.

.

domenica 15 dicembre 2013

Le mani d'oro del Nenci

Il quartiere sta invecchiando inesorabilmente, i giovani vengono mandati in prestito negli altri paesi dell’interland a farsi le ossa, e con i vecchi rimasti non si vince nemmeno la coppa del nonno. Altro che l’Europa League. Per le strade ci sono più bastoni che carote, badanti polacche e scaracchi di sigaro toscano intercalati da moccoli di modernariato, la tecnologia latita, le prostrate s’infiammano come un tempo le passioni. Di giovane in San Frediano sono rimasti solo i cani dei vecchi, i bambini che nascono stanno sempre con i nonni, e così come i cani che assomigliano ai padroni, i bambini assomigliano ai nonni. E’ rimasta giovane solo la passione per la Fiorentina, mentre gli asili sono frequentati da bambini che giocano guardando gli operai per strada che lavorano, non si gioca più al dottore ma a guardare i cantieri. Come se non bastasse i vecchi non muoiono più nemmeno quando sono morti, imbalsamati amorevolmente dai figli nell’armadio della camera per non lasciarli andare via, per non lasciare andare via la loro pensione. Anche se l’immigrazione ha portato Diladdarno molti pugliesi, non c’è nessun tarantino che sostiene che il quartiere non sia un paese per vecchi, forse solo quei burberi dei fratelli Coen che abitano all'albergo popolare, anche Ambrosini ha scelto San Frediano per vivere la sua esperienza a Firenze. In via Romana dove un tempo c’era il cinema Astor c’è un supermercato un po’ angusto, l’altro giorno avevo preso le cose che mi servivano ed ero in fila alla cassa quando una signora anziana mi ha chiesto se potevo farla passare perché aveva mal di schiena, non poteva stare in piedi e si sentiva mancare il respiro. Il ritornello che si fischietta nel quartiere quando non si è a fare i fanghi oppure a Trespiano. L’ho guardata ed era davvero una bellissima vecchietta, con i capelli bianchi immacolati, lo sguardo stanco e un sorriso angelico. Ho sentito una fitta al petto che non era ancora un infarto, sembrava proprio la mia povera nonna. Il cuore ha cominciato a battermi forte per l’emozione, mentre tanti ricordi si affacciavano alla mia mente, sì, sembrava davvero la mia nonnina che ho amato tantissimo. L’ho guardata con dolcezza, mentre i miei occhi si riempivano di lacrime. Poi le ho detto di no perché avevo fretta. Dovevo andare dal Nenci, il fabbro di via della Chiesa sotto la casa della mamma di Furio, ci lega un segreto e anche un bel progetto che ci serve per...si insomma, questo lo capirete.  Frequento la pubblica assistenza di via Sant’Agostino dove vado ad adescare le anziane che giocano a carte, il Nenci mi ha insegnato come sceglierle, quali caratteristiche sono più indicate al suo tipo di artigianiltà, insomma, mi ha dato certe dritte preziose, l’esperienza di una vita di manualità intera messa a mia disposizione in mancanza di un apprendista, per portare a termine il nostro progetto. Le guardo mentre faccio finta di leggere il giornale, la caviglia, l’altezza, le vene varicose, devo privilegiare certi tratti somatici e certe proporzioni che sono indispensabili per ottenere il miglior risultato finale. Poi una volta individuata la vecchietta perfetta, scelta la giornata ideale, spesso quando piove forte o fa molto freddo, tiro fuori tutto il mio fascino, tutti i miei modi garbati per offrirmi di riaccompagnarla a casa. E invece la porto in via della Chiesa. Ieri ho raccattato la vecchia Gori che faceva l’ortolana all’inizio di via Romana dalla parte di piazza della Calza, il Nenci ci lavora un po’ con le sue manone d’oro e me la fa diventere una bella fica, giovane, come mostra la prima foto ancora in lavorazione mentre la seconda testimonia quanto sia bravo come fabbro il Nenci e quanto sia diventata “bona” la Gori ultimata, che poi ributteremo libera a ringiovanire il quartiere. Dopo averla trombata bene bene naturalmente, e prima di andare allo stadio a vedere la Fiorentina contro il Bologna.

105 commenti:

  1. La saggezza degli anni ci insegna a risognare a occhi aperti, POLLOCK....

    RispondiElimina
  2. Scatta finalmente l'ora di Ilicic?

    RispondiElimina
  3. Speriamo che scatti l'ora di Pasqual in panca.

    RispondiElimina
  4. Una domanda per Antoine: Giannelli e California Viola, tanto per fare due esempi, potrebbero querelare alcune centinaia di utenti del sitone?
    Sicuramente potrebbe farlo il GAT.

    RispondiElimina
  5. ....e tutti e tre potrebbero querelare il sitone. O no?

    RispondiElimina
  6. Per non parlare delle decine di migliaia di querele che potrebbero scattare andandosi a leggere apprezzamenti denigratori ed insulti di vario tipo che si scambiano rabbiosamente innumerevoli utenti sitone. Quelli poi che insultano a più voci, adottando molti nick e/o d'intesa con altri nick, hanno l'aggravante per "crimine organizzato" o "associazione a delinquere". O no?

    RispondiElimina
  7. Chiari, ecco il mio consiglio per arginare un po' il fenomeno delle querele.

    RispondiElimina
  8. Oppure questo:

    RispondiElimina
  9. Sono due consigli da valutare, Poeta.
    Il secondo è convincente.
    Nel primo ci sarebbe in ogni caso da evitare l'abuso.

    RispondiElimina
  10. Ti dirò, Chiari, che i mezzi della polizia postale sono sopravvalutati. Oltretutto, si prescrivono reati ben più gravi di quelli che offendono l'onore e la reputazione, spesso proprio a causa dell'inattività della polizia postale. Un PM, generalmente, non si muove più per un "vaffanculo" o un "coglione", soprattutto quando, come avviene in internet, è difficile e dispendiosa la ricerca del responsabile.

    RispondiElimina
  11. Inoltre, Antoine, se si affermasse quella possibilità, si darebbe la stura a miliardi di querele possibili.

    RispondiElimina
  12. Per voi avvocati sarebbe una pacchia. Ah ah ah ah ah ah!!

    RispondiElimina
  13. Ad ogni modo, si tratta di interrogativi a cui non è possibile dare una risposta univoca, perché in Internet si opera spesso senza tenere conto dei dati reali, il che può rendere la personalità che il navigatore sviluppa in rete completamente diversa da quella che il medesimo soggetto ha fuori dalla rete. Oltretutto, come osservava ieri Foco, il singolo utente in rete può manifestare anche più di una personalità, e, in definitiva, più di una identità. Il dubbio è se queste identità, ulteriori rispetto all’identità sviluppata fuori dalla rete, possano essere tutelate quando un certo navigatore si sia da lungo tempo conquistato una fama che potrebbe anche non corrispondere a quella di cui lo stesso gode in rete fuori da quella singola comunità ristretta. Ebbene, la giurisprudenza risolve tale dubbio tendenzialmente in senso positivo. In quanto ai diritti della personalità, in Internet, se, da un lato, è possibile ledere quelli di un individuo per come appare nel mondo reale, dall’altro, è concesso creare personalità virtuali che, sussistendo determinati presupposti, vengono parimenti tutelate.

    RispondiElimina
  14. Oggi Montella sembra evitare una bella e articolata querela: non gioca Pasqual.

    RispondiElimina
  15. Non ci credo finché non lo vedo.

    RispondiElimina
  16. Se sarà quella che si ipotizza, sarà la miglior formazione possibile.

    RispondiElimina
  17. te la rubo per fini personali.

    RispondiElimina
  18. ahahahah poi un giorno mi racconterete la storia di questo Delfino, ma ,visto che ci legge, potrebbe raccontarmela lui. Riporto perla di saggezza:

    DELFINO tranquillizzato
    Dispiace vederli nell'apatia, spiace constatare che, se non insultano Marco siena, Ludwigzaller, il Traversi o la Nuvola, sono fermi a 20 commenti, 19 dei quali sono rivolti a Belen o a Guiovannona coscia lunga, ah, non scordiamoci poi Renzi, D'Alema, Mazzini e Cavour ahhhh ahhh, le barzellette spinte, le vrdure a cena ahhh ahhhh e ovviamente la Fiorentina che, ovviamente, vince sempre su tutti i campi ahhhh ahhhh, non occorrono rinforzi, i DV sono i migliori e siamo in una botte di ferro, vinceremo per i prossimi trent'anni ahhhh ahhhh.Che mondo ragazzi, che mondo.

    RispondiElimina
  19. Adesso si sente la mancanza del Colonnello. I magistrati di Parma lo staranno ancora interrogando o è già recluso in mezzo a ladri e assassini,costretto a raccogliere saponette cadute in doccia?

    RispondiElimina
  20. Antoine, le verdure a cena lo hanno traumatizzato. In fondo lui si nutre di alici e sardine.

    RispondiElimina
  21. La sapete quella dello spermatozoo che chiede indicazioni al molare?

    RispondiElimina
  22. È vero, anch'io sarei entusiasta se veramente giocassimo con:
    Fiorentina (3-5-2): Neto; Tomovic, Gonzalo, Savic; Cuadrado, Aquilani, Pizarro, Borja Valero, Vargas, Ilicic, Rossi.

    Praticamente sarebbe la formazione titolarissima, solo con Ilicic al posto di Gomez, di fatto dovrebbe essere la più forte, vedremo se è abbastanza equilibrata e se regge anche in fase difensiva.

    RispondiElimina
  23. Si apre un spazio oceanico per nuovi conflitti legali, appunto.

    RispondiElimina
  24. Ilicic centravanti? Comunque l'ultima foto distoglie l'attenzione dalle cose serie.

    RispondiElimina
  25. Foco, il Delfino è il mio uomo sandwich sul sitone. Un modesto investimento pubblicitario però completamente deducibile.

    RispondiElimina
  26. Proprio mentre il Colonel prepare le barricate per non farsi beccare dalla magistratura comunista, Montella perde ogni remora e prepara l'arrembaggio.

    RispondiElimina
  27. Io poi mi sono fatto i tortellini a mano, senza prosciutto crudo e mortadella (solo prosciutto cotto di bassa qualità e macinato misto), poi in un brodo di verdure. Ho usato pure il dado. Tanto per provocare i bolognesi, così poi mi insultano, li querelo, e ripago i debiti della pasticceria.

    RispondiElimina
  28. Cazzo! Ci legge in modo maniacale. Non si perde una sola parola scritta qui.

    RispondiElimina
  29. Pranzo: ceci in scatola e macedonia di agrumi. È una vita di merda quella di un uomo a dieta.
    Renzi è molto meglio di Cavour.
    Ieri sera ho visto : " Quel gran pezzo dell'Ubalda, tutta nuda, tutta calda".
    Fiorentina campione del mondo in Brasile nel 2014.

    RispondiElimina
  30. Giusto Stefano, e quanto ai bolognesi ce n'è almeno uno dal quale farsi insultare è la cosa più facile del mondo, dado o non dado.

    RispondiElimina
  31. Oggi poi che Montella preferisce addirittura un indios coi tatuaggi all'italica stirpe dei terzini d'assalto (di cui non è che se ne rincordino in realtà molti, il mio favorito era Di Chiara).

    RispondiElimina
  32. Io prima della partita sto leggero. Solo un insalatina mista.

    RispondiElimina
  33. E tu vai allo stadio, fai bene, io invece mi rinchiudo in un bar viennese con sky italiano, se non mangio prima, poi tra l'ansia, la birra e il menu davanti mi partono vent'euri.

    RispondiElimina
  34. Ah Chiari, visto che ci accusano di parlare anche di politica (oltre che di gnocca e di cibo), hai letto l'articolo di Scalfari, acidissimo a livelli dalemiani, verso Grillo in primis, ma tra le righe contro Renzi. Certo che Fonzie fa gira' le scatole a molti. E se uno Scalfari si abbassa così di livello (chiusura pessima sulla Spinelli), vuol dire tanto.

    RispondiElimina
  35. Sì, anche io penso vinca la Colombia.

    RispondiElimina
  36. Tortellini 'poveri' in brodo di verdura per tre persone (moglie e figlia a carico): costo totale meno di cinque euro. Al bar, caffè e quattro birre (qui una birra costa quanto un caffè): 15 euro. E già mi costa come un biglietto di curva.

    RispondiElimina
  37. Esatto, Stefano.

    Oggi sei in forma smagliante.

    Speriamo che la Fiorentina lo sia come te.



    p.s. Oggi a Milano Renzi ha dato del buffone a Grillo, rischia anche lui una querela?

    RispondiElimina
  38. Sulla formazione probabile, non si può sperare di avere la botte piena e la moglie ubriaca. Sarà come Fiorentina-Verona anche perché, tornando alla settimana scorsa, Vargas, messo lì con nessuno dietro e nessuno davanti, cercherà di controllare la fascia sinistra limitandosi nelle avanzate che speriamo siano poche, ma buone (quando dicevo che sulla carta è un 3-5-2, ma poi conta l'interpretazione dei singoli e se Tomovic si allarga e Vargas rimane bloccato come contro il Verona, allora con Ilicic in campo ci si avvicina ad un 4-4-2)

    RispondiElimina
  39. Formazioni ufficiali, con Mati al posto di Pizarro, Vargas al posto di Pasqual ed Ilicic a supporto di Rossi:



    FIORENTINA (3-5-2): Neto, Tomovic, Gonzalo, Savic; Cuadrado, Mati Fernandez, Aquilani, Borja Valero, Vargas; Ilicic, Rossi.

    RispondiElimina
  40. Io ho scoperto questo blog proprio perché ne parlava il Delfino sul sitone.

    RispondiElimina
  41. Prove generali di un modulo in vista del rientro di Gomez.

    RispondiElimina
  42. A pranzo ho mangiato le lasagne alla bolognese, spero sia di buon auspicio.

    RispondiElimina
  43. Così sembra, in effetti

    RispondiElimina
  44. È una cosa buona che una birra costi quanto un caffè oppure è preoccupante che un caffè costi quanto una birra?

    RispondiElimina
  45. Dopo un torneo di golf a 38° ( quarto...) sono davanti alla TV. DSTV questa volta me la dà in diretta senza che mi svalvoli con lo streaming.
    Apprendo da voi che finalmente abbiamo Pasqual dove deve sedere, spero che Ilicic mostri il meglio di sé, contro un Bologna che pare si schieri a 4 dietro, che ovviamente fa a cazzotti col nostro attacco. Boh, intanto e' vero che ci avvicinianiam, pian pianino alla formazione titolare.
    Credo possa essere la partitra adatta per far fare capolino a Rebic.
    Antoine, oggi col pranzo non avremmo litigato, eh eh; frutta a volontà...

    RispondiElimina
  46. Scalfari dovrebbe essere l'ultimissimo a parlare...anzi sarebbe meglio che tacesse.

    RispondiElimina
  47. Occhio a Kone, senz'altro bravo.

    RispondiElimina
  48. Uno spazio.

    RispondiElimina
  49. Formazione che mi arrapa quasi quanto la mora della foto.

    RispondiElimina
  50. Dedicato a chi lo considerava scarso...grandissimo gol!

    RispondiElimina
  51. Ilicic ha fatto un gran gol e ha giocato molto bene, ha dimostrato che quando sta bene può essere decisivo.

    RispondiElimina
  52. PRIMO TEMPO. che vede finalmente un assetto piu' corretto con lo speriamo definitivo 352 per mettere sottochiave l'assurdo 433.
    Va detto che la scarsità degli avversari é imbarazzante, quindi gli elogi vanno misurati. Abbiamo visto gesti tecnici sublimi, il tacco di Mati per Rossi, il difficilissimo stop a seguire di Borja nell'azione del gol, Solo Curci , oggi si vuole togliere l'etichetta di brodo, evita due gol. Lo scriteriato Pioli conferma una difesa a 4 indecente tecnicamente e tatticamente .Portare a casa i 3 punti ma senza abbassre l'intensità,che noi siamo bravi a far resuscitare i morti...

    RispondiElimina
  53. Ottimo Ilicic e non solo per il gol.
    Secondo me la cosa più bella è stata lo stop di Valero in occasione del suo gol.

    RispondiElimina
  54. Ilicic è buono e poi è pettinato come Jordan il giorno della prima comunione, come fa ad essere scarso?

    RispondiElimina
  55. Che rete fantastica.

    RispondiElimina
  56. Insomma, nulla a che vedere con la partita giocata col Verona. Con Vargas a centrocampo, uno dei tre tenori potrebbe star fuori a vantaggio di Mati, che è molto dinamico.

    RispondiElimina
  57. Infatti...Rebic; o vediamolo

    RispondiElimina
  58. Credo che Montella abbia capito bene le lezioni, Cuadrado fa il centrocampista puro

    RispondiElimina
  59. Speriamo Lele. Deve solo fare quello che gli diciamo. Ah ah ah!

    RispondiElimina
  60. La Fiorentina o meglio la poesia che diventa calcio.

    RispondiElimina
  61. Pian pianino... ah ah ah

    RispondiElimina
  62. Vargas ha coperto tutta la fascia e per novanta minuti.

    RispondiElimina
  63. Si è tornati al modulo dell'anno scorso, con ottimi risultati. C'è anche da dire che il Bologna è di una pochezza disarmante.
    Resta che questo schieramento mi piace molto di più, si tiene molto la palla impedendo agli avversari di essere pericolosi.

    RispondiElimina
  64. Prova generale di ritorno al 3-5-2 pienamente riuscita.

    RispondiElimina
  65. FINALE facile contro una squadra che se non cambia ( 9/11?...) va dritta in B.
    Facile anche individuare i nostri migliori, il Bologna ha esaltato la nostra classe, ma io vorrei porre accento su Mati e Vargas; a noi non manca la qualità, ma chi sa tenere tatticamente gli equilibri e loro lo han fatto senza sbavature consentendo a la squadra tutta di essere meno scriteriata. Credo che Mati sia piu' adatto del Pek per questo tipo di lavoro, e che Vargas sia preferibile a Pasqual manco a dirlo. Con oggi mi auguro che Montella chiuda la parentesi penosa del 433 e lo metta in una tomba, come da mesi gli si sussurra, ah ah.
    Rebic mi pare Vieri. Bologna archiviato, avanti con le prossime 7 abbordabili!
    Forza viola!

    RispondiElimina
  66. Quello che è certo è che con Mati abbiamo trovato un quarto tenore.

    RispondiElimina
  67. Intendevo ovviamente dopo l'ingresso di Joaquin. Ottimo Montella

    RispondiElimina
  68. Credevo non potesse più tornare ad essere un calciatore. Zaller dirà che l'aveva previsto.

    RispondiElimina
  69. Me lo sentivo che Montella pensava ad Ilicic centravanti, ottimo nel finale col Dnipro. La vera sorpresa rimane Vargas, ma quanto è forte il peruviano? Non si è vista la sofferenza sotto pressione, segno che un centravanti serve anche se un pò riciclato nel ruolo (ma almeno Ilicic ha i centimetri per farlo). Da vedere se i demeriti del Bologna c'hanno dato una mano.

    RispondiElimina
  70. La squadra rItrova le distanze e questo crea meno spazi per gli avversari, quindi più solidità. Il 3-5-2 permette di alzare e abbassare gli esterni, risultando più protettivo quando si è attaccati e allargando il fronte dell'attacco senza sguarnire il centro area. Cuadrado da dietro moltiplica la sua pericolosità e Vargas trova il suo vero ruolo, in cui è il migliore del campionato per tecnica e potenza. Borja totale e tecnicamente imperiale in ogni gesto. Dietro la sicurezza restituita da distanze diverse fa emergere su tutti Savic in un pomeriggio dove Gonzalo forse risente, negli appoggi, forse del calcio in faccia preso ad inizio gara. Neto subito sicuro. Davanti arriva Ilicic, un giocatore eccellente di piede che preferisce ricevere il pallone più che cercarlo. Grande gol in slalom e anche un buon pressing, roba inusuale per lui. Rossi ancora all'80%, ma basta per farlo essere la punta più forte d'Italia.

    RispondiElimina
  71. Zaller no, io si. Adoratemi ordunque.

    RispondiElimina
  72. Ringrazio tutti per la preoccupazione, ma un fulmine bianconero che mi ha fatto fuori il pc e altre vicissitudini mi hanno tenuto lontano da voi. Disqus non mi faceva entrare nei miei tentativi di avvertirvi da fuori. Approfitto dell'ospitalità di una pazientissima amica per farlo adesso - e mi son visto anche il partitone, naturalmente. Spero di rientrare presto, e Forza Viola siempre!

    RispondiElimina
  73. Quanto è forte e quanto è stato pirla. (Querela?)

    RispondiElimina
  74. Aaaaaaaaah Deynaaaaaaa! C'ha fatto cagare sotto! Il maltempo, io lo avevo previsto. Riadoratemi.

    RispondiElimina
  75. Cazzo Deyna, giuro che mi hai tolto un peso enorme.

    RispondiElimina
  76. .....mmmmmavaffanculo, DEYNA tu c'ha fatto preoccupare!
    Bella notizia questa!!!
    Oh , t'ho mandato a fanculo, querelami, ah ah ah!

    RispondiElimina
  77. Col tuo ritorno, Deyna, questa è diventata per tutti noi davvero la domenica perfetta!

    RispondiElimina
  78. E grande Miha! E Giubba merda!

    RispondiElimina
  79. bentornato deyna!!

    RispondiElimina
  80. Non regalando un giocatore si assiste già ad altra partita, non che serva chissà quale turn over. Bel goal di Ilicic, in pochi pensano ad incrociare con due uomini davanti, più che il gesto tecnico conta pensarle quelle giocate, e non sono alla portata di tutti. Mati se più avanti, trequartista/rifinitore mi piace molto, troppo di più di quando gli viene chiesto di fare il vice Pek, che non sa e non può fare. Rossi appena gli mettono accanto un attaccante vero, e Ilicic lo è molto più di Cuadrado, Joaquin, Vargas o equipollenti, apre spazi e continua a segnare con più facilità, le occasioni aumentano, pensare da quanto manca il panzer fa male al cuore. Anche oggi non c'è stato il 4-3-3 ma il confortevole 3-5-2, quello si, con un "2" vero, anche perché il "3" davanti noi non l'abbiamo mai applicato neanche per recuperare, per le caratteristiche dei giocatori sopra descritti, ma questo chi mastica un briciolo di calcio lo sa, non si abbevera ai giornali o sui forum per farsi coraggio. Anche perché per sparare cazzate o sciocchezze in sequela basterebbe essere più originali e dotati di cervello, ma se uno è completamente sprovvisto del secondo, e possiede l'1% della prima dote diventa una macchietta che scrive per luoghi comuni blaterando di idee che non gli appartengono e che non è capace nemmeno di ricopiare. Un quadro disastroso in parole povere! (Non serve dedica, tanto legge)
    Un turno che doveva essere superato senza patemi, così è stato, bel gioco, bei punti ed un sistema di gioco che si comanda a memoria. Sotto con le restanti, quest'anno la quota CL sarà più alta, continuo a vederla durissima, magari è solo scaramanzia.

    RispondiElimina
  81. Ciao Deyna! Finalmente! Un grande piacere risentirti!

    RispondiElimina
  82. bentornato, siamo contenti che tutto sia a posto, ma non approfittare troppo della tua amica, eh? E' vecchio il trucco del computer che non funziona....

    RispondiElimina
  83. Finalmente Montella torna al modulo classico della Maquina e per incanto vinciamo per la prima volta in casa senza subire gol. Qualcosa vorrà pur significare, a prescindere dal valore intrinseco del Bologna, che non è certo stratosferico (come non lo era quello della Samp contro la quale patimmo un quarto d'ora di stranguglioni).
    Lo scemo di Lemano, tanto per non farsene mancare una, ovviamente non si accorge del ritorno della difesa a tre e dice che il modulo di stasera paradossalmente gli sembra il più adatto per Gomez. Della serie: è scemo veramente o ci fa?

    RispondiElimina
  84. Quello che mi piace di Montella é che fa sballare quasi tutte le previsioni pre-partita eheheh

    RispondiElimina
  85. Ben tornato Deyna, finalmente. Anche se è un po' sospetto tornare proprio il giorno che ho rimesso una passera! Il Colonnello mi ha scritto che è all'estero e tornerà tra una decina di giorni. Anche lui era in forte apprensione. Gli avrebbe fatto piacere sapere che stai bene.

    RispondiElimina
  86. No Mc, non capisce una sega di calcio, solo che qui ci frantumava i coglioni, da altre parti scrive da verginella irreprensibile come se qui ci fosse un branco di stupratori. E' pure vigliacco, è scappato da qui, giustamente, visto che non ne indovinava una peggio che con la pentolaccia, per rifarsi una dignità da altre parti ma ormai l'ha persa, lui è carnefice, mai stato vittima. Carnefice senza armi però, non sarà mai materia questa in cui verrà preso seriamente da chi ne capisce solo un'abbozzo.

    RispondiElimina
  87. Bentornato DEYNA! Quanto siamo stati in pensiero.

    RispondiElimina
  88. Esule per sfuggire alla giustizia violenta e forcaiola. Torna Bettin...ehm...Colonnello!

    RispondiElimina
  89. Il Colonnello è all'estero! Ah ah ah! Ci vorrà una rogatoria da Parma!

    RispondiElimina
  90. Paccottiglia Vegana (della gatta): tofu al pomodoro, carote e riso lessati. Deyna vaffanculo!

    RispondiElimina
  91. Lo so, ma lo rende umano, troppo umano.

    RispondiElimina
  92. Stasera cenetta al ristorante-mesticheria del Rulli, in via Lungo L'Affrico. Per cominciare:
    brodino di dado con farfalle del 12, come primo du' spaghi all'olio di lino,, di secondo una bella filettatura alla griglia con contorno di germogli di semenzine all'olio e acetone, il dolce un c'é, ma il digestivo si, un bicchierino di acqua-vite nostrana o un gottino di white spirit scozzese. Burp!

    RispondiElimina
  93. Benitez che purga Mazzarri in contropiede, dopo che oggi Ventura purgava Guidolinno ugualmente in contropiede. Ncp religione.

    RispondiElimina
  94. Sono molto contento per Ilicic, che ho sempre apprezzato. Ciò non toglie che il suo acquisto resti poco sensato, visto che nella migliore Fiorentina lui non c'è. Diciamo che è una grande alternativa (un po' costosa).

    RispondiElimina
  95. Pizza doppia battuta con Brie importato brevi manu + porcini enormi del bosco....stomaco come una mongolfiera. (DEYNA, apparso come visione....bentornato, quercia)

    RispondiElimina
  96. E' vero, partita nonsense tattico, un casino bestiale, come da bambini sulla strada...Napoli come contro di noi, catenaccio inguardabile, l'Inter ha tanti giocatori da B, primo tra tutti Ranocchia, Speriamo in un pareggio alla fine.

    RispondiElimina
  97. Ahò, e se la difesa della Fiorentina è da registrare, quella dell'Inter cos'è? Napoli pure.....imbarcano come noi!

    RispondiElimina
  98. Spero per i porcini che il Brie fosse delicato ed in misura minima altrimenti vengono coperti troppo, molto meglio una crema di pecorino freschissima, meno aggressiva e compatta nello sciogliersi.

    RispondiElimina
  99. no, ho appena visto per la prima volta la foto del cacciatore di ungulati. Ma come si fa a fare quelle facce lì prendendosi pure sul serio? come si fa a avere nonsoquant'anni e riprendersi allo specchio come un bimbominkia col cell, e fare quelle facce lì, travestiti da dorian gray?

    RispondiElimina
  100. È tornato Deyna! E sta bene!
    Cazzo, è proprio una bellissima giornata.

    RispondiElimina
  101. grande Deyna, ma lo dicevo a tutti questi cagasotto che c'eran di mezzo solo le donne! Se tu n'hai trovata una pazeintissima poi, l'è quasi come trovare un quadrifoglio!

    RispondiElimina
  102. Appunto, almeno è un ragazzo serio, con tutte quelle discndenze degli indiani Uroni che pullulano sui campi di calcio che sembra un'epidemia di testadicazzite.

    RispondiElimina