.

.

martedì 31 luglio 2012

Gulp, fumetto di Pesce

Solitamente rimorchiata questa volta gioca d’anticipo, e a rimorchio della seconda fase del ritiro, la Bice indice, che fa rima ma soprattutto conferenza stampa per la presentazione del primo numero di “La Cucina Itagliana” la rivista ufficiale della riblogghita, che al pari di un diospero acerbo allegheremo ogni mese a una mail che sarà inviata agli iscritti del blog e ai loro parenti al costo di 40 euro. Lo scopo è sempre quello di mixare i comuni interessi per il calcio a quelli per la cucina, mescolando il fascino della Premier League a quello di un calcio itagliano con molto meno appeal, cercando di ingentilire le papille gustative del lettore in modo da conferirgli l’attestato di Premier Lingue, il tutto grazie al Minipimer 7 Cordless che ci permette di amalgamare senza grumi e senza che la fantasia sia legata da antipatici fili. In tempi di calciomercato, il primo grande tema affrontato dallo staff della cucina, esprime già una preferenza marcata, un gusto fortemente strutturato e quindi un palato certamente educato, e con “ Voglia di pesce” vuole esprimere l’apprezzamento per il centrocampista Simone Pesce, un giocatore che come ci mostra bene lo chef, insaporisce il suo gioco calcando le erbe aromatiche del campo, tiro svelto come l’antipasto che ci viene proposto, mentre quando si parla di “Babà bagnato in riduzione di sgombro”, si intende un centrocampo sgombro da inutili passaggi laterali, in modo da ridurre i tempi delle ripartenze a vantaggio di una manovra che poi venga bagnata con il gol, che come sappiamo è il babà del calcio. Nella rubrica dei nuovi talenti, questo mese abbiamo individuato uno chef confiscato alla mafia di San Francisco, trovato nascosto dentro alla baia mentre faceva finta di essere un cane che abbaia, “In fuga da Alcatraz” è il suo ristorante aperto all’interno del carcere di Sollicciano, la cui caratteristica è quella di prevedere sempre un bis ad ogni portata, il 41 bis, e che per l’occasione del lancio della rivista ci presenta il primo pomodoro innestato con i pallini della lupara, e per questo denominato “Pomodoro Lupatelli” in onore del terzo portiere della Fiorentina, e già diventato un presidio Slow Tifood. I nostri due gourmand, nella rubrica “Speciale ricevere”, evidenziano l’importanza di farsi trovare smarcato e di ricevere quindi il passaggio in posizione favorevole per cercare la superiorità numerica, grandissimo successo poi per la “Marmellata di scorfano”, che avendo la peculiarità di essere spalmabile, consente di dare un cacciucco mascherato da toast anche ai bambini. Infine gli chef hanno voluto affrontare il tema spinoso dell’organizzazione dei compleanni, senza neanche farselo pulire dall’inserviente della Coop, e dopo quanto successo alla cena per festeggiare quello di Cerci, con “Il catering perfetto per i compleanni” si indicano poche ma importanti regole come quelle di non utilizzare mai animali imbalsamati come le pernici di Vargas, ma solo animali freschi, per evitare che la paglia del ripieno faccia mappazza, infine per i compleanni degli atleti professionisti è consigliato il primo mojito analcolico, basta farlo senza rum, sostituendolo con un barman di etnia rom.


Cliccate sulla foto per ingrandirla e apprezzarla meglio, un grazie invece a chi l’ha realizzata.
Una volta cliccato vi saranno puppati in automatico 40 euro dal conto corrente.

"Immagine prodotta da: D&P per LifeRedBlog (http://lifered.wordpress.com/)
Ph. Lorenzo Corsiani
Daniela Pelagalli, Alessio Giovannelli, Fabrizio Galluzzo.
Location & fish: Circolo ARCI Petrazzi, Castelfiorentino - FI-"

41 commenti:

  1. Un grazie speciale a Daniela Pelagalli che iscrivendosi regala al blog riflessi di rossitudine. 

    RispondiElimina
  2. Antognoniforever31 luglio 2012 08:07

    Il sugo del discorso e' che prenderemo Palombo?

    RispondiElimina
  3. Antognoniforever31 luglio 2012 08:14

    Rispondo qui a Jordan su Aquilani: che il Liverpool ci abbia spalancato le porte pur di sbolognarcelo e' evidente, se poi noi veramente cediamo in acambio ai Reds il caro Vargas, riusciamo a fare uno scambio di indesiderati svalutati e sono tutti contenti. Ma che Aquilani accetti di diminuirsi lo stipendio da 3,5 o 4 milioni netti all'anno a - se va bene - 1,5 o 1,8 io non ci credo.

    RispondiElimina
  4. Detta come l'hai detta tu può sembrare cruda, ma devi fare due considerazioni: 1) Aquilani quasi aveva detto di sì a Corvino l'anno scorso e non credo gli avesse offerto cifre pazze, 2) se il Milan lo avesse riscattato a 6 milioni, il Liverpool gli aveva già garantito una buonuscita di 3,5 milioni, per cui da spalmare ce ne sarebbero la metà. Poi Galliani ha voluto fare il furbo e tutto è saltato. Insomma io credo che venga qui quasi gratis perchè quanto verrebbe pagato al Liverpool sarebbe ristornato a lui come buonuscita in gran parte rendendo non impossibile anche l'accordo per il contratto del giocatore. D'altro canto devi considerare che al Liverpool non serve e che gli costa 12-13 milioni in questi due anni (non son 4 netti ma un po' meno). Se poi ci riesce di pagarlo con Vargas la differenza d'ingaggio alla fine potrebbe risultare abbastanza contenuta (Vargas va già ben sopra il milione). Insomma facile non è, ma nemmeno impossibile.

    RispondiElimina
  5. Antognoniforever31 luglio 2012 11:45

    Jordan, messa così, sembra un'operazione fattibile, se il Liverpool accetta di prendere Vargas in cambio e di sborsare quei tre o quattro milioni per la buonuscita di Aquilani: di fatto è come se acquistasse Vargas per 3 o 4 milioni liberandosi al contempo di Aquilani.

    Invece Bucchioni (non so quanto sia affidabile, forse tu ne sai più di me) sostiene che la pista Aquilani è solo un depistaggio di Pradé e che i veri obiettivi sono due centrocampisti stranieri forti i cui nomi non sono ancora usciti. Chissà se è vero, nel caso mi piacerebbe se comprassimo Lucas Biglia dell'Anderlecht e Jiracek del Wolfsburg.

    RispondiElimina
  6. Pollock, questi di LifeRed mi hanno battuto sul tempo, stavo aspettando una previsione di mercato centrata da parte di Louis, magari un funambolo argentino, per chiamarlo "Otelma & Louis". Antonio, Bucchioni è grandioso: dopo Bruno Alves, che se non arriva non è perché lui ha sparato una cazzata che rimbomba fin nel Mar Morto, ma per motivi insondabili che ha spiegato ma mi son già dimenticato...dicevo, dopo Bruno Alves, adesso i due centrocampisti forti, più forti dei nomi che si fanno, ma di cui non può dire i nomi per non intralciare il lavoro della Fiorentina! Così, chiunque arrivi, ci avrà azzeccato, a meno che non si riprendano Donadel e Pazienza!

    RispondiElimina
  7. PS: non vedo la foto, al solito...

    RispondiElimina
  8. A uso e consumo di Deyna

    RispondiElimina
  9. Antognoniforever31 luglio 2012 12:34

    Ehehe Deyna, è vero, ma si è anche sbilanciato sul fatto che, secondo lui, non arriveranno né Aquilani, né Poli, né Gargano.

    Io, sinceramente, dovessero arrivare due fra Aquilani, Poli, Gargano, Kucka e Ralf, oltre ad un atttaccante anche solo tipo Rolando Bianchi,  sarei già abbastanza soddisfatto.

    RispondiElimina
  10. Ah, grazie, allora l'avevo già vista cliccando sul link.
    Antonio dipende, a me Kucka non piace molto, e non tutti i possibili abbinamenti a centrocampo sarebbero riuscitissimi...Comunque spero nei nomi a sorpresa del Bucchioni, ahaha. Yacob/Cirigliano-Kaçar, ad esempio, mi andrebbe benissimo.

    RispondiElimina
  11. Jiracek mi ha abbastanza impressionato agli Europei, meno nelle partite che gli ho visto fare nella Bundesliga...

    RispondiElimina
  12. Aggiungo una cosa, Antognoni e Jordan, circa Aquilani. Io credo che attualmente uno come Aquilani non possa aspirare a niente di più che giocare in una squadra come la Fiorentina, di questo livello insomma. Ha bisogno di rilanciarsi se non vuole arrivare ai 30 anni rimanendo un giocatore da "potrei ma non voglio". 2 anni di contratto a Liverpool significano 8 milioni ma significano anche 2 anni in panca. Se accetta la Fiorentina invece può firmare x 4 anni a 2 milioni netti (cifra fuori parametro x i nuovi viola ma sarebbe l'eccezione), prendere quindi gli stessi 8 milioni ma giocando da titolare e provare a rilanciarsi. Secondo me questa sarebbe una mossa intelligente. Per ora, che siamo agli albori della trattativa, è normale che provi a spuntarla il più possibile sull'ingaggio dei reds ma secondo me più avanti abbasserà la cresta, è troppo importante rilanciarsi per uno come lui che negli ultimi 2 anni ha perso pure la nazionale.

    RispondiElimina
  13. Rubati i cimeli di Antognoni. Dov'era ieri notte Blimp? Ha un alibi?

    RispondiElimina
  14. Il Liverpool di dare una buonuscita di 3,5 milioni nel caso di riscatto del Milan a 6 l'aveva già concesso, quindi credo si possa partire almeno da quei numeri. Ora c'è il tentativo Vargas da vedere se va in porto, perchè se i sei milioni si coprissero col cartellino del peruano sarebbe fatta. Se no si deve vendere altrove e pagare con quella cifra, ma qui le cose si complicano. Comunque non credo affatto che sia una manovra diversiva come dice quel genio di Bucchioni. Credo che ci provino davvero, il che non è detto che gli riesca.

    RispondiElimina
  15. Hanno anche scritto he l'offerta per Ralf è di 3 milioni e non di 5,5 e che il Corinthians l'avrebbe addirittura accettata, il che rende il fatto più credibile. 3 milioni per Ralf si possono spendere, di più no.

    RispondiElimina
  16. te l'ho già scritto prima su che basi va avanti la trattativa. Il problema non è accettare la Fiorentina, ma di trovare una soluzione economica possibile che, se si parte dai numeri concordati col Milan ed accettano Vargas in cambio è quasi fatta.

    RispondiElimina
  17. Un benvenuto alla lady neo-iscritta (ora comportatevi ammodino!!!).

    Riguardo ad Aquilani, sul lato economico prendo per buono ciò che dice Jordan.
    Per quanto riguarda la sua utilità nella Fiorentina, se il suo comporterà la rinuncia ad un regista o a un incontrista sono in disaccordo, se invece non la comporterà ben venga Aquilani.

    RispondiElimina
  18. Il Chiari invece non si presenta più perchè teme che Pollock gli puppi 40 euro

    RispondiElimina
  19. Antognoniforever31 luglio 2012 15:21

    Ma Yacob non ha già firmato con il WBA?

    RispondiElimina
  20. Antognoniforever31 luglio 2012 15:23

    Jordan, sei tu che passi le notizie alla redazione sportiva Mediaset?


    http://www.violanews.com/calciomercato/mediaset-ce-laccordo-sullingaggio-di-aquilani/

    RispondiElimina
  21. Aquilani potrebbe essere il vertice basso di un rombo dove Fernandez fa il trequartista?Ma Cuadrado,che o fa l'esterno alto in un 4-3-3 o non gioca,e forse non gioca lo stesso se resta Cerci,cosa lo abbiamo preso a fare?

    RispondiElimina
  22.  Ah sì, è vero, credevo non fosse ancora ufficiale...Avevo dato un'occhiata veloce a wikipedia, mai fidarsi di quelli!

    RispondiElimina
  23. Un ben arrivato a Simone Pazzaglia che babbo Internet mi dice essere autore tra gli altri anche dell'interessante Amanita, che non ho letto ma viste le recensioni promuovo comunque sul mio blog. Caro Simone continua a seguirci perché ci sono penne molto interessanti che scrivono di Fiorentina ma non solo, anche se l'estate ce le sottrae giornalmente.

    RispondiElimina
  24. Mi piace la copertina del tuo libro e quindi la pubblicosapendo che adesso queste fave penseranno che siamo d'accordo e che ti sto facendo pubblicità dietro lauto compenso.

    RispondiElimina
  25. Benvenuto a Simone anche da parte mia, anche se il titolo del suo libro mi riporta alla vergognosa manita subita dai Nostri contro gli odiati. E che, come effetto, è stata molto falloide.

    RispondiElimina
  26. Forse l'auto con penso ,nel senso che penso che l'auto sarebbe meglio pensarla dietro compenso,poi penso che che le fave so' bone cor pecorino,ma qui non se rimedia manco 'n alice dal Chiari ,figurate alicani
    Ciao Simone,benvenuto

    RispondiElimina
  27. Antognoniforever31 luglio 2012 18:01

    Benvenuto allo scrittore Simone

    RispondiElimina
  28. Benvenuto Simone!

    RispondiElimina
  29. No Antognoni, il fatto è che, anche se con un po' di ritardo, anche loro, almeno quelli che dormono un po' meno, ci arrivano. Che le via sia quella è abbastanza ovvio dedurlo, che sia già raggiunta è altro discorso. Il Liverpool per favorire il "deal" col Milan aveva già concordato con Aquilani una buonuscita di 3,5 milioni (basterebbe che i fenomeni dei media si informassero), non credo che ora ne voglia cinque, nè credo che il Liverpool non ne voglia più dare 3,5. Il problema è che il riscatto era fissato a 6 milioni (anche questo è agli atti, basta informarsi), quindi o gli si danno, più o meno, o, meglio, si convincono ad essere pagati in natura con Vargas (che è più difficile). Il problema lo vedo lì, ma la trattativa non è così campata in aria.

    RispondiElimina
  30. Aquilani vertice basso proprio non ce lo vedo, è una mezzala, caso mai lo vedo un po' a pestarsi i piedi con Mati, a meno che non si utilizzi il cileno abbastanza più avanti. Ci vuole, se viene, anche un bell'incontrista, un Behrami 2 che, se hanno abbassato le pretese a tre milioni, potrebbe essere anche Ralf. Gargano è ottimo ma 7-8 milioni non ce li vedo proprio a spenderli. Ma Yacob a zero è già andato al West Bromwich?

    RispondiElimina
  31. Se arriva anche Aquilani, il centrocampo inizia ad essere discreto. Mati, che sarebbe un grandissimo colpo, se solo fossimo sicuri che desse, finalmente, continuità all'immenso talento di cui dispone, e, beghetta non da meno, imparasse anche un attimino a difendere. Ci  vuole, è chiaro come il sole, uno che picchi e corra per gli altri: ad oggi, Mati, va bene, ma dove lo mettiamo? Aquilani, benone, diamogli le chiavi della mediana, ma non basta. Mi pare chiara la virata decisiva verso il 4312 con Mati dietro a Jojo e a qualcun'altro e Aquilani nel terzetto dietro a Fernandez che va completato, adesso, con gente che corra per i 3 davanti, soprattutto, e anche un pochettino per lo stesso ex romanista... Vedremo, Gargano sarebbe tanta roba, ma De Laurentis fa il furbo e se davvero gli danno dagli 8 in su son da rinchiudere...

    RispondiElimina
  32. Col 4-3-1-2 però dove lo mettiamo Cuadrado? Vedo più probabile un 4-2-3-1, anche se io preferivo la difesa a tre. Ma era con te, Louis, che si parlava di Mati anni fa, quando ancora giocava in Cile? A proposito di cileni, si parla di Seymour...A me piaceva prima dell'arrivo in italia, a Genova ha deluso, ma a Catania ha giocato bene, e pare che Montella lo stimi. Se si conferma, sarebbe un discreto acquisto, anche perché ha ancora buoni margini di miglioramento.

    RispondiElimina
  33. Probabilmente era Mati uno di quelli di cui parlavamo, anni fa... Ho appreso la notizia in questi giorni, leggendo Stadio, rifugio versiliese dove trovo notizie sull'Amata, allorquando stacco da internette... Non mi tornava infatti che, in un primo momento, il Rialti lo desse come uomo davanti alla difesa. Mi son detto: deve essere un altro Fernandez, non Mati...
    Il problema del 4312 sarebbe proprio Cuadrado, ma esalterebbe al top Jojo, che non è un centravanti, eppure lo vogliono far giocare tutti lì. Ma ora Mati lo hanno preso, e se me lo mettono a correre da interno nei 3 di centrocampo, sia in un 433 che in un 4312 me lo sciupano ancor prima di iniziare. Lo farei giocare dove può fare la differenza, non è una testa calda, gli manca un po di continuità ma, a 26 anni, è l'ora della svolta,  ci spero. Quindi, direi un 4312 con Mati dietro a JoJo e ad un'alra punta, Aquilani mezz'ala nei tre dietro, ovvio che gli altri due devono essere gente che corre e mena, magari Gargano insiema la "sogno Louis" che si chiama Poli. Purtroppo però ci son sopra i Gobbi, sempre loro, tornati pirati del mercato, sono su tutti i giovani di prospettiva e non stanno lasciando nemmen le briciole,  visto il ringambamento di Milaninter, temo dovremo pupparceli per decenni, maremma maiala!
    p.s. Seymur l'ho visto pochino per esprime un giudizio, però ripeto, se davvero arriva anche Aquilani gli altri due devon correre per 4 sennò son cazzi...

    RispondiElimina
  34. Se Montella vuol giocare il 4-3-3 o non glielo dice o non lo stanno  a sentire. Aquilani e Mati sono gente da rombo, Mati vertice alto e Aquilani in uno dei due lati, manca soprattutto il regista basso e l'altro vertice che dovrebbe essere uno più abituato a far legna, un tipo Marchisio, ma anche Seymour potrebbe andar bene. Dopo di che Cuadrado lo  puoi mettere solo  esterno basso, magari a sinistra con Roncaglia a destra e Jovetic libero di correre avanti insieme a Cerci o El Hamdaoui. Il regista basso? Ralf non è regista è legnaiolo, ma ci vorrebbe anche lui, tanto i piedi buoni per far gioco si hanno a centrocampo. Se costa tre milioni può essere una soluzione, se costa di più no. Gargano è ottimo ma costa troppo, Yacob sarebbe ottimo e costerebbe nulla (di cartellino, di ingaggio è altro discorso), Cirigliano altro ottimo ma non so il prezzo. Insomma un po' di lavoro lasciamolo anche a Pradè.

    RispondiElimina
  35. Sì, mi pare che si dicano più o meno le stesse cose, perchè, a seconda di come si piazzano i 3 dietro al trequartista, il 4312 diventa un rombo e Aquilani, come scritto, andrebbe messo su uno dei due lati. La bega, si fa per dire, rimane Cuadrado che in questo schema non ha posizione, terzino sinistro non ci potrà mai giocare, ma nemmen destro, secondo me. A meno che, la butto là, ma si entra nel fantamercato, forse, non abbiano intenzione di mollare Jojo, prendere una ventina di milioni più Matri, e rivedere davvero il 433 con Matri, Mati, Cuadrado davanti, magari aggiungendo Gomez e lo stesso Cerci... Beh, non sarebbe una linea offensiva proprio scarsina, tra titolari e riserve, considerando che rimarrebbe anche più di qualcosa per prendere Ralfi, Poli e Gargani vari...

    RispondiElimina
  36. Seymour a centrocampo è abbastanza duttile, è un rompicoglioni che recupera molti palloni, si muove intelligentemente, cura molto i passaggi ed ha una bella castagna da fuori, che sfrutta ancora troppo poco. Un altro cileno che a me piace molto è Carmona, che ha fatto molto bene anche l'ultimo campionato nell'Atalanta. Ha molta grinta, corre come un pazzo, e sa lanciare e giocare al calcio, anche se è un piccolotto come centrocampista di quantità andrebbe benone.  Su Cirigliano sento sparare cifre astronomiche ed altre da realizzo, probabilmente la verità sta nel mezzo, sarebbe un bell'investimento per il futuro, già forte nel presente.

    RispondiElimina
  37. I Cuadrado, i Vargas, i Maicon, i Daniel Alves, in Sud America giocano esterni bassi nel 4-4-2, basta capire che il ruolo è diverso da quello del nostro terzino e che devono esser protetti nella fase di spinta che è prevalente nel loro tipo di gioco. Se hai un centrocampista dalla loro parte tipo Seymour, o Chico, o lo stesso Ralf ci puoi pensare, ci puoi pensare anche col difensore centrale, sul quale può scalare il volante. Insomma chiaramente non li puoi mettere in campo e pensare che siano dei difensori puri, però con gli pportuni accorgimenti e con le doti atletiche e tecniche opportune possono essere soluzioni. La cosa più semplice è poi la difesa a 3 con queste figure esterne di centrocampo, ma non piace molto ai nostri tecnici

    RispondiElimina
  38. Ecco, per esempio Chico lo vedrei benissimo a scalare in difesa, in certe fasi di chiusura, mentre il centrale esce sull'esterno a chiudere i buchi lasciati dai vari Cuadrado e Vargas [se ne continua a fare il nome a mo di esempio, ma ormai è fuori dal progetto-Fiorentina] di turno. Cuadrado se non erro a sinistra ci ha già giocato, purtroppo ricordo la sua partita in Fiorentina-Udinese, nella quale fu travolto da Cerci...

    RispondiElimina
  39. Comunque si criticava tanto Corvino perché acquistava in base a circostanze ed occasioni, più che per accontentare il tecnico nel suo progetto tattico, ma anche Pradè non mi sembra faccia troppo diversamente...Sono arrivati: Roncaglia, ex centrale riadattato terzino; El Hamdaoui, seconda punta classica, molto forzato a fare il centravanti o l'esterno in un 4-3-3 classico; Cuadrado, esterno da 3-5-2 o simili; Mati Fernandez, classico centrocampista offensivo...ed anche i nomi che si fanno per centrocampo e attacco [Aquilani, Gomez...] non sono certo tipici per quel modulo, almeno non con Jovetic, a meno che non si metta questi centravanti, ma sarebbe un ulteriore fuori ruolo. Io credo che alla fine sarà Montella a cambiare modulo.

    RispondiElimina
  40. Appunto, l'ho appena detto, o Montella non glielo dice che vuol fare il 4-3-3, o non lo vuol fare, o non lo cagano nemmen di striscio

    RispondiElimina