.

.

lunedì 29 ottobre 2012

"Rosso" al campionato

Sotto a un paesaggio quasi padano, piovoso ma obbligatorio passaggio tra le grandi, diciamo quasi, e padano come il grana, torna finalmente la Fiorentina dal sapore più blaugrana, mentre scoppia fragorosa la grana degli arbitri, e lì sono bombe come quella dell’Eta, perché questa sembra proprio roba da Paesi Braschi. E sono cazzi nostri. Di un calcio italiano sempre meno credibile e bello, da “rosso” insomma, con partite squallide e stadi vuoti, con la Fiorentina che per essere eccezione importa idee tattiche che non ci appartengono e che per questo ci consentono di esprimere un gioco che si distingue nettamente in mezzo alle macerie di un campionato che sembra giocato all’interno di un vecchio cortile di periferia, dove l’emozioni più grandi sono i campioni che se ne vanno, e come fattore tecnico più rilevante ci sono le svirgolate arbitrali che rompono i vetri della credibilità, poi una volta messa fuori la testa dal cortile Italia prende scoppole e calci in culo da chicchessia. E la Fiorentina che passa davanti alla guardiania di Nicchi è oro colato, il suo primo tempo è forse la miglior espressione del Montella pensiero, che nel secondo invece arretra troppo proprio come a Parma, che dimostra comunque di aver già fatto un miracolo a trovare questa dimensione in così poco tempo, ma non ancora sufficiente per essere considerata una grande, e per questo ho usato quel “quasi” iniziale. Mentre per il portierato arbitrale che sfigura il campionato non esiste quasi, sono proprio delle teste di cazzo. E’ incredibile come la Fiorentina sia riuscita a registrare una difesa così nuova e sempre diversa perché continuamente azzoppata da quella che è diventata una vera piaga, la classe arbitrale, che ha fatto come le assicurazioni, o come la criminalità colombiana, anche se da omini come si stanno dimostrando non sono riusciti a fare cartello ma cartellino, comunque in tutta questa macelleria sociale la Fiorentina dimostra di non buttare mai via il pallone grazie alla perfetta scelta di giocatori tecnici e compatibili al suo nuovo modo di fare calcio, e pensare che lo scorso anno la fase difensiva veniva interpretata da Gamberini e Natali, in una squadra che sembra intollerante solo al calcio di rigore, che per essere così spudoratamente tecnica è un’autentica bestemmia. E adesso dopo aver giocato con tutte le migliori possiamo stilare un primo bilancio positivo della stagione, che ci lascia ragionevolmente pensare di poter dare uno strappo alla classifica nell’immediato, visto che adesso potremo mettere a frutto la superiorità nei confronti delle prossime avversarie. Fermo restando che ad oggi non abbiamo sfigurato mai con nessuno, e direi senza passare troppo da talebano Viola che ci mancano almeno i due punti di Parma. La cosa più incredibile di questa squadra sono i margini di miglioramento, e se si pensa che a questa percentuale va aggiunto l’innesto di Aquilani che è il giocatore migliore della rosa, potremo toglierci davvero delle grandi soddisfazioni, cercando già da giovedì di recuperare anche il miglior Jovetic che è andato via via spegnendosi. E a proposito di salto di qualità, se l’asticella è quella che ha posizionato Montolivo, allora i dieci minuti di Aquilani, anche se facilitati dalle condizioni favorevoli della partita, aprono davvero il cuore, mentre fanno capire allo stesso tempo come mai il Milan sia caduto così in basso. E solo il pensiero al gioco melenso di Montolivo a deturpare quello di questa squadra fa venire le bolle, Riccardo che a proposito di giornata piovosa si è dimostrato il più fantozziano dei giocatori in attività, seguito com’è dalla nuvola della smobilitazione fino a Milano, dove anche Pontello nel frattempo ha preso la residenza cercando di confortarlo. E mentre Abate, Acerbi, Yepes e De Sciglio, a turno gli tengono l’asticella dell'ambizione, quei dieci minuti di Aquilani ci fanno benedire la smobilitazione dei Della Valle e apprezzare la politica della Branchini band che punta molto al parametro zero, risparmio e qualità che hanno portato alla corte di Berlusconi un carciofo a chilometri zero.

107 commenti:

  1. «Seguito dalla nuvola della smobilitazione»... ahahahahahahahahahahah! Dismission: impossible!

    RispondiElimina
  2. Mai, mai nessun presidente aveva dato nei denti alla Juve quello che ieri ha dato ADV! Mai simili parole di condiscendente disprezzo! Mai!  Accogliere quel sublime «fesserie» rivolto a Marotta e quell'allusione, che vogliamo nella Hall of Fame, circa lo scudetto rubato con ridicola rabbia impotente, sottolineando che nell''82 ADV non era tifoso viola, significa essere gobbi nell'anima dell'anima, come l'urlata difesa di Buffon (grande Deyna!) già aveva provato ad libitum. Fuori dal tifo viola! Fuori! Nell'inferno dell'atalantismo, a godersi il gol di Lamela preambolo della sugosa sconfitta romanista. A ciascuno il suo Tutunci, par devant et par derrière! Dismission: impossible!

    RispondiElimina
  3. Chiarificatore29 ottobre 2012 07:54

    Forse ha ragione Deyna che resta l'esigenza di comprare un centravanti a gennaio, però ce lo ricorda forse nella domenica meno adatta, dopo i due splendidi gol di Ljajic e Toni ed un rigore sbagliato contro una signora squadra. Senza considerare che non siamo ancora riusciti scoprire il valore di El Ham che, da quanto s'è capito, è molto alto. La partita di Ljajic non è stata importante solo per il gol ma perchè ha dimostrato come con lui là davanti dal primo minuto al posto di Toni,  sia tornata la Fiorentina fantasiosa vivace spagnoleggiante, come s'è visto in tutto il primo tempo durante il quale abbiamo impartito una vera e propria lezione di calcio alla Lazio. In 45 minuti gran bel gioco, belle geometrie pur in assenza di Pizarro, immaginarsi con lui! Un gol da favola, un rigore sbagliato e qualche occasione non sfruttata solo per l'egoismo di Jovetic, peraltro un po' meno indisponente del solito con Ljajic al suo fianco. Il secondo gol è venuto in condizioni estremamente favorevoli e facilitato dalle circostanze,  ciononostante è stato anche quello splendido, da centravanti di razza per quanto in prossimità della pensione.La Fiorentina di Montella è quella del primo tempo, e così la vogliamo a Genova mercoledì ( non giovedì poeta!), anzi, migliore ancora con i rientri di Pizarro, di Roncaglia, con l'esodio dal primo minuto di Aquilani e magari una spruzzata di Marocchino.Io ho votato per il filotto, Colonnello, nove punti in tre partite, e così sia perbacco!!!

    RispondiElimina
  4. «Un po' meno», Chiari, ma non tanto: è lui il solo problemino attuale della Fiorentina, visto il suo potenziale straordinario. Capire cos'ha, perché sono già 40 giorni di partitucce, gol o non gol.

    RispondiElimina
  5. Chiarificatore29 ottobre 2012 08:06

    Riguardati anche il presunto capolavoro di Lamela, Colonnello, a quel punto quel gol l'avrei fatto anche io, eh eh eh, il portiere fa un movimento suicida, da vero pollo, invece che andare verso il calciatore o almeno rimanere fermo per coprirgli lo specchio si sposta sulla destra, in netto anticipo. prevedendo il cross, con ciò lasciando un'autostrada libera alla sua sinistra, dove Lamela mette comodamente il pallone. Mi piacerebbe un parere del Patriarca al riguardo.

    RispondiElimina
  6. Non so dove sia, il Patriarca, è assente da giorni ovunque, non è mai successo a quasi 24 ore da un match. 

    RispondiElimina
  7. La partita col Genoa, Chiari, dal coefficiente di difficoltà elevatissimo per quanto ieri ho scritto, è veramente una cerniera, quella dei jeans della Guida: se riusciamo ad aprirla, si schiude il paradiso. Dismission: impossible!

    RispondiElimina
  8. Anche a me è venuto in mente Antognoni osservando l'incedere di Aquilani, testa alta, lanci millimetrici e tanta classe. Un grandissimo acquisto che offre molto come soluzioni di attacco. Con Pizarro si acquista in geometrie, ma il gioco e' più lento. Sia col Bologna che con la Lazio la squadra si è velocizzata perché correva di più il pallone e non c'erano quelle pause infinitesime ma decisive che giocatori come Pirlo e Pizarro hanno nel momento in cui debbono decidere come impostare l'azione. Felicissimo per Llajic, da molto tempo sostenevo che era sul punto di esplodere ma stimo molto anche Toni che sta superando le aspettative. Per me Adem deve essere il titolare, Toni l'Altafini della situazione. Di El Ham ho avuto una cattiva impressione iniziale che altre prestazioni hanno confermato.

    RispondiElimina
  9. Chiarificatore29 ottobre 2012 08:20

    Le dichiarazioni sprezzanti dei fratelli DV nei confronti della FIAT, della Juventus, degli Agnelli e di tutti quelli che gli stanno attorno, assumono un grandissimo valore oggi, Colonnello, quando paradossalmente l'ambiente sembra essere,nei loro confronti, più subalterno e servizievole che mai, e quando dico ambiente intendo anche quello politico e di governo. Il fatto è che la FIAT, avendo spostato il baricentro delle proprie attività  e dei propri interessi verso l'estero, pensa di avere più potere di ricatto in Italia, minacciando di chiudere questo o quello stabilimento. Il problema sono i fessi che, più o meno dichiaratamente, accettano questo ricatto dichiarato, senza considerare che tutto dipende dalla qualità del prodotto FIAT, che l'attuale management non è assolutamente capace di garantire. Senza quella qualità la FIAT in Italia è destinata a vivere come il sapone, diminuendo, ricatti o non ricatti, e con questi coglioni al comando quella qualità non arriverà mai. 
    Io,nel frattempo, sono orgoglioso più che mai di questa Fiorentina, da tutti i punti di vista, ma proprio tutti!

    RispondiElimina
  10.  Giochiamo giovedì Chiari.

    http://www.youtube.com/watch?v=pubCLqd7d8w

    RispondiElimina
  11. Lud, ma non si tratta mica di scegliere tra Pizarro e Aquilani, si tratta di contemperarli e non c'è nulla di più facile e dolce, vista la lingua che parlano. Olivera è, come scrive, Deyna, uno dei preziosissimi lasciti del Raven, ma in panca, springante per riempire i vuoti contingenti. Piuttosto: con 'sta legge Zaller non stai entrando in megalomania schreberiana? Va bene che scrivevi sopra l'aldemente notturno (Olivera, non Oliveira, uffa: oltre a non guardare le partite non ode e non legge, lo scoreggion di testa) e il rischio di contagio è sempre all'erta in quei casi. Dismission: impossible!

    RispondiElimina
  12. Chiarificatore29 ottobre 2012 08:29

    I Pizzaro ed  i Pirlo,  non rallentano l'azione, Ludwig, al contrario, la velocizzano con la loro velocità di pensiero e di esecuzione ( facci caso, giocano sempre ad uno o due tocchi, poi passaggi filtranti ed illuminanti,  o creano superiorità numerica, saltando l'uomo con una finta ed in agilità), dando così ad essa geometria, aperture e soluzioni che altri non vedono. I Montolivo, quelli sì, molto spesso rallentano l'azione, nonostante il loro ragguardevole bagaglio tecnico.

    RispondiElimina
  13. Chiarificatore29 ottobre 2012 08:34

    Pizzaro sta per Pizarro.

    RispondiElimina
  14. Pantanolivo, un incubo dal passato: ci si sveglia col pigiama madido di sudore, gridando «Dalla via, dalla via! Juninho te la toglie!». Poi accendiamo la luce, col cuore in gola, e ci ritroviamo felicemente nel mondo di Valero, di Pizarro e di Aquilani. E sorridendo torniamo ai sogni, stavolta guidati alla vittoria. Dismission: impossible!!!!

    RispondiElimina
  15. Cercasi baseballista disperatamente (stavolta, mission: impossible! Ahahahahahahahah!). Comunque, vuturiani ed emiliani del cazzo... dismission: impossible!!!!!

    RispondiElimina
  16. Chiarificatore29 ottobre 2012 08:53

    Ok Pollock , registro la modifica della data rispetto al calendario che uscì a suo tempo, con scritto mercoledì 31.10.2012.

    RispondiElimina
  17. Pollock, ADV conferma ufficialmente: prima di Natale tutti in discoteca a festeggiare il terzo scudetto, quello dell''82!!!!!!! Grandissimo, grandissimo!!!!!  Che sfida, che schiaffo!!!! Che gioia!!!! Mai così grandi!!!! Mai così intemerati!!!! Lancillotto, nel Paese del Male, in Gorre, a sconfiggere i Merdosi!!!!! Vuturemiliani sfondati nell'intimo!!!!  Tutti in discoteca!!! E' la volta che mi pasticco anch'io, con beveroni di vodka allo sciroppo di frutta, come i ggggggggggiovani!!!! Musica a tutta randa, truzzi!!! Again and again!!! Fuck with you!!!! Turn me on!!!! The way we are!!!! When it rains!!!! One more time!!! Lo vedete che non ce n'è una che non sia intonata al momento? E Juve merda e Juve merda e Juve merda Juve merda, Juve merda Juve merda Juve merda Juve merda (continua)! Dismission: impossible!!!!

    RispondiElimina
  18. La legge di Zaller è un esercizio di ironia come la legge di Murphy. Mi direte se secondo voi è vera: secondo me si. Su Pizarro non ho espresso che una impressione. Non è sicuramente in concorrenza con Aquilani: l'uno è un regista l'altro la classica mezzala. Per ruolo, posizione in campo, e qualità tecnica è un nuovo Antognoni e spero che abbia già il 10 o che glielo diano al più presto. Pessimo Gat, con un post tutto rivolto al passato e a Montolivo, dunque in stile seduta spiritica ed evocazione di fantasmi. 

    RispondiElimina
  19. Lo so, Lud, che è ironia, e nel merito hai pure ragione. Del resto, Lolita sulla cloaca ha detto giusto: il bilancino moggiano ieri era più per abbassar la cresta alla Lazio che per favorire noi. Ti segnalo peraltro la scientifica ammonizione di Diamanti, ieri a Bologna, che lo toglierà di mezzo dal match di Torino. Il vento è giraudo all'antico, Lud, decisamente... Dismission: impossible!!!!!

    RispondiElimina
  20. Chiarificatore29 ottobre 2012 09:20

    Certo, Ludwig, ed io ho semplicemente voluto dire, e cercato di dimostrare, che quella tua impressione su Pizarro è sbagliata.

    RispondiElimina
  21. Chiarificatore29 ottobre 2012 09:23

    Il 10, Aquilani,  lo ha da quando arrivò, Ludwig, e se non ricordo male fu proprio lui a volerlo, con ragione.

    RispondiElimina
  22. Finalmente ho capito perché la Rube non vince mai in Europa: non sono abituati a giocare con un uomo in meno. 

    RispondiElimina
  23. McGuire, dove ti eri cacciato? La tua defezione è stata pesante! Abbiamo dovuto spostare Lud sulla fascia, che è andato a pestare i piedi nella zona di Lele con conseguente scazzo di spogliatoio, mentre AntoineRouge è salito seconda punta ma l'intesa con Jordan non era ottimale; insomma hai combinato un casino con la tua saudade e mancando a ripetizione gli aerei dallla Scozia. Ora che sei tornato, puntuale agli allenamenti, McGuire! Pollock, sulla cloaca prima metà del prolississimo post (come asserisce Vitalogy, illeggibile) dello Pseudotutto spesa soltanto come excusatio non petita su Ljajic, 'sti derelitti passano il tempo a ricucire i propri detti con la realtà che offendono, a giustificarsi delle cazzate dette nel post precedente e creano così i presupposti per nuove giustificazioni al post seguente: tifo viola zero, per il resto, ma tifo per se stessi, per il proprio io malato del cazzo e sragionante, alle stelle invece. Dice, il favone della pontellizzazione, che il gol del serbo non era da punta nemmeno seconda: ne deduco che l'arbitro avrebbe dovuto annullarlo. Ljajic ha segnato un gol capolavoro: stracciamoci le vesti! Dismission: impossible!!!!

    RispondiElimina
  24. TOCCA L'ALBICOCCA29 ottobre 2012 10:37

    Sono d'accordo con l'analisi della partita della maggior parte di voi,aggiungo solo un paio di considerazioni "dal vivo" perchè io,nel giudicare gli episodi ritengo attendibile solo questo metro.
    Il gol di Mauri era regolare ma dopo la moviola non prima,la bandierina si alza subito e la prima impressione è stata che ci poteva essere fuorigioco.
    Le due espulsioni erano nette dal vivo e si sono rivelati tali anche dopo mentre sul mani di Cuadrado ci sono stati subito dei dubbi ma solo perchè ancora brucia il rigore di Gonzalo a Milano e quindi la paura di un deja vu che va da Amor passando appunto per Rodriguez,
    ci mette ormai nella condizione di pensare che ce li fischino tutti da quando esiste il calcio.
    Tare si dovrebbe ricordare del gol non concesso a Gilardino e forse anche dei gol in fuorigioco kilometrico di Di Canio oltre alla parata di Zauri,se così facesse,molto più signorilmente,avrebbe avuto l'occasione di paragonare uno dei tre episodi favorevoli al torto
    subito ieri,compiere un elementare sottrazione e constatare che ancora n'ha da passare
    d'acqua sotto i ponti prima di potersi permettere di starnazzare.
    Due mie personalissime considerazioni.
    Giocavamo senza Pizarro e Roncaglia.Mauri,l'autore del presunto gol è forse uno dei misteri più grandi del nostro calcio.Ne ha fatte,almeno secondo i giornali,quante Caino ma continua a giocare,ennesimo fascicolo perso o curioso caso di omonimia?

    RispondiElimina
  25. Credo, Tocca, che sulle espulsioni nemmeno i laziali abbiano detto qualcosa o possano dire qualcosa, siccome però non frequento i loro siti non saprei. Vorrei, tra l'altro, che si contassero i gialli cavati agli avversari da Cuadrado: ne provoca più lui che falli difensivi, ai suoi tempi, Bob Morse. Circa il braccio di Cuadrado: col metro di Parma e di Milano è rigore e con lo stesso metro a Verona avevamo diritto noi, al rigore. Insomma, le regole vengono tirate da una parte o dall'altra a seconda dell'occasione, della necessità politica del momento, e a dirla semplice, dei bisogni (da cesso) della Juve.

    RispondiElimina
  26. Bellissima la risposta di Pradé a Marotta: ”Marotta ridica a me quelle cose, da soli in una stanza, guardandomi negli occhi. Non c’e’ bisogno di aggiungere altro” Mi pare che la presa per il culo non sia neanche sottintesa. 

    RispondiElimina
  27. Io c'ero,li,nella mia fila 19 di tribuna coperta,a guardare una squadra italiana che gioca a calcio.Ero li,quasi attonito,a confutare Paolucci(polo museale fiorentino),il quale afferma che ciò che custodisce la Galleria Palatina di Palazzo Pitti non tornerà più,quella bellezza sfrontata poichè assoluta,quella magnificenza grandiosa perchè unica;io l'ho vista la geometria di Pontormo nei piedi di Valero e di Aquilani,io ho visto la sfrontatezza di Raffaello(l'angelo sterminatore)in Liajic,ho anche notato la sicurezza di pennellate vigorose,michelangiolesche,di Gonzalo,ho rivisto un ragazzo che pur giovane,Savic,è della bottega del Ghirlandaio,come  lo fu il genio leonardesco,e come lo è stato(geniale)Cuadrado(unico a "cercare" i giocatori col giallo già a proprio carico).Gaudio magno per il Mecenate Montella("Portate qui gli artisti,vedrete che opere...Portate qui quelli meno artisti,la bottega fiorentina è rinata").La vista d'aquila dei laziali non ha notato che la loro difesa era già tutta ammonita dopo mezzora,Massimo Mauro(al quale,GUBERNATOR,non si può non dedicare una bella giornata di perculismo acuto in questo blog)non ha visto che i due centrocampisti laziali sono stati espulsi in quanto frustrati dal vorticoso palleggio del primo tempo e dalla benzina che ancora spingeva Cuadrado?Ascoltato Mauro alla radio?Disgustoso,da buon gobbo che cazzotta con congiuntivi,si dimena con vocaboli inventati su due piedi e perifrasi degne di Cazzaniga...Massimo Mauro è uno di quelli che è stato in grado di spostare il focus da Catania-Arbitri(1-0)agli episodi di Firenze,dove la terza forza del campionato è stata messa sotto come la capolista.Il gol clamorosamente sbagliato da Klose dimostra che Dio esiste,ringraziamo Lotito per essersi tenuto Rocchi,100 di queste domeniche a noi,zero punti a loro.(P.S.:ieri Gasbarroni espulso,il Monza ha perso...povero vate).

    RispondiElimina
  28. scusate,il risultato conclamato è,come sapete, Catania-Arbitri 0-1.A questo punto dedicherei due righe al sito di scommesse Paddy,che ha pagato l'1-0 del Catania per manifesta giustezza;al di la della trovata di marketing(ma sta pagando veramente l'01-0!),questa genialata andrebbe colta dai vertici del calcio,miopi anche davanti agli schermi giganti dell'epoca moderna.Paddy ha preso per il culo tutto il calcio italiano,Paddy è il vero REnudista,Paddy ha insegnato come dovrebbero andare le cose,Paddy ha smaschereato anche all'estero il fetore degli agnelli,Paddy è l'arbitro che tutti vorremmo contro la juve,Paddy merita uno striscione,Paddy è un sogno che diventa realtà,se qualcuno lo vorrà;purtroppo questi aspetti non verranno mai contemplati,sono solo cose e acadimenti per i puri del calcio.

    RispondiElimina
  29. Cazzaniga, caro Sopravvissuto, Cazzaniga... Chi vai a ricordarmi... Uno Yo el supremo dei ricchi. Senti intanto cosa ha scoperto Pulvirenti: «Stamattina sono andato sul
    profilo Facebook di Maggiani e c'è lo scudetto della Juventus.
    Tutti sono liberi di tifare per qualsiasi squadra ma se vedo
    questo e penso a quello che è successo ieri in campo, il fatto
    che si sia fatto influenzare dai giocatori della Juve, ditemi
    voi cosa devo pensare». Braschi aveva detto iersera alla DS che Maggiani aveva dietro di sé una grande carriera («illibata», addirittura: come quella della Staller, direi): ora capiamo perché.

    RispondiElimina
  30. Guarda, Sopra, che gli Italiani scommettono su Paddy da sempre, da 1.500 anni, ma la rendita a puntata è così bassa che ci chiappiamo sempre ma è grassa se chiudiamo pari.

    RispondiElimina
  31. stefano, vienna29 ottobre 2012 11:35

    Scusate, ma io sono da quattro settimane che ho smesso di guardare il calcio italiano, come scrissi sul blog, dopo trent'anni dove non ho mai perso una partita della Fiorentina.
    Ieri, per curiosità e stimolato da una telefonata di un mio amico, ho visto le sintesi delle partite: NON C'E' STATA UNA PARTITA REGOLARE, compresa la nostra per compensazione. Chi doveva vincere ha vinto.
    Mi spiace ma a me il wrestling non mi interessa, ed il calcio italiano è peggio del wrestling.
    E vi dico la verità, senza questo calcio, si vive meglio, ho anche smesso di fumare da due settimane. Aggiungendo i soldi risparmiati per andare a vedere la partita, si tratta di un risparmio di almeno 30 euro a settimana.

    RispondiElimina
  32. BLIMP,il licantropo stanotte ti ha nominato,io ho risposto poco fa ma quello vive lo sport come i naturalisti vivono la vita:ve bene ma se vai per locali o luoghi pubblici devi coprire il tuo pudore...i naturalisti lo fanno,lui no.Dardeggia contro chi sbarra dialettica che non abbia sue linee guida,parla di cose rimosse e sembra veramente sappia cose da noi inimmaginabili,come il farmacista dei borghi 400 anni fa.Mah...cè chi parla da solo,chi scrive da solo.Pulvirenti?Un piccolo agnelli,attende aiuti di stato con un'azienda che ha un passivo di 380 milioni di euro,quindi,stessa pasta stessa fine,stessa etica professionale con risultanze calcistiche diverse:soccombe davanti al debito(più alto)dei torinesi.Terminata l'epoca dei sudditi gobbi con 131 mirafiori o Argenta,oggi suv gobbi con jeep.Braschi?Quello he prendeva di petto i calciatori ma si faceva mettere mani sul petto dai gobbi?Mmmmhmmmm vediamo...si.Scusa l'avevo rimosso.

    RispondiElimina
  33. Africa al pepe verdeIeri
    sera,caro Pollock,ho avuto la sventura di ascoltare Braschi,e mi veniva
    da vomitare nonostante fossi in dolce digestione,dopo un magnifico
    filetto al pepe verde.Mi immagino che bottino debba essere l'ambiente
    della classe arbitrale quando a capo c'e'un simil personaggio.
    Non
    hanno mai voluto la prova televisiva,adducendo che non ci si puo'fermare
    tanti secondi per l'analisi in replay,come fanno in molti sport...ma se
    ieri son stati a parlarsi per minuti,quei delinquenti!Siamo al
    paradosso che lo spettatore alla TV,sa in tempo reale o quasi,quale
    sarebbe la decisone corretta,e chi deve decidere no.Io credo che un bel
    picchetto con le merde rintuzzate dentro per ore ed ore,farebbe bene al
    calcio,e non sarebbe incivilta'.Incivilta'e'la panchina tutta della rube
    che si alza,sono le parole di marotta,l'atteggiamento di conte,gli
    annunci dell'ovino,dell'evasore marchionne,e lo dico non
    perche'zebrati.Sono espressione di un itaglia che deve andare al
    rogo,quella che si espande nella politica inzuppata di mafia e
    favoritismi.Quella itaglia che e'alla fine della festa,la rivoluzione e'
    alle porte.Gentaccia come galliani che in risposta ai presidenti che
    volevano ritrattare i diritti TV,rispose:allora non vi compreremo
    piu'giocatori!Ma cosa abbiamo fatto per meritarci tali escrementi in
    luogo di potere?Il calcio attuale e'l'identico paesaggio della politica
    corrotta e clientelare.Piuttosto,ho idea che l'esporsi contro gli
    ovini,sia un viatico gia'chiaro nelle menti dei DV.Diego non parla mai a
    caso e le dichiarazioni del fratello di ieri,esplicite,sugli
    investimenti in vista stadio,non possono essere altro che di ottimo
    auspicio per noi tifosi,ma non solo.E'una corrente di pensiero,parallela
    al Renzi,che deve abbattere i vecchi establishment mafiosi politici e
    di conseguenza sportivi.Attendo analisi da voi,segnatamente dal
    Chiari,acuto osservatore politico.
    Parlando
    di calcio,plaudo a Deyna,che risponde alla grande a quella specie
    di...lasciamo stare,che sta a Parma,che cerca di ridicolizzare ADV.
    Cloaca,Blimp?ah ah.Da quando giustifico'la Shoah,per me e'una feccia della societa'.
    Saluto
    Tocca,privilegiato,che puo'andare allo stadio.A me ieri
    e'toccato,raramente per fortuna,lo streaming TV,e devo dire che
    analizzare da li',si fa una fatica bestia.Deyna,so che le vedi in
    streaming,essendo prossimo al mio ritorno in Italia,mi sto informando
    come montare parabola e sintonizzarsi sui canali satellitari sudafricani
    DSTV,circa 30 canali di sport 24 h su 24,calcio europeo
    tutto,dove senti cronache imparziali(e non foraggi SKY)magari interessa
    anche a te.
    Lele
     

    RispondiElimina
  34. Chiarificatore29 ottobre 2012 11:57

    Sei troppo buono nei miei confronti, Lele, inoltre vedo che quanto ad acutezza di osservazioni, e non solo calcistiche, non hai bisogno di "chiarimenti" da parte mia ,eh eh eh, hai detto tutto tu, perfettamente.

    RispondiElimina
  35. «Soccombe davanti al debito più alto dei torinesi»: la inseriamo in crestomazia, Sopra. Lele, attualmente sta attaccando violentemente ADV per aver attaccato la Giuve: parla di rievocazione strumentale dello scudetto dell''82. Certo, dopo l'intemerata per Buffon c'era da attendersi il pronunciamento gobbo ufficiale. Sono esterrefatto, è Alè Juve su un sito presuntamente viola. L'argomento del tifo dei presidenti nati tifosi è poi degno di cervello lillipuziano o lilliprepuziano: trovane uno, a parte Moratti, lo stesso Silvio as a young man era interista. E in casa nostra l'ultimo viola di sangue fu Melloni, se non erro, ma non mi sentirei di rimpiangere le sue finanze e il suo peso politico. Davvero, la partenza del Tonto ha provocato un'autentica tragedia ormonale. Ma che ce frega ma che ce importa... Dismission: impossible!

    RispondiElimina
  36. TOCCA L'ALBICOCCA29 ottobre 2012 12:08

    Ciao Lele,ti consiglio DSTV Multichoice che mi risulta,tra l'altro,che attraverso la piattaforma di Super Sport dovrebbe aver acquisito i diritti del campionato italiano.
    Rai International è inguardabile ma ti garantisce comunque anticipo,posticipo e una a girare la domenica,più i gol in diretta delle altre partite.
    Commentatori da rihovero però l'importante è vedere qualcosa.
    Un'acquata come quella di ieri me la ricordo col Livorno 5 o 6 anni fa ma ieri mi pareva anche un gran freddo,ma dev'essere l'eta sai....

    RispondiElimina
  37. Africa o Nuova Delfi?Sei
    tu troppo buono con me,Chari,ne ho bisogno invece...non ho mai avuto la
    presunzione e spero mai di averla,di abitare a Delfi.
    Lele
     
    Sopra,la prossima volta chiedigli del suo undici con Gamberini,Natali,Padoin,Montolivo,Biondini,Gabbiadini
     

    RispondiElimina
  38. Chiarificatore29 ottobre 2012 12:36

    Infatti non sei un oracolo, Lele, quelli sono nel sitone e sempre più soli con i loro vaneggiamenti, tu sei più semplicemente uno che se ne intende e, ti ripeto, non solo di calcio.

    RispondiElimina
  39. Chiari, Lele un giorno o l'altro ti presenterà il conto e tu lo troverai sempre, per principio, troppo caro... Dismission: impossible!!!!!

    RispondiElimina
  40. Chiarificatore29 ottobre 2012 12:56

    Qui non corro rischi, Colonnello, questo Blog è impagabile non solo in senso lato ma anche letterale,  ci si trovano perle di saggezza a gratis.

    RispondiElimina
  41. Le parabole africane di Lele, tra un po' camminerà anche sulle acque, anzi sullo specchio d'acqua di Lud.


    Infatti,Tocca,dicevo
    a Deyna che al mio ritorno,cerchero'la soluzione per puntamento
    parabola dall'Italia,verso i canali DSTV che vedo da anni ed
    e'superlativo.Io sono abbonato Multichoice ed in effetti,da quest'anno
    emettono almeno 4 partite della seria A,ma come puoi immaginare spesso
    sono le strisciate.Normalmente la Fiorentina ci cade dentro,se non in
    diretta,in differita,ma non ieri,porcaputtana  e questo streaming mi ha
    fatto impazzire a parte il primo tempo.DSTV lo sai,e'di un livello
    stratosferico,vedi calcio spagnolo inglese italiano tedesco africano e
    brasiliano,commentati alla grande e tutti gli altri sport compresi tutti
    i tornei di golf(che a voi non interessano...eh eh)x 120 $ mese.
    RAI
    intl e'strisciata.Se la Fiore non capita in un posticipo,non la
    programmano.Ieri infatti pensavo di vederla con la Lazio,dato che era la
    piu'interessante,ma nonostante avessero gia'passato la scorsa domenica
    Inter Catania,hanno ribadito con  Bologna Inter.
    Rojadirecta
    mi funziona male,il migliore che riesco a captare
    e'usagoals.com.Tuttavia,non sai quanto vorrei esser bagnato,ma sugli
    spalti...

    Lele
     

    RispondiElimina
  42. Lele, te l'ho già detto, tu vuoi usare per tramite quel tipico pezzo di merda sanfredianino ma il prezzo da pagare sono le didascalie. Dismission: impossible!!!!!!!

    RispondiElimina
  43. Per tornare al telecronista amato da me e da Deyna, vecchio suiver come avrebbe detto Brera dall'eloquio fantasioso e anedottico, mi ero dimenticato la più bella tra le perle di ieri. Dopo aver ricordato gli ultimi scudetti di Roma e Lazio ha osservato che si situavano a cavallo del 2000, dunque in prossimità del Giubileo, di qui il sospetto che il Padre Eterno ci avesse messo lo zampino! Irresistibile.

    RispondiElimina
  44. E adesso una bella imbecillata di Multinick, per riscaldarci al primo freddo di stagione: «27/08/2012
    19:07:05 Brancaleone
    da Norcia, idem Abbiamo Aquilante, Frattaglia, Pollo Hamadori,
    Porcavalero, Fernandel e Belen. Questo è il grande mercato viola, giocatori
    pagati due soldi perchè reduci da una stagione mediocre a dir poco. Manca solo
    Barbadillo e si chiude il cerchio. Delusione completa, sarà dura e questi
    intenditori sotto sono anche felici; mah, contenti loro...». Ma com'è il Multinick, ma com'è, eh? Certo, contenti noi, mica te, gobbo infame! Dismission: impossible!!!!!

    RispondiElimina
  45. Ma qualcuno ha parlato di Aquilani?  Non ne trovo traccia nei vari siti viola, ma in pochi  minuti ha sfoderato giocate incredibili compreso l'assist per il gol di Toni con un cross rasoterra eseguito in uno spazio minuscolo perché pressato dal difensore. Più lanci dalla distanza che avevano la precisione di missili cruise.  Se questo torna a giocare al meglio avremo un centrocampo secondo solo a quello del Barca.  Manca davvero poco per avere uno squadrone da CL.

    RispondiElimina















  46. Un evergreen, da buttare nel caminetto per un bel focherello scoppiettante: «09/07/2011
    00:12:34 Fugo_Pannacotta,
    Firenze 1 La
    Fiorentina è in vendita. 2 Proprio perché la società è in vendita, i Della
    Valle venderanno molto e compreranno pochissimo. 3 Chi ancora non ha capito che
    le cose stanno così è scemo, ma scemo forte. Chi lo ha capito ed è in cattiva
    fede, merita soltanto disprezzo». Faaaaaava! Faaaaaava! Faaaaaaaava! Dismission: impossible!


    RispondiElimina
  47. Nel focherello scoppiettante non ci butterei il commento bensì.......  anzi quello sarebbe da riproporre giornalmente tramite striscione da apporre sulla cancellata dello stadio per ricordare che i bischeri sono sempre vivi e vegeti in quel di Firenze, anche se fortunatamente costituiscono netta minoranza.

    RispondiElimina
  48. Io, Attila, ho parlato di Aquilani, in lungo e in largo nel mio commentone, io! Ma leggiti questa bella straboiatona milanista: «Per quanto
    riguarda la CL vedremo come va a finire. Quello di cui sono certa è che
    Montolivo la giocherà per i prossimi 8/10 anni mentre noi passeremo i mercoledì
    sera a guardare le repliche di distretto di polizia». Ma a te, Attila, gli sceneggiati televisivi piacciono così tanto così tanto? Ti rendi conto, a 37 anni lui ancora in Champions, 'na cosa di una longevità a mezzo fra Roland Mathews e Didi, e tu davanti alla tele con la copertina sulle gambe e un principio di palletico! Povero unno borghesizzato! E dire che l'anno prossimo dovremo fare una vergognosa eccezione, noi in Champions e il Tonto in poltrona («Cristi, i pop-corn!», «Ma cosa dici, io non te le ho mai fatte, chi ti ha raccontato una cosa del genere?»). Dismission: impossible!!!!!!

    RispondiElimina
  49. Ed ecco un esempio, fra i tanti, delle ragioni per cui Franger (sparito dal sitone al pari di Drago e di Eduardo) sarebbe un acquisto importante e locupletante per il sitollock: «08/04/2012
    12:42:02 franger Su Montolivo sono d'accordo con Deyna78, la sua
    presenza in campo avrebbe indebolito il nostro gioco e compromesso il
    risultato. E' così, sol che si voglia guardare con un po' di obiettività e di
    praticità le partite degli ultimi due anni. Montolivo va bene in un centrocampo
    in cui altri facciano il gioco maschio e lui si dedichi a qualche orpello, al
    pressing e ai raddoppi senza troppe pretese. Non gli puoi chiedere di fare da
    schermo perché non è cosa da femminucce, né di costruire il gioco perché tra lo
    stoppare la palla, il mettersi in posa per le foto, girarsi dall'altra parte
    per mostrare l'altro profilo, passa un quarto d'ora, gli avversari si piazzano
    e spesso ti rubano anche la palla e vanno in rete».

    RispondiElimina













  50. «I primi sei giocatori da
    acquistare per la rinascita? Ilicic, Cigarini, Biondini, Destro, Giovinco e
    Mesto»: cazzo, e noi che abbiamo comprato Borja, Cuadrado, Roncaglia, Rodriguez, Pizarro e Aquilani abbiamo davvero sfavato tutto, allora! Vi rendete conto? Mamma mia, speriamo che Yo el supremo, il Farting Man, non si rilegga, o vedrete come ci ridicolizza! Aahahahahahahahahahah! Disimission: impossible!!!!!

    RispondiElimina
  51. Naturalmente faccio gli scongiuri per il palletico,  non sono ridotto così male via Colonnello!!  Trombo ancora con roba molto fresca credimi.

    RispondiElimina
  52. PS - senza pagare, specifico.

    RispondiElimina
  53. Io pago anche, se è roba bona.

    RispondiElimina
  54. Chiarificatore29 ottobre 2012 14:09

    Ludwig, se c'entra il Padre Eterno è a solo in seconda battuta, perchè gli ultimi due scudetti di Roma e Lazio furono un spot promozionale e pianificato per gli sprovveduti tifosi investitori di quelle due squadre da pochi mesi quotate in borsa. Stesso gentile servizio fu garantito anche alla Juventus per la sua di quotazione in borsa. Vai a controllare pure la tempistica, perfetta e precisa come un Patek Philippe di tua conoscenza. 

    RispondiElimina
  55. Stefano, fai un po' come ti pare, ma non parlare di questi risparmi col Chiari in ascolto, o presto perdiamo un altro tifoso della Fiorentina!
    Però non mi sembra il momento più adatto per mollare.
    Colonnello, quelli che sognavano la pontellizzazione, forse fantasticavano ad minchiam - letteralmente - su Gabriel Pontello...Ifix Tcen Tcen!
    Grazie Lele per la dritta, anche se ormai confesso di essermi affezionato al calcio in streaming...

    RispondiElimina
  56. Chiarificatore29 ottobre 2012 14:11

    E' a solo sta per è solo, un spot sta per uno spot.

    RispondiElimina
  57. I conti della serva africanaCaro Colonnello,il servizio e'ottimo,ma e' innegabile che il conto e'caro...
     
    Lele
     

    RispondiElimina
  58. Chiarificatore29 ottobre 2012 14:22

    Per me pagare una trombata sarebbe un rischio, se poi durante l'atto ci penso mi si ammoscia, fosse anche  Miss Mondo.

    RispondiElimina
  59. Recentissime dichiarazioni di Lucky Luciano: «Della Valle ha detto che vuole lo scudetto dell'82? A quei tempi mi sa che non era neanche nato. Mi sono stufato di sentire queste cose. Se continuerà a insistere, tirerò fuori delle telefonate della Fiorentina nel 2005, così poi vediamo cosa ha da dire...». Dunque dunque... 1) nel 1982 Moggi con la Juve non c'entrava nulla, non si sa cosa si scaldi a fare; 2) il ricatto è severamente punito dalla legge; 3) tiri fuori, tiri fuori, al massimo aggrava a se stesso la pena; 4) è tornato a lavorare a pieno regime per gli Eredi del Cazzo, sennò non si spiegherebbero questa levata di scudi e il ritorno a comportamenti arbitrali inequivocabili. E comunque Juve merda, Juve merda e in culo a chi sta con Buffon e in culo a chi non sarà con ADV in discoteca a ricordare lo scudetto dell''82! Disimission: impossible!!!!!

    RispondiElimina
  60. Chiarificatore29 ottobre 2012 14:58

    Il punto è, Colonnello, che Moggi spara a salve e tanto per alzare un po' fumo, perchè quelle telefonate son venute fuori tutte, nei minimi dettagli e passate e ripassate ai raggi x, e da quelle si può dedurre tutto quello che si vuole, ma nulla di certo. Sono altre e tante le telefonate che invece non sono venute fuori, e che riguardano, guarda caso, in particolare la squadra che, di fatto, condusse l'inchiesta e che più si avvantaggiò da tutta quella vicenda. Roba da Repubblica delle Banane.Detto questo, l'uscita del mafioso dà fondamento alla tua teoria che lo vuole tornato al servizio dei gobbi. A più tardi.

    RispondiElimina
  61. Un saluto ai ritorni di McGuire e Stefano da Vienna, confido anche in quelli di AntoineRouge e Jordan. Mezz'ora di applausi per "il licantropo" del Sopra. Vedo poi un Colonnello in formissima! Il ritorno di Moggi lo ipotizzai anch'io qui una settimana fa, con un ruolo da "esterno" come aveva Meani al Milan.
    Deyna, ti si è attaccato un Masso74, ora son cazzi tua eheheh... non ti bastava l'invito a cena vicino alle cave di Maiano dal Gat?

    RispondiElimina
  62. Pollock, a questo giro urge tuo pezzo a proposito dell'ultimo sproposito di Mafioggi. Ti da più materiale lui con le telefonate conservate in cantina (tipo lo spot della benzina di Luca e Paolo) che la lettura delle opere di Catone. Detto poi dopo Cat..ania. Fantastico Lucky

    RispondiElimina
  63. Moggi chiudeva gli arbitri a chiave negli spogliatoi. Ora non ce n'è più bisogno. Quel periodo è finito per sempre. Agli arbitri ora si da' addosso direttamente sul campo. 

    RispondiElimina
  64. Stefano da Vienna, ma puoi frequentarci parlando d'altro che di calcio, quello lascialo a noi poveri inguaribili (detto davvero senza ironia: solo dei malati possono continuare a giocare con dadi così truccati dalla casa). 

    RispondiElimina
  65. Brovarone dichiara che a gennaio di punte ne occorrono non una ma due. I soldi per la seconda, da far palleggiare nel suo giardino la domenica per tutto il campionato, immagino che li metta lui.

    RispondiElimina
  66. Tra l'altro, Moggi fa trapelare l'esistenza di un suo archivio andreottian-sindonesco di registrazioni inedite di telefonate compromettenti: ma non è perseguibile, per il solo possederlo, e per il non mostrarlo agli inquirenti? Ma quest'uomo ormai può fare indisturbato il cazzo che gli pare? Che non abbia mai smesso di lavorare per la juve comunque lo sostengo da sempre.

    RispondiElimina
  67. Chiarificatore29 ottobre 2012 16:26

    Rieccomi. Pensa a me Stefano, anche io spendo giusto quello che dici tu, versandoli a sky, e di conseguenza anche nelle casse della viola. Stiamo parlando, in lire, di sessantamila gocce del mio sangue ogni fottuto mese. Ha ragione il Colonnello,è una malattia, ma non ci rinuncerò mai, e non si tratta solo di una fede ( fosse solo quello un paio di fedi, quella religiosa e quella ideologica, le ho rimesse razionalmente e pesantemente in discussione nel corso della mia vita), ma di qualcosa di più. E quel qualcosa di più è proprio ciò che non mi farà mai desistere.

    RispondiElimina
  68. Una volta la juve mandava,anzi andava lui con stulo di scriba al seguito,Moggi in tv,oggi mandano direttamente Braschi,il quale ci conferma che un uomo con capelli ricci al comando è simbolo di inettitudine(mi scusino i ricci ma in ambito manageriale c'è questa storiella-secolare-abbastanza vera...).C'è voluto un gol regolare visto anche da Stevie Wonder per stanare il capo degli arbitri,8 partite per fargli ammettere un errore che sommato ai precedenti lancia la juve in fuga;sarebbe un campionato bello,incerto e combattutto senza i gobbi e gli arbitri,due entità che fanno un campionato a se.Peccato non poter portare gli arbitri in Europa,direbbe uno juventino intelligente,magari Oreggia,che col suo editoriale di oggi farebbe invidia al Calboni di "Fantozzi contro tutti" per il suo servilismo ed inettitudine,vero esempio di come si faccia giornalismo a senso unico,senza capacità analitica,senza vista periferica,senza pensiero laterale(oh,Edward De Bono questo sconosciuto!),senza pudore.LUDWIGZALLER,con i due scudetti delle romane hanno lucrato e guadagnato le banche dietro di loro(Capitalia),quindi specchio del sistema Italia,nulla di più....guarda chi era al board della banca,nel cda e noterai intrallazzatori del calcio che hanno anche occupato poltrone.Il Palazzo fa vincere,favorisce le strisciate e nessun'altra,alle romane gli garantisce un salvacondotto a seconda delle situazioni(sai,Roma...4,5 milioni all'anagrafe,in realtà 7 milioni di gente nella capitale...c'è da mangiare per tutti,cè' da prezzolare molti...).

    RispondiElimina
  69. Chiarificatore29 ottobre 2012 16:34

    Mi correggo, le sessantamila gocce di sangue sono per ogni fottuta settimana. 

    RispondiElimina
  70. Sopra, «visto anche da Stevie Wonder»... ahahahahahahahahahah! Chiari, conti ancora in lire perché sembrino di più e per farti più paura? Il Farting insiste con Oliveira: none! Oliveeeeeraaaaaaa! Però, Deyna, tu l'hai molto deluso e mi chiedo se, «catatonico» come sei diventato, potresti più muover membro davanti alla carne fresca che Attila promette a tutti gli utenti del sito. Eppure Yo el supremo ti aveva fornito «i dati, i numeri» (a proposito, quali?). Un fallimento di Pupil... Resterai sotto la pioggia, come dicono accademicamente i Tedeschi per gli allievi abbandonati dai loro maestri. Dismission: impossible!!!!!!

    RispondiElimina
  71. Chiarificatore29 ottobre 2012 16:52

    Esatto, Colonnello.

    RispondiElimina
  72. TOCCA L'ALBICOCCA29 ottobre 2012 16:56

    Il puntamento la vedo ardua perchè qualcuno una volta cercò di spiegarmi,senza
    grande successo,che i satelliti che si possono agganciare nell'emisfero sud non si beccano in quello nord e viceversa.Risposi con un semplice obbedisco e sganciai i'lesso che però in Africa centrale è quasi la metà.

    RispondiElimina
  73. Io unn'ho (o io unno come preferite)  promesso nulla a nessuno, sia chiaro.  Un vorrei trovammi la fila domani davanti a casa.  Per i reclami rivolgetevi al Colonnello ed esigete da lui, caso mai, la prebenda indebitamente offerta a mio nome.

    RispondiElimina
  74. Eh Colonnello, nella mia catatonia ormai ogni piccolo sforzo è impresa suprema, per ottenere qualche cenno di movimento membro la carne più che fresca dovrebbe esser congelata, ahahahah

    RispondiElimina
  75. Attila, sei egoista e possessivo mentre tu, Deyna, pecchi d'infantile irragionevolezza che sconfina nell'arroganza, ma almeno Oliveira è diventato Olivera (Pollock, vedi che leggono anche se non frequentano... ahahahahahahahah! E ce n'è anche per te, «maestro di leggerezza e d'ironia», da parte dell'Acefalo della Pontellizzazione, lo Pseudosenese sclerante e non frequentante!). Dismission: impossible!

    RispondiElimina
  76. E comunque eccovi materiale per la supersfida intercontinentale [sempre post 1970, anzi assumiamo il 1974 che è più proprio come spartiacque]:

    Europa: 

                                                   SCHMEICHEL

      MALDINI               BARESI              BECKENBAUER            KROL


                             NEESKENS                   MATTHAUS

                CRUIJFF                                                ANTOGNONI
                                                                    [Deyna, Platini, Zidane]

                           G.MULLER                        VAN BASTEN
                 [Rummenigge, Baggio]

    [a disp: Zoff, Buffon, Thuram, Cabrini, Vogts, Kohler, Hulshoff, Scirea, Tardelli, 
    Rijkaard, Schuster, Xavi, Deyna, Platini, Zidane, Baggio, M.Laudrup, Boniek, 
    Iniesta, Lato, Rummenigge, Van Nistelrooy, Rensenbrink, Rossi]

    ...........................................................................................................

    Sudamerica:

                                              FILLOL

      JUNIOR         FIGUEROA        PASSARELLA       F. MARINHO
      [Zanetti]

                             FALCAO               REDONDO

                 ZICO                                           MARADONA

                          RONALDO                      MESSI
                                                        [Batistuta, Romario]

    [a disp: Leao, Chilavert, Zanetti, Chumpitaz, Nelinho, Aldair, Luis Pereira, Samuel, Cerezo, Mascherano, Dunga, Mauro Silva, Ardiles, Rivelino, Cubillas, Ronaldinho, Socrates, Bertoni, Kempes, Batistuta, Romario, Reinaldo, Roberto Dinamite, Careca]

    RispondiElimina
  77. Chiarificatore29 ottobre 2012 20:08

    Beh, Deyna, così non vale, nella squadra sudamericana ci sono due marziani. Devi rifarla con soli terrestri.

    RispondiElimina
  78. Mettici Montolivo, ungulato!

    RispondiElimina
  79. DEYNA,dove sono Cigarini,Gasbarroni,Bonaventura,Adelio Moro,Libera,Sileno Passalacqua,Odorizzi,Vito Chimenti,Longobucco.....tutti calciatori dell'orbita GAT.

    RispondiElimina
  80. Ahahahah...Comunque di marziani solo due? Io ne vedo tre o quattro, ma uno anche nell'Europa.

    RispondiElimina
  81. Chiarificatore29 ottobre 2012 20:38

    Posso intuire a chi tu ti stia riferendo,  parlando di altri due o tre, Deyna, che sono sicuramente fenomenali, ma non propriamente marziani come i due, secondo me.

    RispondiElimina
  82. Chiarificatore29 ottobre 2012 20:42

    Per spiegarmi meglio, i due marziani rendono la partita senza storia, senza loro, secondo me, è aperta.

    RispondiElimina
  83. Dopo Marotta,Braschi e....oggi Abete,poi Petrucci(con alle spalle-vedere in tv!)Montezemolo:la linea Juve è saldata.

    RispondiElimina
  84. Braschi. Anno 1994, Auto commissionaria Pratese, rivenditrice ufficiale dei marchi Alfa Romeo e Lancia in Prato. Alfa in via Valentini e Lancia in via Fabio Filzi. Un bel giorno si presenta alla concessionaria Lancia, con la sua bella Bmw serie 3 station wagon (in piena attività professionale come arbitro) : "Buongiorno sono venuto a ritirare una Lancia Z full optional" - "Ohibò, ha parlato con qualcuno dei nostri rivenditori ?! Io non ricordo di averla servita" - "A me è stato detto solo di passare in concessionaria per ritirare il contratto e la vettura che dovrebbe essere già qui". Stupore in concessionaria, un arbitro di fama nazionale e internazionale che viene a chiederci una vettura di cui nessuno sa niente e di cui nessuno ricorda di aver condotto una trattativa. Panico totale, cosa fare è semplice, alzare la cornetta e chiamare Maurizio Drovandi, uno dei soci dell'autoconcessionaria insieme al Cav. Palmieri, con discreti trascorsi nei rally e nel campionato prototipi. "Maurizio ?! Abbiamo qui Braschi che chiede conto di una Lancia Z full optional ma nessuno ha visto né fatto il contratto......" - "Eccheccaxxo, me lo dite quando è già lì ?!" - "Quando avremmo dovuto dirtelo visto che nessuno ci avvisato che sarebbe venuto a ritirare un auto di cui non esiste un contratto ?!". Per Maurizio percorrere 6 km in pieno centro a Prato in meno di 7 minuti e mezzo era uno scherzo a quei tempi, pulito, lavato e stirato eccotelo arrivare con la sua 164 Turbo ed un sorriso a 44 denti, sovrannumerali compresi! Non ci caca nemmeno, si preoccupa solo che le sue indicazioni sull'attendimento siano state eseguite alla lettera. E ci credo, guai a farlo incazzare. Tempo un'ora, mi arriva sulla scrivania il contratto della Lancia Z full optional (completa di tutto!) e le firme dell'allora mio principale e dell'arbitro in calce, ma non l'assegno, o un anticipo per poter registrare il contratto fra i venduti. Al che, giusto per non prendersi cazziatoni dell'ultima ora corro da Maurizio e chiedo trepidante: "Maurizio non ho ricevuto assegni o contanti, è tutto regolare ?!" - "Leo non chiedere, il contratto lo hai ?! Registralo!". Cosa fatta capo ha. Ultima domanda idiota "Ha parlato di un auto già presente in concessionaria ma non ne abbiamo di Blu spazio metallizzato in pronta consegna"- "La bisarca è al casello di Prato est e le targhe sono già in concessionaria, domani viene a ritirarla" - "Abbiamo un'usato da prendere in carico ?!" - "Niente, torna al tuo lavoro". Li ho capito quanto mamma Fiat fosse generosa con i suoi dipendenti. 

    RispondiElimina
  85. Leo, se entro due giorni Pollock riceve una email da qualche giornalista che chiede di poter verificare la tua storia [erano così sicuri che non usavano nemmeno precauzioni elementari, complimenti!], significa che il Sitollock ha ormai sfondato. Chiari, penso tu ti riferisca a D10S e a Messi, ma come impatto sulle partite anche Zico, Cruijff e il Ronaldo pre-infortunio erano altrettanto devastanti, credo...Zico in particolare credo sia stato uno tra i fuoriclasse più sottovalutati, ma solo negli ultimi 10/15 anni, perché quando era in attività gli veniva data la giusta considerazione. Penso abbia pagato la sfortuna di giocare due mondiali (78 e 86) da infortunato, e di essere uscito sul più bello, nell'82, quando stava dando spettacolo. Maradona prima del Mondiale '86 era considerato al suo livello, poi fece quello che fece, e diventò MARADONA, senza peraltro più ripetersi ai livelli di quel mondiale. Va detto però, per onestà, che se Diego avesse giocato sempre così allenato e "pulito", avrebbe reso tanto di più in carriera...Però Zico era superiore come realizzatore, e pari come regista quando arretrava: questo lo si è visto poco in italia e nel Brasile, ma nel Flamengo giocava praticamente alla Platini, con molto più spunto da attaccante, e in questo ruolo ha dato la paga anche alle europee dell'epoca. Rispetto a Maradona era un po' meno geniale negli spunti in dribbling [tutto è relativo, comunque quisquillie], meno naturalmente esplosivo, ma era comunque un grandissimo.

    RispondiElimina
  86. Longobucco... ahahahahahahah! L'avevo dimenticato! Bene Pupillaccio, col 1974 puoi barare meno. Cominciamo con l'Europa. Schmeichel te lo cacci, diciamolo d'ingresso, e Buffon sia, per quanto sia sconcio dirlo. I due Franz si doppiano, ci vuole proprio uno stopper, che per me è Thuram. Il resto lo benedico ma in panca metti anche Torocsik e Morten Olsen, mentre Van Nistelroy e Scirea non sono all'altezza, dopo tutto. Circa il Sudamerica: il terzino destro è in effetti un busillis, ma per equlibri io dico Maicon, stranamente dimenticato. A centrocampo Ardiles per Falcao e Dunga per Redondo oppure Ardiles, Falcao e Redondo ma allora escludi Zico. In panchina no Mauro Silva, Reinaldo e Mascherano, sì Kakà, Cafù, Edmundo. Vince l'Europa se la palla non arriva mai ai suoi venti metri (ahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  87. Antognoniforever29 ottobre 2012 21:54

    Che Moggi continui a lavorare per la juve non e' un sospetto che avete.
    E' la realta'.

    RispondiElimina
  88. Chiarificatore29 ottobre 2012 22:20

    Deyna, io resto dell'idea che Maradona e Messi siano di un'altro pianeta calcistico. Su tutti gli altri si può discutere. Se poi dovessi fare un graduatoria dei terrestri, in cima metterei Cruijff,  poi , se vogliamo togliere gli infortuni, allora per me, lo stesso  Antognoni non va considerato inferiore agli Zico ed ai Ronaldo; è amaro dirlo, ma prova ad immaginarlo per quindici anni, ad esempio, nel Milan o nel Real Madrid o nel Barcellona.

    RispondiElimina
  89. Si è riaffacciato Drago (sistemando ben bene il masso di 74 tonnellate), qualcuno gli mandi segnali di fumo da qua! DRAGOOOOOOOOOOOOO!!!! 
    Interessante il racconto di Leo, ulteriore conferma della veridicità delle storie di auto agli arbitri

    RispondiElimina
  90. Chiarificatore29 ottobre 2012 22:35

    Drago è sempre lucidissimo. Ha un solo  difetto, scrive raramente.

    RispondiElimina
  91. Allora Colonnello, avevo avuto i tuoi stessi dubbi, più o meno. In effetti funzionalmente vedo malissimo la coppia di centrali Baresi-Beckenbauer, e ci vorrebbe uno stopper vero [a fianco di Kaiser Franz, ovvio], sia pure di molto minor nome e valore assoluto. Se vogliamo la classicità olimpica, vada per Thuram, non sottovaluterei il rude Kohler, ma in un impeto di italianismo sarei tentato da Vierchowood, soprattutto se in funzione della sfida col Sudamerica, per cercare di star dietro con la sua velocità a Ronaldo e Messi. Anzi, a quel punto rinuncio al Kaiser e metto dentro anche Baresi. Schmeichel tanti anni fa lo ritenevo un sopravvalutato, poi a forza di sentire gente che lo esaltava mi decisi a vedermi un bel po' delle sue partite inglesi: un superuomo, perdio, un superman! Più forte di Buffon, secondo me, come anche il Cech pre-infortunio. Avrò sopravvalutato il nostro Antonio? Se vuoi che metta in panca Torocsik - geniaccio che adoravo, sia chiaro, ma che poco ha mostrato in campo internazionale - devi accettare anche Reinaldo, un dio del calcio la cui grandezza è rimasta confinata praticamente al solo Brasile, causa infortuni. Per il Sudamerica, Maicon a me non esalta troppo, difensivamente è un pippone quanto Junior, e non ha la sua classe. Uno Zanetti costretto a giocare a due tocchi forse sarebbe la soluzione migliore. Comunque, a Maicon preferisco allora Cafù. La coppia di centrocampo Falcao-Redondo è talmente bella, che non la scindo neanche a costo di perdere la partita. Edmundo, m'ero dimenticato Edmundo! Mi farò flagellare per questo dalle tre meduse montoliviane, ahahaaa. Kakà a me però non ha mai entusiasmato...Altro vuoto di memoria imperdonabile, ho dimenticato Francescoli! Ed anche Lugano e Forlan sarebbero forse da considerare, per la panca lunga. Vedremo a fine carriera che avrà fatto Suarez, mio antico pupillo...l'altro giorno soliti gol col Liverpool.

    RispondiElimina
  92. Chiari tu sei l'unico che finora è riuscito a scrivere inviti aggirando i buttafuori del sifone!

    RispondiElimina
  93. La sintesi potrebbe essere:



                                                    Buffon

                    Maldini         Figueroa             Beckenbauer           Krol

                                                   Ardiles
                             Neeskens                        Maradona

                            Ronaldo             Crujiff          Messi

    RispondiElimina
  94. No, con gli uruguagi non esagerare, quelli li lasciamo fuori, Deyna. Cafù si può anche fare in titolarità, ma non sono d'accordo sull'equivalenza tra Junior e Maicon in fase difensiva. Povero Massi, era un bravo ragazzo, NONOSTANTE tutto: cercate di non perderne le ceneri per l'urna da collocare, in un posto d'onore, nel Museo degli Orrori dei Blog.

    RispondiElimina
  95. Chiarificatore29 ottobre 2012 22:51

    Vitalogy, non sto partecipando alla vostra discussione nel sitone perchè non ho nulla da aggiungere a quanto state scrivendo tu e Deyna, spero che Drago ci legga qui visto che tu ed io gli abbiamo mandato, da qui,  segnali di fumo, eh eh eh.      

    RispondiElimina
  96. Già, il masso74t per un lungo periodo fu anche uno dei cosiddetti "utenti di buon senso", avendo avuto il coraggio di sottolineare per primo al mondo le colpe di Corvino nel crack della Lehmann Brothers... poi il licantropo se ne dissociò quando lesse il giudizio del bravo ragazzo su Pasqual ahahah 

    RispondiElimina
  97. «Ludwig, sarebbe più piacevole discutere se i post a cui rispondi tu li leggessi pure»: Vitalogy, credo che nel diciottesimo secolo una battuta così avrebbe aperto i salotti più alla moda anche a un privo di censo e non bolognese (ahahahahahahahahah!).

    RispondiElimina
  98. Beh, la sintesi mi trova sostanzialmente d'accordo, anche se mi costa lasciar fuori a sinistra Marinho Chagas. Ed anche il nostro Passarella, ma effettivamente accanto a Franz ci sta meglio Figueroa, un tantino più forte anche come valore assoluto, credo. E finché Messi non lascia il segno ad un Mondiale - il 2014 è vicino - io per dispetto gli preferisco Zico in formazione, tiè! Ma Sabella credo sappia cosa fare con lui, lo sta già dimostrando...Ultima cosa: per quanto adori Ardiles, lì nel mezzo gli preferisco Falcao o Redondo. Neeskens non si discute.

    RispondiElimina
  99. Ah, Buffon no, ovviamente! Schmeichel! ahahhah

    RispondiElimina
  100. http://www.youtube.com/watch?v=zvZf5Zp-27Y
    ENORME.

    RispondiElimina
  101. Imperdibile articolone su Prandelli della Michela Lanza! Spero passi anche il mio commento, ahah

    RispondiElimina
  102. Ma Jordan dov'è? Non era mai e poi mai successo che lui fosse assente dai siti per 72 ore a cavallo di un match, fra il prima e il dopo. Sono sinceramente preoccupato.

    RispondiElimina
  103. Credo, Deyna, che DDV sarebbe d'accordo, sulla «lotta al fair-play» (societario)... ahahahahahahahah!

    RispondiElimina
  104. Non volevo diffondere il panico, ma in questo momento si trova purtroppo in Qatar, in una caverna illuminata da candele attorcigliate nella stoppa, ostaggio di un commando di fondamentalisti omosensuali con barba. Gira da qualche ora un video molto spixelato, in cui si sentono le sue ultime parole, bendato: "Vi faccio vedere come muore un fiorentino, con fèdere come fossero di Casentino, prematura con lenzuolo grazie". Poi il buio. Fortunatamente un'Ansa di 2' fa informa che è un falso.

    RispondiElimina
  105. 29/10/2012 23:30:25 
    Deyna78, Argentina! Argentina! Argentina!!!!
    "La lotta al Fair play portata avanti dall’allenatore di Orzinuovi (a braccetto con la Fiorentina che continua a farla) e la sua apparente filosofia di calcio etico": ma costei sa cosa scrive, o usa un generatore casuale di parole? Non volendo comunque una verità l'ha detta: la filosofia prandelliana del calcio etico è solo apparente [cfr. dichiarazioni su Conte, Bonucci, Buffon].Ahahahahahahahah sì, Colonnello, mi ricorda il Totti del celebre: "Rispetto l'omofobia"!

    RispondiElimina
  106. Si ma poi bisogna anche argomentare in modo intelligente. E sostenere che Melo è stato valorizzato dalla Confederation Cup del 2009 ignorando quanto aveva fatto in campionato nel 2008-2009 non è un argomento intelligente.

    RispondiElimina
  107. Deyna la mia storia non è inventata, posso dire "io c'ero", e con me anche altre persone che non vedo ormai da parecchi anni. Quanto alle precauzioni, il contratto c'è stato, e pure registrato con tanto di cifre, peccato che nessuno dell'amministrazione abbia visto una lira! Non che una Lancia Z (una quarantina di milioni all'epoca, poco più) cambi la vita a certi personaggi ma tant'è.

    RispondiElimina