.

.

venerdì 19 ottobre 2012

"Senza" è un sottoprodotto della domenica, come la sansa

Come si esprime la mancanza, quel disagio del senza, dove la carenza toglie il cielo dalla tua stanza, alla faccia di Gino Paoli, intanto prendendo atto che senza il Viola è una domenica che sa di mattanza, ti alzi, esci dalla camera da letto ed entri direttamente nella camera della morte, senza passare dal bagno che è sempre occupato. E mentre rimpiangi i tornelli che ti filtrano un po’ l’adrenalina, ma che comunque poi ti spalancano le porte della passione, nuoti svuotato in mezzo ai tonni, e se c’era Corvino anche senza Patronni, così dopo la messa già t’inscatolano in un pomeriggio sottolio che è peggio della messa in piega di donne alla riscossa, forti del fatto che senza il pallone sei uomo dentro a una fossa, insomma, arpie che fanno prendere alla tua domenica una brutta piega. Confessati! Ordine categorico di chi ha sfruttato il golpe della Nazionale sulle nostre vite per salire al potere, e la messa in piega da sola è il monumento della devastazione, così laccata, spiega in maniera cruda quanto Prandelli ci abbia rovinato il fine settimana. Mi inginocchio e intravedo Dom Bairo, che quando non mi sente chiamo l’uvamaro perché somiglia al fraticello della pubblicità, lo intravedo dalla grata mentre scarta un Kinder Pinguì e mi dice “dimmi  figliolo”, “ ho mandato affanculo Montolivo”, mi guarda, da un morso alla merendina e mi risponde “anch’io”. Apre la tendina, mi passa le fette al latte necessarie, e mi dice “stavo giustappunto facendo la penitenza”, e mentre mangio le mie tre Ave Maria mi mostra la sciarpa del Gruppo Chiava appesa dentro al confessionale anticipandomi che all’omelia della domenica prima del Chievo, sotto la tunica indosserà la maglia di Viviano, perché porta bene e perché fa rima con Vaticano. Si guarda intorno abbassa la voce e aggiunge che la domenica ancora dopo quando arriverà la Lazio ha invitato Suor Paola e si deve ricordare di andare a comprare il Guttalax. “Menomale si rigioca”, Padre, gli ho detto con voce sommessa proprio perché ero a messa e per non farmi sentire dalla Rita, quando non c’è la Fiorentina anche sul blog si scatena l’inferno e i fedeli mi abbandonano, “a chi lo dici”, mi risponde stizzito, “ quando non gioca l’amata i fedeli sono talmente depressi che tendono a non scambiarsi neanche il segno della pace e mi avanzano tutte le ostie”. “Vai all’Ikea?” mi chiede mentre si soffia il naso con un fazzoletto della Juve, “no Padre oggi vado nel Mugello, tocca all’Outlet Village a Barberino”. Ma per spiegare ancora meglio lo smarrimento di queste settimane di olio di fegato di merluzzo tirato sul col secchio dal pozzo di Coverciano, giorni tra il mi manchi e chi mi manda affanculo, giorni molto diversi da quando invece la domenica si tromba, utilizzo la mia omelia per proporvi un teorema internettiano.
“Tra il vaffanculo e il mi manchi devi lasciar passare un tempo strategico. Se il mi manchi segue a ruota il vaffanculo, ne vanifica irrimediabilmente l’effetto; se lo segue di troppo, non riesce a cancellarne l’impatto devastante.
Il mi manchi va collocato in quella terra di mezzo che è la percezione dell’assenza, la nostalgia: abbastanza lontano da permettere al vaffanculo di produrre i suoi effetti educativi, ma mai troppo, in modo da non perdere il suo potenziale riparatore.
Se al mi manchi, invece, sostituisci il te la do senza discutere, puoi ignorare serenamente ogni variabile e limite spazio-tamporale”.
E la Fiorentina ce la darà la vittoria.

37 commenti:

  1. Antognoniforever19 ottobre 2012 09:18

    A Verona voglio il primo gol di Mounir!!!

    RispondiElimina
  2. Ma sembra che giochi Toni, Antognoniforever.

    RispondiElimina
  3. Antognoniforever19 ottobre 2012 10:41

    A Verona voglio il secondo gol di Luca e il primo gol di Mounir!!!

    RispondiElimina
  4. E io voglio il primo gol di El Ham, e il primo di Ljajic [quest'anno]!

    RispondiElimina
  5. Macìa sembra segua Suso del Liverpool, da me da tempo sponsorizzato: classe '93, sarebbe un gran colpo per il futuro, è quella che il buon Corvo definirebbe seta, almeno per l'età.

    RispondiElimina
  6. L'altro talentino Bakic, invece, è in rampa di lancio con Ventura, ma non arriverà da noi che nel 2014: il futuro ci sorride! Romizi, Bakic, Suso [onestamente parlando, mi sembra difficile che il Liverpool se lo lasci sfuggire, però]...continuità nella qualità, a centrocampo!

    RispondiElimina
  7. Dopo il primo gol in nazionale in partite da tre punti, si scatena la schiera degli agiografi di Montolivo: "Gioca da campione ed ha trovato la piena maturità" scrivono "è diventato proprio un ometto, e per sottolinearlo si è tagliato dopo anni la lunga chioma" [foto by Erwin Olaf]

    RispondiElimina
  8. La Coppia Glamour inscena una sconvolgente performance a tema calcistico nella sala dei balocchi del presidente rossonero.

    http://www.youtube.com/watch?v=r-ah66l8p7I

    RispondiElimina
  9. Chiarificatore19 ottobre 2012 12:59

    E' un crescendo rossiniano di perle, il tuo di stamattina, Deyna, non ti fermare, sei tutti noi! 

    RispondiElimina
  10. Non lo conosco 'sto Suso, Osvaldo comunque sta puntando forte i piedi per tornare a Firenze

    RispondiElimina
  11. Comunque Pollock i tuoi ultimi 2 articoli mi sembrano abbastanza ermetici, a meno che non l'abbia capita giusta (a me lasciano pensare che qualcuno, presumibilmente donna, ti abbia insultato in privato dopo la partita di Montolivo in nazionale)

    RispondiElimina
  12. Chiarificatore19 ottobre 2012 14:15

    Sul sitone è appena uscito il mio seguente post: "LELE60 e ZEMANVIOLA hanno ragione. La redazione ha sponsorizzato Ranieri fino all'ultimo,ed oggi dite che è inquietante. Coerenza please! Basterebbe dire che bisogna ammettere che è un bene che, grazie alla pressione dei tifosi, non sia venuto. Ranieri( con Oriali!!!)infatti lo abbiamo osteggiato noi tifosi (tra i quali quelli del blog di Pollock, pensaci ZV, sta casa aspietta a te!). Che poi sono gli stessi tifosi che hanno avuto un loro peso nell'ingaggio di Viviano, anche qui pensaci ZV, sta presidenza viola aspietta a te! Eh eh eh." Pollock, per quanto riguarda il mio compenso, mi sembra ragionevole un bel 10% sull'incremento delle inserzioni pubblicitarie e se finora sei zero non importa, si conteggia da oggi. Puoi tranquillamente bonificarmi semestralmente il tutto. Dove ti mando il mio codice iban? Ahahahahahahah!

    RispondiElimina
  13. Vita, sono reduce da qualche chilometro, di quanto successo ieri non ho avuto modo di leggere niente, se quello che mi chiedi è legato a qualche discussione sviluppata in quel topic non posso risponderti. Per il resto non mi ha insultato nessuno anche perché sono insultabile, direi di più, sono disarmante al cospetto dell'infamante. In questa veste mi considero inattaccabile, come del resto ho sempre considerato questo un gioco di ruoli, e se si colpisce qualcuno non lo si fa che mirando al nick, questa è la mia filosofia. Dinamiche di condominio virtuale insomma. Vita, comunque non ho avuto il piacere delle attenzioni femminili a cui alludi.Se però ti sembrano ermetici i miei recenti scritti significa che avrebbero fatto bene a offendermi, anzi, secondo me anche te avresti avresti dovuto farlo. Rifletterò.

    RispondiElimina
  14. Chiari ti hanno passato nonostante il riferimento al blog e nonostante il rinfaccio dei loro scheletri nell'armadio su Ranieri... si erano addormentati i buttafuori del sifone???!!! 

    RispondiElimina
  15. Pollock scusami, ho scritto "gli ultimi 2" per sbaglio, in realtà intendevo quello di oggi e quello dell'altro ieri, quello di ieri no. Forse mi sono spiegato male dicendo che li trovavo ermetici, come se lo fossero in toto. In realtà ci sono dei concetti espliciti che avevo capito, ma alcune tue frasi (a partire dal titolo del tuo articolo dell'altro ieri) mi avevano lasciato pensare che qualcuno ti avesse offeso in privato, che fosse la tua persona o il tuo nick. Comunque non hai nulla su cui riflettere, se io 'un c'avevo capito una sega unn'è mica colpa tua eh!

    RispondiElimina
  16. Mamma mia,Amici Miei(Prequel)...l'astinenza dai sensi è peggiore di qualsiasi digiuno!Placatevi,anzi "Placar",che DEYNA avrà almeno una volta sfogliato,eh eh eh eh,magari insieme a "Clarin".I giornalisti non avendo nulla del nulla da scrivere si stan di nuovo sbizzarrendo con una ridda di nomi,noti e meno noti,per colmare vuoti di cronaca che non sanno più ne cercare ne creare.Ci sarebbe tanto da scrivere sul Calcioscommesse,sui farmaci nello sport,sugli interessi privati(....Mediaset......Galliani....lega.....doppi e tripli incarichi...),spartizione dei diritti tv;invece nulla,tutte cose trite e ritrite.Consoliamoci qui,affamati di calcio viola come un El Ham affamato dopo il Ramadan(e dopo tutta 'st'astinenza...!).Ieri qualcuno di voi ha scritto del livello basso del sitone,verissimo,è diventato il Novella2000 del web,difficile scorgere qualcosa di importante,difficile scorrazzare sulla tastiera per loro come 2/3 anni fa.Peccato.Nessun argomento mi farà cambiare le idee che non ho,alla lunga ci si stanca di quelle cosa insulse,basta perseverare.È in atto una lobotomizzazione del lettore del cartaceo,il lettore che non conosce contro-informazione,il lettore che vuole tutto liofilizzato.Vade retro!Qui solo cibi per la mente ma genuini.Non esiste più un concetto che stabilisca causa ed effetto da poter sviluppare a lungo,da sviscerare sino in fondo;eppure ci sono argomenti,e si...Oramai si cibano di scritti illusori,addirittura scritti opposti ai fondamenti della scrittura pura,viene quasi da dire che il vero dibattito(come in questo Laboratori della Ragione)inizia proprio dal momento nel quale da altre parti si tace.O ci vogliono far tacere.La fatalità storica dello scrivere di calcio è che genera tirannia e lacerazione,coscienza oppressiva o felice.Dipende dagli schieramenti cerebrali.Lo scrivere di sport,soprattutto di Fiorentina,significa che proprio dal fallimento di una comunicazione si crea una comunicazione ulteriore,che è parola(discussione)per altri,ma anche parola(discussione)senza altri.Magia.JORDAN,se leggi,pensa,anzi ripensaci.O svuotiamo le idee(liofilizzando come altri siti/giornali)o rafforziamo(senza clausole liberali)quel che facciamo,e il risultato alcuni giorni è strabiliante.Nessuna tattica qui,libertà.Quella che,COLONEL,forse avrò da questo carcere,che vorrei fosse il Bentegodi,invece sembra il Buonconsiglio di Trento,dove il Silvio nazionale(non quello odierno!!!)ci deliziò con i suoi rigurgiti.Il Silvio nazionale fa cattivo e deleterio uso di quel che vorrei la viola facesse domenica a Verona:pompetta(ai pandorini!).

    RispondiElimina
  17. Chiarificatore19 ottobre 2012 14:57

    Il mio "sei zero" qua sotto, in fondo alla terzultima riga, sta per "sei a zero" ( dove sei è voce del verbo essere rivolto al padrone di casa quanto a inserzioni pubblicitarie). 

    RispondiElimina
  18. Ho capito Vita, il "sono un po' figlio di puttana" che è una verità riferita al fatto che sono dissacrante e quindi considero normale ciò che per altri  invece è eccessivo. Nei giorni scorsi c'è chi si è risentito di questo, chi non lo ha accettato e se ne è andato, e mi sembra di aver capito anche il destinatario di certe "attenzioni" da parte di qualcuno di voi che io non ho censurato, si è risentito.

    RispondiElimina
  19. Indiscrezioni quelle su Osvaldo, Vitalogy, o qualche articolo che mi è sfuggito?

    RispondiElimina
  20. Alle 14,25(più o meno) avevo scritto un lungo post,l'ho visto pubblicato,poi sparito....GUBERNATOR,trovato qualcosa nell'etere?

    RispondiElimina
  21. Ciao Sopra, eccolo. In posta ce l'ho non so come mai non c'è più. Lo ripubblico

    Sopravvisuto


    Mamma mia,Amici Miei(Prequel)...l'astinenza dai sensi è peggiore di
    qualsiasi digiuno!Placatevi,anzi "Placar",che DEYNA avrà almeno una
    volta sfogliato,eh eh eh eh,magari insieme a "Clarin".I giornalisti non
    avendo nulla del nulla da scrivere si stan di nuovo sbizzarrendo con una
    ridda di nomi,noti e meno noti,per colmare vuoti di cronaca che non
    sanno più ne cercare ne creare.Ci sarebbe tanto da scrivere sul
    Calcioscommesse,sui farmaci nello sport,sugli interessi
    privati(....Mediaset......Galliani....lega.....doppi e tripli
    incarichi...),spartizione dei diritti tv;invece nulla,tutte cose trite e
    ritrite.Consoliamoci qui,affamati di calcio viola come un El Ham
    affamato dopo il Ramadan(e dopo tutta 'st'astinenza...!).Ieri qualcuno
    di voi ha scritto del livello basso del sitone,verissimo,è diventato il
    Novella2000 del web,difficile scorgere qualcosa di importante,difficile
    scorrazzare sulla tastiera per loro come 2/3 anni fa.Peccato.Nessun
    argomento mi farà cambiare le idee che non ho,alla lunga ci si stanca di
    quelle cosa insulse,basta perseverare.È in atto una lobotomizzazione
    del lettore del cartaceo,il lettore che non conosce
    contro-informazione,il lettore che vuole tutto liofilizzato.Vade
    retro!Qui solo cibi per la mente ma genuini.Non esiste più un concetto
    che stabilisca causa ed effetto da poter sviluppare a lungo,da
    sviscerare sino in fondo;eppure ci sono argomenti,e si...Oramai si
    cibano di scritti illusori,addirittura scritti opposti ai fondamenti
    della scrittura pura,viene quasi da dire che il vero dibattito(come in
    questo Laboratori della Ragione)inizia proprio dal momento nel quale da
    altre parti si tace.O ci vogliono far tacere.La fatalità storica dello
    scrivere di calcio è che genera tirannia e lacerazione,coscienza
    oppressiva o felice.Dipende dagli schieramenti cerebrali.Lo scrivere di
    sport,soprattutto di Fiorentina,significa che proprio dal fallimento di
    una comunicazione si crea una comunicazione ulteriore,che è
    parola(discussione)per altri,ma anche parola(discussione)senza
    altri.Magia.JORDAN,se leggi,pensa,anzi ripensaci.O svuotiamo le
    idee(liofilizzando come altri siti/giornali)o rafforziamo(senza clausole
    liberali)quel che facciamo,e il risultato alcuni giorni è
    strabiliante.Nessuna tattica qui,libertà.Quella che,COLONEL,forse avrò
    da questo carcere,che vorrei fosse il Bentegodi,invece sembra il
    Buonconsiglio di Trento,dove il Silvio nazionale(non quello
    odierno!!!)ci deliziò con i suoi rigurgiti.Il Silvio nazionale fa
    cattivo e deleterio uso di quel che vorrei la viola facesse domenica a
    Verona:pompetta(ai pandorini!).

     

    RispondiElimina
  22. Scuppone di Michela Lanza! Altro che "dicerie", non solo fu Prandelli a voler mandar via Dainelli a gennaio, ci venne pure alle mani! Nuovi entusiasmanti argomenti per i patiti della dietrologia!

    RispondiElimina
  23. Solidarietà al compagno Sopravvissuto, oggetto di un'ignobile censura da parte di un tiranno geloso che sente vacillare la sua poltrona! Ma dalla sua cella muffita il Sopra è più potente di quanto lo sia su uno scranno dorato nel cuore di San Frediano chi lo perseguita!!!!!! Intanto Fiorentinanews, la migliore delle fonti informative viola, informa che Vargas «reduce dalla trasferta in Perù con la sua Nazionale, è attualmente al
    centro di una polemica perchè i media peruviani hanno scritto che era
    “talmente ubriaco da non riuscire a camminare tanto da essere sorretto
    dagli amici”». Un così gran giocatore... che peccato. Purtroppo il cervello serve anche nel calcio, i piedi sono solo un terminale di lusso.

    RispondiElimina
  24. Ho visto il video, El Loco non mi sembra poi così impresentabile, avrà fatto un giro di birrette con gli amici...Il poco cervello sta nel farselo prima di presentarsi in aereoporto, con i soliti giornalisti in agguato! Certo è che si è rovinato con le sue mani una carriera che poteva tranquillamente essere quella di un grande esterno, nei suoi cenci sulla sinistra non c'era di molto meglio al mondo, forse proprio nessuno.

    RispondiElimina
  25. Vedi Deyna, sospetti ebbi, circa un contrasto di fondo, quando, sul sitone, ancora ai tempi migliori per il Giubbotto, al fine di disinnescare le mie valutazioni non positivissime su Daino dei Boschi, il fondatore di una pagoda per farsi leccare la cappella (edilizia religiosa in tilt!) mi rescrisse in post, di malavoglia, che il Pranda non lo stimava affatto, l'Amnesico, e che lo tollerava soltanto. Siccome il fondatore della pagoda per farsi leccare una cappella era nelle grazie private di Giubbotto, la notizia mi parve sùbito fededegna. E ora, a proposito di pagode, vi racconto quella della comitiva di turisti americani in India (me l'ha raccontata Calderoli a cui l'ha raccontata l'Umberto a cui l'ha raccontata il figlio, che ci ha preso il diploma liceale): entrano con la loro guida in un tempio immenso dove un migliaio almeno di fedeli si prostra gridando «Buddaaaa, Buddaaaa!» davanti a un monolito mastodontico in giada raffigurante Siddharta, il quale sprizza a fontanella un getto d'acqua sacra dal pipi, acqua che va a riempire una vasca davanti alla statua. Mentre i fedeli ripetono incessantemente l'invocazione, attraversa il corridoio centrale fra i corpi prostrati un nero che si dirige a passi decisi verso la statua. Di colpo, quando il nero è a due metri dalla statua, il coro fragoroso di «Buddaaaaa, Buddaaaaaa!» viene meno di colpo, per la sorpresa e quasi per l'attesa dell'Impensabile. Il nero entra nella vasca, giunge al pipi della statua, ci mette una mano sopra ed esclama, trionfante: «Ora non budda biù!!!».

    RispondiElimina
  26. Beh, che la lite e la cacciata del Capitano da parte di Prandelli ci furono era già cosa nota, la novità è che sian venuti alle mani. Novità almeno in quanto riferita da una fonte giornalistica, perché l'avevo sentito dire, ma non davo troppo peso alla cosa. San Prandelli & Mister Delio, quindi, al riparo delle quattro mura dello spogliatoio, nella sacralità profumata di incenso e olio di canfora, al riparo da sguardi indiscreti...L'insegnamento che diviene conoscenza diretta, la trasmissione non verbale da Maestro a discepolo, l'introiezione shockante ma necessaria del "porgi l'altra guancia", insomma.

    RispondiElimina
  27. Sopravvissuto49why19 ottobre 2012 19:05

    COLONEL,è lo stesso nero di Jesolo?Uscendo dal mare,con costume bianco attillato,il nero fu notato da vaporosa sciura trevigiana,la quale proferì "Che bigolo!" e l'africano "Bigolo perché bagnato e fare freddo,tu vedere quando lui al caldo!".Thà e Tharrats,due fulgidi disegnatori francesi(sul Totem che non esiste più in edicola)hanno costruito e lottizzato Parigi e dintorni con i franchi fatti all'epoca con queste battute/storielle.Potrebbe anche essere lo stesso nero che incontra il genio della lampada nel deserto,dopo 15 giorni che vagava assetato,sporco,sfinito;trova la lampada,esce il genio che dice "Uelà!3 desideri,solo 3 e li avvero subito.Non sbagliare perché tu li dici ed io esaudisco!"- "Bene!" pensò il nero "Allora voglio Acqua,tanta acqua!!Poi voglio diventare bianco,bianco!Ed infine fica,tanta fica!".Puff! trasformato in un bidè.

    RispondiElimina
  28. Ahahahahahahahah... Sopravvissuto! Che bassofondo, ragazzi, che bassofondo!

    RispondiElimina
  29. E allora béccati questa, Sopra. Un tipo si guarda allo specchio e vede sul collo un cerchione rosso, che non ricordava di aver visto nei giorni scorsi. Lo mostra  preoccupato alla moglie, la quale: «Vai dal Tale, se vuoi toglierti patemi, le mie amiche dicono che è il principe dei dermatologi». Il tipo prende appuntamento, angosciatissimo, e ottiene di essere visitato sùbito: un'ora d'attesa, entra, il principe dei dermatologi altezzoso lo lascia parlare con un sorrisino stampato sulle labbra e poi gli dice «Niente di grave ma, se lo vuole asportare, lo faccio anche qui ambulatorialmente con piccola anestesia locale, sono 1.000». Il tipo si dice che in fondo non è troppo per un'operazioncina e tutto va in effetti come deve. Tornato a casa, la moglie: «Allora, non te l'avevo detto' E' bravissimo!». «Eh sì, quando uno ha dubbi deve andare dai migliori, costi quel che costi!», fa l'uomo di risposta e però, guardandosi compiaciuto allo specchio, nota adesso un punto nero, sporgente, proprio sul mento. «Maria, ci risiamo, e questo cos'è?». «Ma non potevi farci caso prima? Giusto quando rientri dal medico! Senti se ti rivisita questo pomeriggio stesso, corri!». Il tipo torna allo studio professionale e mette in croce la segretaria per farsi vedere di nuovo: «Il dottore non ha un buco per un mese, ma se lei aspetta vedo se può riceverla a fine orario: dovrà aspettare le otto passate». Il tipo si arma di pazienza e, grazie agli uffici della segretaria, riesce a farsi visitare, che è già buio: «Dottore scusi, ma torno a casa e... guardi un po!», dice mostrando il mento. Il principe dei dermatologi, sempre con la sua aria supponente e sardonica: «Vedo, vedo... Ma qualcosa si può fare. Solo che, per un'operazioncina come quella di prima ora dovrò chiederle un po' di più, siamo fuori orario professionale e mi ci vorrà un po' più di tempo». «Tutto quello che devo, dottore, tutto quello che devo!». Per 1.500 euro anche il punto nero viene estirpato. Il tipo torna a casa, alleggerito al portafoglio ma rinfrancato: «Per la salute non si guarda al denaro!» pensa e gli conferma anche la moglie. Il fatto è che l'indomani, sempre davanti a quello specchio maledetto, il tipo scorge, nel farsi la barba, una macchia beige lungo il padiglione dell'orecchio destro: «Maria! Ma che mi sta succedendo? Me ne capita un'altra!». «Torna dal medico, allora, ma stavolta occorre capire bene: se c'è qualcosa di grave è inutile nascondere e andare avanti a piccole asportazioni». La morte nel cuore, il tipo si reca nuovamente allo studio medico e lì la segretaria sarebbe intrattabile («Ho già fatto per lei un'eccezione ieri sera, non se ne parla!»), quando il tipo la spintona, disperato, facendo irruzione nello studio del principe dei dermatologi, or ora arrivato e che stava indossando il camice. «Lasci stare signorina, ci penso io», dice richiudendo la porta e squadrando il paziente con la solita aria sorniona e arrogante. «Dottore, non capisco, siamo già alla terza volta, se ho qualcosa di serio lei me lo deve dire...», implora il tipo. Il principe dei dermatologi osserva la macchia un po' più lungamente delle altre volte e sentenzia: «No, non c'è nulla di più, ma bisogna intervenire». «Naturalmente, dottore, naturalmente... Sono pronto!», fa il tipo, cui il medico soggiunge: «Però stavolta le costerà un po' di più, vista la natura del caso: sono 2.000». Il tipo, pur in patema, col massimo riguardo che può, si sente tuttavia di ribattere: «Dottore, si metta la mano sulla coscienza, ieri mi ha visto due volte e le ho lasciato prima 1.000 e poi 1.500... Oggi lei deve fare in fondo la stessa operazione, non sono neanche fuori orario e lei mi chiede il doppio della prima volta, insomma...». Al che, il  compuntissimo principe dei dermatologi, sdegnato: «Signor mio, ma lei con chi crede di avere a che fare? Ma con chi crede di avere a che fare? La prima volta era una macchia di rossetto, la seconda era morchia d'auto ma adesso, signore... adesso l'è merda!!!!».

    RispondiElimina
  30. Dio mio, neanche dal Barbiere Giorgio della mia infanzia, tra battute dozzinali sulle passanti e quintalate di giornaletti pornografici più o meno soft, avevo sentito roba sì disarmante, ahahaahha

    RispondiElimina
  31. Questo, come direbbe Lee J. Cobb il Patriarca, perché il tuo barbiere era buho, Deyna... ahahahahahahah!

    RispondiElimina
  32. Leggi piuttosto quel che dice il Fac: «Mi hanno detto che sul web ci sono molte frasi su di me molto divertenti, ma io non sono un grande amante della tecnologia». Wilma, la clava... per scrivere... ahahahahahah! E poi: «In campo mi trasformo, cambio personalità. Sono molto aggressivo e voglio vincere, ma fuori dal campo cambio persona. Sono un tipo tranquillo, buono». Sì, bona, a chi vuol darla a bere...!

    RispondiElimina
  33. Nono che buho, fu costretto all'esilio, quando un marito - messo in allerta da una spiata - affacciandosi al finestrino del suo retrobottega, scoprì la moglie intenta a farsela spennellare con tanto di crema da rasoio, ahahahahha

    RispondiElimina
  34. Se ne deduce che il twitter glielo gestisce qualcun altro, allora...Comunque meglio così, almeno non si rincoglionisce a forza di play station e smentite su facebook, al massimo andrà a caccia nei boschi limitrofi, a dogos y cuchillo, ahah

    RispondiElimina
  35.  
    Grazie del chiarimento Pollock.

    Ragazzi qua sotto fate i seri, torniamo a pensare al viola, basta pippe! 
     

    RispondiElimina
  36. COLONEL,una donna corre dal ginecologo "Dottore,il mi' marito ierimsera l'è tornato infocato!Mi ha posseduta ma ho delle macchie nella zona pubica!". "Si tranquillizza,vediamo".Il dottore la fa accomodare,scruta la zona -patata,prende degli strumenti,2 minuti e "A posto signora,l'era nulla...vada".Il giorno dopo la signora si ripresenta,stesse motivazioni ma più preoccupata "Dottore,tutto bello ma 'ste macchie al pube mi preoccupano!";il dottore si mette li,guarda,prende sue strumentazioni e "Tutto ok,vada...non è mulla di grave.".Terzo giorno e la signora arriva ancor più trafelata e preoccupata "Dottore,il mi' marito m'ha fatto di tutto ma ora io ho paura sia un virus,una malattia venerea...".Il dottore,paziente,si mette li,solito armeggio e poi terminato chiede "A' Signo' ma su' marito fa Er pizzicarolo?C'ha la bottega?" e lei "Si,perché?" lui "Bene,quando torna a casa e vole fa' l'amore e le volle lecca' li, je dica de togliersi la penna sopra
    l'orecchio!".

    RispondiElimina
  37. Evento!Evento che mi rende stranamente nervoso.Il GAT ha detto che il mio scritto(con quello di LUD)era l'unico sensato sulle vicende Miccoli,Maresca,Liverami&Co.!!!Alimortè!In questo momento adoro colui che si cela dietro il non-nick "Diamo di pagliaccio a chi....",Stupendo il suo "lavoro" sul sitone.

    RispondiElimina