.

.

martedì 25 settembre 2012

Test e ovest della passione

Si, è ormai diventata quasi un sorta di tendenza chic quella di voler definire la partita contro la Juve una sfida qualsiasi, segnale o risonanza magnetica che arriva anche dall’interno, da quello che per molti non e semplicemente un Cognigni ma una spia juventina, e che per la biopsia è addirittura di quelli maligni, o forse sarà solo un atteggiamento un po’ bislacco per cercare di sdoganare un certo cliché di provincialismo da una tifoseria ritenuta troppo becera, e che invece in questo periodo è attraversata da grande passione, accecata da violente emozioni, dalla sana rivalità che sfocia nella rabbia agonistica, fino addirittura a vederci doppio, proprio come un provincialissimo toro andaluso davanti al drappo rosso. E allora mi sono documentato e ho ritenuto importante mettere a disposizione gratuitamente, e lo preciso non tanto per rinfacciarlo quanto per tranquillizzare il Chiarificatore, insomma, il blog oggi offre un esame della passione iterattivo, sarà sufficiente guardare la foto di copertina, un semplice test che mi ha suggerito un medico delle emozioni, lo stesso che aveva curato con successo quella violenta di Montolivo nel vedere Nocerino giocare a Barcellona, emozione devastante che una volta superata brillantemente gli aveva procurato una poderosa reazione d’orgoglio che era servita a distruggere il Novara, e così, ognuno oggi potrà capire se è un tifoso provinciale oppure no, basterà guardare la foto, un test semplice ma efficace, se vede doppio vorrà dire che è tifoso dal sangue denso, diciamo un triplo concentrato di passione da spremere sulla partita di stasera, se invece vedrà una sola testa sarà abulico gestore delle emozioni, chef di cotture al vapore, che stasera al massimo si potrà concedere uno stravizio fatto di patate lesse e acqua filtrata con la Brita, e per lui potrà essere davvero una partita come tutte le altre. Ci sarebbe anche una terza ipotesi che è quella di chi ci vede doppio dalla fame ma per quella è sufficiente una Fiesta, mentre per la festa di Firenze ci vorrà ben altro, una squadra tosta, motivata, micidiale, cinica per fare fuori chi non conosce il sapore della sconfitta da ben quarantatre partite. Concentrazione altissima e tifo dal triplo concentrato di passione a fare da supporto, mentre il tifo di conserva potrà limarsi le unghie tra un capovolgimento di fronte e chi, al fronte, urlerà invece la propria passione fino nelle retrovie, e poi i soliti retropensieri a seconda del risultato, o le solite ritrosie a mostrare i propri pensieri quando il risultato è favorevole, e bulimia a go go nell’esporli quando c’è amarezza nell’aria. Oggi che è giornata importante anche per il blog, che si è avvalso per la prima volta della collaborazione del medico delle emozioni di Montolivo per testare la passione dei tifosi, attraverso test specifici dalla valenza scientifica, il blog vuole chiudere con un altro grande regalo reso possibile  proprio dalla disponibilità e dall’alta professionalità di chi ci ha fornito questo secondo test assolutamente innovativo, il più avanzato tra quelli mai studiati per capire le cause che scatenano lo sdoppiamento della vista del tifoso, in questo caso l’innovazone alla quale tutta la scienza sta guardando con il fiato sospeso, sta nel fatto di applicare per la prima volta il risultato di un test al risultato di una partita. Guardate pure la seconda foto di copertina, chi vedrà una sola ragazza vorrà dire che è gobbo e buhaccio, chi invece ne vedrà dieci, con la quarta da sinistra ammiccante e con la mano della quinta sul culo della quarta, deve sapere che quella ragazza che lo sta guardando maliziosa si chiama Vittoria.

92 commenti:

  1. Infine ci siamo!!!
    Forza ragazzi, sono 14 anni che non li superiamo in casa e loro non perdono da un campionato e una manciata di partite.
    Fatelo per noi tutti.
    Fatelo per voi stessi
    Fatelo per Firenze e il suo popolo.......ma fatelo!!!
    FORZA VIOLA!!!!

    RispondiElimina
  2. Famolo strano, famolo sporco, ma famolo!
    FORZA VIOLA!

    RispondiElimina
  3. L'attesa è snervante, vediamo di distrarci un po'. Nella prima foto io vedo, concentrandomi sulle bocche, l'opportunità di  un bel paghi uno e prendi due. Nella seconda non il culo ma  tutti i culi che ci vogliono per battere le merde, perchè, non il nostro presunto provincialismo, ma la storia dice che spesso la nostra superiorità tecnica non è bastata, ed essendoci in palio  non solo una antica rivalità ma anche fior di scudetti e coppe europee, regolarmente rubatici.Ma torniamo a distrarci, anche perchè il fioretto era limitato alla giornata di ieri, su Montolivo, Pollock, devi essere più preciso nei dettagli, altrimenti qualcuno si incazza doppiamente ( eh eh eh), lui il Novara, quel giorno, non si limitò a distruggerlo, lo inchiodò sul pareggio al Franchi, con ciò salvando la Fiorentina dalla retrocessione. Ah ah ah ah ah ah ah. 

    RispondiElimina
  4. Dio mio, 14 anni! E pensare che un tempo qui perdevano regolare! Intanto, la poderosa reazione d'orgoglio che schiantò il Novara (ma come l'avrà spiegata al Noce, poi? Come l'avrà rigirata quella del Camp Nou? Nemmeno un azzeccagarbugli ghediniano-taorminico sarebbe bastato!) vince il premio albotino: si scateni la concorrenza! Delle dieci, dovendo sopravvivere allo sforzo (a quest'ora in cui pure il Chiari sostiene di far saltare i bottoni dei suoi  jeans), scarterei la seconda da sinistra e la terza da destra: esse, peraltro, potrebbero anche riservare qualche sorpresa cordeliana, se ruotanti di 180 gradi.

    RispondiElimina
  5. Quel tuo "pure" rivolto a me è tutto un programma, Colonnello, ma a 62 anni lo accetto. Eh eh eh.

    RispondiElimina
  6. Essendoci un'ambiguità nel  riferimento, Colonnello, quanto detto qua sotto vale anche se il tuo "pure" fosse rivolto all'ora insolita, che offre lo svantaggio di una atmosfera meno eccitante ma il conseguente vantaggio di farle durare di più. Ed ora non chiedermi cosa! Ah ah ah ah ah.

    RispondiElimina
  7. Caro Chiari, stava per un «tuttavia».

    RispondiElimina
  8. Ho capito, infatti la mia precisazione.

    RispondiElimina
  9. Per distrarci, riprendendo il discorso sull'analogia che ieri, in vesti shiversiane (facendo incazzare Pollock) ho ipotizzato tra il rapporto Charlus/Morel e quello Traversi/Deyna, evidenzio, se non altro, che il colore dei capelli del bolognese è presoché identico a quello di Malkovic nella trasposizione cinematografica che Rouiz fece dell'ultimo volume della Recherche. Anche Visconti, che cercò per una vita di mettere in immagini il mondo descritto da Proust, peraltro senza riuscirci, avrebbe probabilmente voluto, a dare il volto al barone, Helmut Berger (anche in questo caso: stesso colore dei capelli e pure identico taglio); in alternativa, fosse stato ancora giovane, quest'ultimo avrebbe certamente interpretato Saint-Loup (tanto, limitatamente alle predilezioni sessuali, cambia poco). Per quanto riguarda la lettura, concordo con Ludwig: se lo inizi (e resisti) non lo molli più. Io partii con il secondo volume (non so come mai); mi piacque, lessi il primo e di nuovo il secondo, arrivando fino al termine. Nessun altro autore mi ha più dato quello che ricevetti da Proust, ritrovando qualcosa, entro ristretti limiti, solo nel miglior Burroughs, ovviamente in modi molto differenti.

    RispondiElimina
  10. Nell'intervista al CorSport di ieri Borja Valero ha detto: "A Parma ci ha messo in difficoltà il pressing degli avversari. Asfissiante. Ci attaccavano e non ci facevano respirare, pensare". Altro che la testa alla gara di stasera, come ha supposto qualcuno!
    Purtroppo i gobbi fanno dell'aggressività e della fisicità le loro armi principali. Unite ad una tecnica sublime in alcuni di loro.
    Realisticamente sono più forti di noi.
    Ma nel calcio non sempre vincono i più forti.
    Forza ragazzi, vendiamo cara la pelle e che la fortuna sia con noi.

    RispondiElimina
  11. Montesquiou, che fu il modello, non era biondo, però. Ruiz fece una cagata, a mio avviso, non inferiore a quella di Schlöndorff (ma Delon come Charlus lo trovo ancor oggi imbattibile). In quanto a Visconti il suo progetto prevedeva Brando (sicuramente a causa del precedente di «Riflessi in un occhio d'oro» che ieri citavo) per Charlus e non Berger, che doveva fare Morel (Delon come Marcel; la Signoret come Françoise e lì avremmo toccato l'apice della giustezza nel casting; invece la Mangano come duchessa di Guermantes mi è incomprensibile, del resto la predilezione di Visconti per quella non-attrice mi ha sempre lasciato di sasso, immagino che dietro ci fosse idoleggiamento della donna fallica). Yo el supremo, nelle sue foto che propina, fa più ribrezzo di quel che scrive, per favore non profaniamo Proust.

    RispondiElimina
  12. Franco48, sono d'accordo sull'interpretazione. Circa il finale, ti ricordo che una volta, all'augurio di un intervistatore, prima di un match importante , che suonava «Vinca il migliore!», Nereo rispose «Speremo de no...».

    RispondiElimina
  13. Direi che la seconda da destra ha il miglior argomento posteriore,mentre stasera più che il posteriore servirà il cuore,tanto ma tanto tanto, e il fratello bravo dello Jovetic di Parma Sugli altri argomenti meglio farsi interrogare più avanti,quando saremo più preparati,se alziamo la mano ora, ansiosi di fare bella figura,rischiamo una bruttissima figura,e un altra dopo quella del campionato scorso,nun se potrebbe proprio vedè !

    RispondiElimina
  14. In quelle situazioni, Franco, si fa fatica a capire quanto pesino i meriti altrui e i demeriti nostri. Io propendo per un bel 50 e 50. La Fiorentina di queste prime partite ha dimostrato, con i suoi piedi buoni e la sua intensità, di saper vanificare il pressing avversario  e di saper fare a sua volta pressing sull'avversario.

    RispondiElimina
  15. Basta guardare una qualsiasi immagine di Montesquiou come ad esempio il ritratto di Boldini, famosissimo, per rendersi conto che non era biondo. Ma il dubbio maggiore che ho riguardo a Berger è che Charlus è un uomo spumeggiante, ciarliero, che si muove e parla in modo caricaturale, intelligente a suo modo anche se messo continuamente in pessima luce dall'ironia proustiana (salvo riscattarsi nel finale quando cade in disgrazia). E dunque lo statico Berger non era a mio giudizio la persona adatta per impersonarlo. Ma per amore si fa tutto e Luchino arrivò a stracciare il contratto già firmato per la riduzione cinematografica proustiana solo, si dice, per fare un film, Ludwig, adatto al temperamento e al volto di Berger. 

    RispondiElimina
  16. Anche la prima da destra, Manco, solo che il suo è più coperto. D'accordo sul cuore, ma non sminuiamoci troppo anche nel confronto tecnico.Io direi che è solo sui piani della cattiveria agonistica e dell'autostima che ci sono ( ancora) superiori.

    RispondiElimina
  17. Quella di Schlondorff non l'ho vista; quella di Rouiz è semi-cagata, a mio avviso. Grazie per le precisazioni sul cast del progetto di Visconti, che non conoscevo in alcun modo. Traversi lo trovo eufuistico nello scrivere ed affettato nei modi (per quel che emerge dalle foto), ma non ripugnante quanto tu descrivi. Per questa sera, la loro ferocia agonistica è nota, però affrontano la quarta partita in dieci giorni e potrebbero risentirne (purché i sospetti di Deyna sulla qualità della loro linfa non siano fondati). Confido molto in Cuadrado, indipendentemente da De Ceglie o Asamoah; temo, come detto, Pasqual; auspico un Lucio nell'ultima versione nerazzurra; da Ljajic nulla mi aspetto.

    RispondiElimina
  18. Qui lo dico e qui lo nego,firmerei per un pareggio,magari in rimonta e gol al 94° !

    RispondiElimina
  19. Eufuistico... ahahahahahahahah! Sulla ripugnanza o meno l'esperto sei tu, Antoine, e mi taccio pertanto. Su Cuadrado sono d'accordo, è il tipo di giocatore che fa saltare gli equilibri di squadre organizzate come la Juve. Ribadisci «Rouiz», Antoine, ma di «Ruiz» si tratta, invece.

    RispondiElimina
  20. Ruiz, come mi fai giustamente notare. Si adirerebbe Ghezzi, che mi pare lo apprezzi, peraltro senza fornirci le motivazioni di tale insana passione.

    RispondiElimina
  21. Sul tentativo di Visconti esiste un bellissimo documentario prodotto dalla Rai, Le vie della Recherche di Giorgio Treves. Mi è capitato per caso di vederlo in tv, ma non credo esista il DVD o ci sia modo di vederlo in streaming. Quella poteva essere l'unica occasione di vedere un adattamento decente. Altro non mi pare ci sia!

    RispondiElimina
  22. Fu il sogno di una vita, Lud, anche perché lui quel mondo lo conosceva davvero dall'interno, come un topo la sua tana, era il tempo perduto del suo tempo perduto. Probabilmente investiva troppa parte di lui per portarlo sugli schermi: penso a un mio antico maestro che aveva scritto su tutto, ma proprio tutto della nostra letteratura, eccetto che su Petrarca. Un giorno gli chiesi perché e lui mi rispose, dopo un attimo di esitazione: «Mi sembrerebbe di sporcarlo».

    RispondiElimina
  23. Africa fluvialeCiao
    a tutti,oggi mi distraggo con i preparativi per una spedizione sul
    fiume...se resto ancora qui tra poco mi vedro'apparire il
    Colonello/Stanley che mi chiede porra'la fatidica domanda...quindi
    cerchero'di non pensare al match,e saro'sulla riva tutto il giorno fino
    al T Time.
    Franco48,che saluto,ha riportato una frase di Borja che
    e'il sunto di quello che avevo notato e riportato ieri.Questa squadra
    finora ha dimostrato arazzi di artigianato sublime,ma deve imparare ad
    usare martello e incudine,con chi cerca di soffocarti,soprattutto come
    faranno stasera i gobbi.
    Andrebbe
    detto ai ragazzi che qui i ladri hanno sbattuto il loro fottutissimo
    muso,quando in campo c'erano i Tendi,i Galdiolo,i Rossinelli,i Restelli,
    insomma la classe operaia,ma con delle palle cosi'.Quindi la volonta,abnegazione,sacrificio portera' alla vittoria!Ale'Viola!!!
    A dopo il match
    Lele
     

    RispondiElimina
  24. My gosh!Anche oggi una citazione per Montolivo?Qui stamane ci siamo alzati in due,come spesso accade,anche senza le pin-up del gubernator;noto che siete stati bravissimi a spostare il focus rispetto al match,beati voi,io già ho ingurgitato qualcosa calmi 'sti spasmi allo stomaco!!!Oggi farò(già lo sto facendo,in realtà)come in adolescenza(periodo Coppa UEFA a Perugia):giornata sabbatica,nessun lavoro da fare,lavoro di raccordo alla Borges Valero.COLONEL,ieri il blog non mi ha "registrato" un post che mirava a porre Yo El Supremo come vera icona gay:scritti melensi,spolverati con cipria,post a volte da innamoratino deluso....Lo immagino come l'imperatore romano Adriano, con lo sguardo verso il Bosforo a rimembrar il suo giovino(ora a Milano);i suoi scritti hanno il sapore della "Signora delle Camelie",dove il mito centrale non è l'amore bensì il Riconoscimento;Margherita ama per farsi riconoscere,e la sua passione deriva interamente dagli altri.In ogni caso oggi la Fiorentina non ha alibi,dovrà smetterla di guardarsi troppo allo specchio,smetterla con l'estetica,oggi no!L'estetica(oh Barthes illuminami!) è l'alibi per conservare qualcosa,sia esso un calciatore,un mito,un pensiero,una presa di posizione.Questa sera avremo sarcasmo,odio,tenerezza,forza da esprimere dagli spalti,da casa,in campo....la superficie ai gobbi sembra liscia,la loro visione di "mangia tutto e tutti" è chiara ma i migliori maestri amano il ruvido,quello creato quest'estate dagli stolti(per alcuni sono dei furbi,mah...)e negli anni precedenti dai loro mentecatti riuniti in associazioni a delinquere,altro che Cellino ed i suoi spiccioli,la sua squadretta,le sue battaglie morali.Ai gobbi della morale non frega nulla,ai gobbi degli altri non interessa nulla,ai gobbi va data una lezione.Non firmerei mai per il pareggio,lo avessi fatto non avremmo preso 6 punti l'anno scorso tra Milan e Roma in trasferta,non amo scommettere,non sono ne scaramantico ne superstizioso,per questo dico che oggi non è ne un esame ne un test:oggi é come dovrebbe essere carica,pronta,concentrata la Fiorentina tutto l'anno.Credo di essermi incartato,a questo punto sarebbe da bluffare ma non sono in grado,quindi passo a chi è più lucido,oggi,quindi nessuno di voi.....eh eh eh eh.

    RispondiElimina
  25. No, Sopra, te l'avevo registrato regolarmente, salvo che, come a due miei almeno e a uno almeno di Deyna, il post è apparso subito su due formati del blog ma non sul principale, dove la comparsa è avvenuta dopo un quarto d'ora circa (almeno per quel che mi riguarda). Probabile che il sitone mandi dei bug al sitollock, per farci capire che in questo quartiere lo spaccio è in mano loro.

    RispondiElimina
  26. «Te l'aveva», sennò con la prima persona sembra che io abbia spacciato, sì, ma il Pollockone, e preso proprietà del sitollock per veder di migliorare, insieme a Deyna, la media già alta di fiche in effigie.

    RispondiElimina
  27. Io invece non mi darò pace finchè non arriverà una volta in cui batteremo i gobbi rubando, per quel vecchio di merda della frase "vincere non è importante, è l'unia cosa che conta", (non importa se con mezzi leciti o illeciti, non lo pronuncia, ma per lui è sottinteso, ovviamente), per quegli sbruffoni di "tifosi di convenienza" che si sentono ganzi solo perchè hanno scelto chi tifare dopo aver contato gli scudetti sugli almanacchi, che quando ci incazziamo per i loro furti ci ridono in faccia e ci dicono che siamo dei perdenti e sappiamo solo attaccarci all'arbitro davanti alla loro superiorità.
    Vorrei andare in vantaggio con un gol in fuorigioco di 5 metri, con Buffon espulso per legittime proteste, vorrei vedere Roncaglia che falcia da ultimo uomo Quagliarella in area senza che vengano dati nè espulsione nè rigore del pareggio, e raddoppiare al 90° su rigore concesso per vistosa simulazione di un nostro attaccante. E il giorno dopo, al primo gobbo che incontro che incontro e mi dice "avete rubato", rispondergli "le devi rihahare tutte, stronzo", lasciarlo sul posto come un baccalà e dirgli "ride bene chi ride forte" mentre mi allontano ridendo forte.
    E all'indomani, dopo che sul sito ufficiale dei gobbi appare il consueto dossier che pubblicano ogni volta che subiscano un piccolo torto malgrado in mezzo a 1000 favori, leggere un comunicato dei DV che risponde "il dossier usatelo per il culo di Lapo, che Patrizia lo vuole trovare pulito"

    RispondiElimina
  28. E a me che mi tocca a svegliammi alle 02,45 con tutto i'sonno da jet leg che ci ho e con domani alle 7 da andare a lavorare e un ci pensa nessuno? bucaioli! Uno che gli ha preso la montolivite  che la gli era passata a quegli artri due e mi rompe i coglioni anche in Malesia. Quegli artri che l'hanno nesso su i' cleb di'finocchio e straparlan d'una serie di buchi famosi, reali e di fantasia. Ma che andate tutto a favvelo stropiccia' nelle rotonde! Stanotte c'è e gobbi, ma chi cazzo se ne frega di Visconti e de' su' ganzi!

    RispondiElimina
  29. Jordan, non per insistere ma il «jet leg» è sospetto e fa pensare al soprannome di Frank Sinatra (three legs) in versione supersonica.

    RispondiElimina
  30.  e quante storie pe' una vocale! ma te tu pensi sempre a quello, ma un tu sara' miha buho davvero?

    RispondiElimina
  31. Le ragioni di quel rifiuto sono davvero misteriose, Blimp. Aveva fatto i sopralluoghi in Francia, la sceneggiatura era in fase avanzata e c'erano idee anche sugli attori. Aspettative immense stavano nascendo nel mondo del cinema, alla notizia, ad esempio, che per il ruolo della regina di Napoli (breve apparizione verso la fine del libro, quando i Verdurin cacciano Charlus) era stata individuata Greta Garbo, che da molti anni non lavorava e viveva in solitudine a New-York. Credo che la paura abbia prevalso come dici. Unita forse al timore di non accontentare l'amato Helmut Berger che nella riduzione filmica della Recherche non poteva avere una parte di protagonista (per Proust si era parlato, per intenderci, di attori alla Dustin Hoffman).

    RispondiElimina
  32. Ottima idea anche quella della Feuillère (grande attrice di cui non si parla più) come madame Verdurin.

    RispondiElimina
  33. Per recuperare il sonno tu c'hai tutto il tempo che tu vuoi: e tu sei 10 ore avanti, vaìa vaìa get légghe costì...

    RispondiElimina
  34. Jordan, mica per dire, lavori per il grande capitale, tieni un santino del Mala sul comodino, un mitra nell'armadio caso mai vincessero i komunisti e bisognerebbe aver pietà di te che ti svegli alle 7? Ma a i' muro, la benda sugli occhi e nemmeno spreco di cognac per l'ultimo desiderio!

    RispondiElimina
  35. O favelesse e son sei ore avanti ma un son miha qui a fammi le pippe, e un posso miha dormi' mentre lavoro!

    RispondiElimina
  36. Madame Verdurin l'ha un nome che l'è tutto un programma, io la fare' presidentessa di' clebbe di' finocchio

    RispondiElimina
  37. Se tu dovessi fucilare tutti quelli che lavorano pe' i grande capitale e tu n'avresti di lavoro! Comunque queste voglie come l'usanze di tenere e santini su' i comodino e mitra 'n frigorifero (o che vanno a male?) le son sortanto vostre, di' tu' mondo bolscevico, mia no di certo. Poi e un tu sa' nemmen leggere, alle 7 e anche prima, e mi levo tutte le mattine, ma stanotte e mi devo arzare a un quarto alle tre pe' sape' de' nostri, e apro i'blogge e 'nvece di trovavvi 'n fibrillazione e leggo un monte di cazzate su buchi e buchini vari condite da madame Verdurin! Ma che siete normali?

    RispondiElimina
  38. Uno chiama Jordan e risponde quell'altro nevrastenico: va bene che fanno coppia, ma un po' di pudore... ahahahahahahah! Te tu lavori pe i' capitale pe' fede, l'è lì la differenza e se ti lei prima per la Viola ti sta bene che hai defezionato. Se poi non vuoi sentì parlà di buhi vai altrove che qui c'è Antoine che fa il pifferaio magico e ti ritrovi anche tu nella fila a incastro.

    RispondiElimina
  39. No, no nella fila co' buchi tu ci hai a sta' te

    RispondiElimina
  40. Io e Jordan e un siamo una coppia favalessa e siamo uno che quando deve parla' di bischerate e si chiama nevrastenix. Un tu vorrà miha che Jordanne e si metta a perdè tempo co' i presidente di clebbe de' finocchi e con Madame Verdurin? Quando tu parli serio e ti risponde lui.

    RispondiElimina
  41. E invece vi hai appena trovato posto, preso a sandwich. Però sulla Verdurin, come ti possono spiegare Lud e AntoineRouge, alla cieca ci hai chiappato.

    RispondiElimina
  42. Fede? chie, Emilio? te tu ti sbagli co' i rumore di'tramme. Io laoro pe' sordi, come quasi tutti, sortanto che c'è quelli sinceri che lo dihano e quelli bugiardi che fanno finta. Guerfo non son, nè ghibellin m'appello, ma chi mi dà a mangia' tengo pe' quello!

    RispondiElimina
  43. In occasione di una retrospettiva su Visconti in cineteca, Umberto Orsini ci disse come, anche ormai malato gravemente, Luchino sfogliasse le pagine della Recherche, di cui peraltro conosceva lunghi passi a memoria. Che fosse il sogno di una vita, forse troppo grande per una sola, è fuori discussione. Un altro grande progetto mancato è il Napoleone di Kubrick che avrebbe dovuto vedere David Hemmings nel ruolo. Più in piccolo (ma non tanto), David Cronenberg, pur con dieci anni di ritardo, riuscì a coronare il suo sogno filmando l'infilmabile Naked Lunch, uno dei libri preferiti da Jordan, se non erro.

    RispondiElimina
  44. Probabilmente Verdurin, come Bovary, allude ad una origine non proprio nobile non senza ironia. Un conto è frequentare i Guermantes, autentici nobili, un conto dei Verdurin qualunque, anche ben provvisti di mezzi economici.

    RispondiElimina
  45. Uhm uhm, per me invece il nevrastenico è il Mr. Hyde della coppia, lo schizzato brutalone di cui Jekyll non può fare a meno e che frequenta di nascosto sul retro di casa (toh, m'è scappata metafora!): si torna lì, visti gli esiti recenti della critica stevensoniana, Jordan, si torna sempre lì... Questo basso, porco mondo si regge sul buhesimo, tu voglia o non voglia, e il Nevra tradisce il tuo segreto!

    RispondiElimina
  46. E allora tu seguiti a di' cazzate e ti rispondo io! O massa di finocchi, ma tra quarche ora e c'è iìgrande mecce e voi vu seguitate con Madame Verdurin! Padrone di'vapore ma ha' visto come e t'hanno ridotto i'blogge? Se quella banda di fave di' sitone e ci sbirciano su' i serio e ti ribattezzano la Banda di' Buho, artro che blogge ossigenato!

    RispondiElimina
  47. Pronostico: tra scaramanzia e realismo, vedo un 1-2 [Jovetic, Vidal, Bonucci o Quagliarella]. Ma temo anche il rigore stroncagambe, anche se l'arbitro avrà gli occhi di tutti puntati addosso, e non potrà lavorare molto di fantasia. Mi auguro ovviamente tutt'altra partita, il sogno ovviamente è, qualsiasi sia il risultato a quel punto, un gol di Facundo Roncaglia sotto la Fiesole in pieno recupero.

    RispondiElimina
  48. Uno che parla di calcio! Miracolo! anche se mi fa veni' le lacrime agli occhi con quella previsione (e poi marca anche Bonucci? ma 'ndove?). Un diho nulla, sono in trance agonistica, se ne riparla domattina. Lasciamo campo a i'clebbe di' finocchio perchè qui a pigliallo 'n tasca gli è un baleno.

    RispondiElimina
  49. e ora vo a letto se no chi mi sveglia, continuate pure con Madame Verdurin

    RispondiElimina
  50. Antognoniforever25 settembre 2012 15:55

    Non c'è storia.
    Sono più forti e vinceranno.

    RispondiElimina
  51. Antognoniforever25 settembre 2012 15:55

    E vinceranno, anzi, hanno già vinto, pure lo scudetto

    RispondiElimina
  52. Antognoniforever25 settembre 2012 15:56

    E pure la Champion's

    RispondiElimina
  53. Deyna, bene così, ci siamo caduti troppe volte nelle speranze vuote pre-Juve: adesso modestia, esorcismi, modestia, esorcismi, modestia, esorcismi. AntoineRouge, che interpretazione, quella di Orsini in «Ludwig»! E che grande attore di teatro! Solo nel ruolo di Shylock lo trovai deludente, cercando di compensare il difetto d'identità con manierismi appiccicati.

    RispondiElimina
  54. Antognoniforever25 settembre 2012 15:57

    E soprattutto NESSUNO dei loro MAI si infortunerà durante l'anno.

    RispondiElimina
  55. Cartellino rosso per Buffon.

    RispondiElimina
  56. Il problema di quest'anno è che c'è un'ampia convergenza di opinioni. Per adesso non sono emerse divergenze eclatanti. A tutti piacciono Valero e Pizarro, Cuadrado e Mati. Qualcuno ha provato a criticare aspramente Jovetic per la prestazione di domenica ma per adesso si tratta di voci isolate che spero restino tali. Se dovessi trovare il pelo nell'uovo, direi che mancano ancora inserimenti da dietro e gioco sulle fasce. Ma Montella ha sicuramente convinto e stamani ha ricevuto persino l'investitura di Prandelli sulla "Gazzetta dello sport". Mihajlovic la sta ancora aspettando. Per la squadra è un bene, per il tifo viola pure. Per i blog forse un po' meno perchè vivono dei grandi contrasti: guelfi e ghibellini, bianchi e neri, compagnacci e piagnoni, Prandelliani e seguaci di Corvino.

    RispondiElimina
  57. Venendo ai culi potabili, voto senz'altro il secondo da destra, anche perché il fotografo ha reclutato fihe dalla vita troppo larga, perlopiù, e il tutto ne perde. Forse interessante anche il lato B della peperina che guarda in camera, ma resta giudizio di fantasia.

    RispondiElimina
  58. Si dice che Sinisa attendesse la benedizione urbi et orbi di Prandelli prima di accettare l'incarico di ct della Serbia, ma poi ha osato ugualmente. Chissà che nel futuro i loro destini non si incrocino, magari in Brasile, e Prandelli non sia costretto a rinunciare al grato pellegrinaggio verso il monastero di São Bento...

    RispondiElimina
  59. Clamoroso: abbiamo la prima foto di California Viola, il mandante dei clown anti-DDV al ritiro estivo.

    RispondiElimina
  60. AntoineRouge, hai nominato "Naked Lunch" che è uno dei miei preferiti, ce l'ho anche in un'edizione non molto economica (o almeno io lo pagai circa 25 euro in un'edizione Adelphi con la copertina gialla, di recente mi pare sia stato ristampato sempre in Adelphi -però con la copertina rossa- a 10 euro), che trovai solo dopo aver girato diverse librerie, ma ormai mi ero deciso a comprarlo perchè avevo letto "Junkie" e mi era piaciuto.

    Riguardo la partita, come ho già scritto qualche ora fa, io vorrei vincerla rubando

    RispondiElimina
  61. Come dice giustamente Picchio è una partita da tripla. E lo è davvero, per i valori che scenderanno in campo. Non è presunzione dire che forse si tratta delle due più belle squadre finora viste in questo campionato.Sono certo che la Fiorentina se la giocherà con questo spirito, all'inglese, anche noi  viviamola con questo spirito, l'alternativa sarebbe cagarsi addosso. Lo sanno anche loro che è da tripla e ci temono per quello che valiamo.Già questa è una buona cosa.Ho detto.

    RispondiElimina
  62. Sinisa non ha bisogno ovviamente del consenso di Prandelli per fare la sua onesta carriera. A me resta l'idea che sia un non-allenatore. Sbaglierò e sarò smentito, per carità, ma un anno e mezzo di partite con lui e Marcolin in panchina mi sono bastate per giungere alla conclusione che abbia litigato con la strategia di gioco da piccolo, nonostante fosse quell'ottimo giocatore di calcio che tutti ricordiamo sul campo. Spero vivamente, Deyna, che tu non aspetti quattro anni nell'attesa della sfida mondiale tra Prandelli e Mihajlovic, covando la segreta speranza che vinca la Serbia. A parte che mi sembra improbabile, io al tuo posto penserei ad altro.

    RispondiElimina
  63. Vedremo, gli allenatori crescono anche col tempo, e a trovare un suo gioco ce la può fare. Gli anni di attesa son comunque solo due, non è che aspetto in gloria quella sfida, ma il Mondiale tutto [mondiali in Brasile: un sogno!]. La speranza che vinca la Serbia in un ipotetico incontro con l'Alveare itaglia è tutt'altro che segreta, ma è estesa a qualunque squadra giochi contro la mefitica emanazione della Federazione. Comunque Miha è partito tutt'altro che male da quando i tre punti contano: pareggio in Scozia, e vittoria per 6-1 col Galles...

    RispondiElimina
  64. Nel frattempo io mi sono innamorato delle gemelline Medusa, sono della tua scuderia, Pollock?

    RispondiElimina
  65. Attento Vitalogy, che qui in un attimo c'è chi ti decreta culo acclarato: Naked Lunch non è la Recherche e il dott. Benway non è Swann... Io l'ho in due edizioni, la seconda è Adelphi con copertina gialla, la prima non ricordo. Adoro Burroughs, anche se ha scritto parecchie schifezze, alcune davvero imbevibili.

    RispondiElimina
  66. Senza l'investitura di Prandelli ci sarebbe da smettere di allenare! Ma tu sei malato o cosa?

    RispondiElimina
  67. Spero di sbagliarmi, ma questo gran primo tempo viola, conclusosi con una giocata d'autore del dodicesimo gobbo in campo (ammonizione intimativa all'ottimo Gonzalo e punizione ladra) è indizio nefasto.

    RispondiElimina
  68. Traversa di Jojo e occasionissima sprecata da Ljajic dopo gran volata: purtroppo devo concordare con Antoine.

    RispondiElimina
  69. Buon primo tempo, ammonizione odiosa di Gonzalo che ha annichilito l'attacco gobbo a suon di anticipi. La cappella di Pizarro con ammonizione annessa ci regalerà Valero centrale come auspicato da un mese e passa da Lele? Avanti così senza paura, speriamo di non rimanere troppo sulle gambe nella seconda frazione.

    RispondiElimina
  70. Tagliavento odioso bis con giallo a Liajic per ginocchiata al limite dell'area...

    RispondiElimina
  71. Bisogna passare al bacchiolo, le lamentele non servono più, ladri sono e ladri moriranno. Gonzalo fa fallo e lo ammonisce, Chiellini sdraia Ljaic e ammonisce Ljaic.

    RispondiElimina
  72. S'è giocato bene nel complesso, però per me s'è perso altri du' punti. Loro alla fine e l'eran su' ginocchi, se tu ha la cattiveria di fa' go' tu glielo fai.

    RispondiElimina
  73. E' vero, nevra, però io mi tengo stretto lo spettacolo che abbiamo dato per novanta minuti. Altre volte anche giocando bene riuscivamo a perderle queste partite, la rubentus trovava, di riffa o di raffa, il modo di punirci, questa volta non glielo abbiamo concesso, non solo abbiamo fatto la partita , ma abbiamo impedito sempre a loro, con la nostra intensità e la nostra qualità , di giocare e di essere pericolosi. 

    RispondiElimina
  74. Persino su sky lo stanno dicendo: incredibile qualità di gioco della Fiorentina,ed ancor più incredibile che lo abbia giocato per tutti i novanta minuti.

    RispondiElimina
  75. Spuntati.Siamo spuntati.Bellissimi.Siamo bellissimi...l'arbitro era un multinick,pochi fischi ma decisivi,per la Juve.

    RispondiElimina
  76. Grande entusiasmo per gioco e prestazione, enorme delusione per il risultato. Ho seguito la partita con uno streaming argentino, i due telecronisti non credevano ai loro occhi: parlavano di una juve annichilita, del Maestro Pizarro che surclassava il dirimpettaio Pirlo e la cui giocata caratteristica - scarto secco dell'avversario con cambio di gioco - meriterebbe il nome di "Gran Pizarro", esaltavano il gladiatorio Roncaglia, invitando Sabella a convocarlo nell'Albiceleste. E, dopo l'assurda ammonizione di Ljajic, criticavano pesantemente l'arbitro. E' veramente incredibile che dopo le partite con Parma e juve restiamo con in mano due soli punti. E, dopo essermi lustrato gli occhi davanti a tanto spettacolo, brucia ancora di più il mancato arrivo di Berbatov...purtroppo è un nodo, la mancanza di un forte centravanti, che era inevitabile venisse al pettine. Speriamo nell'ispirazione di El Hamdaoui, appena arruolabile.

    RispondiElimina
  77. Intanto il sitone è out, i clown vuturisti avranno lanciato un attacco informatico per impedire agli entusiasti di commentare? ahahah

    RispondiElimina
  78. Viviano 6; Roncaglia 7.5, Rodriguez 7.5, Tomovic 6.5; Cuadrado 7-, Romulo 6, Pizarro 8, Borja Valero 7.5, Pasqual 6.5; Ljajic 5.5, Jovetic 5.5 [Mati Fernandez 6, Toni s.v., Migliaccio s.v.]. Grande entusiasmo per gioco e prestazione, enorme delusione per il risultato. Ho seguito la partita con uno streaming argentino, i due telecronisti non credevano ai loro occhi: parlavano di una juve annichilita, del Maestro Pizarro che surclassava il dirimpettaio Pirlo e la cui giocata caratteristica - scarto secco dell'avversario con cambio di gioco - meriterebbe il nome di "Gran Pizarro", esaltavano il gladiatorio Roncaglia, invitando Sabella a convocarlo nell'Albiceleste. E, dopo l'assurda ammonizione di Ljajic, criticavano pesantemente l'arbitro. E' veramente incredibile che dopo le partite con Parma e juve restiamo con in mano due soli punti. E, dopo essermi lustrato gli occhi davanti a tanto spettacolo, brucia ancora di più il mancato arrivo di Berbatov...purtroppo è un nodo, la mancanza di un forte centravanti, che era inevitabile venisse al pettine. Speriamo nell'ispirazione di El Hamdaoui, appena arruolabile. A denti stretti, a mascella serrata, ma dobbiamo accettare il risultato di stasera. Che siamo spuntati lo si sapeva- e finché non arriva il centravanti sarà inevitabile tornare con la mente a quel Berbatov volatilizzatosi all'ultimo istante - quel che era impensabile è che a settembre potessimo esprimere questa qualità e quantità di gioco, con un'intesa tra gli uomini e tra i reparti già quasi perfetta. Dietro, Tomovic non concede un centimetro agli avversari, e Roncaglia - splendido anche nei suoi inserimenti in avanti, pregni di insospettabile [per chi non lo conosceva] tecnica - e Rodriguez sono da Argentina, meritano di giocare nella nazionale di Messi, Aguero e Mascherano. Facundo è praticamente insuperabile, in questo momento, e gioca sempre il pallone con freddezza e tecnica, mentre Gonzalo è il calmo leader del reparto, chiude ogni pertugio con olimpica sicurezza, anticipa e stacca di testa da campione, mostrando anche un buon piede in impostazione. Credo siano costati poco più di 1 milione in due, e sono già i due migliori giocatori del campionato nei rispettivi ruoli, grandissima operazione di Macìa e Pradè. A centrocampo, instancabili Pasqual e Cuadrado sulle fasce, con quest'ultimo capace anche di spunti di qualità, tra cui il bel lancio per la cavalcata di Ljajic verso la porta. Il duo Pizarro-Borja Valero cancella dal campo Pirlo e Vidal, se Aquilani si sbriga a rientrare abbiamo il miglior centrocampo del campionato. Utile e generoso Romulo, dai tre polmoni, ma dall'intelligenza calcistica assai più limitata. Davanti, delude ancora Jovetic - mezzo voto in più per lo sfortunato colpo di testa che scuote la traversa - che soffre anche la mancanza di un centravanti che gli apra gli spazi. Ljajic avrebbe anche fatto una buona partita, asfissiando Pirlo in fase di non possesso e trovando alcune giocate di qualità, ma il modo in cui ha concluso la sua fuga verso la porta è imperdonabile. Peccato, un gol contro i gobbi, oltre a trasformarlo nell'eroe di Firenze, l'avrebbe sbloccato. E ora testa all'Inter, e cerchiamo di non perdere troppi punti per strada, da qui a gennaio: col un centravanti di alto livello poi - che sia Marcelo Moreno, Lisandro Lopez o un altro di quel calibro - possiamo davvero volare.

    RispondiElimina
  79. Sì, Jordan, c'è mancato il colpo del ko, ma bisogna avere chi sa darlo. 

    RispondiElimina
  80. L'unico che abbiamo è Toni (in assenza del marocchino) me se gioca cinque minuti...Vedo un po' in crisi Jovetic che non mi è piaciuto gran che nemmeno oggi. Le 3-4 partite ravvicinate non le ha mai gradite gran che. Ljaic è bravino ma non è una punta, infatti vedi che gol si mangia.

    RispondiElimina
  81. Speriamo che tra El Hamdaoui e Toni facciano qualche gol da qui a gennaio, sennò i punti lasciati per strada saranno troppi per lo sprint finale. Con un Marcelo Moreno là davanti, poi, il terzo posto è alla portata [ad avere avuto Berbatov dall'inizio, invece...]

    RispondiElimina
  82. Commento sintetico.

    Juve: merda.
    Arbitro: merda
    I guardalinee: merde
    Carrera: più odioso di Conte, non credevo fosse possibile.

    Viviano: viola
    Roncaglia: non ci sono più parole.
    Rodriguez: grande.
    Tomovic: sottovalutato
    Pizarro: signor giocatore, si sapeva
    Borja: Caravaggio nel senso vero, non insensatamente come il diversamente capitano.
    Romulo: simpatico.
    Pasqual: simpatico anche lui, da libro "Cuore", vediamo però di trovarne uno meglio.
    Cuadrado: forte.
    Jovetic: che sfiga oggi.
    Ljajic: IL SINISTRO, CAZZO, IL SINISTRO!!!
    Mati: gioca poco.
    Migliaccio: n.g.
    Toni: paracarro.
    Montolivo: mi ricredo e do ragione a chi lo descriveva leader silenzioso: quando non lo si sente, la squadra gira che è una meraviglia.
    Montella: da 1 a 10... 3000, e gli davo pure 5000 se metteva fuori rosa il paracarro.

    RispondiElimina
  83. Strano il calcio eh? Per me Pasqual è stato il migliore in campo dei nostri. Si è letteralmente divorato quella fascia (con Lichtsteiner dentro), ha messo una decina di cross, ha tentato soluzioni personali e non si è fatto mancare un paio di recuperi con 2 diagonali esemplari. Vitalogy, se dovessi rivederti la partita, tieni d'occhio la gara di Pasqual, magari cambi idea.
    Comunque il calcio è bello anche x questo, no?
    Viviano sv
    Roncaglia 7 servono altre dimostrazioni?
    Rodriguez 6,5 mezzo voto in meno per quella punizione dal limite che concede al 46° del primo tempo
    Tomovic 6,5 essenziale
    Cuadrado 7 riesce a limitare un giocatore in formissima come Asamoah e si concede pure qualche azione pericolosa
    Romulo 6 peccato per la sua imprecisione
    Pizarro 7 E' come il monte dei paschi
    Borja Valero 7 inesauribile
    Pasqual 7+ cuore di capitano, partita maiuscola
    Ljajic 5,5 sarebbe da 6,5 ma quel goal, cazzo, quel goal.....
    Jovetic 6+ un po' meglio che a Parma ma ancora niente di che, è comunque il nostro attaccante più pericoloso. Sfortunato
    Mati 6 ha poco tempo per incidere ma l'apertura per la corsa di Pasqual è da applausi
    Toni sv
    Migliaccio sv
    Montella 8 questa squadra gioca come se gli interpreti fossero insieme da anni, non da settimane.
    Tagliavento 10 si chiede sempre uniformità di giudizio e lui ha uniformato i suoi giudizi tutti in favore delle merde, chapeau!

    RispondiElimina
  84. Vitalogy e Deep... ahahahahahahahahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  85. Colonnello e Deyna nel complesso vi condivido, ma non capisco come possiate dare l'insufficienza a qualche viola dopo una partita come questa, dove veramente nessuno ha demeritato, dopo una partita perfetta alla quale è mancato solo il gol, ma non le occasioni e solo da una parte , la nostra. Romulo ( il cui impiego al posto di Migliaccio ero uno dei pochi ad auspicare, e per fortuna Montella ha dimostrato che avevo ragione io, ma soprattutto che ha avuto ragione lui) non sarà all'altezza di Aquilani, che non vedo l'ora che giochi, ma è stata la vera mossa vincente che ha sorpreso i 14, includendo arbitro e guardialinee, ladri in campo, ha garantito un centrocampo molto più dinamico, sempre propositivo, sempre offensivo pur senza perdere solidità, di quello che avremmo avuto se Montella avesse fatto giocare il pur bravo, ma più votato alla copertura che alla costruzione del gioco,Migliaccio. Ljajic ha giocato persino meglio di Jovetic ( strepitoso colpo di testa stampato sulla traversa a parte ), ha sbagliato una grossa occasione, è vero, ma da quella posizione ho visto sbagliare tante volte, tanto più quando un portiere tra i migliori al mondo come Buffon ( oggi non lo chiamo buffone per le sue belle e oneste parole verso la viola e verso Firenze del dopo-partita) riesce a coprirti anche il più piccolo spiraglio. Secondo me siete prevenuti verso Adem, a Mati, dal quale mi aspetto molto, non gli ho ancora visto fare quello che sta facendo Ljajic pur essendo impiegato sempre in un ruolo che non è il suo e coprendo proficuamente più campo, sempre proponendosi e proponendo, di quello che si chiede ad una  punta o ad una mezza punta, infatti nel finale è stato sostituito non perchè intimorito Colonnello ( proprio in quel momento stava litigando con i compagni che non gli passavano al palla), ma perchè aveva dato tutto e di più. Berbatov non lo sto seguendo, Deyna, ma ho sentito che non sta facendo bene, che non è più lui. Mettiamo in questa squadra Aquilani al posto di Romulo ( ottimo jolly di tutto il centrocampo che  giocherà comunque molto), El Hamdaoui al posto di Ljiajc ( fantastico trequartista con licenza di uccidere  che giocherà comunque molto) e magari Llama al posto di Pasqual così forse anche a sinistra vedremo qualcuno capace di costruire gioco e di arrivare a fondo campo prima di crossare, e potrebbe venir fuori lo squadrone perfetto già prima di gennaio.

    RispondiElimina
  86. Sia chiaro, Deep, son d'accordo con quello che hai scritto su Pasqual, al quale do anche io un bel voto, ciò non toglie, purtroppo, che i suoi limiti tecnici siano quelli che sono e che se anche su quella fascia ci fosse un Cuadrado o il miglior Vargas, saremmo devastanti. Vogliamo provare con Llama, che sembra avvicinarsi di più ai due? 

    RispondiElimina
  87. Accendete una lampada, col lavoro oscuro a centrocampo di Montolivo non ci si vede un accidente!

    RispondiElimina
  88. A Pasqual ho dato un "giudizio" molto positivo per il suo impegno, Deep, forse sarò prevenuto verso il suo modo scolastico di giocare. Nella fattispecie, è vero che fatto che ha fatto una decina di cross, il problema è che se su quella fascia ci fosse un esterno differente, magari, proverebbe a fare qualcosa di diverso, poichè quei cross, vista la struttura della nostra formazione, erano tutti per... Barzagli.

    RispondiElimina
  89. Tra un  arbitro che mi dà contro due rigori che non ci sono e non fa ripetere quello sacrosanto che è stato costretto a dare, per uscita del portiere incontro alla palla che ha dello scandaloso ed uno che fa il furbino e mi dà un paio di ammoinizioni "ad cazzum", quale avrà influito di più sul risultato?

    RispondiElimina
  90. Beh, Jordan, se fosse vero quello che hai scritto il primo senz'altro.

    RispondiElimina
  91. Ripeto, il calcio è bello perché è vario, non scambierei il Pasqual di queste prime gare con nessuno.

    RispondiElimina