.

.

venerdì 31 agosto 2012

SpongeBob dall'Espugnyol

La Fiorentina espugna Napoli come si vede chiaramente dalle foto, e così assorbe la delusione Berbatov caratterizzata dall’untuosità delle viscose movenze di una Ma-rotta sbagliata, un uomo alla deriva che navigando a vista, con quella vista non si sa mai dove cazzo va a naufragare. Oppure la Fiorentina utilizza la fase finale di mercato proprio con la parte abrasiva di quella stessa spugna raschiandosi di dosso il bruciaticcio della vicenda bulgara per espugnare comunque il San Paolo magari proprio grazie alla zampata vincente dell’utlimo arrivato, che alla fine potrebbe essere addirittura SpongeBob dall’Espugnyol. Intanto Tomovic e Migliaccio in entrata, Vargas e Lazzari in uscita a ribadire il grande colpo di spugna sul passato. A parte l’esclusiva delle foto del risultato che solo il blog poteva offrire, la spugna vuole anche rappresentare una capacità che crediamo la società possegga, che è a quella di assorbire bene il danno delle manovre spericolate di chi piscia fuori dal vaso perché è strabico, ma anche quella di sciacquare subito la padella nella quale è rimasto attaccato sul fondo l’ultimo grande colpo, la sensazione è che faremo in tempo a spadellare un’altra bella pietanza a Montella così da mettere a tavola una squadra comunque appetitosa, e non una che costringerà il popolo Viola a farsi delle gran spugnette mentali. Perché la spugna a Napoli faciliterà nella pugna, e poi una volta servito ai partenopei il pasto pesante della sconfitta, offrirgli anche una bella prugna è ulteriore conferma dello stile Fiorentina, ci rendiamo conto che la prima in casa, con tutte quelle aspettative e con un presidente cinematografaro comunque geniale, perché in grado di usare un Cavani in campo, una Cavani in regia, oltre ad avere una casa grande con tanti cavani, non preveda la regia di una vittoria Viola, allora ecco la prugna che ha il potere di alleggerirlo da certe situazioni d’imbarazzo, e in grado di facilitare l’evacuazione dello stadio in maniera più morbida. Comunque la vicenda Barabbatov ha lasciato il segno e non ci sarà nessun Pilato a lavarsene le mani, fortunatamente non c’è paura ad affrontare una vicenda scabrosa come questa, quindi niente paura ma la Fifa ad annunciare che si muoverà prontamente, intanto presentandosi domenica sera a Napoli per portare la solidarietà della massima organizazione calcistica mondiale alla Fiorentina vittima di una volgare scorrettezza da parte di soggetti che fanno parte del mondo del calcio. Se può consolare almeno in parte,  la Fiorentina a Napoli troverà quindi la presenza delle blatter.

81 commenti:

  1. Con Bendtner la Juve ha sparato l'ultimo colpo,dimostrando di essere alla canna del gas come appeal per i top-player,mentre come un abile gambler la Viola può ancora giocarsi l'ultima mano,confidando nell'ultimo colpo in canna,sperando nel francese che giocò vicino Cannes,pregando che non si risolva come a Canne,dove la sodomia inflitta agli sconfitti ancora brucia.Indubbio,Pollock,che gli strali scritti contro Marotta ci ricordino che la guerra ideologico-sportiva contro i gobbi non finisce mai,e in Europa il post guerra creò qualcosa di marottesco,allorché si costituì la C.E.C.A.,ne mamma di Repka ne mamma di Nedved bensì uno strumento più per i potenti che per il popolo.Un popolo viola che attraverso il romano Pradè formula la domanda cardine di queste 10 ore "Andrea il popolo chiede sesterzi..." e sappiamo che lui,fingendo di non cogliere la sfumatura del calembour,risponderà "No,tiriamo dritto!".Lasciate le ultime spiagge anche gli ultimi vacanzieri stasera sapranno se quella sabbia che s'infila dappertutto e che non vorrebbero portare in casa,quella sabbia ci avrà dato finalmente il nostro Golem,altra definizione non c'è per questa punta oramai vagheggiata,raffigurata,schierata su carta,su web,sognata,agonizzata,sfiorata...e sarà il colpo di spugna definitivo,a pulire il campo dei "contro" che attendono l'errore con bava alla bocca,e allora con la spugna puliremo anche le loro labbra,perchè siamo altruisti e generosi.Spugna!Pugna!Non pugnette!!

    RispondiElimina
  2. Se non chiede troppo Babel a 0 euro lo prenderei. Si fa plusvalenza a farlo giocare. Prenderei anche Lisandro a 7-8 milioni se ce lo danno per quelle cifre. 

    RispondiElimina
  3. Sul sitone intanto è ripartita la girandola delle infamate, un mare di infamate, se non una Marotta vista la stessa matrice gobba. Probabilmente tra un po' faranno anche la stessa figura di merda. L'ennesima.

    RispondiElimina
  4. Pare che berbatov non vada neanche al Fulham ma al Tottenham ah ah ah ah ah questo è scemo. 

    RispondiElimina
  5. Antognoniforever31 agosto 2012 11:36

    Secondo me berbatov sta capendo di aver fatto una cazzata: era d'accordo con noi, poi si è fatto adescare dalla juve che poi non l'ha preso perché voleva solo che non lo prendessimo noi. A quel punto, bruciatisi in mezza giornata l'ipotesi Fiorentina e l'ipotesi juve, gli è toccato accontentarsi del Fulham. Però preferisce il Tottenham, sia perché ci ha già giocato sia perché gioca l'Europa League e, a differenza del Fulham, può ambire a un posto in Champion's (se non addirittura al titolo).

    RispondiElimina
  6. Antognoniforever31 agosto 2012 11:59

    Spero di riuscirci, ma il mio proposito è quello di non guardare più internet fino a stasera alle 20 e a quell'ora controllare cosa sarà successo.
    Buona giornata :)

    RispondiElimina
  7. Il mefistofelico Marotta se la gode, dopo essersi assicurato l'agognato top player sbandierato per tutta l'estate.

    RispondiElimina
  8. Ti basta resistere fino alle 19, Antognoni, il mercato chiude a quell'ra. Io invece dalle 17 mi collegherò su sky.

    RispondiElimina
  9. Non voglio inchiodare la coppia Pradè-Macia che fino a ora ha lavorato bene, ma in attacco la coperta è troppo corta, perciò ci serve per forza una punta (ovviamente meglio se buona). Questo è un film già visto, come lo è il farsi soffiare un giocatorone già preso, come lo è il ritrovarsi a cercar disperatamente qualcuno all'ultimo minuto, come lo è il prendere gente che ha giocato nel Lecce, come lo è il prendere gente che finisce in -ic, come lo è il presentarsi con giovani scommesse provenienti da campionati minori, con giocatori non più di primo pelo la cui tenuta atletica/caratteriale è tutta da verificare, e con giocatori fermi da più di un anno.
    Evidentemente qualcuno non era il coglione che in troppi vogliono far credere, e certe difficoltà sono oggettive e universali.
    Comunque il mio voto al mercato lo do in anticipo:
    - 6 se restiamo così;
    - 6.5 se prendiamo un mestierante d'attacco tanto per far numero o una scommessa;
    - 9 se prendiamo una punta di livello, affermata, in salute qualunque sia la sua età, insomma un bomber "in carriera" su cui non c'è da scommettere troppo.

    RispondiElimina
  10. Ooooh, grande Vitalogy, allora non sono un visionario! Buon lavoro di Pradè, ma con i limiti che dici, molti dei quali pari pari a quelli palesati dal Corvino terminale: ridursi all'ultimo, fidarsi della parola in questo calcio burocrato, aspettare in sede anziché andare a far firmare il giocatore, mancanza di un piano B pronto. Con la punta di livello io dò un 8.5 al mercato [sarebbe stato da 9/9.5 con la permanenza di Nastasic], senza calo a 6.5. Perché El Hamdaoui, che pure tecnicamente adoro, è fermo da un anno, pazzo come un cavallo e non è un centravanti, e non abbiamo neppure una riserva credibile. Sento parlare anche di Pepito Rossi a 10 milioni: cifra eccessiva per uno che manco si sa se potrà mai tornare un giocatore di calcio a certi livelli, ed anche fosse, fino a febbraio chi ci mandiamo in campo, le risonanze magnetiche?

    RispondiElimina
  11. Jordan, volevo fare un incollaggio farlocco di un'ansa di mercato che annunciava il sensazionale colpo di Pradè, con l'acquisto di Leandro Damiao a 18 milioni, in compartecipazione con, ecc ecc. Per 60" ti avrei fatto sobbalzare sulla poltrona, ma poi ho pensato che è dura continuare a vivere con un infartuato sulla coscienza, ahahah

    RispondiElimina
  12. Allora il nome lo faccio io: Mario Gomez!!!
    :-)))

    RispondiElimina
  13. Forse la Fiorentina ha un piano C.

    RispondiElimina
  14. Deyna mi fa piacere scoprire di non esser l'unico a vederla così, quando tutti descrivono l'attuale duo del mercato come i Re Mida e il Corvo come quello che dove passa lui non cresce più l'erba. Aggiungo che al momento, dopo la cessione di Nastasic, il mercato è interamente stato finanziato vendendo, per una valutazione complessivamente 25-30 milioni, Behrami e Nastasic che nel 2011 erano costati 5-6 milioni in due.
    Mi fermo qui perchè non voglio passare come vedova che non sono, Pradè e Macia mi vanno benissimo, volevo solo far notare quante cazzate si sentono in giro.
    Damiao? Magari, sarebbe un mercato da 10, ma oltre a non prendere lui penso che in generale non arriverà nessuno dal Sudamerica, perchè tra distanze, visite mediche e altri cavilli del calcio burocrato non c'è tempo a sufficienza.
    Idem per Lisandro, mi andrebbe benissimo, ma pur trovandosi oltralpe, è un nome troppo pesante per poterlo concludere in un pomeriggio.
    Se dovessimo puntare su un ripiego, io punterei tutto su Kozak, ripiego che per me ha ancora tanti margini di miglioramento e che è abile da subito per il campionato italiano. 

    RispondiElimina
  15.  Non preoccupatevi, Diakhite nn viene. Anche percè Migliaccio (bel
    colpo!) può fare, bene, anche il centrale. Presto riconsiderete anche
    l'arrivo di Tomovic, difensore che sponsorizzo da due anni, e vedrete
    che il piacere fatto al genoa per prendersi Vargas è il lato meno
    importante dell'affare. Godiamoci lo sprint finale: ho la sensazione che
    PRACIA' stiano facendo i finti tonti in attesa di stupirci all'ora
    dell'aperitivo: occhio...

    RispondiElimina
  16. Certo Vitalogy, ma finanziare un mercato vendendo è una cosa che a Corvino non è quasi mai riuscita... se ti sembra poco... eppoi aspetterei almeno le 19 perchè ribadisco che questi son meno bischeri di quanto sembri... poi vedremo...

    RispondiElimina
  17. Sembra che PRACIA' (bella questa, Louis) stiano arrivando a Milano ma non si fermeranno, almeno all'inizio, all'atahotel executive bensì se ne andranno in un altro hotel. Avranno qualche appuntamento con qualcuno (non penso a delle mignotte, naturalmente)?

    RispondiElimina
  18. Consapevolezze africaneO
    Vita,dai su',ok ognuno ha le sue idee,ma insomma,come scrissi gia' a
    Deyna,qui mi pare si sia perso il senso della misura della nostra
    Fiorentina.
    Veniamo dalle ceneri,contestazioni,figure di merda post
    rossiane,una decina di tifosi a Moena e pochi di piu'sui campi in
    allenamento,con l'aggiunta che i DV,piu'leggeri di un trentino,e
    con ancora le orecchie che fischiavano di insulti,si son rimboccate le
    maniche e ADV si presenta lo stesso in ritiro,a quei tempi luogo non
    proprio foriero di complimenti e pacche sulle spalle.Hanno cominciato
    vendendo Behrami(ed io non nascondo che ero deluso...)ma poi come per
    magia,abbiamo assistito ad un susseguirsi di colpi che sembravamo su
    scherzi a parte.Poi alla fine hanno venduto anche Nastasic,vero,ma chi
    e' venuto non sembra uno scarsone,e pur non avendomi fatto lustrare gli
    occhi in PL,mi fido del duo,che non va a caccia di
    ciofeche.Nastasic,campione assoluto,ma in fieri,e'stato scontato,cioe'
    venduto al prezzo di uno gia'affermato.Come gia' detto,non troverei
    nulla di scandaloso se i DV,volessero rientrare un po'dei quattrini
    messi a babbo morto durante gli anni,ma sembra addirittura che non
    abbiano questa voglia e stanno cercando la maniera di ovviare
    all'agguato che Berbatov ha perpetrato.E se restiamo cosi',tu(e
    Deyna)affibbiate un miseruccio 6 a tutto questo bendiddio che NESSUNO
    poteva prevedere..mah,mi sembra che il legittimo desiderio di alzare il
    livello della nostra viola,vi offuschi quello che e'la nostra realta' e
    faccia perdere l'equilibrio nelle valutazioni.Fare mercato e'
    difficilissimo per tutti,lo stanno a dimostrare le campagna altrui,e io
    valuto leggerezza solo aver sottostimato il carattere di
    Berbatov,acuito,vero,dal fatto che il problema e'caduto a poche ore
    dalla fine dei giochi.Per quanto mi riguarda,hanno fatto qualcosa di
    incredibile,fino a poco rempo fa',e se anche lo hanno fatto con i
    ricavati di due giocatori,pur importanti e di mercato,e'cosi'che si
    fa.Io do'un 8 minimo,sia che arrivi qualcuno di forte davanti(Gameiro
    che conosco sarebbe un top,ma lo credevo incedibile)o anche
    nessuno.Capisco la stizza per il  mancato arrivo bulgaro(fino a un certo
    punto perche'e'un guastatore ed e' meglio stia lontano ora che lo
    spogliatoio odora di buono)mentre per l'amarezza per la perdita del
    serbo,bisogna che vi abituiate,perche'un sacrificio,a fronte di altri
    arrivi,e' le nostra imprescindibile politica a misura Fiorentina.Portate
    pazienza,amici miei,ma trovo il vostro 6,pur rispettabile,ingeneroso e
    di corta memoria. 
    Un saluto,Lele
     

    RispondiElimina
  19. Eeeeehhhhhh, Lelone, ancora una volta in sintonia! Con te in Africa, fino ad El Alamein! Voto attuale 8, suscettibile di 9 alle ore 19: venduto chi dovevamo per esaurimento berlingueriano della spinta propulsiva o per natura encefalitica dell'offerta fattaci o per mutamento del piano di gioco; comprato un centrocampo disumano che merletta e niella ma anche sbuzza, affiancato Jojo con due vipere velenosissime, risettata la difesa in equilibrio poziore, assicurata una panchina di qualità. Se in porta mi avessero persuaso un po' di più nella scelta e se fosse arrivato un asso di punta allora 10, considerando il coefficiente di difficoltà della rivoluzione, da operarsi tra l'altro mentre un branco di ebefrenici, di cui ho fornito esempio, tirava sul pianista. Propongo dunque soggiorno siberiano per Deyna e Vitalogy: un po' di frescolino tonificante dopo questa torrida estate, un contributo all'estensione delle vie ferrate del Grande Paese, una sana ginnastica mattutina nei boschi, ascia alla mano, un vitto più spartano e salubre. E ora una preghiera: Chiari, ho saputo che hai avuto un'alzata fumantina delle tue; voglio dirti che la tua assenza nel dibattito del sito si fa sentire; sei un Vero Tifoso Viola di grand cru; sei stato uno dei primissimi promotori del sito; sei persona di vasta umanità, di versatili interessi, di oculatissima attenzione e di esatto giudizio alle cose calcistiche. 'Sta casa aspetta a te, Chiari! Torna senza spiegare nulla, torna le mani in tasca, torna con un postone dei tuoi: non dare questa soddisfazione ai malevoli del sitone. Se dopo Re Nudo vieni meno anche tu, sono un relitto da vendere al Genoa anch'io.

    RispondiElimina
  20. Ah ah Blimpe, Deyna e Vita in Siberia è una bella immagine, ditemi qualcosa su Llama e Gameiro.

    RispondiElimina
  21. Caro Pollock, Gameiro mi piace, nell'organismo viola mi piacerebbe poi tantissimo: scaltro, ambidestro, furetto invisibile in area fin quando non te lo scaraventa dentro, non sai mai dove si girerà se è spalle alla porta, finissimo nelle triangolazioni, lo prendi e lo metti lì senza nemmeno bisogno di una seduta d'allenamento. Llama copre una lacuna, che non giudico grave vista l'adattabilità di Cassani e dello stesso Romulo, sulla sinistra: non ci perderei tempo nelle due ultime ore di mercato, ma se lo fanno forse vuol dire che non c'è più trippa per gatti nel settore offensivo. Vediamo.

    RispondiElimina
  22. Llama ufficiale in viola. Disperato assalto finale, 8 milioni in mano, per una punta, ma mancano 93 minuti soltanto, ormai, alla chiusura.

    RispondiElimina
  23. Scritto 2 giorni fa,Llama in viola.Siamo vicini al Piano C,nonostante i pagani abbiano perso fede anche nel Piano B.Today il COLONNELLO è più cazzuto che mai,oh my Gosh!Voto alla Campagna Acquisti 8(sarà 9 con la punta),voto campagna cassioni:9(era 10 se restava Nastasic),

    RispondiElimina
  24. O prendono Pozzi o si resta come siamo.  Li dareste 6 milioni per questo giocatore? Io no. Ma la vecchia babbiona ci ha lasciati col cerino in mano. Aspettiamo ancora un po'.  Ma Babel che fine ha fatto?  Si è svincolato e chiede una stecca di ingaggio?

    RispondiElimina
  25. Ufficiale Borriello al Genoa, Floccari (attribuitoci da 4 o 5 anni a ogni sessione di mercato) nel mondo delle nuvole, per Pozzi cascatore la Samp vuole 6 milioni (e magari mezzo Jovetic, già che ci siamo), dalla Francia mi dicono che per Gameiro non è più possibile, non ci sono i tempi. Pradè uscito dal box del Catania venti minuti fa, non vedo cosa potrebbe inventare in un'ora: credo che ormai si lavori sulle cessioni dei pesciolini.

    RispondiElimina
  26. Attila, Babel torna all'Ajax. Conferma ufficiale di Pradè (sembra molto buio): non arriva più nessuno di punta. A causa dell'arrivo di Llama aggiungo un + al mio 8 al mercato viola.

    RispondiElimina
  27. Ciao Colonnello, dobbiamo giostrarci con El Hamdaoui e Ljiajic almeno fino a Gennaio.  Seferovic resta l'unica alternativa, non so cos'altro può inventarsi Montella. Anche per me il mercato è da 8, che diventerebbe 8- se prendono Pozzi.

    RispondiElimina
  28. Questo è un mercato da 8+ minimo. E se arriva la punta si alza di un punto. Lo scrivo da giorni. Con Llama si è preso un altro esterno coi fiocchi, altroché. Stanno resistendo anche per Camporese. Una punta, solo una punta, 43 minuti, non serve molto tempo. 

    RispondiElimina
  29. Tentazione Morimoto. Io ci farei il sakè, ma si tratta ormai di far numero, evidentemente.

    RispondiElimina
  30. Conferme da Sky. 

    RispondiElimina
  31. Intanto grosso incaglio per Nasty: non ha ancora il permesso di lavoro! In Inghilterra il mercato chiude alle 24, è vero, ma noi Savic dobbiamo blindarlo entro le 19, quindi tutto rischia di andare a carte quarantotto!

    RispondiElimina
  32. LUca Toni come punta!

    RispondiElimina
  33. Sì, c'è l'ufficialità, ma siamo in pieno Dalì. Mancano i dettagli sul costo dell'operazione: voglio dire, quanto ci paga Luca per averlo ripreso... ahahahahahah!

    RispondiElimina
  34. A questo punto Toni va bene, titolare Mounir e Toni il rincalzo lo può fare.  Basta che renda anche solo un terzo di quello che era.  Poi io sono un po' romantico, queste cose mi piacciono finché non mi incazzo per qualche svirgolata...  8+ Vedrete che Toni qualche gol lo farà.  

    RispondiElimina
  35. Intanto, sul sitone ronfano di grosso: qualcuno vada a svegliarli e a dar loro la notizia o rischiamo l'editoriale di Thomas Matthews con il gloria in excelsis per l'arrivo di Damiao, sognato in pennichella... ahahahahahah!

    RispondiElimina
  36. Toni per 400k€ in un anno. Visto come si ra messa, va benissimo. Arriveranno migliaia di occasioni da gol, sicuro ne timbra un buon numero. Non romperà se in panca. Voto al mercato 9, vista la rivoluzione e vista la squadra che metteremo in campo.... Se poi il permesso di lavoro di Nastasic non ci venisse dato....

    RispondiElimina
  37. Sul sitone sono gli ultimi, come sempre ah ah ah ah

    RispondiElimina
  38. Ce l'ho fatta a resistere fino alle 18.35 lontano dal pc, anche per scaramanzia, attendo le 19 per commentare, ormai. Llama, quello preinfortunio dico, non era male, ma l'importante ora è vedere se quello che più di tutto manca da anni ormai a questa squadra - un centravanti sano e che segna - e a Montella [cfr. sue dichiarazioni] arriverà o no. Non si può giudicare il mercato diversamente, a seconda che lo prendano o meno. L'idea di arrivare a gennaio con due seconde punte in avanti e in pratica nessun attaccante serio di riserva, è angosciante. E costerebbe caro in termini di classifica. A dopo, intanto preparo cappotto, colbacco e vodka.

    RispondiElimina
  39. Deyna, l'attaccante è Toni

    RispondiElimina
  40. S'è preso...Toni. Rettifico, il mio voto al mercato non è 6.5, ma 6. Non metto il "meno" perché sarebbe ingeneroso, ma aggiungo solo: Corvino è stato crocifisso perché ha portato a Firenze Amauri, considerato un ex giocatore...Toni non si ricorda nemmen più dove sono, le scarpette da calcio, operazione grottesca e ridicola.

    RispondiElimina
  41. E' una non-operazione, Deyna, non un'operazione cattiva: però 500.000 sono parecchi... Forse non c'era più disponibilità di spesa: se vai davvero in giro con 8 milioni, che poi se sei strozzato arrivano a 10, un centravanti in tre giorni lo trovi, in giro per l'Europa. Credono in El Hamdaoui, ci credo anch'io, e credono che il futbol bailado porti in gol chiunque, ci credo anch'io. Ma non ci vogliono infortuni lunghi, su quelli Toni non copre. Considera comunque che senza centravanti, proprio né primo né secondo, Spalletti quasi vinceva un campionato. Attenzione, però! Si riapre la pista Pozzi! Attila già a cavallo coi suoi Unni per sfogare la sua rabbia sugli innocenti!

    RispondiElimina
  42. Deyna, ingeneroso mi sembra un eufemismo perché non c'è un operatore di mercato che non incorona la Fiorentina come la regina del mercato.

    RispondiElimina
  43. No, niente Pozzi, era una fandonia del sitone, subito cassata, per far vedere che loro sono sul pezzo fino all'ultimo, dopo aver russato per tutto un pomeriggio. Attila, scendi da cavallo e lascia stare quella figliola che trascini per i capelli, per cortesia!

    RispondiElimina
  44. Ahi, ahi! Deyna è stato preso, come temevo, da un attacco di depressione. Io confermo il mio 8 al mercato, perché non era facile fare una pulizia totale ed allestire, nello stesso tempo, una buona squadra-
    Avessimo potuto prendere Bebatov (al netto del suo essere una TdK), sarebbe stato un mercato da 9 abbondante. Il problema è stato che, dopo l'intromissione banditesca della Rube, non c'è stato il tempo materiale per prendere un attaccante di razza. Ma fino a gennaio possiamo tranquillamente giocare con chi abbiamo e poi, a quel punto, prendere ciò che non siamo riusciti ad acquistare ora. C'è tutto il tempo.
    Comunque il parco attaccanti con JoJo, ElHam, Mati, Liajic, Toni e Seferovic non è proprio da buttare.

    RispondiElimina
  45. Può anche aver frenato l'inquietudine sull'affare Nasty: se salta sono 12 milioni in meno in cassa, mica noccioline, mi ci faccio una garçonnière nell'Ile Saint-Louis e ci trombo a slave fino alla sincope.

    RispondiElimina
  46. A parte che le squadre incoronate d'estate come regine del mercato sappiam tutti la fine che fanno appena inizia la stagione reale...Non vedo come si possa definire un grande mercato una campagna che vede partire il miglior difensore e miglior giovane che abbiamo [a un prezzo che ancora devo capire, oggi si parlava di 12 milioni anziché 16], e vede la squadra ancora una volta priva del centravanti invocato a gran voce da Montella, che da ex grande bomber sa che il futbol bailado porta pochi gol se non hai centravanti, a meno che a ballare non sia Messi. Il Toni attuale, sempre che riesca a giocare due partite di fila senza rompersi nel riscaldamento, non lo considero all'altezza nemmeno di Castillo e Bonazzoli. Poi 4-5 gol li fa, qualche pallone per forza gli incoccerà sugli stinchi o nel testone in quella sarabanda in mezzo all'area, ma avevamo bisogno di ben altro. Più in là analizzeremo soldi spesi vs soldi entrati, e prospettive di questa squadra.

    RispondiElimina
  47. Il permesso di lavoro a Nasty glielo trovano,hanno tempo fino alle 24:00,solo che noi restiamo senza Savic che non è arrivato e ormai non arriva più.16 giocatori acquistati e ridotti a prendere Toni?non so come fate a dare 8 a questo mercato

    RispondiElimina
  48. Mc Guire, sì, sono depresso. Questa era una stagione forse irripetibile, i traguardi possibili tenendo Nastasic e prendendo Berbatov o pari livello erano addirittura indicibili. Ci resta per le mani invece una macchina monca, con un gran motore che spinge a mille, per trascinare la carrozzeria adagiata sul semiasse crollato. A gennaio avremo già buttato via il campionato, intendo in senso europeo. Di attaccanti abbiamo solo due seconde punte, Jovetic e El Hamdaoui che classe a parte è un'incognita totale per i vari motivi che sappiamo, Toni è un ex calciatore, gli altri non sono considerabili, chi perché non è proprio punta, chi perché non è pronto. Una grande occasione ripeto, forse irripetibile, buttata nel cesso.

    RispondiElimina
  49.  E' bello per questo il calcio Deyna, non solo perché una squadra nettamente inferiore può sempre vincere contro una squadra fortissima, cosa impossibile nel rugby per esempio, ma anche perché si può valutare in maniera così diversa il mercato che per me è stato splendido. Non c'è trasmissione sportiva/commento che non giudichi almeno da otto il nostro mercato, io sicuramente sbaglio, ma tutti quanti stanno prendendo una cantonata di questa portata?

    RispondiElimina
  50. La manovra di mercato della Juventus ha sostanzialmente falsato il campionato. La Fiorentina non ha potuto rimediare ed ora si presenterà in una formazione decisamente più debole di quella che avrebbe potuto schierare se fosse stato disponibile Berbatov. Ė un fatto grave, peraltro di nessun rilievo giuridico, ma sicuramente da censurare. Non vedo colpe particolari da parte di Pradè e Macia. Diverso il caso di El Hamandoui e Corvino. Per la fideiussione ci si poteva attrezzare, contro l'agguato di Monaco c'erano poche difese. Mi pare giusta anche la decisione di non acquistare all'ultimo momento. Quanto a Nastasic, tutte le squadre, anche le più ricche, hanno sacrificato qualche elemento e guardato ai conti. Un ottimo mercato, dunque. Ma alla fine la squadra non è così forte come speravamo. In attesa di gennaio speriamo nella maturazione di Llajic e nell'esplosione di El Hamandoui, che pare, a quel che si dice (io non ho visto la partita di sabato) è tecnicamente un valido giocatore. Il ritorno di Toni è piacevole sul piano affettivo, ma calcisticamente irrilevante.

    RispondiElimina
  51. Che nessuno si permetta di dire che Toni è vecchio: ha la mia età!
    Per il resto, oggi come oggi è meglio il Tanque Silva.
    Oppure regalavo Vargas al Genoa in cambio della restituzione di Gelatino.
    O chiedevo a Bati e Hamrin, visto che hanno gli score migliori di tutti i tempi,  se avevano voglia di tornare a giocare

    Battute a parte, cari Luois, Colonnello, Lele e Pollock, io non ho mai fatto il disfattista e non lo farò nemmeno questa volta, perciò sosterrò tutti e 4 i nostri attaccanti:
    forza Jojo, forza Adem, forza El Hamdaoui e... forza Seferovic!
     

    RispondiElimina
  52. Concordo con Deyna,questo poteva essere,magari lo sarà lo stesso,l'anno per tentare l'impensabile.Marotta ci ha dato una tranvata che quella di Corvino a Secco oggi ci torna indietro con gli interessi maggiorati

    RispondiElimina
  53. Deyna guardala così, via Nastasic dentro Savic, Tomic, Migliaccio, Llama e Toni. Ci si può stare.

    RispondiElimina
  54. Antognoniforever31 agosto 2012 19:25

    Ho resistito fino alle sette e dieci, ma ho letto di Toni e Llama.
    Ragazzi, mi sa che abbiamo detto troppo, quest'estate, che si era come nel 2005, cosi' alla fine e' tornato Lucone Toni.
    Vabbe', in attacco ci abbiamo messo una pezza (e Seferovic e' rimasto, non dimentichiamolo) e Llama e' forte.
    In sintesi al nostro mercato assegno un dal 7/8.

    RispondiElimina
  55. I gestori dei vari siti,sia viola sia di calciomercato,e soprattutto chi incassa con internet ringraziano sentitamente i tifosi della Fiorentina per le probabili extra-soglie di giornata.Il Piano C si è rivelato un Piano D(dimesso,per il,pedigree recente di Toni e furmini).Chiaro che le squadre avran provato,tutte,a strozzare il duo con richieste assurde;tutta la vicenda legata alla punta pone due questioni:da gennaio-poi predellino per la scelta del nuovo d.s.-sino ad oggi non avevamo ne contatti ne punte in trattativa da rosolare e poi mangiare;poi,l'affare Berbatov fa pensare che Macia&Prade erano certi dell'acquisto,non avendo in mano null'altro che,ora,uno svincolato.Ho sbagliato io a pensare ci fosse un asso nella manica ma devo ammettere che "Attenti a quei due" ci avevano abituato,in un mese,all'optimum.Se guardassimo la campagna acquisti/cessioni da esterni,be' daremmo un bell'8.La squadra nelle due uscite ufficiali ha creato tante,molte palle gol ed è mancato lo stoccatore(anche "a culo")che potrà essere El Ham con Roni buon rincalzo.Negli ultimi 2 anni non si creavano occasioni gol,da quest'anno sembrato proprio di si,e allora saran boni anche quelli che abbiamo!Voto:8.

    RispondiElimina
  56. Siamo obbiettivi ragazzi: anche se avessimo preso Bebatov e tenuto Nasty, con una squdra completamente nuova, il nostro traguardo massimo sarebbe stata la CL.
    Così com'è messa ora, ce la giocheremo per l'EL e, con un po' più di fortuna, giocarcela fino in fondo per la CL.
    Deyna, tu sai benissimo, quanto me, che i campionati si decidono in primavera e, visto il panorama complessivo delle squadre italiane, non credo che a gennaio saremo già fuori dai giochi.
    Quanto a Toni, penso che possa essere utile, specie nei finali di gara quando c'è bisogno di forza d'urto, ma anche per fare spogliatoio. Certo non è l'attaccante che aspettavamo, ma il resto della squadra è stato costruito con molta sapienza.
    Personalmente sono abbastanza fiducioso.

    RispondiElimina
  57. No, la colpa non è solo di Marotta. Come giustamente è stato detto a Corvino l'anno scorso, non ci si può ridurre agli ultimi giorni di mercato per prendere ciò che veramente mancava alla squadra - il centravanti che segna - senza avere in mano perlomeno una valida alternativa in freezer. La stagione ce l'ha compromessa per metà Marotta, per metà Pradè. Se poi una minima parte dei soldi incassati per Nastasic sono stati spesi per dei mezzettoni, dei lungodegenti e degli ex calciatori, non vedo perché dovrei rallegrarmene. Per me il punto forte di questa campagna acquisti, fino a pochi giorni fa, era il fatto che si era arricchita la squadra, mantenendo i due giovani campioni Nastasic e Jovetic. Poi vendiamo il primo, salta il centravanti, e rimane il mercato monco. Per me questa è una squadra che a gennaio farà fatica a trovarsi al 7/8° posto, dopo ci sarà qualche mese per recuperare parzialmente, sempre che non trovino la solita scusa: "Eeeeh, ma a gennaio i giocatori buoni non li vendono". Ma magari se si allena bene in questi mesi, si può pensare a Bobo Vieri. Via, vi saluto, vo a letto senza cena per punizione autoinflitta, son troppo credulone.

    RispondiElimina
  58. TOCCA L'ALBICOCCA31 agosto 2012 19:50

    Deyna,abbiamo sperato tutti che in 48 ore si sarebbe riusciti a porre rimedio alla porcata
    degli strisciati,obbiettivamente adesso possiamo dire che quello è stato un colpo che avrebbe tagliato le gambe a chiunque e così è stato,benchè una reazione d'orgoglio ci sia
    stata andando a puntellare in maniera ottima fascia sinistra e mediana.
    Ma le altre operazioni non le potevi più fare,soldi o non soldi,perchè non è così che funziona.
    Troppo facile parlare di alternative dimenticandosi che le alternative restano tali non certo dopo che hai raggiunto tutti gli accordi e stai aspettando il giocatore all'aeroporto,non è
    che il modo del calcio si ferma ad aspettare la Fiorentina.
    Se la juve si fosse intromessa una settimana prima sono sicuro che le avremmo avute
    ma chi da sempre è abituato a vivere di porcate non commette questo tipo di errori,scende dall'auto al momento giusto,centra l'obbiettivo e risale in macchina.
    Lecchiamoci le ferite,convogliamo la rabbia nel modo giusto e ripartiamo.
    La squadra resta ottima,un giocatore da doppia cifra c'è e non è detto che El Hamandoui
    non sia il secondo,poi ognuno deve fare il suo,del resto proprio la juve lo scorso anno ha vinto uno scudetto senza grossi bomber e mandando in gol un po' tutta la rosa.
    Noi non dobbiamo vincere lo scudetto ma provare ad andare in Europa League,perchè deprimersi?

    RispondiElimina
  59. Lele, io l'affare Nastasic l'ho commentato in maniera opposta rispetto a Deyna, ma questa di Toni francamente mi lascia sbigottito.
    Davvero, c'è chi è stato crocifisso per Bonazzoli, per Castillo, per Keirrison, per Silva, per Amauri, e ora devo leggere lance spezzate a favore dell'acquisto di un pensionato che ha fatto 2 gol a Sharm El Sheik e ha svolto la preparazione precampionato giocando a tennis a Milano Marittima con 3 mojiti nello stomaco. Più volentieri cercavo Del Siero, tanto la maglia bianconera l'anno scorso l'ha vestita anche Toni, e almeno il primo una decina di gol pesanti li ha fatti nell'ultimo anno.

    Ludwig, al di là del fatto che non vedo perchè si debbano fare distinzioni tra Pradè e Corvino sugli affaroni saltati (il primo viene giustificato dando la colpa ai gobbi, il secondo -tanto per cambiare- crocifisso, come se a suo tempo non esistesse concorrenza sul mercato... per me o si condannano entrambi o si giustificano entrambi, e io personalmente sono più per la seconda soluzione), è un vero peccato che una persona della tua cultura come te si faccia condizionare dal pregiudizio al punto da ritenere che di fidejussioni bancarie debba occuparsene un Direttore Sportivo, anzichè un Presidente o un Amministratore Delegato.

    RispondiElimina
  60.  Prozac africano
    Ragazzi,animo
    tutti,anche chi non ne ha bisogno(la maggior parte)e soprattutto a
    Deyna,(visto che Vita gia' s'e'ringalluzzito)che non so che gli sia
    preso,ma non riesce a uscire dal vortice della sua
    depressione.Colonnello sai se nelle aree siberiane,producono infusi
    naturali sostituivi del Prozac?O forse qualche litro della vodka
    locale,potrebbe bastare...boh,fatto sta',caro Deyna,che non rammenti il
    progresso tecnico generale  della squadra,e te la chiami occasione
    persa???E che volevi,costruire una squadra scudetto(perche'te lo dico,se
    veniva il testone Berbatov e restava Nasta,non si vinceva ma si era
    nelle prime 3)in una sessione di mercato?E poi l'occasione,non e'che
    capita e bussa alla porta,casomai la si e' creata con un mercato
    magistrale,al quale e' mancato si'qualcosa,ma sappiamo il perche'.Lud ha
    fatto una disamina perfetta,sulla quale niente ho da
    aggiungere.Capitolo Toni e' piu'facile del previsto e bisogna parlar
    chiaro:non sara'ex,se si allena con lo spirito giusto,segue le ferree
    direttive comportamentali della nuova era fiorentina,potra'esserci utile
    in partite dove non riusciamo a sfondare con qualche capocciata o
    stincata(vero Deyna)ovvio partendo dalla panca.Sara' un ex,invece,se
    riprende le dannose frequentazioni fiorentine,accompagnandosi di
    companeros poco raccomandabili,dove l'alcool e non solo,era il
    companatico.Deyna,mentre cerchi di riprenderti,ricorda che non e' solo
    coi grandi nomi che si vincono le partite.Dimentichi che abbiamo un
    Signor tecnico,che sa dare un impronta di gioco elevatissima,e tanta
    gente che coi piedi,sbuccia un'arancia,a differenza dello scorso anno.
    Ultimo
    appunto,forse,in queste condizioni il Cerci in casa,avrebbe fatto
    comodo,ma insomma ormai e' andata ed io,ovviamente,confermo il mio 8
    iniziale.
     
    Lele

    RispondiElimina
  61. Lascio ultimissime considerazioni, tanto non devo farmi cena. Ad un attento conto della serva, figura che in questo mercato abbiamo speso 23 milioni, ed incassato 30. Poi, giochiamo con due punte [entrambe seconde punte], e in una squadra seria, se giochi con due punte, ci vorrebbero altrettante riserve [valide], più un quinto elemento di scorta, per sicurezza. Noi abbiamo Jovetic, che solitamente salta un buon numero di gare, ed El Hamdaoui, fermo da un anno e testa matta [c'è il Carnevale a Casablanca?], pur se di gran talento. L'unica alternativa è un ex calciatore più spesso rotto che sano. Seferovic non è assolutamente pronto per giocare nella Fiorentina oggi, credo. Ljajic e Mati non sono punte. Spero solo che la difesa si registri al più presto anche senza Nastasic, perché sarà molto importante subire meno gol possibili, dato che farne sarà un'impresa. Bona ughi.

    RispondiElimina
  62. PS: non è tanto importante che sia io a temere le difficoltà nel far gol, ma che lo sia Montella, che ha chiesto a gran voce un attaccante che la butti dentro. Segno che non vede tale El Hamdaoui...

    RispondiElimina
  63. Grazie Vitalogy per i complimenti. Mi capita spesso di preparare fideiussioni. Si fa per tempo ed è un lavoro di squadra, nel senso che chi è più in alto nella gerarchia della società può delegare, ma poi è responsabile come gli altri. Se manca una fideiussione il fallimento insomma è di tutti. Se invece si è vittime di un agguato come quello teso da Marotta a colpi di sms, beh credo si possa fare ben poco. Dunque piena assoluzione a mio parere per l'ottimo Pradè, del quale condivido anche la scelta di privarsi di Nastasic (dolorosa ma in questo momento storico-economico inevitabile). L'anno scorso ci mancava il centrocampo, reparto cruciale di ogni squadra. Quest'anno abbiamo uno dei migliori reparti centrali del campionato. Le partite si vincono lì. In avanti Llajic e El Hamandoui sono da scoprire: il primo sembra molto maturato, del secondo si dice abbia ottima tecnica. L'acquisto di Toni è una parentesi sentimentale senza rilievo calcistico e merita pochi commenti. Se va bene, farà qualche buon scampolo di partita, di più da lui non si può pretendere.

    RispondiElimina
  64. Io do 7,5 al mercato viola. La nostra rosa:
    Portieri: Viviano, Neto, Lupatelli
    Difensori: Cassani, Roncaglia, Rodriguez, Savic,Tomovic, Pasqial, Camporese, Hegazy, Llama
    Centrocampisti: Cuadrado, Romulo, Pizarro, Valero, Aquilani, Della Rocca, Migliaccio, Mati Fernandez
    Attaccanti: Jovetic, Ljajic, El Hamdaoui, Toni, Seferovic

    RispondiElimina
  65. Risparmieremo sulle magliette. Anch'io come altri credo dovrei avere da qualche parte quella con la scritta "Toni e fulmini.

    RispondiElimina
  66. Continuo a non capire il perchè di certe distinzioni. Per fortuna ho una memoria ferrea.

    Nel pomeriggio di venerdì 29 gennaio 2010, come un fulmine a ciel sereno, il Coni comunica all'Ansa (senza neanche avvisare prima la Fiorentina) che Mutu è risultato positivo a un controllo antidoping.
    Verso le 19 di sabato 30 gennaio a Firenze c'è già Cassano, che ha appena svolto le visite mediche da Fanfani (almeno lui a quelle c'era arrivato). Scoppia la contestazione dei tifosi della Samp, allora ancora in lotta per la qualificazione in Champions. La mattina di domenica 31, Garrone e Cassano comunicano che di notte ci hanno ripensato, e il giocatore torna a Genova.
    Nel pomeriggio di lunedì 1 febbraio, ultimo giorno di mercato, viene annunciato il prestito di Keirrison, che in viola  totalizza sì e no 200-300 minuti di presenza, segnando un gol in Lazio-Fiorentina 1-1 e un gol in Fiorentina-Inter 2-2.

    Ora vediamo se qualcuno mi risponde senza paraocchi. Se il tuo più grande campione viene beccato postivo 3 giorni prima che finisca il mercato, è colpa tua? Se il giorno dopo hai già Cassano a Firenze, ma dopo qualche ora Garrone decide di tornare sui suoi passi, è colpa tua? Se ti tocca buttar giù un piano C in 24 ore, nelle quali ti fai prestare con diritto di riscatto Keirrison (certo oggi si può dire che non ha mantenuto le aspettative, ma allora era una promessa 21enne, capocannoniere del campionato Paranaense, giratoci dal Barcellona che 6 mesi prima l'avea pagato 18 milioni), sei così coglione?
    Ora qualcuno mi spieghi perchè a Corvino questo fatto viene rinfacciato a vita, mentre per Berbatov la colpa è solo della Juve mentre non c'entrano un cazzo i nostri dirigenti, che il massimo rimedio che hanno saputo porre in 60 ore è stato riesumare un sarcofago.

    RispondiElimina
  67. Hanno sparato cifre pazzesche per Pozzi. Pozzi!!!! Floccari ce lo avrebbero dato ai prezzi di Lisandro Lopez. Cairo ha detto no ad un prestito oneroso per Rolando Bianchi!!! Va bene essere finocchi con il culo degli altri ma a tutto c'è un limite. Ci ho sperato fino all'ultimo ma le parole pomeridiane di ADV avevano già messo il sigillo al mercato in entrata per una prima punta forte. Non ha resistito nemmeno lui, ha dovuto esternarle. La porcata dei merdosi (che a questo punto sapevano che avevamo puntato tutto su merdatov) ha sortito l'effetto sperato, non farlo arrivare e farci prendere per il collo nelle 48 ore rimanenti. Missione compiuta. Adesso a mente fredda dico che un parco attaccanti che annovera Jovetic, Hamdaoui, Liajc, Toni e Seferovic è roba da squadra da primissime posizioni, non da scudetto, ovvio, ma quello non è mai stato un nostro obbiettivo, anche pensarlo Deyna, è grave. Si è rischiato di retrocedere l'anno passato, stai a vedere che in una sola sessione si punta al bottino pieno. Ma un po' di sano realismo no, eh ?! La difesa patisce la cessione di un probabile fenomeno ma è stata puntellata in qualità ed in quantità, certo, bisogna vedere se i meccanismi con tutti questi nuovi gireranno molto prossimi alla perfezione. Di sicuro 14+ 6 (Savic) + 5 di bonus sono 25 milioni e con il mercato di oggi vanno presi, di volata. Il centrocampo è da lode, Migliaccio ne giocherà più di quante immaginate e non mancano soluzioni o alternative a iosa. Abbiamo centrocampisti da 2-3 goal stagionali, cadauno, in canna, e attaccanti che con la tecnica debordante che giunge dalle fasce riceveranno parecchi palloni da spingere in rete e basta. Questo non significa che si va a Napoli per vincere (sano realismo di prima, né ?!) ma per giocarcela a viso aperto sperando in un bottino, non dico pieno, ma anche discreto andrebbe bene. Impensabile l'anno passato, anche in casa. Il Milan ha ceduto Ibra e Thiago Silva, chi è arrivato, De Jong, Pazzini, Niang (???), Krcic e gli altri manco li ricordo, Yepes(ex Chievo) è stato il migliore in campo Domenica sera. L'Inter ?! Eccetto Guarin (davvero forte il ragazzo) chi o cosa ha comprato.....La jumerda, con 30-35 milioni da 6 mesi e mezzo da spendere, a parte la figura meschina-ridicola-bastardi berbatov, ha preso Bendtner, un danese che marca meno di Matri. Matri non Messi. Soldi a iosa e i migliori arrivi provengono dall'Udinese. Suvvia.......Non dico che faremo lo sgambetto ad una di queste grandi (??) ma di certo faremo un campionato come da tre anni non ci capitava più neanche di sognare. Questa è una squadra rafforzata in tutti i reparti, tutti, anche in difesa Deyna. Camporese c'è ancora e magari ne giocherà pure poche perché gli altri saranno sufficienti. Dare 6,5 o 6 a questa rifondazione è offensivo, irriconoscente, privo di un analisi tecnica qualitativa e quantitativa. Certo puppatov avrebbe fatto saltare il banco, volentieri o meno avrebbe dovuto scendere in campo e sudare, ci avrebbe fatto volare se dotato di quel minimo di voglia e attributi, così non è stato, era una marionetta, una banderuola ma che ci avrebbe proiettato in EL sicura come minimo, amen. L'errore, minimo, dell'accoppiata magnifica è quella di aver pensato di aver a che fare con persone, con professionisti, con ben 3 giorni di margine sulla chiusura, non avevano un piano B, purtroppo, si è visto, e quello C costava troppo (Lazio, Toro e Samp le ho già annotate sul mio taccuino) ma i più infidi, schifosi, viscidi e incapaci si sono dimostrati (non che necessitassi di conferme) come al solito quegli strisciati dei due peggior colori che si possa immaginare la cui mescolanza partorisce uno dei colori più neutri e inutili dell'intero mondo dell'arte, il grigio, proprio come la loro città, insignificante e anonima e noiosissima da viverci. 

    RispondiElimina
  68. Vitalogy, anche Corvino non aveva colpe in quelle situazioni, quello che però non capisco è a cosa serve adesso riesumare il sarcofago del vecchio DS. Si è fatto tanto (e per me bene) per chiuderlo quel periodo, godiamoci il presente magari guardano avanti invece che al passato.

    RispondiElimina
  69. Vitalogy, la Fiorentina non voleva un'ambiziosa riserva di El Hamdaoui, voleva eventualmente uno cui El Hamdaoui facesse la riserva. A me Berbatov non è mai piaciuto un'esagerazione ed è in fase declinante (se l'è preso il Fulham, del resto) ma a 5 milioni del suo ranking nominale prendevi solo lui a questo mondo. Di più, evidentemente, DDV non voleva spendere. Allora, perso quell'obiettivo, prendi un artritico da portare ogni tanto in processione fidando nella crescita di Seferovic e dell'armadio a muro. Per altre soluzioni (e ce n'erano) occorreva cedere Jojo ma su ciò sembrava pesare interdetto della tifoseria e la fulminea spregiudicatezza di Pradè ne è stata limitata. Insomma, Pradè è stato maestro dell'arte del possibile dall'inizio alla fine del mercato e io lo ringrazio dal fondo del mio cuore: era difficile trovare, dopo Corvino, un DS di capacità sì grandi. Sono altresì convinto che con 30 milioni in più da spendere si stava più sicuri di lottare per il terzo posto ma è come quando vai comprando casa: ti sembra sempre che con «poco di più» avresti la felicità. Hai un papà che ti passa quella paghetta e non oltre: lo vuoi accoltellare nel sonno perché a scuola il tuo compagno di banco ha i maglioni da 400 euro e tu no?

    RispondiElimina
  70. Pollock e Colonnello, forse non serve a niente far notare l'incoerenza di giudizi opposti su eventi analoghi (e non siete certo voi due quelli che rinfacciano di tutto all'ex DS), ma se guardo avanti trovo che anche per quest'anno, in attacco, siamo nelle mani di uno a cui bisogna sperare che non venga neanche un raffreddore.
    Per il resto, ho specificato più volte che tutto sommato trovo che Pradè e Macia abbiano lavorato bene. Questa di Toni, però, è stata una doccia fredda.

    RispondiElimina
  71. TOCCA L'ALBICOCCA31 agosto 2012 21:39

    Oh,questo è il Leo che conosco,vamos!!!
    Vitalogy,Pollock ha ragione e io aggiungo,a meno che tu non indichi a chi sono rivolte le tue condivisibili riflessioni,che almeno qui nessuno ha mai sparato su Corvino.
    Io personalmente l'ho sempre difeso e l'ho salutato come meritava perchè ritengo che abbia sempre fatto il bene della Fiorentina,purtroppo gli è mancato il coraggio di far fuori
    con largo anticipo quella mandria di scansafatiche che pascolava sui prati del Franchi e
    ha pagato lui per loro.
    Macià è comunque un suo lascito insieme ai soldi di Nastasic e quelli futuri per Jovetic.
    Adesso però guardiamo avanti anche se a Napoli sarà dura.Mentre noi ci mangiavamo il fegato in questa settimana loro si allenavano beati e con la testa libera.
    Comunque dopo ci sarà la sosta e ci sarà tempo e modo per mettere a posto la squadra
    che forse non avrà molte soluzioni in avanti ma negli altri reparti dispone di alternative in grado di cambiare faccia ad una partita e questo lo si è già visto sabato.

    RispondiElimina
  72. Probabilmente 8 come voto a questo mercato è eccessivo. Ma, onestamente, scendere sotto ad un sette abbondante è ai limiti della malafede. Il problema, che alcuni mi pare sottovalutino, è che siamo stati volutamente bloccati sul più bello. Marotta e la sua gang, preoccupati dall'inarrestabile marcia della nuova era Viola, oltre che incazzati per essersi sentiti sbattere la porta in faccia nell'assalto finale a Jojo ci hanno tirato il colpo gobbo, colpendoci sul punto debole, e sapendo bene di farlo. Le reazioni di ADV sono più di un indizio in merito. L'unica colpa, se così la volete chiamare, che si potrebbe imputare a Pracià, è la mancanza preventiva di un'alternativa, ma viste come sono andate le cose sarebbe stato come chiedere ai due di essere indovini, sebbene in questo mondo le sorprese, soprattutto da certi elementi, siano sempre dietro l'angolo. Rimane il fatto che, finalmente, le mele marce son cadute dall'albero, c'è molta gente nuova, parecchia con grande voglia di rivincita e, nel complesso, mi pare una squadra più ricca di alternative. Molti esagerano nell'importanza attribuita, in negativo, alla cessione di Nastasic. Gran prospetto, più che gran campione, ad oggi, con appena un campionato di livello sulle spalle, ceduto per la cifra di 25 milioni di euro non può che essere valutato un affare, da qualsiasi punto di vista la si guardi, soprattutto per una squadra ed una società come la Fiorentina, Deyna. Così come molti hanno spesso sottilizzato su alcune lacune che il serbo ha spesso mostrato di avere nel dna. Come, per esempio, il ritardo cronico nelle "uscite" per portare su la difesa nei fuorigiochi sistematici, "difetto" che ci è costato alcuni golletti lo scorso campionato oltre a quello di sabato scorso. Si sottovaluta, e lo ribadisco con forza, certo che il campo mi darà ancora una volta ragione, l'arrivo di due elementi di sicuro valore, Tomovic soprattutto, oltre all'ottimo Migliaccio, giocatore duttile se ce n'è uno. Dietro vedremo questo Savic, Camporese è stato saggiamente tenuto, e per Napoli, se non vogliono lanciare subito Michele, possono contare su Tomo, pronto subito. Llama è altro buon elemento che tampona la falla che avevamo nella zona sinistra. Ancora non si è visto Mati, altro elemento che potrebbe stupire, ma la mediana è davvero interessante e piena di alternative. Toni, infine, torna all'età in cui arrivò a Firenze Vieri. 35 anni sono tanti, non troppi. Fiches su Mounir, come giusto che sia a questo punto,. ma Lucone può dare una mano, e soprattutto nell'ultima mezz'ora potrebbe aprire parecchi forzieri. In definita il mio voto è largamente positivo e pronostico una squadra che può lottare per le piazze che vanno dal terzo al sesto posto non dimenticando che il saldo finanziario è largamente positivo e gennaio arriva tra 4 mesi, non tra 4 anni. Ora sotto col Napoli, forza Viola!

    RispondiElimina
  73. No, Vitalogy, quest'anno la Fiorentina ha El Hamdaoui e un centrocampo che potrebbe anche risultare il migliore del campionato e che appoggia l'attacco come non faceva il precedente, a partire da chi lo bacava.

    RispondiElimina
  74. E concordo sull'ottimismo di Louis circa la difesa, dove non trovo nemmeno un brocco (e ça change, dopo anni e anni... anzi mi chiedo se ho mai conosciuto, dopo la Fiorentina del terzo scudetto – ovviamente quello dell''82 – un'edizione viola senza almeno un brocco accertato nella rosa difensiva) e che mi sembra ammirevolmente assortita.

    RispondiElimina
  75. A leggere i commenti e a mente fredda riporto il mio giudizio finale sul mercato a 8 anzichè 9. L'avere preso un qualsivoglia attaccante a basso costo di ingaggio senza avere sperperato prezioso denaro per un acquisto a gennaio mi aveva fatto sovrastimare il voto. Che si abbassa solo per la bocca buona che ci ha fatto venire questo finale di mercato con il nome di Berbatov ad un passo. Sugli ultimi acquisti il Llama pre infortunio mi piaceva un sacco per corsa e forza. Montella lo ha avuto a Catania senza utilizzarlo in dosi massiccie, ma sicuramente lo considera un buon elemento, backup,di Pasqual. Di Migliaccio e della sua utilità viste le fragilità e l'età dei magnifici titolari è stato ampiamente detto da ben più autorevoli posters. Su Tomovic voglio fidarmi di Louis, non lo conosco. Sono contento di un Leo così cazzuto, mi accodo come sempre al Tocca che riporta giustamente al match di domenica. Spero che Deyna e Vitalogy abbiano di che ricredersi su attacco e difesa, sia perchè il fattore "umano" chiamato Montella deve metterci del suo, sia perchè vorrebbe dire che ce la stiamo giocando. Infine un saluto a Lele che per questo bizzarro problema deve affidare la sua dialettica in questo blog alla velocità editoriale di Pollock, ma che comunque mi corrisponde maggiormente (Pizarro a parte :)))) sulla lettura del grande cambiamento operato dalla dirigenza tutta in questa estate 2012

    RispondiElimina
  76. Colonnello, il salto di qualità a centrocampo è fuori discussione.
    In attacco, la classe di El Hamdaoui la conosco, ma siamo sempre sul piano delle scommesse, come lo era il Tanque l'anno scorso o Keirrison anni fa. Toni francamente non lo tengo in considerazione.
    In difesa, la cessione di Nastasic a quelle cifre l'ho trovata giusta -come scrissi qui 2/3 giorni fa- purchè avessimo comprato una punta di prima fascia. Sfumato Berbatov, credo fosse da prendere in considerazione l'idea di mandare a monte anche la cessione di Nastasic, salvo aiuti da parte del City (visto che sono loro a volere Jojo, e che la cessione di Nastasic a quella cifra è probabilmente un acconto per avere l'anno prossimo Jovetic alle cifre del famoso agreement), che ha soldi e/o punte forti in esubero.

    RispondiElimina
  77. Antognoniforever31 agosto 2012 23:06

    Ora, capisco che ci siamo abituati bene nell'ultimo mese di mercato e che domenica pensavamo di avere una squadra con Nastasic e Berbatov, mentre adesso ci ritroviamo con Savic e Toni, ma non facciamoci prendere dallo sconforto e consideriamo il nostro mercato nel suo complesso.
    Dopo la scorsa stagione, avevamo l'esigenza di fare un repulisti dei giocatori che avevamo per bonificare lo spogliatoio, tentando di tenere Jovetic e di rinforzare il centrmocampo, che era disastroso. Il lavoro di Prade' e Macia' e' stato enorme, hanno portato 17 giocatori nuovi (se ho contato bene), hanno fatto andare via tutte le mele marce (se non mi sono perso qualcosa, e' rimasto solo Olivera, che comunque, arrivato a gennaio, non poteva essere tra i reponsabili del pessimo ambiente dello spogliatoio viola), hanno costruito un centrocampo magnifico.
    Certo, la partenza di Nastasic dispiace, e molto, ma la difesa mi sembra buona. Per quanto riguarda l'attacco, dobbiamo puntare su Mounir e sperare che torni a segnare tanto. La classe c'e' (a me ricorda Vucinic), spero ci sia anche la testa.
    In generale il mercato e' comunque buono, ribadisco il mio voto 7/8.

    RispondiElimina
  78. Antognoniforever31 agosto 2012 23:10

    Un discorso a parte merita Toni, in fondo sono contento che sia tornato, anche se effettivamente per motivi sentimentali, come dice Lud.
    Mi fa tornare indietro a quando mia figlia aveva due anni e imparava a parlare... diceva sempre "Luca Toni" quando lo vedeva in TV perche' io esultavo quando segnava, la qual cosa accadeva molto spesso.
    Adesso e' un paracarro, ma in certe occasioni, partendo dalla panchina, quando servira' un giocatore fisico, potra' essere utile.
    Domani chiedo a mia figlia se si ricorda di "lucatoni", ma dubito.

    RispondiElimina
  79. Intanto strappare un punto al Napoli non sarebbe male. Faccio gli scongiuri e fate finta che non l'abbia scritto! Difesa: Su Viviano si è detto, speriamo che non sia stata solo un operazione simpatia. Spero torni ai suoi livelli. L'unica vera incognita, sperando che gli ingranaggi si olino alla svelta, è rappresentata da Hegazy, mai in un campionato di livello. Gonzalo mi pare buono, Roncaglia davvero il figliol di t... che mancava. Michele c'è. Tomovic pure, speriamo che quel Savic sia tutto tranne quello che penso. A me Cassani, con difesa a quattro piace. Non rimettiamo Pasqual in quel ruolo ed è fatta. Il centrocampo: Niente da dire, 4, dico QUATTRO giocatori di caratura internazionale, Pizarro, Aquilani, Valero e Fernandez, in allegra compagnia dei vari Llama, Quadrado, Pasqual, Romulo, Migliaccio (ma due mesi fa chi avevamo....?!) e mettiamoci pure Olivera, che nei secondi tempi se c'è da tenere il risultato e far legna torna utile pure lui. Già vedo ossa volare ad ogni tackle. Attacco: Nessuno nega la mancanza del piano B ma non credo mancasse la voglia di reinvestire, di certo, mancava quella di farsi prendere per il collo o per il culo dagli avvoltoi di turno. Bene hanno fatto a prendere un "numero" dalla tombola e farsi ridere dietro da chi non ci considera. Se ne renderanno conto quando Toni avrà portato quei 4 o 5 punti in più in fondo al campionato. Si ritrova dallo status di dopolavorista a prima riserva dell'attacco viola, conto molto sulle qualità del professionista, e per me lo è. Jovetic rimane il principale grimaldello per spaccare in due le squadre, si sapeva, Liajc sa che questo è un anno da dentro o fuori, o cresce o perde l'ultimo treno. Mounir di treni ne ha persi pure troppi, possibile che sia sprovvisto anche di questo biglietto ?! Domenica ha timbrato quello giusto, in compagnia di Alberto e Quadrado ha fatto rinculare l'Udinese un tempo intero. Conto molto anche sulla responsabilizzazione che piove in testa al buon Seferovic, adesso ha pure Toni (vera chioccia di questa squadra) ad insegnargli qualche trucco, e si ritrova magicamente catapultato fra quelli che il campo lo vedranno da vicino dovendo giocare un buon minutaggio quest'anno. E come scrive il saggio Louis, vediamo dove si arriva entro Gennaio, quanti punti si racimola, quante bestemmie consumeremo prima di trovare la quadratura (del cerchio diceva mia nonno) e se serve, perché davvero alla frutta la davanti, un altro centravanti per far tornare i conti. Gli ultimi due anni hanno lasciato un segno, abbastanza profondo, nell'entusiasmo, sui risultati e sulla fiducia concedibile a tutta la baracca, adesso si respira un'altra aria, non è stata rinnovata a capocchia la squadra, non si è comprato tanto per comprare ed è incredibile il lavoro fatto da Pradè e Macià per rendere la Fiorentina, di nuovo, una squadra di calcio, temuta (vedi quei poveri derelitti di strisciati) e rispettata in quei campi dove l'anno scorso non si raccattava boccino.

    RispondiElimina
  80. Se la sposa ti lascia all'altare, entra in un'altra chiesa, lascia anche l'altro marito e ne sposa un terzo, non può essere colpa tua.

    RispondiElimina