.

.

mercoledì 16 luglio 2014

Pontellizzazione globale

Su Pizarro c’è poco da dire, c’è solo da usare il buonsenso e la saggezza popolare, forse anche per questo l’agente del calciatore vuole inserire nella clausola del nuovo contratto la dicitura “gallina vecchia fa buon brodo”. I tempi si allungano proprio come il brodo perché Pradè vorrebbe usare il dado, scalare cioè dagli emolumenti  i costi dell’accompagnamento visto che per il cileno è prevista una figura che lo aiuti ad attraversare il centrocampo, la zona notoriamente più trafficata della partita. Poi c’è ancora da definire il rivestimento del suo contratto, il suo procuratore infatti vorrebbe che il giocatore potesse avvalersi di mattonelle 15 per 15 dove piroettare e allo stesso tempo gestire al meglio le risorse fisiche, mentre la società vorrebbe allargare la sua area di competenza ad una mattonella di almeno 60 per 60 per dare più respiro alla manovra. Per discutere gli ultimi dettagli l’agente ha proposto una sede meno formale in modo da mettere la trattativa su un piano più conviviale, ha prenotato alla Vecchia Carbonara dove Nino Bixio e Pietro Micca accompagneranno Goffredo Mameli alla chitarra. La società rimane comunque ferma sulle sue posizioni negando al giocatore l’accesso negli spogliatoi al suo cucciolo di mammuth, e rimangono dubbi anche sulla sua lucidità visto che quando si è passati al capitolo delle punizioni in caso di ammonizioni e/o espulsioni, ai comportamenti ritenuti in contrasto con il regolamento interno, il giocatore ha chiesto se le punizioni fossero di prima o di seconda. Il procuratore spera di strappare un buon contratto anche perché Montolivo ha la tibia rotta e non può strappargli il pallone e andare in gol, questo particolare importante è stato discusso mentre mangiavano la schiacciata con l’uva. Pizarro si è preso 48 ore, Conte no e il Siena nemmeno, qualcuno penserà ad una pontellizzazione globale, un film visto e rivisto, lasciando Pradè con i soliti dubbi di quando si deve rinnovare il contratto ad un giocatore importante, in scadenza, ma avanti con l’età. Dubbi sull’importanza della sua esperienza, contrasti in società tra chi sostiene che il tempo non esiste, tra chi è convinto che è solo una dimensione dell’anima, che il passato non esiste in quanto non è più, il futuro non esiste in quanto deve ancora essere, e il presente è solo un dribbling davanti alla difesa, una veronica che fa da raccordo tra il passato e il futuro della manovra per la stagione 2014/2015. Anche uno degli elefanti di Moira Orfei, quello che ha iniziato la carriera lo stesso giorno di Pizarro ha pianto all’idea che il giocatore venisse considerato troppo vecchio, e malgrado la sua proverbiale memoria, per non dimenticare un giorno così pieno di indizi di pontellizzazione, si è voluto mettere parrucca e naso finto strappando l'applauso sincero di tutti i bambini presenti al circo. Intanto tracce di pontellizzazione sempre più evidenti anche nei rinnovi di Gonzalo e Borja Valero, più ancora che di cocaina nell’urina di Flachi ai tempi della Sampdoria.

67 commenti:

  1. C'è nessuno?Ho trovato la porta aperta,chi doveva chiudere ieri sera?

    RispondiElimina
  2. Capitolo Conte:io la penso diversamente da alcuni di voi.Conte è l'uomo più egocentrico che abbia mai visto;lamentoso all'inverosimile quando i giornalisti non sottolineano in modo appropriato le sue vittorie(quante volte in sala stampa a rosicare..).Mazzarriano nel difendere l'indifendibile uscita dalla CL contro dei dilettanti.Da due anni andava ripetendo che ripetersi sarebbe stata un'impresa ai limiti dell'umano(quando,almeno in Italia,la Juve giocava da sola.Perchè le due milanesi,che storicamente sono le squadre che avrebbero potuto contendere lo scudetto ai gobbi,stavano dismettendo causa default economico).Inoltre gli piace vincere facile ed al contempo gli piace far passare quelle vittorie come "storiche".In sala stampa più volte ha ribadito che avrebbe voluto,nel caso di uscita dai ranghi bianconeri,ricominciare dove c'era un progetto similare a quello juventino quando è arrivato lui.Tradotto:vado in una grande squadra che viene da anni difficili e di fallimenti;dove la società non può più permettersi di fallire e farà mercato adeguato;dove,venendo da sesti e settimi posti,se arrivo quarto avrò cmq fatto un miglioramento evidente.Uomo di merda(parere assolutamente soggettivo,mio personale).Come allenatore lo giudico positivo,quasi il migliore,nel ruolo di motivatore;riesce a far esprimere la squadra sempre a livelli mostruosi in fatto di rabbia agonistica e furore.A livello di gioco uno qualsiasi(in questo assomiglia molto a Mou).In Europa ha fallito clamorosamente(in considerazione della forza della Juve e della forza degli avversari).Ma soprattutto lui quest'anno sapeva che non avrebbe vinto e che in Europa avrebbe faticato come e più dell'anno scorso.Motivo per il quale ha tolto le tende.Così potrà dire che sino a quando c'era lui la Juve vinceva,quando se ne è andato lui è iniziata l'apocalisse(come d'altra parte ha sempre fatto).Io la vedo così.Magari ho la mente offuscata dall'antipatia enorme e dal disprezzo che nutro per questo parrucchino montato sopra un metro e ottanta di vuoto totale.

    RispondiElimina
  3. In parte vero, DKNE1, che ringrazio per l'intervento e saluto con piacere (eh eh eh eh eh ), ma c'è Conte sia vincente non si discute; io ho visto giocare dal vivo il suo Bari (promosso in A) e senza assi (di B) c'era evidente a sua mano (4-2-4 quasi!, squadra spinta), il suo Siena era una macchina, la Juve aveva la sua grinta. Forse ha agito come Mou con l'Inter (spremuti e via) ma se ha fatto quel gesto, sapendo che il 4o potrebbe vincerlo comunque, c'é sotto altro.
    Secondo me una panchina europea, che inizia un progetto (tipo Mônaco) o che avrà problemi e lo ha già allarmato (Psg, Zenit, una inglese tipo il Southampton...). Vedremo, comunque sicuramente é una merda come uomo, come allenatore non si può dire nulla. Purtroppo.

    RispondiElimina
  4. Non so chi intendi con qualcuno di "noi", ma anch'io sono in gran parte d'accordo, DK. Mouriniano nel tipo di gioco (così così, il gioco) e gran motivatore, (ma non è poco), furbetto e provocatore, tendente allo sfinimento del parco giocatori, esattamente come il portoghese (più in piccolo, però). A differenza di Mou, pessimo in Europa. Però ha vinto, comunque, per tre anni di fila, in Italia. Non è poco, neanche per la juve. In sintesi, uno antipatico a tutti, tranne ai tifosi della squadra che allena. Non esattamente il mio allenatore ideale: però un po' di sana antipatia, per la viola, condita da qualche bel trofeo, potrei sicuramente sopportarla. Ovunque vada, non ne sentirò la mancanza.
    Domanda provocatoria: - E se Montella... E se Spalletti, visto che Montella...
    Bagher, palleggio- alzata. In attesa della schiacciata. A voi.

    RispondiElimina
  5. Saluto con parsimonia LJUKA, alle prese con l'indovinello "Di che colore é il muro di casa? Bianco. Di che colore é un gelato al fiordilatte? Bianco. Di che colore é il pallone da pallavolo? Bianco. Cosa beve la mucca? Il latte....." E dico che essendo 1,90 non schiaccio dopo la sua ricezione e neanche palleggiò ma faccio un lob beffardo: con la dipartita di Conte, con il tempo di riorganizzare le trame, il tempo di adattamento del nuovo mister, l'accettazione dello spogliatoio....se la Fiorentina acquista due difensori con i "controcojoni" e tenendo il Tri (Cuadry-Rossi-Sauro) lottiamo per titolo.

    RispondiElimina
  6. Caro Sopra,che saluto ben volentieri(ahaha),hai ragione per quanto riguarda la parentesi di Bari.A Bergamo è stato cacciato tra gli sberleffi ed a Torino,specialmente in Europa,ha attuato un 3-5-2 che quasi sempre diventava 5-3-2.Due condizioni hanno reso possibile ciò che ha fatto:la sua bravura nel motivare,nel far rendere al massimo i giocatori a disposizione(e non è poco,tutt'altro) e la scarsità di avversari.P.S.:a conferma della mia disistima e di quanto detto nel precedente intervento,stamani la dichiarazione che assomiglia alla pistola fumante:"era difficile vincere ancora".

    RispondiElimina
  7. Conte, e mi costa molto dirlo, è un bravo allenatore. Che, naturalmente, non avesse avuto dietro protezioni non dovrebbe più allenare dopo i suoi coinvolgimenti nelle partite truccate. Trovo il paragone con Mourinho azzeccato solo per quanto riguarda le capacità di motivazione, per il resto Conte gioca un calcio molto più propositivo. Mourinho è l'allenatore che riesce a far giocare il peggior calcio in relazione al materiale umano che gli mettono a disposizione...

    RispondiElimina
  8. Herrera: se davvero possiamo arrivare a lui, facciamo un salto di qualità a centrocampo, sempre che resti il Pek, o arrivi un suo sostituto credibile [no Cigarini & affini, insomma]. Mi è sempre piaciuto, anche quando guardavo le partite del suo Messico Under 20, e al Mondiale è stato strepitoso, non si fosse fermato presto avrebbe meritato il posto nell'undici del torneo.

    RispondiElimina
  9. Allegri alla juve, altro vendipartite, già mi frego le mani.

    RispondiElimina
  10. Ahahahahahaha Allegri alla Juve...Pirlo annuncia il suo addio al calcio ahahahahahah

    RispondiElimina
  11. Mossa del gerontofilo Pradè [cfr. Lud]: Pirlo a Firenze a sostituire il Pek...

    RispondiElimina
  12. Intanto fra La Nazione e Tuttosport pare ci sia una gara a chi spara la cazzata dell'anno. Lo so, parlo di due giornali che non son buoni neanche per fare il fondo alla gabbietta dei pappagallini, però sarebbe bello avessero un minimo di ritegno o un vago senso di professionalità. Corvino si divertiva a far filtrare decine di nomi per mandarli in tilt, Pradè, invece, non li calcola proprio e sono costretti a dar sfogo alle loro più sordide fantasie. Dopo Rossettini e Bonaventura già presi a giugno, adesso svelano di un ultimatum dato a Cuadrado, di un Kurtic praticamente ai dettagli e di Babacar sicuramente ceduto. Evidentemente, dopo tre anni, hanno deciso di rinnovare un po' il tormentone "Marrone- Quagliarella".

    RispondiElimina
  13. Magari, credo però che manchi uno zero sullo stipendio presunto.

    RispondiElimina
  14. Intanto Iturbe lo prende la Roma...

    RispondiElimina
  15. Da regazzino, la doppia pagine de La Nazione al lunedì era la mia lettura estiva preferita, una sbornia di calciomercato viola! Al 90% cazzate come oggi, ma almeno ben confezionate, anche allettanti graficamente, tra foto, neretti e riquadri strategici. Non digerirò mai il mancato arrivo di Giordano nell'estate '83, però...

    RispondiElimina
  16. Sopra per me non è da rafforzare solo la difesa, anzi, per me è più urgente il centrocampo, dove ritengo ci servirebbero (anche se restassero Pizarro e Aquilani!) uno/due interni completi (interdizione, quantità, passo svelto, quantità), soprattutto se Montella volesse giocare col 4-3-3.

    RispondiElimina
  17. Preferisco così, che vederlo in bianconero.

    RispondiElimina
  18. Non credo Montella pensi al 4-3-3 con Gomez e Rossi, nonostante Lud...

    RispondiElimina
  19. Quimdi avevo ragione quando non lo davo per fatto alla Juve, mentre non avevo ragione vedendoci noi dietro la questione.

    RispondiElimina
  20. Intanto una cazzata la sparo pure io: prenderemo Javi Garcia.

    RispondiElimina
  21. Avessi detto Javi Martinez sì, cazzata epica, ma Garcia non lo vedo impossibile, se non saltan fuori pretese fuori dal mondo...

    RispondiElimina
  22. Sono mesi che me lo sento probabile, l'anno scorso mi ronzava Anderson e l'abbiamo preso ( purtroppo) anche se a gennaio ehehehehehe. E se poi Cuadrado fosse il colpo dei nostri amichetti del Man City?

    RispondiElimina
  23. Non è affatto da escludere...Comunque come elemento da piazzare davanti alla difesa a me attira ancora Yacob, lo vedrei benissimo a Firenze, ed è un '87...

    RispondiElimina
  24. Intanto Macìa tiene d'occhio Lucas Romero, bene, è un giovane centrocampista argentino molto buono...

    RispondiElimina
  25. L'ho seguito in Inghilterra dove ha fatto un'annata discreta. Mi sembra bravo, solo, però, un po' lento. E io dopo Bolatti sono terrorizzato da giocatori di quel tipo...

    RispondiElimina
  26. Veloce non è, ma nulla a che vedere con Bolatti...Rimedia poi con posizione e anticipi, è molto bravo nei contrasti, vede il gioco, salta bene, e se ha il permesso si inserisce anche bene sotto porta...In Inghilterra l'ho visto poco, sto a quel che ricordo del periodo nel Racing, anche se per quel che gli ho visto fare in Premier mi sembra si sia inserito bene.

    RispondiElimina
  27. Vai, mi pento subito di aver sostenuto la Germania: avranno anche un bel gioco,ma sono i soliti crucchi arroganti di sempre. Vedasi il loro ignobile sfotto' sugli argentini. C'é un proverbio francese, derivato dal latino, che dice: "chasser le naturel, il revient au galop"..cioé "chi nasce quadro non muore tondo"

    RispondiElimina
  28. Pezzi di merda, nemmeno gli italiani sarebbero arrivati a tanto [forse]. E poi, senza alcun motivo. Spero di reincontrarli nel 2018 in Russia, gli argentini hanno memoria da elefante...

    RispondiElimina
  29. Mai sostenuta la Germania. Per me è come la Rube: impossibile da tifare. Purtroppo era la squadra complessivamente meno debole in un Mondiale tecnicamente povero.

    RispondiElimina
  30. E' soprattutto la connotazione sprezzante, razzistoide che sciupa una pratica di sfottere, che comunque anche gli argentini conoscono bene, si vedano Ie canzonature in pieno Copacabana a favore dei brasiliani. Comunque se i tedeschi avessero posseduto il senso dell'umorismo, non avrebbero potuto prendere sul serio le contorsioni spastiche di Hitler, quando faceva da modello a Charlie Chaplin nel "Il Dittatore"

    RispondiElimina
  31. Mi correggo: ho sostenuto l'opinione che la germania giocasse meglio degli altri. Anche per me é impossibile fargli il tifo.

    RispondiElimina
  32. ..non a favore, beninteso, ma a scapito...ehehehe

    RispondiElimina
  33. Lo sfottò ci sta, specie tra nazionali tradizionalmente nemiche come Argentina e Brasile, vicine di casa...Ma i tedeschi, vincitori, hanno sfondato di molto il muro del buon gusto, andando ben oltre l'ironia sui 7 gol degli argentini al Brasile, per sfociare appunto nel razzismo per niente velato. Ma perché aspettare il 2018: ogni argentino in Europa, su qualsiasi campo lo veda di fronte a uno dei nazionali tedeschi, è chiamato alla feroce vendetta. Siam pronti alla morte, Deyna chiamò! Ahahahah

    RispondiElimina
  34. Che dice l'ignobile sfottò in questione, Vigile?

    RispondiElimina
  35. Il portiere del Costarica al Real Madrid (pagata la clausola di 10 milioni), che cede Khedira all'Arsenal ma aveva fatto i conti senza l'oste (chiede 7 milioni di ingaggio), Nibali augura a Contador di rientrare al più presto perché lo aspetta (sì, col cazzo), il Cagliari piglia dal Flamengo il classe '96 Caio Rangel che sarebbe stato voluto direttamente da Zeman e dicono sia uno dei più grandi talenti brasiliani (cariocofili e paulistopoli del sitollock, confermate?)

    RispondiElimina
  36. http://www.lagazzettapalermitana.it/i-gauchos-camminano-cosi-lo-sfotto-dei-tedeschi-per-gli-argentini-523/

    RispondiElimina
  37. Mi dicono sia un dribblomane, con alto rischio che si riveli un nuovo Denilson...Ma io non l'ho mai visto giocare.

    RispondiElimina
  38. Ok grazie, ho preso visione. E' brutto soprattutto perché sono i giocatori a farlo (tra tifosi, invece, si vede fare di molto peggio)

    RispondiElimina
  39. No beh, se erano i tifosi era quasi normale...

    RispondiElimina
  40. secondo me il problema è il prezzo invece. oggi però si legge 10-15, ed allora si potrebbe anche fare. comunque il porto l'ha pagato 8 e si sa che è una bottega molto cara. bah, speriamo che scucino i quattrini.

    RispondiElimina
  41. Io ero rimasto al fattibilissimo prezzo di mercato, ahah

    RispondiElimina
  42. Transfermarkt lo dà come valore a 7 cuzzoli.

    RispondiElimina
  43. Eh appunto che dicevo costa meno di Florenzi e Bonaventura, pareva strano dopo un Mondiale così...

    RispondiElimina
  44. TMW: Fiorentina, il ds del Feyenoord blinda Clasie: "Non vogliamo cederlo"

    RispondiElimina
  45. TMW: Genoa, Preziosi conferma: "Vrsaljko è del Sassuolo"...ammazza ahó...lo voleva la viola, lo voleva il Milan...lo voleva l'Atl. Madrid....é va a finite al Sassuolo...É un fenomeno!!

    RispondiElimina
  46. Sono due anni che riescono nel loro intento, viene da chiedersi se qualcuno l'abbia mai chiesto.

    RispondiElimina
  47. Ben 2,5 milioni di plusvalenza, mica cazzi. Se li usa per scommetterli tutti sul Genoa in B, è un altro conto. Preziosi male assoluto del calcio.

    RispondiElimina
  48. Leggo ora che la valutazione reale sarebbe dai 10 ai 15 milioni, e ci sta tutta.

    RispondiElimina
  49. Lo ripeto, il Porto l'ha pagato 8 milioni l'anno scorso dal Pachuca, dopo il mondiale che ha fatto difficile lo vendano a meno, più probabile a di più. Ha quattro anni di contratto ed una rescissoria di 40 milioni. Quindi lo vendono se lo vogliono vendere. Non vedo un affare facile ammesso che ci passi per l'anticamera del cervello.

    RispondiElimina
  50. Sopra dietro al Sassuolo c'è la Juve, lo sa anche il gatto. Comunque se non lo piglian subito anche loro tanto sicuri non sono.

    RispondiElimina
  51. Col pallone fa quello che gli pare, però c'è da vederlo a giocare con i grandi. Se lo piglia Zeman ed ha testa, ha un bel culo.

    RispondiElimina
  52. Oltre ad esserci la Juve dietro al Sassuolo è anche lampante, ormai da anni, che Preziosi lavora per far fare affari (scusate la ripetizione) alle tre strisciate, anzichè preoccuparsi di rafforzare il suo Genoa

    RispondiElimina
  53. Ahahahahahahahah

    RispondiElimina
  54. stefano vienna16 luglio 2014 19:27

    E' ancora presto, ma il centrocampo? Per ora solo Mati e Valero.

    RispondiElimina
  55. stefano vienna16 luglio 2014 19:36

    Nel tempo libero sto leggendo Derrida, L'animale che dunque sono. Pensavo ad Antoine, se magari ci leggesse ancora, penso gli farebbe piacere.

    RispondiElimina
  56. Ci legge, ci legge....é secondo e avrebbe anche voglia di intervenire. ANTOINEROUGE, ne ha uccisi più l'orgoglio che il petrolio...

    RispondiElimina
  57. E' un succube dei potenti, di quei canini che ronzano tra i tavoli aspettando che gli si butti l'osso

    RispondiElimina
  58. Non è certo citando Vasco che lo farai tornare, ahahah

    RispondiElimina
  59. Con i grandi il Flamengo non l'ha ancora mai messo nemmeno per allenarsi. Però se lo dice Zeman mi fido, ma è vero che lo dice Zeman? Deyna, magari si rivelasse Denilson! questo è un ragazzino della primavera, bravo quanto tu vuoi ma dalla primavera non è mai uscito (a parte la nazionale, ma sempre dei pari età). Con i giocatori veri ha da scambiare i primi palloni.

    RispondiElimina
  60. stefano vienna16 luglio 2014 20:18

    Penso anche io che ci legga, non so con quale frequenza. Ciao, Antoine!

    RispondiElimina
  61. stefano vienna16 luglio 2014 20:19

    Vasco, non so chi sia, De Gama?

    RispondiElimina
  62. Non è certo segno di buon gusto anche perchè tra l'andare a pecoroni ed il camminar dritti c'è corso forse solo la pecionata di Higuain, e nel calcio, prima o poi a pecoroni ci vanno e ci sono andati tutti, anche la Crande Cermania dovrebbe averne memoria. Io mi ricordo del 1982 ad esempio, ci stettero un bel po' a pigreco-mezzi.

    RispondiElimina
  63. http://www.violanews.com/news-viola/video-vn-caos-juve-i-tifosi-accolgono-allegri-al-grido-di-pezzo-di-m-20140716/



    Bene bene, si comincia alla grande!

    RispondiElimina
  64. Russia - Iran 3-2; Italia - USA 3-0. Avanti il prossimo (Australia).

    RispondiElimina
  65. E si seguita. Pirlo chiede di essere ceduto (a suo tempo disse che uno dei motivi principali della sua uscita dal Milan fu proprio Allegri), Tevez chiede di incontrare la società e vuole garanzie,,,,Pare un castello di carte, della serie "bambole non c'è una lira". Ma se prendono cento e passa milioni da Pogba e Vidal qualcosa compreranno? Certo se li compra Marotta...

    RispondiElimina
  66. http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/16-07-2014/juventus-pirlo-allegri-milan-non-mi-voleva-soldi-non-c-entrano-niente-801255429397.shtml

    RispondiElimina