'Udinese aveva un quinquennale, ma ora vorrà il ritocchino.

    RispondiElimina
  13. Lele, voglio aspettare appunto per capire come sono andate le cose, c'è da capire se era il giocatore che smaniava per andare via - e mi pare strano, pareva anche a me persona affidabile e trasparente, per quanto è possibile - o se sia stato sacrificato brutalmente per fare gli interessi di società e Ramadani. C'era un articolo ieri su firenzeviola in cui si intervistava brevemente Behrami, e lo si definiva sconcertato e deluso per questa decisione. Aspettiamo e vediamo. Fatto sta che anch'io lo ritenevo un pilastro, anzi il pilastro, della nuova Fiorentina, soprattutto per l'esempio che ha dato e avrebbe dato in campo e fuori dal campo. Faticavo un po' solo a immaginarlo nel gioco di Montella, che non è molto compatibile con i portatori di palla, ma poi vedo che si cerca un esterno come Cuadrado, e allora boh.

    RispondiElimina
  14. TOCCA L'ALBICOCCA14 luglio 2012 17:15

    Deyna,infatti mentre pare che con la Fiorentina l'accordo ci sia sta ancora trattando
    con il Napoli sul contratto con il giocatore.Se è così è l'ennesima dimostrazione che nemmeno con un contratto in mano l'ultima parola spetta alle società.
    Lo stesso Larini parla maginalmente di Cuadrado,Napoli o Fiorentina sembra nemmeno tocchi a lui deciderlo,ed infatti non viene lui a parlare o va Pradè da lui,ma si presenta Lucci.
    Questo ovviamente quando non si va allo scontro,a quel punto puoi metterlo fuori rosa o
    ripetere un nuovo caso Montolivo,ma penso che a noi ne basti e avanzi uno,del resto,a parte Lotito,non lo fanno nemmeno i club più potenti come il Milan il chè non è un bel segnale.

    RispondiElimina
  15. Chiarificatore14 luglio 2012 17:28

    Vediamo di attenerci ai fatti, ed
    il più possibile all’oggettività delle cose. Sul piano tecnico non c’è
    discussione,  Berhami sarebbe uno di quelli
    da confermare come titolare fisso della nuova Fiorentina, non certo però come
    uomo squadra, così come uomo squadra Gattuso non è mai stato, anche nei suoi
    momenti migliori. L’adeguamento contrattuale, quindi,  non poteva che restare entro i
    parametri previsti per  un importante ed inamovibile gregario del centrocampo. Niente di più e niente di meno, quindi, di quanto gli è stato proposto, come conferma Valcareggi. Che Berhami  abbia rifiutato la Juventus non ci credo
    neppure se lo avessi visto, la versione Valcareggi è quindi l’unica credibile.
    Dalla Lazio se ne andò malamente alla ricerca di più quattrini e minacciando ricorsi,
    i laziali tutti lo considerano un mercenario. Dopo il fallito trasferimento
    alla rube ha cambiato procuratore ed ha “minacciosamente” ed ufficialmente  affermato in perfetto “stile Montolivo”di
    essere disposto a rimanere anche senza rinnovo contrattuale, che dopo la
    vicenda Montolivo, per la società è niente altro che una provocazione. A Napoli
    a quanto pare gli stanno offrendo più soldi di quelli che ragionevolmente gli
    sta offrendo , in aumento,  la Fiorentina,
     ed a lui ed al suo procuratore a quanto
    pare tanto basta. Detto questo se restasse, ma solo rinnovando il contratto,
    sarei il primo ad esserne felice. Se se ne andrà io continuo a pensare che si
    creeranno le condizioni per trovare soluzioni ancora più convincenti e
    sicuramente più  consone alla filosofia
    Montella che non credo voglia dare all’ottimo gregario Berhami,  le chiavi del centrocampo della viola.

    RispondiElimina
  16. TOCCA L'ALBICOCCA14 luglio 2012 17:31

    Poi se vogliamo fare un po' di dietrologia(tra l'altro io son sempre a favore) ancor più sospetto del no alle olimpiade c'è stato il passaggio a Ramadani quando con il precedente procuratore c'era un accordo sul rinnovo,perchè cambiare se andava tutto bene?
    Il resto son schermaglie,allenati per le olimpiadi ma se non firmi non ci vai e cose del genere...
     http://t0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTmBlZQFDNpUE4_xfsU-Gtsfc3xQSyGwT7oCfXJ-vnxX8GlF6N48Q

    RispondiElimina
  17. Chiarificatore14 luglio 2012 17:33

    Sulla questione procuratori confermo il mio totale accordo con quanto sostiene Tocca, aggiungendo  che il loro potere  preminente nelle trattative sui rinnovi,   diventa devastante strapotere sulle conseguenti e spesso obbligate operazioni di mercato nei casi di calciatori che hanno, appunto, mercato.

    RispondiElimina
  18. Non è che se vendiamo Behrami sparisce la viola ma a fronte dei nuovi arrivi, fin qui, del cambio dell'allenatore e dei proclami di arrivare "da subito" in europa league il cedere simili giocatori è un po' inspiegabile. Siamo diventati la banderuola della serie A in quanto a rinnovi e rapporti coi procuratori, sembra che succedano solo a Firenze certe questioni. Penso che sia male comune come sottolinea il Tocca solo che noi sembriamo sempre ostaggi dei procuratori e dei suoi assistiti, allora a me viene da pensare che abbiamo perso anche appetibilità, parecchia immagine ed alcuni calciatori non sentono un ambiente a loro consono, non vedono "progetti", siamo diventati una fermata di bus poco importante. Se questi mal di pancia iniziano a venire a gregari come Behrami iniziamo a preoccuparci per i vari Nastasic, Camporese e giovani del vivaio che dopo un anno in prima squadra chiederanno adeguamenti o di essere ceduti. In questi casi serve una società forte, non solida. Una società composta da dirigenti che riscuotano credito e che convincano giocatori a vestire questa maglia. Se se ne vanno i gregari, o scelgono di andarsene, quale europa......."subito" ?!

    RispondiElimina
  19. TOCCA L'ALBICOCCA14 luglio 2012 17:55

    Sicuramente c'è da preoccuparsi,noi più di altri,ma io credo che in Italia comincino a preoccuparsi in diversi e noto molta confusione anche dove pensavo filasse tutto alla perfezione.
    Si dice del perchè abbiamo fatto indossare a Behrami la nuova maglia se poi lo devi cedere?
    Giusto,sono d'accordo.Poi però mi accorgo che sul sito del Milan troneggiavano per la campagna abbonamenti Ibra e Thiago Silva e che la nuova maglia della juve l'ha indossata
    Quagliarella che pare quello più in procinto di levarsi dalle scatole.
    E allora ho paura che siamo un po' tutti nella stessa barca,quello che va bene oggi potrebbe non andar già più bene domani.
    Certo per noi è un problema maggiore e lo sarà finchè non riusciremo a tornare in Europa,
    ammesso e non concesso di riuscirci.
    Ad oggi ti rispondo anch'io di no,però un mercato assurdo che finisce dopo l'inizio dei campionati non è una trovata della Fiorentina,noi non possiamo fare molto di più che adeguarsi.

    RispondiElimina
  20. Chiarificatore14 luglio 2012 18:11

    Non esiste nella maniera più assoluta
    un “caso Fiorentina” per quanto riguarda lo strapotere dei procuratori, la criticità
    si presenta uniformemente per tutte le società,  e riguarda qualsiasi calciatore, di qualsiasi
    livello, di qualsiasi ruolo, è sufficiente che esista  un'altra società che gli offre di più, e ultimamente
    sembra persino non sia più sempre necessario che la nuova squadra sia più
    ambiziosa, bastano più soldi.

    RispondiElimina
  21. Chiari, anche negli anni'80 e primi '90, quando giocatori di qualsivoglia nazionale (argentina, inglese, ecc.) preferivano il Lecce o il Bari ad una qualsivoglia big europea, i soldi contavano più delle ambizioni

    RispondiElimina
  22. Chiarificatore14 luglio 2012 19:23

    Beh Vitalogy,  stai parlando degli anni in cui, se non ricordo male,  il campionato italiano era il più importante e prestigioso del mondo, quindi anche le ambizioni avevano il loro peso. Non c'è dubbio comunque che i soldi siano sempre stati "l'attrattiva" principale.Oggi    ci sono nuovi squilibri, non solo tra le big e le altre in Italia, ma tra altri paesi e l'Italia.

    RispondiElimina
  23. Cazzo, riaccendo il pc dopo 2 gg di fullimmertion totale nel lavoro e ti vedo Behrami e Gamberini a Napoli... Cioè, a parte iìgambero, s'è venduto l'UNICO centrocampista decente in rosa, e si piglia (bravino quanto si vuole), un altro esterno d'attacco... ma n'ì mezzo aiccampo un attr'anno chi ci gioa? Boh, mi pare un gran casino, direi che si tira a vende quellli che portan quattrini, siano chi siano, e poi si chiappa chi si raccatta, via anche Lollo, e ci poteva stare... gradirei, per mancanza di tempo nel poter verificare, che qualche anima gentile mi fornisse dettagli economici, per un giudizio più esaustivo delle vicende. Non son contento, comunque, e mi pare si sia capito...

    RispondiElimina
  24. I soldi sono sempre la parte più "cicciosa" e determinante di ogni procura o trattativa, non ci piove, ma qui sembra che non si possa trattenere neanche più i gregari, non Messi. E parlare di europa "subito" mi sembra utopistico. Se ci riescono tanto di cappello. Se il buondì si vede dal mattino........

    RispondiElimina
  25. Louis i dettagli economici di qualcosa che ancora non è successo è difficile fornirteli. Il problema è che tutti bisognerebbe stare immersi nel lavoro o, se possibile, nella cura della famiglia e del proprio benessere, e poi ricominciare a interesarsi di calcio il 31 agosto (vi regalo anche la prima di campionato). Allora si potrebbe dire e giudicare. Qui raccapezzarsi tra il vero, il verosimile, il probabile e l'impossibile è abbastanza complicato e si rischia di incazzarsi per nulla. Incazziamoci tutto insieme invece sui dati di fatto e non sui discorsi.

    RispondiElimina
  26. Behrami sembrava tanta roba in un centrocampo di bradipi.  Molta quantità spesso fine a se stessa.  Certo devono rimpiazzarlo con qualcosa di meglio altrimenti questa operazione andrebbe letta come pessimo segnale.  Non credo che Montella e Pradè siano venuti qui per liquidare la società, quindi voglio sperare che abbiano le idee chiare su come impostare la squadra per il prossimo anno.  Certo che questa operazione accende gli animi già surriscaldati dei vuturini e fornisce loro ulteriori motivi per aggredire la società.  Resta il fatto che per me la migliore qualità di Behrami era proprio quella di aver fatto breccia nel cuore dei tifosi, per il resto è un giocatore che si può rimpiazzare anche con qualcosa di meglio. Vi saluto dall'Isola d'Elba, cerco di seguirvi ma non è tanto semplice.

    RispondiElimina
  27.   "...poi l’ufficio
    stampa Tod’s ha specificato che la disponibilità di Diego si fermerà a
    90 gradi": comunque Pollock presta attenzione a quello che scrivi e a come lo scrivi, DDV è passato sopra a certe definizioni telefoniche di Mencucci [cfr. buhi e buhini], non conterei sulla sua infinita magnanimità.

    RispondiElimina
  28. Giusto contrappasso per quelli del Cuadrado Buenavista Social Club: hanno pregato perché Cuadrado mandasse in B la Fiorentina, invece la Fiorentina riparte in serie A con Cuadrado.

    RispondiElimina
  29. Va via un'incontrista arriva un'altra ala. L'ennesima. 

    RispondiElimina
  30. O aspetta! ha' visto che hanno comprato anche Lupatelli? piano piano gli arriva anche quelli boni. Ora compran Benigni perchè dice che li fa ridere e tiene allegro i'gruppo. Ma a fa' smettere di fa' girare e coglioni a noi e un ci pensa nessuno?

    RispondiElimina
  31. Lo sai come la penso Jordan, e son due anni che parlavo di dismissione e son venuto sui blog per farmi meno seghe mentali, dicean che si rimanea cechi anche con quelle, sai icché fo', rinizio a farmele, le diottrie vanno e vengono.

    RispondiElimina
  32. vabbè dài, abbiamo gridato per 2 anni al gruppo spaccato, perciò se venisse a fare il terzo portiere non ci trovo nulla di male (se è per fare il secondo invece ce ne trovo tanto...), mi pare ne abbia tutti i requisiti: esperto, preso a parametro 0, ingaggio presumibilmente basso, si fa ben volere dai compagni di squadra, non rompe le palle se va in tribuna perchè sa di esser mediocre... preoccupiamoci per il primo e per il secondo semmai

    RispondiElimina
  33. parlavo di lupatelli ovviamente

    RispondiElimina
  34. Su Cuadrado e Behrami, comunque, è interessante comunque la teoria che sul sito monossidato ha avanzato Terim, che è uno a cui piace spararle per provocare, ma spesso ci azzecca... lui dice abbiamo fatto assaggiare Behrami al Napoli per farli togliere di mezzo dalla trattativa per Cuadrado, e ora che il colombiano è preso gli si sfila Behrami da sotto il naso... la teoria è esilarante, ma se accadesse davvero sarebbe esilarante la pratica

    RispondiElimina
  35. Dall'AfricaDietrologia
    per dietrolgia,Tocca,puo'essere che Behrami abbia licenziato il suo
    procuratore perche'non era riuscito a prender per le palle la Fiorentina
    per andare alla Juve.Mi par questo il tuo orientamento.Io da
    lontano,senza bisbigli,posso solo attenermi alle parole di quello che mi
    sembrava un giocatore,con un cervello quasi normale.Se ero a
    Firenze,sicuramente avrei saputo la verita'.
    Ma le dietrologie sono complicate,spesso nascono da interessi celati,malintesi,ripicche,o litigi,dunque di impossibile lettura.
    Resta
    il fatto,pero,che una societa'come la Fiorentina,anche se un po'in
    ombra,non DEVE farsi dettare le linee strategiche dai
    procuratori.Punto.Coi procuratori devi conviverci,a volte hai vantaggi,a
    volte svantaggi,ma devi saperli trattare,dato che se
    vogliono,purtroppo,creano problemi.(vedi Montolivo)Raiola ha in mano i
    top,e non fa testo e tra l'altro ha tolto un ditino dal culo al Milan.Ma
    se una societa'e'forte,puoi essere chi ti pare,puoi battere i piedi,ma
    fai quello che dice la proprieta'(vedi Tevez lo scorso inverno)Pensare
    che Lotito abbia gli attributi che noi non abbiamo,fa ribrezzo.Eppure
    alla Lazio vanno anche i buoni giocatori e quando alzano la cresta,sanno
    cosa l'aspetta.
    Posso anche capire che Valon volesse andare alla
    Juve,ma al Napoli...via,siamo seri.No,comunque la si rigiri,e'una
    cazzata enorme.Chiari,stavolta non siamo d'accordo:Beharmi e' un
    superuomo squadra.E' lui che si prende le responsabilita',che ha le
    palle,che e' seguito,che ha carisma in spogliatoio,come a suo modo era
    Gattuso,gente che quando apre bocca viene ascoltata e seguita.E sbagli
    pure sull'ottimo gregario,che non lo e'.Ovvio che non puo'fare dribbling
    o tirare in porta,perche'con tutte le energie che consuma per correre
    come corre,ci mancherebbe anche se la toccasse di fino...Alla Lazio
    correva meno,e sembrava saper trattare la palla meglio,ma e' una
    conseguenza.
    Una
    cazzata minore,ma da non sottovalutare,la vendita di Lollo.Siamo stati
    costretti a rilevare Cassani,30enne,e diamo via un 23enne,,che certo non
    e'un'aquila,ma che sta bene a Firenze,che da'sempre tutto e mi ricordo
    il partitone che fece a Milano.Che almeno si dia in prestito o
    comproprieta',
    E
    veniamo a tutta questa smania per Cuadrado,che ovviamente e'un valido
    esterno,ma viene da una societa'bravissima ad inculare(per Felipe e
    D'Ago sono usciti 12 milioni,di questo,invece,danno una valutazione
    scria scria...11))e se viene come si gioca?In do'si mette Cerci?quella
    valanga di quattrini,non era meglio metterli per un
    centravanti?Boh,speriamo che Montella abbia le idee chiare,e per
    valutare si dovra' aspettare la chiusura,ma Behrami che va via,mi fa
    incazzare a bestia.
    Lele
     

    RispondiElimina
  36. Un Africa rincuorata

    Leggo il  sitone ora e rettifico:De Silvestri in prestito.Ok

    RispondiElimina
  37. Caro Deyna, in parte Terim ha ragione: noi vogliamo Cuadrado, il Napoli vuole Cuadrado e Behrami, noi abbiamo Behrami, Fiorentina e Napoli si mettono d'accordo, Behrami al Napoli in cambio di soldi, della non intromissione su Cuadrado e della promessa di toglierci dalle palle pure Gamberini.
    Se poi volessero risparmiare sul costo io sarei disposto ad accettare pure Dossena come parziale contropartita.

    RispondiElimina
  38. La risposta di Jordan a Louis su come dovremmo comportarci nel calciomercato è da Oscar, la condivido al 100%. E' inutile arrabbiarsi oggi x la cessione di Behrami quando magari tra una settimana ne avremo preso uno migliore; incazziamoci una volta sola a mercato concluso!

    RispondiElimina
  39. Chiarificatore15 luglio 2012 08:27

    Carissimo Lele,  dipende da cosa si intende per uomo squadra, se si intende il più tenace, l'instancabile, il più combattivo, quello che fa più chilometri, il “duro”, non c’è dubbio che Berhami sia stato e potrebbe continuare  ad essere l’uomo squadra della Fiorentina. Da quanto ho capito tu devi essere stato un calciatore di quel tipo, quindi capisco e per certi aspetti condivido la tua “interpretazione”, ma in “leggero” conflitto di interesse da parte tua. Eh,eh,eh. Con tutto il rispetto,  io, invece,  per uomo squadra intendo altro, intendo il cervello, il regista, quello che alla squadra da il gioco, e/o il match winner, e di solito si tratta di un vero e proprio fuoriclasse. Alla prima categoria appartengono  calciatori del calibro di Gattuso, Furino, Beppe Iachini, Oriali, Bertini, Tardelli, Ancelotti, De Rossi, e appunto, Berhami, cioè fior di campioni ma che io faccio fatica a considerare dei fuoriclasse, anche se di solito, per la loro combattività, diventano giustamente i beniamini dei tifosi. Per uomini squadra io intendo i Pirlo, i Platini, i Rivera, gli Antognoni, i Totti, gli Jovetic, i Baggio, i Rui Costa,  così come avrebbe potuto esserlo a Firenze il miglior Montolivo, veri e propri uomini squadra vincenti. I primi sono , non solo utili, ma indispensabili,  gregari, a volte di lusso,  ma pur sempre gregari, qualifica che io non intendo nella maniera più assoluta in senso spregiativo e neppure riduttivo, ma sono i secondi quelli che creano, che inventano   il gioco e lo rendono vincente, i veri e propri fuoriclasse. Chiediti come mai pur con  il miglior Berhami a tenere in piedi il nostro centrocampo  la Fiorentina sia  stata sempre perdente; perché Berhami è stata una eroica voce del deserto, ma incapace di dare un gioco alla squadra. Io sono certo che se in questi due anni avessimo avuto invece il miglior Montolivo la Fiorentina avrebbe avuto un gioco ed ottenuto ben altri risultati.

    RispondiElimina
  40. Chiarificatore15 luglio 2012 08:45

    Quanto alla gestione della campagna acquisti, non capisco questo panico per le ventilate cessioni, io andrei in panico se ci dovessimo trovare in chiusura con degli invenduti ancora sul groppone, così  come è successo in questi due anni. Possibile che non si  capisca che, in generale e soprattutto in questa congiuntura dove non girano soldi e molti vogliono realizzare,  il difficile è vendere, mentre la cosa più facile è acquistare. Quando s’è venduto bene quello che si voleva vendere,  per acquistare, in un mercato dove c’è un eccesso di offerta,  ci sarà l’imbarazzo della scelta. A Genova diciamo: “ u l’è in belu becià cu u belin duou (duro)”. Oltretutto se non ho capito male la Fiorentina finora ha speso ma non ha ancora incassato. O sbaglio?

    RispondiElimina
  41. E intanto Cerci è rimasto solo nello spogliatoio del Franchi e fa esperimenti sull'effetto eco in perfetto stile coatto alla Verdone.

    RispondiElimina
  42. E' stata una scivolata d'ala la mia per fare un po' ridere, magari era meglio se la scriveva nevrastenix. No, non sono del partito della dismissione, nemmeno se arrivano Lupatelli e Viviano in prestito. Al massimo cerco di convincermi a spengere tutto e a riaccendere il 31 agosto, come già detto.

    RispondiElimina
  43. Il post di Lele, qua sotto, è esemplare, e lo condivido al 1000 per 1000. Da manuale i passaggi "tecnici" sulle cessioni di De Silvestri e Behrami,  sull'arrivo di Cuadrado (occhio perchè quelli buoni davvero a Udine non li sbolognano in comproprietà, ma li vendono a peso d'oro, vedi l'altro che era a Lecce...) e sull'efficacia di Valon. Aggiungo che a roma faceva l'esterno, ruolo dove tocchi meno palloni e devi dare qualità a "quei" palloni. No Deep, se mi dici che per incazzarsi c'è tempo posso anche seguirti (ma gli ultimi due anni e mezzo dove li dovrei buttare, per non aggiungerli a quanto sto vedendo?), meno se mi dici che magari tra una settimana ne abbiamo uno meglio di Behrami perchè, mi vien da pensare, tu non abbia ben presente il valore dello svizzero e, soprattutto, quello che possono/VOGLIONO spendere per trovarne uno meglio, come dici te. Non lo avrebbero cercato Juve e Napoli se non fosse stato ritenuto buono, e Mazzarri, dopo Inler, non mi pare uno che prenda mezzettoni in mezzo al campo. Se davvero credete che ne arriverà uno meglio mi sa che ancora non avete capito l'andazzo. Aspettiamo la fine, certo, nel frattempo, però, vi  chiedo la cortesia di andare a rivedere la rosa dell'ultimo anno di Prandelli (non voglio farmi/vi del male andando all'anno di Vargasmelojojo) e quella con cui inizia il lavoro domani Montella... Non sarà dismissione e saremo ancora dei visionari ma a me, sembra un po peggio la merce... Buona Domenica!

    RispondiElimina
  44. Louis per fare paragoni aspetta almeno che cominci il campionato, che ora ci sono lavori in corso credo che sia chiaro a tutti, amici e nemici. Io non sono dell'idea che trovare uno del livello di Behrami sia così difficile, se si deve spendere il giusto è trovare gli Jovetic che è difficile, non i Behrami. Yacob che è a parametro zero, ti assicuro che è meglio di Behrami e più adatto al gioco di Montella. Ora se mi pigliano Pazienza, allora scappa la pazienza anche a me

    RispondiElimina
  45. De Silvestri. Hai Roncaglia e Cassani, oltre a Romulo, tuttora lì, per occupare la posizione. Se dai quello che ha più mercato in prestio alla Sampdoria dov'è il problema? L'avrei fatto anch'io.

    RispondiElimina
  46. TOCCA L'ALBICOCCA15 luglio 2012 11:28

    Se si salta a piè pari la parte in cui ho detto che mi dispiace anche a me che Behrami se ne vada e si riduce dei fatti,come il cambio del procuratore,ad un bisbiglìo che avrei sentito solo io,il resto vien da sè e si racconta una storia monca,intrisa di buoni sentimenti e riconoscenza,di olimpiadi massimo coronamento di un atleta e così via
    discorrendo.
    Così come,Lele,quando si parla di società forti che non si devono far prendere per le palle
    dai procuratori e mi si cita il Manchester City,significa che si parte con le migliori intenzioni ma poi si fa a cazzotti con la realtà.
    I fatti dicono che alla dichiarazione di Beltrami,ex procuratore di Behrami,dove si diceva
    che il suo cliente era pronto a fimare in bianco(non da interpretare alla lettera ma comunque indice di una precisa volontà) è seguita la defenestrazione di quest'ultimo e
    l'ingresso nella scuderia di Ramadani che con tre dei giocatori più rappresentativi su quattro assume un abuso di posizione dominante,che non è il titolo di un film porno anche se l'inculata ci scappa anche in questo caso.
    Lotito farebbe scuola se si tratta di uno solo,e sono d'accordo,quattro tutti insieme sarebbe un problema anche per lui.
    Da qui nasce tutto,poi si può anche far finta di non vedere,non è un problema.
    E veniamo alla bravura del Manchester City.
    In questo caso l'unica bravura di Mansur è quella di essere nato nel posto giusto e nel momento giusto,se Tevez non fa quello che dice lui semplicemente lo manda al macero
    insieme al suo procuratore perchè il valore di entrambi non supera gli spiccioli che ha in tasca in caso di bisogno durante la passeggiata mattutina.
    Per i comuni mortali invece quello dei procuratori è un problema perchè la soluzione di mandarli al macero è proprio quella che non ti puoi permettere.
    Noi,che non siamo nemmeno tra i primi dei secondi,siamo messi ancora peggio.
    Perchè voi,Lele o Louis,come fareste per rimettere a posto il signor Ramadani e dimostare che è la società che comanda?
    Il paragone poi di Louis tra la nostra situazione di adesso,ancora tutta da decifrare con
    l'ultima di Prandelli mi lascia senza parole,quanto tempo ancora dovremmo guardarci indietro prima di ricominciare a tifare Fiorentina e non un allenatore?
    Esiste un margine,un punto in comune che possiamo trovare,oppure per voi il calcio
    è morto finchè non si ritornerà con Cesare in panchina?
    In quanto ai mezzettoni in mezzo al campo,ultimamente a Napoli si sono sciroppati
    Pazienza e a seguire Donadel e Santana...

    RispondiElimina
  47. Concordo con Tocca al 100%, Louis, e aggiungo (sempre che siano vere le cifre) che 2,5 milioni per il prestito e 4 per il riscatto x un mezzofondista (definirlo calciatore mi sembra esagerato) come De Silvestri (ragazzo d'oro, x carità, ma da qui a giocare al calcio ce ne passa) non è un affare, di più. Quanto a Behrami, Louis, io credo che uno più forte (o ugualmente forte o meno forte ma più funzionale al gioco di Montella che vi comunico ancora non esser certo) si possa trovare e Yacob, come dice Jordan, ne è esempio lampante (e poi in società hanno osservatori su osservatori) mentre tu dici che questo non è possibile. Aspettiamo e vediamo, ti ricordo che negli ultimi 2 anni le nostre campagne acquisti venivano seguite da un'altro DS, ora è tutto diverso, non credi?

    RispondiElimina
  48. Max i vari Pazienza, Donadel e Santana il campo l'hanno visto con il binocolo, o quasi. Sono situazioni differenti. Sono d'accordo sul ragionamento che hai fatto su Tevez, un Mansur ce l'ha il PSG e pochi altri, anche il caro Abramovic si è rotto le palle di bruciare milioni, lo fa ancora, ma con molta più moderazione. Anche il Milan è succube di Raiola ma si parla di giocatori top, i fuoriclasse son sempre stati gestiti in questa maniera, Ronaldo, Kakà, Torres ma la lista è interminabile, insomma quelli buoni buoni fanno il bello e cattivo tempo ma se si parla di un Behrami, in una società come quella viola, si fatica a capire come un Ramadani qualsiasi che cura gli interessi di un lottatore di centrocampo riesca a determinare il bello o il cattivo tempo come se parlassimo di un top player. Pare che prenda gli stessi soldi che percepiva qui a Firenze, la differenza semmai c'è, immagino minima, non giustifica un taglio netto su quanto affermato prima dal giocatore riguardo al rinnovo. Situazioni analoghe succederanno in tutte le società di A, da noi è diventato un must. Si da per scontato il rimpiazzo con uno meglio, magari è vero, magari no. Quello che ha dato o che era in grado di dare lo sapevamo bene e non credo che certe qualità, indubbie nel suo DNA, siano riscontrabili in ogni buon arrivo, non si trovano sugli scaffali del supermercato certi giocatori. Si ha poi fiducia di sostituire sempre qualcosa di buono con qualcosa di meglio ?! Son due anni che non ci riesce, si va sempre a peggiorare, classifica alla mano, di dove venga tutta la fiducia che non si sbagli non lo so. Non è un problema cosa ha fatto Prandelli, o chi aveva in rosa, quello che è stato è stato, fa parte dell'album dei ricordi, è l'attuale che mi preoccupa un po', non mi sembra che siamo partiti bene. D'accordo sul rinnovare la rosa, ma il rinnovamento parte dai pezzi buoni ?! Adesso Behrami, dopo, magari, Jovetic e poi come la rifacciamo una squadra da europa league, con lo Spirito Santo ?! Son due anni che si predica fiducia, guai a retrocedere, ma per tifare viola e basta ci vorrà anche qualche base tecnica per stare tranquilli. Io non smetto certo di tifare se mi fanno una squadra da centro classifica ma almeno il diritto di mandarli affanculo mi rimane se accadrà. 

    RispondiElimina
  49. Entro i suoi limiti Berhami era bravissimo. Non mi aspetto un sostituto, cioè uno che giochi come lui, ma un paio di centrocampisti di maggiore qualità in grado di garantire i lanci e le aperture sugli esterni Cuadrado e Vargas. Se il modulo fosse il 4-2-3-1, vorrebbe appunto dire che ai due cursori di fascia e a Jo-Jo lasciato libero di spaziare, si dovrebbero aggiungere due centrocampisti di qualità e un attaccante puro.

    RispondiElimina
  50. E mentre noi piangiamo la morte di un commesso viaggiatore in mezzo al campo, a Napoli i tifosi non fanno certo i salti di gioia, forse perché anche loro feriti dallo shopping compulsivo dello sceicco parigino, forse perché preoccupati per un Cavani a rischio offerta irrinunciabile, ma il Valon porta in città lo stesso entusiasmo che il popolo partenopeo dimostra nei confronti delle blatte rosse. Infine, Prandelli non lo nomina più neanche Lud, e dopo di lui siamo già alla terza generazione di dannati della sostituzione del santo, forse tifare Fiorentina, molto semplicemente, aiuterebbe ad alimentare l'orgoglio per la maglia, e non per chi la indossa.  

    RispondiElimina
  51. Leo, Donadel il campo non l'ha visto (Santana si ma lasciamo stare) però il Napoli l'aveva acquistato e Louis ha detto che, se Behrami lo segue il Napoli, deve essere per forza bravo ma Donadel è la dimostrazione che il Napoli può prendere pure delle inculate, sbaglio?

    RispondiElimina
  52. Negli ultimi due anni c'è toccata tanta vasellina per quella parte Deep, numeri alla mano. 

    RispondiElimina
  53. TOCCA L'ALBICOCCA15 luglio 2012 12:32

    Allora non ci si capisce.Se Behrami fosse un caso singolo sarei d'accordo con te.
    Purtroppo non lo è e se non vedi la differenza tra Behrami da solo e Behrami legato a
    Jovetic,Nastasic e Ljajic ne prendo atto ma è una visione miope.
    Quando c'è un rapporto di forza così sbilanciato e concentrato nelle mani di uno solo,hai poco da fare la voce grossa,o meglio la puoi anche fare ma il rischio che come birilli saltino pure gli altri tre è alto e purtroppo,a oggi,per niente scongiurato.
    E vedrai che non prenderà i soliti soldi ma di riffa o di raffa si metterà in tasca qualcosa in più che se Behrami fosse rimasto a Firenze.
    Comunque non mi hai risposto alla domanda?Se Behrami voleva restare perchè ha sostituito chi aveva già definito cifre e modalità del rinnovo?
    Si cambia perchè qualcosa cambi,a  me sembra di una semplicità quasi fanciullesca.
    Con questo non addosso a Behrami nessuna colpa e lo applaudirò per quello che ha dato in questi due anni.
    Il problema vostro,non mio,è che se Cesare lasciava partire Brocchi perchè voleva impostare il centrocampo in maniera diversa lo avreste capito e sostenuto ed io con voi,
    mentre nell'anno III D.P. io sono rimasto uguale mentre voi vedete tutto dal lato peggiore,sempre.
    Guarda,vi voglio dare una boccata di ottimismo aggratis,per me va via anche Jovetic,così
    finalmente la si fa finita,si cambia proprietà e speriamo che questo vi riporti tutti a tifare come facevamo prima.
    E così almeno non si parlerà più di Cuadrado,sempre che venga,come un brocco qualsiasi perchè qualsiasi forma di ottimismo,anche quella minima,è bandita per contratto.
    Perchè a sentire Louis,pur di non spendere una parolina buona , l'Udinese vende solo pacchi,quindi la juve ne ha comprati già due,Isla e Asamoah e va per il terzo,Armero,
    all'Inter hanno rifilato Handanovic che è un portiere di merda e se ci proponessero
    Muriel m'immagino che preferirebbe non prenderlo perchè è una fregatura...

    RispondiElimina
  54. Vero, Leo, ma negli ultimi 2 anni c'era Corvino mentre ora c'è Pradè/Macia. Potranno fare anche peggio di Corvino, questo non lo mette in dubbio nessuno ma potrebbero pure far meglio. Di certo c'è che paragoni con gli ultimi 2 anni non si possono proprio fare.

    RispondiElimina
  55. Grande Tocca, sempre in sintonia!!!

    RispondiElimina
  56. Allora, premesso che Yacob un lo conosco, dico solo che, dopo che sarà venuto in Italia e avrà fatto quello che ha fatto Behrami, richiesto dai campioni d'italia e preso da chi lotta per cercare di vincerlo, il campionato, dirò che avrete ragione, sempre ricordando che lo svizzero non ci è costato poi molto ed è stato uno degli ultimi affari dell'era Corvino. Max, non capisco perchè il mio ragionamento/paragone ti lasci senza parole, chiedo solo di confrontare l'ultima rosa a disposizione di Cesare con quello che ha alla mano Montella, da domani, per il ritiro. Non ci trovo nulla di sconvolgente, anzi. Dico solo che si è fatto un bel passo indietro.  Poi, ma dovresti saperlo, io tifo Fiorentina a prescindere, e ci patisco non poco, purtroppo per me, quindi, come ricordo sempre, le incazzature sono fini all'affetto/amore che ho per la maglia. Non ce l'ho con nessuno, non mi interessano le parti in causa, chi ha ragione e chi no, vedo che mi vendono il meglio centrocampista e che, ad oggi, si va in ritiro con Lazzari e Oliveira, se a voi sta bene, meglio così, a me continuano a girare i coglioni, perchè qui a furia di aspettare e dar credito ci siamo ritrovati a lottare per non retrocedere fino alla penultima di campionato. De Silvestri: vale lo stesso discorso fatto per Behrami: la tattica di Pradè è ormai chiara, vista l'impossibilità di sbolognare i Vargas e i liacicce, che un li vole nemmeno iccane, si vendono quelli boni, e si fa cassa, poi si vedrà. A me il quadro, ad oggi, pare piuttosto chiaro, poi dite di aspettare e mi sta pure bene, ma di qualcosa si deve pur discutere, o s'ha ha aspettà il 31 agosto?

    RispondiElimina
  57. Pollock hai ragione. Ho deciso di non nominare più Prandelli, dopo averlo sostenuto agli Europei, ma solo come ct. A mio parere dopo due anni di "coda" l'età Prandelliana è finita. Sono curioso di vedere come farà giocare la squadra Montella. Certo che se Montella scegliesse due centrocampisti coi piedi buoni anziché due "cagnacci" vorrebbe dire che il nuovo allenatore ha fatto tesoro dell'idea di un centrocampo di qualità che Prandelli ha portato in nazionale. E ciò mi farebbe contento. Così come mi fa contento la prospettiva di rivedere due grandi esterni sulle fasce come Cuadrado e Vargas. Insomma nella squadra che nasce di Vincenzo intravedo, anche se è presto, qualcosa di quella di Cesare. E ciò mi fa ben sperare.

    RispondiElimina
  58. Jordan, purtroppo non porrei limiti alla "Provvidenza", magari invece di Pazienza ci propinano il Palombo bollito...

    RispondiElimina
  59. TOCCA L'ALBICOCCA15 luglio 2012 13:07

    Quello che non capisco,Deep,sono le forzature.Ci sarebbe qualcuno contento se ad inizio campionato fossimo ancora così?
    Son sicuro nemmeno uno,ma il fatto che qualcuno lo rimarchi adesso in una conversazione mi fa imbestialire perchè ho come la sensazione che stiano parlando a dei poveri scemi e a me questo ruolo non piace per niente...

    RispondiElimina
  60. Se insomma ci fossero quattro difensori dietro di cui due esterni bassi dinamici ma capaci di coprire (Cassani e Pasqual), e un centrocampo con due esterni alti e aggressivi che si scambiano coi i bassi (Cuadrado e Vargas), due centrocampisti che lanciano e impostano smistando sulle fasce, e Jovetic a variare dietro un'unica punta, saremmo molto vicini ad una riedizione del modulo prandelliano che a Firenze ha dato grandi soddisfazioni al di là delle formule (4-4-2 o 4-2-3-1).

    RispondiElimina
  61. TOCCA L'ALBICOCCA15 luglio 2012 13:23

    Ma di quale tattica di Pradè stai parlando Louis?
    Ma secondo te gli altri i campionati di Vargas,Ljajic e lo stesso De Silvestri non li hanno visti?
    Pensavi che si precipitassero a comprarceli?
    Pradè appena insediato ha detto che sarebbe stato un mercato lungo e difficile e non era un discorso di facciata,ma la realtà cui si è trovato di fronte.
    Quindi Pradè lo sapeva,noi pure e secondo te raffrontare una situazione totalmente diversa,con premesse totalmente differenti con quella di oggi e con le difficoltà oggettive di cui sopra che senso ha?

    RispondiElimina
  62. Tocca oggi ti girano e non voglio aumentarti il voltaggio eh eh eh eh eh ma provo a risponderti ugualmente. Sul fatto che il procuratore sia lo stesso degli altri hai perfettamente ragione, il rischio, non ancora scongiurato è alto per tutti i soggetti coinvolti, meno uno. Su Ljajic non mi straccio le vesti, ha mostrato poco, non si parla di talento, quello l'avrebbe anche ma non riesce a tirarlo fuori complice un carattere, una personalità ed una intelligenza davvero misera. Su Jovetic sappi che ero uno di quelli che se ne augurava una cessione perché avrebbe portato davvero tanti soldi per ricostruire la squadra, tu chiamalo se vuoi, ottimismo ricambiato. Nastasic starà un altro anno come minimo, non ho dubbi al riguardo, a meno che non parta un'altra guerra in perfetto stile Branchini band. Capitolo procuratore, se lo ha cambiato forse più che cambiare aria voleva tirare sull'ingaggio, glielo hanno proposto, non ha accettato, prenderà gli stessi, sembra, a Napoli, cosa c'entra il cambio proprio non lo so. Forse il procuratore gli ha prospettato una mancanza di futuro, di progetto o di programmi ambiziosi per quanto può permetterci la nostra dimensione. Jovetic ha tentennato un mesetto fa al riguardo ma tanto lui è destinato a salutarci comunque. C'è chi cambia procuratore ma rimane nella squadra d'appartenenza, non è che ogni cambio partorisca una cessione e di esempi ce ne sono. Riguardo Cesare Max te le vai a cercare, con lui in panca anche con Brocchi, Donadel, Santana e Gobbi si giocava in champions, se non si vuole fare paragoni lo si fa solo per il vostro bene che da quando se n'è andato si è fatto sempre peggio. Anno dopo anno. E, al limite, sei tu, e pochi altri, che continuate a dire che si deve tifare e basta, ma che razza di ragionamento è questo ?! Io tifo Fiorentina a prescindere da chiunque indossi la casacca ma se una dirigenza, negli anni, continua a peggiorare i risultati e ad abbassare la cifra tecnica ed economica della rosa non faccio i salti per applaudirla. Scindiamo le due cose, un conto è tifare viola e i giocatori che ci rappresentano, altro conto è plaudire questa società come la migliore del mondo ed annusargli le loffe dicendo che profumano di rosa. A me di fanciullesco pare questo modo scorretto di unire le due cose, che io separo come ho sempre fatto da quanto vedo questa maglia. Se poi coincidono gli anni che dirigenza e squadra trovano la quadratura succede come pochi anni fa che ogni anno si godeva. In quel caso un bravo a tutti non lo si nega. 

    RispondiElimina
  63. Bene, Luois, dici di non conoscere Yacob però dici che è impossibile che noi si riesca a trovare uno migliore di Behrami e a poco prezzo perché lo svizzero lo abbiamo pagato poco. Yacob costerebbe 0 e potrebbe essere più utile di Behrami, non puoi dire che è impossibile se non lo conosci.
    Se poi mi paragoni la rosa attuale (al 15 luglio, in pieno mercato) con quella di Prandelli di che discutiamo? Vuoi fare dei paragoni? Facciamoli al 31 agosto, non prima!

    RispondiElimina
  64. Max non ti incazzare anche te, basto io, eh eh eh. Senti, non ce l'ho con Pradè e non dico che la tattica è la sua, semmai è quella di chi lo paga... il momento è difficile, lo so, ma non generalizziamo. Che il mercato sarebbe stato lungo e difficile non importava che venisse il romano a raccontarmelo, lo sapevo anche da me. Io mi limito ai fatti, come saremo messi al 31 agosto non lo, so che, intanto, mi danno via quelli che hanno un filo di mercato, mentre quelli bravi sono quelli che vendono chi ne ha poco. QUINDI, ad oggi, abbiam perso il nazionale italiano e quello svizzero, chi verrà, se verrà, a rimpiazzarli lo vedremo. Quello che mi fa incazzare del vostro pensiero, consentimi, è questa fiducia a prescindere, sempre e comunque. Aspettiamo, vediamo, etc etc... Però intanto passano le stagioni, i risultati peggiorano e il valore della squadra si azzera, i migliori come possono se ne vanno e Voi continuate a vedere il bicchiere mezzo pieno. Ripeto, senza ironia, anzi, con un pizzico di invidia: beati Voi. Deep, ripeto, anche se mi sembrava di essere stato piuttosto chiaro, che, quando Yacob sarà venuto in Italia, in una squadra come la Fiorentina, ed avrà raggiunto il pedigree di Behrami, dirò che han fatto bene. Ad oggi, mollare così lo svizzero, la considero una gran cazzata e, al contraio di voialtri, la preoccupazione mi vien proprio da chi prenderanno al suo posto...

    RispondiElimina
  65. Alt, Louis, non è che io stia facendo i salti di gioia x la cessione di Behrami, semplicemente credo che si tratti di un sacrificio necessario.
    Il nazionale italiano, che presumo essere Montolivo, non è stato perduto da Pradè, ma dalla precedente direzione tecnica.
    E' vero che le stagioni passano e i risultati peggiorano ma ciò che ho chiesto sia a te che a Leo (e risposte non me ne avete date) è: vi rendete conto che il DS viola è cambiato e che quindi non è possibile ad oggi (col mercato ancora in corso) fare paragoni con le ultime stagioni?

    RispondiElimina
  66. Deep, il metro di giudizio deve partire da qualche base, la Fiorentina non è nata oggi. Hanno un mese e mezzo per fare la squadra ma bisogno tener conto dell'anno appena concluso, Pradè non viene da Marte e sa bene quali sono i problemi. Vediamo. 

    RispondiElimina
  67. TOCCA L'ALBICOCCA15 luglio 2012 14:51

    Bah,che adesso tu mi metta tra quelli contenti del divorzio con Prandelli e per di più tra quelli a cui non nominarlo per compassione è davvero il massimo del minimo.
    Che poi io sia uno che preferisce comunque un futuro,anche mediocre,piuttosto che vivere di ricordi te lo confermo.
    Singolare poi che tu non veda nessun nesso tra cambiare il procuratore e poi cambiare squadra.
    Louis,con quel "beati voi" si può chiudere la discussione qui,t'assicuro che non ho bisogno della compassione di nessuno nè dell'invidia che si riserva ai poveretti che non capiscono.
    Stavamo parlando di scelte,motivazioni,spiegazioni,insomma di calcio ma è evidente che
    gli obbiettivi sono diversi.
    Il mio è quello di non partire mai prevenuto e nel mio piccolo di tifoso di dare un contributo
    positivo,per incazzarsi ci sarà tempo e modo.
    Il vostro non l'ho capito ma fossi voi,visto ciò che ho letto,non perderei nemmeno tempo
    a spiegarmelo,non capirei ugualmente.Buona Domenica!

    RispondiElimina
  68. Leo, il metro di giudizio dovrà partire dalla rosa che avremo a disposizione alla conclusione del mercato non durante i lavori in corso.

    RispondiElimina
  69. Bravo Tocca, non cospargiamo di pessimismo il lavoro che sta facendo Pradè, il mercato è iniziato da soli 15 giorni e dovrà durarne ancora per 3 volte, gliela vogliamo concedere un po' di fiducia o no? Ci fosse ancora Corvino a dirigere la nostra campagna acquisti potrei anche capire la vostra sfiducia ma qui si sta cercando di cambiare registro, vediamo di cambiarlo anche noi nel nostro modo di fare!

    RispondiElimina
  70. Chiarificatore15 luglio 2012 15:55

    Lo ripropongo sotto il  topic giusto: Non capisco che senso abbia paragonare la rosa che si sta costruendo con quella che lasciò Prandelli.  Trattandosi di un ciclo nuovo che si sta aprendo, avrà un senso paragonarla semmai con quella dell’inizio del ciclo  Prandelli, e secondo me non si discosteranno molto. Quella che lasciò Prandelli era una rosa certamente più prestigiosa  perché costruita per la Champions League, quindi non paragonabile a quella che si sta costruendo, ma nello stesso tempo prestigiosa solo sulla carta, perché  consumata psicologicamente, ed anche  tecnicamente  in non pochi dei suoi componenti.  Al punto tale che non è difficile prevedere che la nuova Fiorentina farà meglio di quella,  pur imbottita di grandi campioni, degli ultimi sei mesi d i Prandelli.

    Mi piace!
    Rispondi

    RispondiElimina
  71. Chiarificatore15 luglio 2012 16:12

    A scanso di equivoci e per la
    precisione, quando scrivo che quella rosa fu costruita per la Champions League,
    non intendo per tentare di raggiungerla la C.L., ma per disputarla una volta raggiunta,
    quindi ancora meno paragonabile con quella che si sta costruendo.

    RispondiElimina
  72. In quell con cui partì Prandelli l'enorme differenza la faceva un centravanti da 31 gol. Lo si trovi adesso a 10 milioni  e non si andrà tanto lontano da allora.

    RispondiElimina
  73. Il nazionale italiano è andato via un anno fa, questa campagna acquisti c'entra poco. Comunque sia per lui che per lo svizzero bisogna vedere chi arriva e non puoi lamentarti che non è arrivato nessuno 45 giorni prima del termine ultimo, se no semmbra voglia di lamentarsi e basta. Quando Behrami è venuto alla Fiorentina era in panca in Inghilterra mentre Yacob, a 25 anni, è nel giro della nazionale argentina. Purtroppo non lo prenderanno e il perchè non lo so, ma certo non è il solo nel mondo che potrebbe fare alla bisogna a costi onesti.

    RispondiElimina
  74.  Tocca, era sana invidia di chi non riesce a dormire sonni tranquilli, niente di più. Poi, ripeto, sbaglierò io e di qui al 31 fanno uno squadrone, spero davvero che mi smentiscano, una volta per tutte, buona domenica anche a te!

    RispondiElimina
  75. Deep se copi incolli quello che scrivo c'abbiamo ragione in due. Tocca oggi ci s'incontra a fatica a metà del guado, niente di male. Da tifoso, di negativo per la squadra non ho mai fatto niente, ti garantisco che anche in società non si sono accorti dei miei mugugni, in ogni caso buona Domenica a tutti. 

    RispondiElimina
  76. Non ho "copincollato" nessun tuo scritto, Leo, se non una domanda ma l'ho fatto solo per darti la mia risposta.
    Non capisco a cosa ti riferisci, puoi spiegarmi?

    RispondiElimina
  77. Rarità africane





    Tocca,raro
    che non mi trovo in sintonia con te,capita eh?ah ah.I procuratori sono
    quelli che sono,ma sta ad una societa'con le palle saperli gestire,e la
    nostra non mi pare all'altezza.Cosi'facendo,loro sanno che con noi non
    ci sara'mai da faticare,e con Jovetic,Nastasic o chiunque battera' i
    piedi,andranno sull'olio.Se non si fa passare il messaggio di rispettare
    i contratti,con prese di posizione decise,allora la vedo dura cercare
    di approntare una formazione competitiva.E qui non conta essere lo
    sceicco,o Spinelli,ma saper difendere i propri interessi.E questi non
    cambiano a seconda dal'ampiezza del portafoglio.

    Credo che
    se una volta Diego,che stimo tantissimo,si scomodasse ed annunciasse
    che da adesso la musica cambia,che la Fiorentina deve essere
    rispettata,che non si tollereranno piu'giochetti sudici alla
    Montolivo,l'impatto sarebbe salutare.DV e' l'unica voce autorevole,gli
    altri sappiamo.

    Si
    deve aspettare la fine del mercato?Ok,dopo tifero'sempre viola,in
    qualsiasi modo allestiscono la squadra,(rinnovai dopo Steno
    Gola,quindi.)..ma per me,quando ho uno buono,che rientra pure nei
    parametri della societa',io non lo vendo,perche',come ben dice Louis,so
    cosa lascio(tanto) e non so cosa prendo.Se per rivoluzionare la
    squadra,ci si priva del n.2,lo si fa unicamente per migliorare e
    credi,Chiari,al di la' delle simpatie e attinenze di ruolo,eh eh,trovare
    uno come lui,e'quasi impossibile,almeno con quelle caratteristiche,se
    invece si vuole un centrocampista diverso,ovvio che se ne possano anche
    trovare,il calcio non finisce senza Behrami....

    Jordan,io
    non conosco Yacob,affermi che e'uno molto valido,e a te credo,ma non e'
    della Fiorentina.Se e quando lo sara',verra'giudicato con indosso
    maglia viola.Fino ad allora,aver venduto lo svizzero,e'una
    supercazzata.Deep,qui siamo tutti tifosi,lo si sa,ma se si deve
    aspettare la fine del mercato,...ok parliamo d'altro:ieri sera mi son
    rivisto due cd di Crossroads...

    un saluto

     

    Lele

    RispondiElimina
  78. Lele la prendo come una battuta altrimenti tutta la mia stima nei tuoi confronti crollerebbe come un castello di carte al soffio del vento.
    A scanso di equivoci cercherò di spiegare meglio il concetto: non penso che non si possa parlare di mercato, penso che sia troppo presto per deprimersi per il mercato. Non è scritto da nessuna parte che non si possa trovare un sostituto di Behrami più funzionale al gioco di Montella che non ha mai nascosto il fatto di non stravedere per Valon!!!
    Chiaro ora?
    Non condivido assolutamente il tuo discorso su Ramadani, Lele, tu mettiti di traverso con lui x la storia di Behrami e vedi come perdi pure Jovetic e Nastasic l'anno prossimo.

    RispondiElimina
  79. Lele, io non so davvero se prenderanno Yacob, anzi, probabilmente non lo faranno, era solo un esempio per dirti che, a parer mio, Behrami non è insostituibile. Per te sì, o quasi, va bene, mica si può essere d'accordo su tutto. Vediamo chi prendono, Yacob o non Yacob e poi potremo dire se han fatto una cazzata o no.

    RispondiElimina
  80. Africa behramienO Deep,o che scherzi?O che mi fai il permaloso?
    Ovvio
    che era una battuta,assolutamente amichevole e non tendenziosa!Non mi
    son mai permesso di mancar di rispetto a nessuno,ma non posso mettere le
    faccine,e per intervenire(magari dicendo bischerate)gia'mi tocca
    passare per quella bonanima del Pollock...Abbiamo passione per la
    stessa buona musica e ho scritto cosi'per dirti che dobbiamo pur parlare
    durante i giochi,e non solo quando questi saranno fatti.
    E
    comuqnue io ho detto piu'volte che i procuratori fanno il loro,piaccia o
    no,e bisogna saperli gestire.Questo e' l'esatto opposto di mettersi di
    traverso con i Ramadani di turno,ma se invece ti inclini sempre a 45°,il
    risultato e'sicuro.
    Penso
    che sottostimate troppo Behrami,tanto e'che affermate si possa
    sostituirlo con uno uguale o migliore.Io,se si parla di solite
    caratteristiche, dubito fortemente,anzi di pui'ma sarei il primo
    contento a sbagliarmi e dirlo.
    Lele
     
     

    RispondiElimina
  81. "
    Leo, il metro di giudizio dovrà partire dalla rosa che avremo a disposizione alla conclusione del mercato non durante i lavori in corso." Deep, l'ho scritto a più riprese che hanno un mese e mezzo  per fare la squadra e che si deve aspettare la fine di Agosto, il fatto che tu lo riscriva lo ritengo un copia incolla del mio pensiero e su questo è inutile dibattere. Che rimanga una cazzata privarsi di un incontrista con quelle caratteristiche è una mia opinione e non mi aspetto che nessuno la condivida. A prescindere da chi verrà, altrimenti vale sempre il giochino di sperare che troveremo di meglio, e così via, per ogni partenza. Dato che sono due anni che le prestazioni vanno a picco l'esprimere un timore adesso non lo trovo tanto campato in aria. Ogni anno siamo a dire che questo non merita, quello non vale o di quell'altro che non è funzionale al modulo. Modulo una sega! Siam passati di anno in anno a far sempre più recere, ci sarà un motivo o è sempre colpa della contingenza. Curioso che tu giustifichi un procuratore  fino al punto di temere che se ne possa perdere altri se ci mettiamo di traverso. Tanto vale dare le chiavi della società a loro. Però decidiamoci, si ha fiducia in questa proprietà perché solida, seria e non vittima di umori o ricatti o se un Ramadani di passaggio può fare o disfare la rosa ?! A questo non saprà rispondere nessuno salvo negare quanto ha sostenuto fino ad oggi. Quindi, certo di una mancata risposta ri-auguro un buon Lunedì a tutti. 

    RispondiElimina
  82. Scusa, Lele, mi era parso mi trattassi con sufficienza, bene a sapersi che non è così.
    Su Behrami il discorso è proprio questo, quando dici
    "Io,se si parla di solite caratteristiche,"
    non ti sembra plausibile che stiano cercando un giocatore dalle caratteristiche diverse rispetto a quelle di Behrami?

    RispondiElimina
  83. Leo non cambiare le carte in tavola, io in risposta a Louis dicevo che non si poteva paragonare la rosa attuale con quella di Prandelli perché questa è in pieno mercato e tu mi hai risposto "da qualche parte dovrà partire il metro di giudizio" (o roba simile) e io ho scritto "Leo, il metro di giudizio dovrà partire dalla rosa che avremo a disposizione alla conclusione del mercato non durante i lavori in corso."
    Quindi Leo o tu tieni il piede in 2 staffe (in una dici di attendere il 31 e in un'altra dici che stanno facendo cazzate) oppure dicci una volta per tutte come la pensi.
    Io non ho "copincollato" niente, il mio giudizio sul mercato non lo do ora in pieno svolgimento, neppure per una singola operazione, anche perché nessuno di noi conosce come svolge il proprio lavoro Pradè visto che è al suo primo mercato in viola.

    RispondiElimina
  84. Deep come la penso l'ho scritto e non mi pare difficile da capire, un giudizio definitivo a fine mercato ma ogni singola operazione è commentabile, sia quando buona sia quando non lo è, l'ho scritto sul portiere e su Behrami, cosa serve "una volta per tutte per capire" ?! eh eh eh eh eh

    RispondiElimina
  85. E' chiaro come la pensi ma allora non dire che io copincollo i tuoi interventi perché la pensiamo simile ma non uguale eheheheh!!!

    RispondiElimina