.

.

lunedì 25 giugno 2012

Santa Croce e delizia


Delle quattro rimaste, tre sono quelle economicamente più sgarrupate nell’ Europa dell’euro, ma il rigore della Germania dovrà però fare i conti con l’Italia proprio grazie al rigore di Diamanti. Una Nazionale Azzurra senza grandi punte di diamante ma in grado di ridicolizzare i Bianchi d’Inghilterra, e il grande merito  va dato a Prandelli per aver presentato una squadra motivata, con il giusto spirito e con un gioco convincente. Restano perplessità sulla coppia d’attacco ma visto che per adesso ha avuto ragione lui aspettiamo con fiducia sperando di dover ammettere che ci aveva visto giusto anche con Balotelli e Cassano, bella, molto bella anche la prova di Montolivo che si fa preferire a Thiago Motta, molto convincente la sua partita, peccato per il supplemento di gioco che regaliamo ad una Germania già a riposo da due giorni, sperando oltretutto di non perdere un gigantesco De Rossi. Dopo aver riconosciuto i meriti a squadra e Mister devo anche dire che essere arrivati ai quarti lo ritengo un buon risultato ma non mi entusiasmo per questo, l’Italia ci sta comodamente tra le prime quattro specie se incontra un Inghilterra così mediocre, e può legittimamente giocarsela anche con la Germania per andare in finale, ma è solo da adesso in poi che il suo cammino potrà essere accompagnato da iperboli. E’ un peccato non vedere in campo giocatori come Nocerino e Diamanti ma questo dimostra ancora una volta le buone scelte di Cesare con il solito punto interrogativo per il reparto d’attacco, mentre molto bene centrocampo e difesa, con l’evidenziatore usato sulla prestazione di Montolivo che si ricandida con autorità per una maglia da titolare, punti interrogativi assenti invece in città, perché se da una parte la partita ci ha mostrato la pochezza dei bianchi inglesi, dall’altra però, in Santa Croce non c’è più nessun dubbio visto che sono stati proprio i Bianchi a dominare e tornare a vincere dopo 31 anni. Diladdarno domina, e devo confessare che se l’Italia di Prandelli ha mostrato il giusto spirito, il mio cuore ha battuto più forte per la vittoria dei Bianchi di Santo Spirito.

46 commenti:

  1.  Nostalgia dall'Africa
    Buongiorno Poeta,
    e a tutti i miei amici lontani.
    Sono le 23.14 e scrivo con ancora l'adrenalina che circola nel sangue!Sono felicissimo a meta',incazzato a bestia per l'altra!
    Felice perche' siamo in semifinale,obbiettivo possibile,ma non a portata di mano,quindi merito alla squadra.
    Incazzato perche'...indovinate un po'...?Perche'se abbiamo perso kili in stress,lo dobbiamo solo al nostro santino!
    Come ieri Blanc ha dimostrato la sua pochezza,stasera il santino ha fatto di tutto,ma proprio di tutto,per uguagliarlo.
    Una  valanga gli errori:...cavolo non so da dove cominciare...
    Abbiamo
    avuto la fortuna di incontrare nei quarti,la peggiore Inghilterra mai
    vista nella storia internazionale,e nonostante questo,abbiamo corso il
    rischio reale di uscire.Un'Inghilterra che rivaluta la Sales,col dovuto
    rispetto.E ha giocato con intelligenza salesiana,sperando di andare ai rigori,e la sua partitina l'ha vinta,che piu'di cosi'...
    Il
    nostro"coach":impermeabile a quello che il campionato giudica e gli
    indica,lascia ancora fuori Nocerino e/o Diamanti.Insiste piu'di un'ora
    su un Cassano ridicolo,non vede che dopo un primo tempo
    decente,Montolivo dal secondo tempo cammina,anzi,fa la radiocronoaca in
    campo,preferisce Abate ad un Maggio che solo con la sua
    fisicita',da'profondita'all'azione,lascia nella muffa Di
    Natale,quando e'ovvio che le occasioni ci son state,ma se fossero
    capitate a lui e non al pur meritevole De Rossi,il risultato era
    diverso.Le tragiche scelte di lasciare in Italia le prime punte Matri e
    Destro,si attorcigliano poi su Balotelli,costretto giocoforza al ruolo
    di prima punta quando non ci ha MAI ha giocato nella vita! 
    E'
    andata bene,perche'questa partite dominate,di solito le perdi ai
    rigori,ma Osannah a Pirlo,Diamanti,Balo e Buffon,che salvano il culo ad
    un allenatore che stasera ha definitivamente mostrato la sua
    mediocrita'.
     
    Lele
     
    P.S.cosa
    avete provato quando quando il mollusco ha tirato fuori maldestramente
    il rigore?Io,quando ho visto che era lui che andava sul dischetto,sono
    uscito in giardino diperato,e la decina di francesi che avevo a
    casa,ridevano a crepapelle...!Avevo sentenziato che lo avrebbe
    sbagliato,e loro dopo:c'est qui ce con... 

    RispondiElimina
  2. Su Diamanti al posto di Cassano nella semifinale contro i tedeschi,credo ci siano pochi dubbi,con Di Natale pronto ad entrare e sfruttare la sua velocità negli ultimi 20 minuti,se il risultato sarà ancora sul pari .Sul Prandelli di ieri sera non sono d'accordo con Lele,ieri la partita l'ha vinta proprio lui,non dando mai punti di riferimento agli inglesi e a Hogdson,tranne Balotelli punta centrale.Il primo tempo ha squinzagliato Balzaretti sulla sx,il secondo tempo Abate a dx,nei supplementari ha messo Maggio al posto del milanista,col risultato che avevamo sempre un uomo in più in attacco a creare superiorità e occasioni.Se poi Balotelli fa 0 su 4....
    Anche sul fatto di giocare con due giorni di riposo in meno,non sarei così pessimista,in fondo hanno fatto una preparazione specifica per questi tipi di appuntamenti,dove giochi 5-6 partite in 20 giorni.Mi ricordo il precedente della finale del 2006,dove la Francia giocò con un giorno di riposo in meno di noi,ma in campo correvano verso la fine il doppio di noi,e con un uomo in meno.E poi meno tempo abbiamo di pensarci,alla semifinale,meglio è per noi,lasciamo i crucchi due giorni in più a pensare come mai con noi perdono sempre!

    RispondiElimina
  3.  Risposte africane




    Le tue osservazioni sono giuste,Manco,e sono similari alle mie.Ho
    scritto in netta controtendenza con tutti(ieri non avevo letto i vostri
    commenti),vedo,ma io non sono per i peana. e le ovazioni quando le
    trovo esagerate.Ho valutato mediocre l'allenatore,quando non lo e',certo
    che e' un buon allenatore,ma ieri per me ha fatto il minimo.

    Io non  ho visto tutta questa sapienza calcistica ieri,e ti dico perche':

    giustamente
    accenni a Maggio,come io ho fatto.Lui,solo con la sua spinta costringe
    l'avversario a rinculare,ma ieri la diffrerenza,abissale,con Abate si e'
    vista poco grazie all'attaggiamento salesiano dell'Inghilterra.Sbagli a
    tenerlo fuori,ma dopo un primo tempo dove anche un cieco vede che la
    Sales mira ai rigori,mettilo per non andare ai supplementari.Montolivo
    ha fatto un primo tempo buono,ma nel secondo e' sparito,perche'non
    togliere lui per un frizzante Diamanti?No lo lascia,infatti non produce
    piu' nulla,e per il bolognese(che da tempo invito per i viola ma ora e'
    tardi)toglie alla fine De Rossi. che ne aveva piu' del milanista.Di
    Natale in un match come quello di ieri dove si poteva giocare 4 ore e
    non entrava,non deve trovar spazio in favore di un irritante Cassano???E
    non insisto su quelli che ha lasciato a casa.

    Insomma,alla
    base c'e'un concetto,che Jordan fine intenditore ha colto,che la
    Sales...pardon,Inghilterra,ha fatto ridere solo un po'per nostri meriti,
    moltissimo per la sua pochezza in campo e in panca,senno' ci tocca
    incensare pure l'Ucraina,che l'ha dominata.

    Ieri
    abbiamo battuto ai rigori,una formazione scarsissima che ne doveva
    prendere minimo 3,le occasioni ci son state,ma mi son sembrate
    piu'giocate estemporanee che frutto di schemi,questo per me e' un
    demerito.Non lo sarebbe se il coach,fa tutto quello che puo'tecnicamente
    giusto e la palla,cazzo,non entra,ma ieri per me ha sbagliato non
    poco,e infatti si e' complicato la vita.

    Oh,questo
    e'il mio pensiero,che non vorrei fosse scambiato per antipatia
    personale.Infatti l'ho esaltato in occasione del match con la
    Spagna,li'si che ha fatto molto bene!

     

    Ciao

    Lele

    P.S. anche per me giocare giovedi'non e'questo cataclisma

    RispondiElimina
  4.  eheh Lele,non sono così intenditore,men che mai fine,per aprire un dibattito sulla Sales o sull'estemporaneità delle nostre occasioni.Mi limiti a riportarVI le mie impressioni su quello che vedo Su Diamanti,che anche a me sarebbe piaciuto vedere con la maglia viola,siamo d'accordo,credo che ormai costi troppo per noi,e anche al giocatore staremmo ormai stretti come ambizione.Anche su Matri e Destro siamo in sintonia,lo juventino almeno lo avrei portato,fosse solamente per il fatto di giocare con 6-7 compagni di squadra.Sulle sostituzioni invece non mi trovi d'accordo.Queste partite possono durare 120 minuti,com'è successo ieri,e non puoi trovarti dopo un ora di gioco senza cambi,col rischio di infortuni com'è successo poi per Abate e De Rossi.Insomma si può discutere sui nomi,ma non sulla tempistica,il primo cambio l'ha fatto a una decina di minuti dal novantesimo.Ma la partita non richiedeva stravolgimenti,era chiaramente in mano nostra,gli inglesi non ci provavano nemmeno a darci fastidio,le occasioni c'erano,se solo Balotelli....insomma tutta sta fretta di cambiare dopo un tempo io non l'avvertivo

    RispondiElimina
  5.  Corrispondente africano che risponde
    Eh si,Manco
    intenditori,e
    fini,c'e'carenza,ma ovvio che qui si chiacchera in liberta' e mai
    prendersi troppo sul serio,eh eh.Si cazzeggia,cose giuste e meno,ma
    restano cazzeggiate tra amici.
    La Sales ai miei tempi non era cosi'male,almeno non cosi'come l'Inghilterra di ieri...ahah.
    Di
    Diamanti cominciai a scrivere quando ci fu il tormentone
    Felipe/Ramirez.Jo/Diamani farebbero scintille,Jo/Ramirez non li vedo
    insieme.
    Che
    dire,a questo punto credo di essere l'unico che ha storto la bocca
    ieri...ma non vorrei fosse equivocata la mia fede italiota.
    Spero tuttavia che il santo riservi le genialate per giovedi',quando di fronte non ci saranno i salesiani.
     
    Un saluto
     
    Lele

    RispondiElimina
  6. Si vuol fare le pulci anche quando c'è supremazia territoriale e di gioco in lungo e in largo. Quando le occasioni le crei ma non le sfrutti si punta il dito su chi le sbaglia non su chi le crea. Occasioni ce ne sono state almeno 5-6 nitide, non poche in una partita, ma se non ne realizzi manco mezza mi dite che colpe ha l'allenatore. Non si tratta di panegirici ma di vedere e analizzare quello che è successo. Cambi ?! Ma se li abbiamo tenuti per 110 minuti nella loro metà campo ?! Il grave errore di Prandelli è l'aver portato un solo attaccante con certe caratteristiche, questo si. Ma che, visto il cammino fin qui, è pesato relativamente. Magari con un altro pennellone non saremmo arrivati ai supplementari ed ai rigori ma non c'è, non l'ha portato, amen. Solo con la Croazia mi sono pesantemente incavolato per il gioco visto, nelle altre partite che appunti si può muovere ?! Con la Spagna quasi alla pari, utilizzando un modulo che nessuno si aspettava alla vigilia. L'Irlanda battuta sul campo, calci piazzati o meno ma battuta (poi quando batti un angolo o una punizione dal limite significa che stavi attaccando, non è frutto di eupalla). L'Inghilterra annichilita, e se non la butti dentro ma li ci arrivi non si può ascrivere come demerito ad un allenatore, semmai. Possibile che quando battiamo una nazionale noi sia sempre della Sales e le altri son ganze ?! L'Olanda vice campione del mondo ha fatto meglio ?! (non ha vinto una partita!) La grande Francia ?! Se noi si batte l'Inghilterra sono salesiani. Certo, la Germania aveva impegno ben più gravoso con la temibilissima Grecia. Noi con i salesiani non dovevamo dominarli ma seppellirli di goal.
    Screditare sistematicamente l'avversario di turno per trovare pecche, sul modulo, nei cambi, sul come si è raggiunto un risultato non ha molto senso. Adesso arrivare fra le prime quattro è diventato un obbligo, un obbiettivo minimo per l'Italia. Son come quei tifosi che chiedono soldi e investimenti ai DV perché noi siamo Firenze e la Fiorentina ed è la nostra storia che lo impone. E' un grande risultato questa semifinale, per niente scontato o dovuto, raggiunto con merito, sbagliando mezza partita soltanto, e che ci riporta, dopo 4 anni, fra le nazionali migliori d'europa. Merito dei giocatori. Se vedete le immagini attentamente questo è tornato ad essere un gruppo, a godere insieme, e in questo la mano dell'allenatore è stata notevole. 

    RispondiElimina
  7. Secondo voi saranno a conoscenza delle nostre chiacchiere sui metro ?! 
    http://farm8.staticflickr.com/7140/7436077700_bd41b5905e_o.jpg

    RispondiElimina
  8. Mi tocca riaffezzionarmi agli azzurri. Quel sant'uomo riesce sempre a stupirmi, eh eh eh. Peccato solo abbia sprecato una convocazione con Borini, al posto del quale Osvaldo o Matri avrebbero dato un'alternativa al solo Balotelli che non è, a questo punto, sostituibile. Per il resto, coi tedeschi sarà dura, sono due o tre volte meglio degli inglesi, hanno tecnica superiore e alternative in tutti i reparti. Ma con noi hanno sempre mangiato pane duro, speriamo sia anche stavolta così... 

    RispondiElimina
  9. C'è un'evidente discrepanza tra il valore assoluto che attribuite alla nazionale italia quando si tratta di collocarla nel Gotha del calcio - quattro mondiali ha vinto! secondi solo al Brasile! dite, e poco importa qui considerare che tre su quattro furon rubati, di cui due risalenti al paleolitico calcistico - e gli obiettivi minimi che le ponete ad ogni partenza di torneo. Per quanto una nazione sia calcisticamente in declino, momentaneamente [e l'italia non mi risulta sia poi crollata a picco], la sua storia e il parco giocatori attuale la impongono tra le favorite, necessariamente. Il Brasile, anche nelle sue versioni più modeste, parte sempre favorito, e andate a dire il contrario a stampa e tifoseria brasiliana!  Anche il Brasile del '74 e del '78, europizzato da Zagalo e dal militare Coutinho, perfino il Brasile '90 di Sebastiao nostro, partivano pur sempre per vincere il mondiale. L'Argentina, che di mondiali ne ha vinti "soltanto" due, per tradizione calcistica e valore dei giocatori parte pure sempre per vincere, ed ogni piazzamento al di fuori della finalissima è considerato un mezzo o totale fallimento. Anche i tedeschi sono fortemente criticati se arrivano al di fuori delle prime tre. Perché mai, quando si giocava ancora il gironcino, si parlava di un Prandelli che avrebbe centrato l'obiettivo, passandolo? Perché mai si parla ora di miracolo sulla stampa [nientepopodimeno!] per un passaggio alla semifinale ottenuto ai rigori, quando peraltro agli Europei si accede ai quarti senza passare per gli ottavi? Nell'Europa attuale non ci sono grandi squadre, poteva esserlo la Spagna con Villa, e Torres in forma decente, ma è solo un'ottima squadra. La Germania è solida e gioca bene, ma ha notevoli punti deboli, e deve ancora essere testata a fondo. Le altre sono abbastanza mediocri, salvo qualche giocatore di vertice qua e là. Perché mai l'italia, quattro volte campione del mondo per gli almanacchi, dovrebbe soddisfare le attese con il semplice passaggio del turno, o alla semifinale? Misteri, soprattutto quando si esaltava fino a poco tempo fa la "trionfale cavalcata" nelle qualificazioni...

    RispondiElimina
  10. Se si riuscisse a non essere ossiessionati da Prandelli, da una parte o l'altra, il post di Deyna sarebbe una buona base di partenza per parlare di una Nazionale che deve considerare per forza le semifinali come un traguardo storicamente alla sua portata. Questo non vuol dire che viene sminuita la sua partecipaziione fino a questo momento, personalmente ho fatto i complimenti a tutti, ma vuol dire aver semplicemente navigato sulla linea di galleggiamento, non siamo affondati ma neanche abbiamo vinto nessuna regata. 

    RispondiElimina
  11. Concentratevi sugli spettatori dietro la porta, ce n'è uno che ricorre ad un trucco.......ah ah ah ah ah ah ah ah ah
    Deyna, in campo non ci va la tradizione e neanche i trofei vinti. Che siano sempre obbiettivi minimi delle semifinali è un opinione discutibile. Il succo, che a voi da tanto noia, è che se siamo li pensate che qualcuno dia meriti esclusivi all'allenatore, ed anche questa è opinione molto discutibile, dividerli equamente fra i protagonisti eviterebbe tutti questi stucchevoli post di precisazioni. Sappiamo benissimo quanto può incidere un allenatore, per quanto bravo, e quanto, il resto, sia merito di chi scende in campo. Voler precisare o puntualizzare continuamente quello che è evidente è solo una perdita di tempo. 

    RispondiElimina
  12. Ora che si intravede la possibilità del risultato eclatante,mi sembra che qualcuno metta le mani avanti per non cadere indietro Nello sport,soprattutto di squadra,non esiste il concetto di imbattibilità o di traguardi storicamente alla portata,a meno che non si tratti della Nazionale USA di basket o di quella di Cuba di baseball !

    RispondiElimina
  13. Chiarificatore25 giugno 2012 15:36

     OK,  l’Italia sta dove deve stare , ed io aggiungo
    non solo per blasone e tradizione, ma anche per quello che ha fatto vedere in
    campo in questi due anni nella fase avvicinamento agli Europei. Ciò non
    toglie che una vittoria come quella di ieri, per come è maturata sul piano del
    gioco e per il blasone dell’avversario, faccia molto piacere e giustifichi l’esultanza,
    tanto più se aiuta a sfatare  i tanti
    luoghi comuni che vogliono l’Italia difensiva e catenacciara.  Luoghi comuni ripeto, perché a me non risulta
    che l’Italia dei Meazza e dei Piola giocasse un calcio difensivo e catenacciaro,
    e neppure quella di Antognoni e Rossi (come tu stesso, Deyna,  hai ricordato),  e neppure quella di Riva, Mazzola e Rivera, e neppure quella di Baggio e Baresi, e neppure quella di Totti, Pirlo e del Piero.
    Deyna,  l’Italia non vanta  solo i quattro mondiali,  ma anche due secondi posti  e due terzi posti, titoli e piazzamenti che
    la collocano meritatamente davanti all’Argentina ( alla quale anche io sono
    molto legato) e sul podio mondiale delle grandi potenze calcistiche all times. Quanto
    alla mano dell’allenatore, incide in maniera di volta in volta diversa, questa,
    secondo me, è una di quelle volte in cui incide molto.

    RispondiElimina
  14. Pollock, mi sembra che sia Deyna che costruisce le sue argomentazioni in modo tale che sfocino in un giudizio su Prandelli. Ad ogni modo concordo con lui: per tradizione e blasone l'Italia è chiamata a collocarsi nei quartieri alti. Un risultato inferiore alla semifinale sarebbe stato giudicato un fallimento. A Zoff è capitato di doversi dimettere dopo aver raggiunto la finale e non averla giocata bene. Commentò, se non ricordo male, lo stesso Berlusconi. Dunque Prandelli è a metà dell'opera e non è escluso che già giovedì sera gli elogi divengano contumelie. Più volte ho scritto che l'Italia non poteva permettersi di partire forte nei gironi proprio perchè, essendo una delle aspiranti alla vittoria finale, doveva conservare energie per le ultime tre decisive partite, dai quarti in poi. Nei gironi partono forte le squadre minori. Il sogno di una nazionale italiana che impone il proprio gioco non è stato coltivato solo da Prandelli. Basti pensare al bel gioco offerto dalla nazionale di Bearzot in Argentina (più difensivista il Bearzot spagnolo davanti al Brasile o all'Argentina). O all'Italia di Bernardini, che cronologicamente precede proprio quella del vecio.  Io dico solo che se fossero ancora in vita Bernardini e Bearzot si congratulerebbero con Prandelli per come ha proseguito il loro lavoro. 

    RispondiElimina
  15. Si Lud, Deyna va saputo interpretare perchè un po' dice il vero e un po' provoca, mi sembra che i meriti di Prandelli vadano riconosciuti per quanto ha saputo dimostrare fino ad oggi, quello che intendo io nel non enfatizzare oltre vale anche al contrario, ed è quello che tu dici può succedere nel caso che l'Italia venga eliminata dalla Germania, per me Prandelli ha portato la Nazionale dove era possibile portarla e questo gli andrà riconosciuto comunque. Sono già pronto con le iperboli qualora si vada oltre.

    RispondiElimina
  16. Per la gioia di Deyna una De Pin al settimo cielo partecipa ad una trasmissione di gossip di Canale 5 e dichiara di avere ventidue anni: ironicamente, ma non troppo, se ne toglie dieci. E ci fa sapere che per ragioni scaramantiche non cambierà il colore dello smalto.  Il giornalista paragona Montolivo a Cristiano Ronaldo e a Messi in quanto "anche loro hanno sbagliato dei rigori". E conclude "guardiamo all'Illuminismo, guardiamo al Rinascimento".

    RispondiElimina
  17.  Ahahahah Leo, l'ho notato solo ora! Mi ricorda un mio compagno di scuola del liceo, del tutto pazzo credo, ma geniale a suo modo, che si "esibiva" nelle più svariate situazioni. Una volta non ricordo perché, la professoressa lo buttò fuori...dopo pochi minuti si sente bussare alla porta..."Avanti", fa la prof: la porta si apre con un cigolio, lentissimamente, e...sbuca il suo culo nudo, ahahaha.

    RispondiElimina
  18.  Africa caparbia
    Caro Leo,
    guardati bene da usare il "voi"come fan quelli che criticano Della Valle,di fatto volendo separare,quando qui c'e'solo da unire.
    Sbagli,caro
    Leo,a definirmi uno che fa le pulci,e forse a toccare Prandelli,i nervi
    diventano elettrici.Personalmente mi sta indifferente come uomo,
    e lo valuto un buon allenatore,e qui la pianto che mi frega poco,come mi frega poco il suo passato fiorentino.
    Non reputavo l'Italia in grado di arrivare alle semifinale,ma viva che siamo li'.E se siamo li'e'anche per merito suo.
    Se
    si volesse fare le pulci,si direbbe che nella gestione Prandelli,in
    Nazionale di bel calcio se n'e'visto pochino,che e'una media che deriva
    dal punto durante le qualificazioni con squadrette(oh,e unne'colpa mia
    se s'e'fatto ridere con Far Oer e soci)e cose buone viste finora.
    Se
    l'Olanda non ha vinto una partita,la Francia ha fatto di poco meglio,son
    c...sua,io ho analizzato quella di ieri,e se cercare di capire
    perche'davanti non s'e'fatto gioco,per te e'far le pulci,ok,pensala come
    vuoi. 
    Vedi io non guardo solo al risultato,come la maggior
    parte vedo,e giudicando Italia Spagna,per me la migliore in assoluto di
    tutto il torneo a 360°,per tattica e tecnica,mi sono scappellato davanti
    all'allenatore,senza nessun problema.
    Con Croazia bene fino a che
    loro ci han lasciato fare,non bene quando loro hanno cambiato ritmo.Con
    l'Irlanda credevo che si fosse trovato la peggior squadra
    dell'europeo(non lo dico io ma la realta')cosi'come quella di ieri
    e'sembrata piu'un'accozzaglia parrocchiale che l'Inghilterra.
    Ora
    la tua tesi che si sminuirebbe le avversarie dell'Italia,si smonta da
    sola:le eliminatorie,c'erano squadre di livello?no.Croazia,Irlanda,e
    questa Inghilterra, son di livello?No.Della Spagna si e' detto.
    Se a
    te queste valutazioni dan fastidio,mi spiace,ma non sono io che vado in
    campo.E se per questo mi allinei con i non tifosi che fanno le pulci al
    santo,che devo dirti,fallo pure,sopravvivero'lo stesso e
    giudichero'sempre senza farmi condizionare dalla simpatia,a differenza
    di altri.
     
    Lele
     
    P.S.
    sai quanti di quelli che osannano il santo oggi,lo infamerebbero senza
    la traversa,se Buffon non avesse parato il rigore e si fosse stati
    buttati fuori dai salesiani?
    Te lo dico io.Tutti(a parte Lud ovviamente,ah ah)

    RispondiElimina
  19. 2.53: notare come l'attempata De Pin si mette in posa appena si accorge dell'inquadratura, ahaha. Poero Monto, dev'esse un'arrampicatrice di nulla, codesta...PS: qualcuno sa chi sia la biondina a sinistra?

    RispondiElimina
  20. Lele ha centrato il punto: i ritmi bassi. Se la Germania terrà ritmi alti, sono curioso di vedere come si comporteranno centrocampo e difesa degli azzurri.

    RispondiElimina
  21. Lele, sarò telegrafico e prendo solo un estratto da un passaggio che pare diventato lo scorno (amichevole) odierno. "
     ho analizzato quella di ieri,e se cercare di capire 

    perche'davanti non s'e'fatto gioco".Lele se per te creare 5-6 occasioni nitide a partita significa "non fare gioco" quando anche la stampa inglese, boriosa e ingenerosa come poche altre, riconosce che l'Italia ha strameritato il passaggio del turno (sorvolo su Hodgson, ma Gerrard ha reso l'onore delle armi) non ci siamo proprio.
    Se tenere il pallino in mano per 100 minuti, due pali e altre 4 occasioni nitide non è fare gioco......parliamo pure di questo. Parlane.
    Ora viene fuori che s'è fatto pena nei gironi quando ci siamo qualificati con due turni di anticipo, ed anche li, offrendo un buon calcio. Se la pietra di paragone si chiama Barcellona a morte tutte le nazionali, quel gioco non lo vedremo da nessuno. 

    RispondiElimina
  22. Chiarificatore25 giugno 2012 17:59

    Secondo me Il centrocampo azzurro ha le caratteristiche per reggere dignitosamente il confronto, anche in velocità, con quello tedesco, Deyna, sono d'accordo con te invece sulla difesa, che non mi ispira molta fiducia, messa alle strette potrebbe perdere colpi. Speriamo che regga.Io, almeno, lo spero. Eh,eh,eh.

    RispondiElimina
  23. Per la difesa è fondamentale che contro i tedeschi rientri Chiellini.

    RispondiElimina
  24. Oh Deyna, ma l'Argentina tra portieri compiacenti e mano de Dios quanti mondiali onesti ha vinto?
    Prandelli ha fatto un capolavoro, se la partita finiva 5 a 1 (come avrebbe potuto tranquillamente) cosa avreste detto?

    RispondiElimina
  25. Per la Germania,più che il recupero di Chiellini,Barzagli e Bonucci stanno giocando bene,mi preoccupa l'assenza di Maggio sicura,e quella di Abate quasi.Chi gioca a destra?

    RispondiElimina
  26. Non segnare è una cosa, non fare gioco d'attacco un altra. L'Italia non ha segnato, ma di gioco in avanti ne ha prodotto molto. Tocca all'attaccante finalizzare. E se per sfortuna o poca abilità non si sfruttano le occasioni non si può dare la colpa ai compagni, che ti hanno offerto palloni limpidi da mettere in rete.

    RispondiElimina
  27. Ola...

    Superbo Deep, Prandelli uno di Noi!


    eh eh eh


    Gianni un ti incazzà, metti un bramito in frigo, dai...

    RispondiElimina
  28. Antognoniforever25 giugno 2012 20:33

    Mancoalicani, a destra puo' giocare Balzaretti, e in tal caso a sinistra possono giocare Chiellini (se recupera), Ogbonna o (Dio non voglia) Giaccherini.
    Spero si confermi la difesa a 4, spero che i nostri centrocampisti siano in forma come ieri e spero che i nostri attaccanti si sveglino. Alllora avremmo qualche speranza di battere una squadra piu' forte e piu' riposata.

    RispondiElimina
  29. Io penso che Abate giocherà, devo ricredermi definitivamente su Barzagli che da quando è tornato in Italia, e alla Juve, ha raggiunto una maturità ed un senso della posizione davvero impressionanti, non è lontano dai migliori Nesta e Cannavaro, credetemi. Direi che da quando è rientrato i risultati si son visti e pure Bonucci sembra diventato bono...
    Quanto alla sfida coi tedeschi io penso che la strizza ce l'abbiano più loro di noi, confido molto in San Cesare che sta compiendo un altro miracolo, riavvicinare il popolo alla propria nazionale, non è cosa da poco, aldilà di come finirà quest'avventura...

    RispondiElimina
  30. D'accordissimo con Louis circa Barzagli, evidentemente Corvino l'aveva vista giusta peccato che ha voluto giocare al rialzo x colpa del Wolfsburg.
    Anche io penso che Abate giocherà ma se così non fosse credo che torneremo alla difesa a 3 e che prima che Balzaretti giochi a destra vedremo l'inferno gelare. Non sono un esperto di tattica quindi non so dire se la difesa a 5 (perché di quello si tratterebbe) sia plausibile contro il modulo 4-2-3-1 tedesco. Comunque non sarà necessario, Abate recupererà.

    RispondiElimina
  31. Ma Terry che stava facendo? Esultava?

    RispondiElimina
  32. Africa




    Caro Pollock
    sono afflitto per usarti come passepartout per le mie...stupidaggini.Ho incaricato il tecnico per risolvere questo problema senza passare per forza attraverso la tua maiL
    Mi appassiona ragionare di calcio,soprattutto quando uno,Leo,ne capisce e si puo'parlare senza acredine(ma Leo,non usare piu'il plurale maiestatis)Ora,Leo,ti dico perche',per me ovvio,"davanti non si e' creato"
    -siderale tiro di De Rossi,palo interno,ma da calciato da 30 metri.
    -Balo,che cincischia e si fa stoppare da Terry,lancio da dietro
    -Balo che tiraccia addosso al portiere,lancio da dietro
    -De Rossi tira fuori,era nell'area piccola perche'da palla inattiva-Diamanti palo esterno,m'e'sembrato piu'un assist fuori misura
    Queste non sono manovre d'attacco,ma giocate estemporanee create dai singoli,anche se possono sembrare perche'diventano occasioni.
    Piu'corrette e lineari come sviluppo offensivo,le due incorsioni di Nocerino,una stoppata dal difensore,l'altra gol in fuorigioco(ecco qui l'oceanica differenza tra uno tecnicamente normale,ma con un temperamento da vincente,che si inserisce come Perrotta e dunque determinante,e il nostro ex Montolivo,con fondamentali migliori,ma che si specchia,e non sara'mai decisivo) 
    In una gara dove hai la fortuna di trovarti una squadra che ha solo il nome della grande,io avrei desiderato vedere schemi e soluzioni offensive che portano al tiro,mentre a me son sembrate,mi ripeto,estemporanee.Da qui la mia espressione"davanti non si e' creato",nonostante un possesso palla allucinante.Comunque,per farla breve,trovo delittuoso preferire Montolivo a Nocerino per i motivi di cui sopra.Di Maggio ho detto,poi e'reso inutilizzabile da un giallo che non c'era.E Cassano?o palla persa,o si incaponisce a far a sportellate,o tira da lontanissimo.Vero che con l'Irlanda ha fatto un partitone e giusto partire con lui titolare,ma non inserire Di Natale nel secondo tempo,grida vendetta.Poi la gente critica Balo,ma davanti e' solo in un ruolo non suo!
    Via Leo,non e' far le pulci,ma dire le cose come stanno,e guarda,io sono felicissimo di essere nelle prime 4,tifo alla morte per vincere,ieri perdo 2 kg per l'Italia e prendo per il culo,(ah che bella cosa,tu non sai cosa vuol dire tifare Italia quando sei espatriato...!)i miei amici francesi che aspettavano il nostro passo falso.
    Diro'di piu',Prandelli ha creato un vero gruppo,questa si che e'la forza,insieme alla difesa difficilmente bucabile.Onore al merito,anche se resta inspiegabile Matri/Destro a casa.
     
    Un saluto Lele
     
    P.S.Deyna,non sarei cosi'pessimista con la Germania,loro partono favoriti e  lo sanno,ma di noi si cacano sotto,e noi non siamo la Grecia certo...
    Vedrai che anche loro non alzeranno i ritmi,almeno all'inizio.Io tornerei al 352,ma l'assenza di Maggio,quasi impone il 442

    RispondiElimina
  33. Se ho Toni che mi fa 31 gol in un campionato non ho bisogno di un gran gioco d'attacco, li fa quasi tutti da solo grazie alla prestanza fisica e al senso della porta. Se ho Biancaneve e i sette nani il gioco d'attacco invece mi ci vuole eccome. Su azione abbiam fatto un goal in quattro partite, quello di Di Natale con la Spagna.

    RispondiElimina
  34. Lele il plurale maiestatis lo utilizzo quando ci sono queste divisioni perché quando si scrive di calcio e c'è di mezzo Prandelli ci sono due schieramenti, anche qui sul blog, e dato che l'obbiettiva è molto soggettiva su certe questioni uso il plurale per far intendere come la vedo rispetto ad altri. Sul consigliarne l'utilizzo o meno è a discrezione di chi scrive, accetto quando vengo inserito, mio malgrado, in considerazioni che neanche condivido, accettalo pure te quando si discerne di un argomento. Lo sottolineo perché è già la seconda volta che lo premetti e non vorrei che il dibattito scivolasse su questioni di principio che, al momento, è preferibile non affrontare. Le occasioni che abbiamo avuto sono frutto dell'estemporaneità secondo te, secondo me no. Considero estemporanee due occasioni in una partita dove non vedi boccino non in questa dove per 100 minuti hai comandato il gioco contro una squadra che più italianista non si poteva immaginare. Si sono chiusi a riccio sfruttando qualche ripartenza negando pure la storia e la tradizione di quelle che sono le squadre inglesi. Hanno avuto una fifa nera e solo la sorte e lo scarso cinismo dei nostri davanti hanno impedito che la partita terminasse nei regolamentari. Questo è quanto. Su Cassano sono d'accordo, non può essere sempre la generosità a garantirgli presenza e minutaggio dato che con impegni così ravvicinati diventa una zavorra dopo 30-40 minuti. Ne farei un utilizzo inverso dell'attuale. Idem su Balotelli, è l'unico con quel fisico e quella potenza, è solo e non è una prima punta. Che si consideri una semifinale ad un europeo la vittoria di Pirro non sono d'accordo, ho bluffato sul quarto di finale ma non dirò mai, neanche sotto tortura, che questo traguardo fosse scontato e come me lo pensano in parecchi, anche degli addetti ai lavori (non parlo della stampa). Su Prandelli gli riconosci un merito non da poco, ha creato un gruppo, e non sono meriti che in molti possono vantare. Tecnicamente questa squadra fra assenti (anche per sua scelta) ed infortuni non vale le prime quattro, eppure siamo li, e per quanto mi duole ammetterlo li rimarremo, in questo momento non siamo al livello della Germania, abbiamo defezioni, siamo stanchi, riposeremo meno ed i crucchi sono due giorni che affilano i tacchetti dopo averci tifato contro. Insomma, passare questo turno sarebbe un autentico miracolo, e se vi fa piacere date pure i meriti a chi volete, anche a chi non ne ha. Spero di ripetere la partita fatta con l'Inghilterra (nei miei sogni) e che quel non gioco partorisca qualcosa di più che una lotteria di rigori. (che poi tanto lotteria non è, li abbiamo demoliti, psicologicamente, pure li, e si che in questi frangenti il tasso tecnico pende clamorosamente dalla nostra parte)

    RispondiElimina
  35.  Secondo indiscrezioni raccolte dalla redazione di Firenzeviola.it, il riscatto di Mattia Cassani da parte della Fiorentina verrà formalizzato ufficialmente il 2 luglio 2012. Le cifre del riscatto del giocatore si aggireranno intorno ai 3,5 milioni di euro. Tale ritardo è stato dovuto a questioni di bilancio. Il giocatore, visibilmente provato, ha pregato Pradè di stringere i tempi, non potendone più dell'alimentazione a base di prodotti caseari caprini ed erbe aromatiche della macchia mediterranea.

    RispondiElimina
  36. ...ma cosa avete pensato mai, è il figlio della sua compagna! ahahah

    RispondiElimina
  37. Lele, come ti capisco sugli espatriati. Nel 2000 ho vissuto gli europei da epsatriato in Gran Bretagna. Che goduria andare in finale e che delusione il ko sul più bello... Chi ha vissuto all'estero non può non rendersi conto che siamo una nazione con tanti problemi ma con un carico di bellezza, estro , genio, amore e cuore che difficilmente si trovano in giro per il mondo. E i tanti che ci fanno la morale non parlano di certo da pulpiti immacolati. In questo contesto sostenere la nazionale dà un senso di orgoglio ed è dovuto per i tanti grandi italiani che hanno reso splendido e libero il nostro paese.Sulla estemporaneità delle nostre occasioni certamente siamo stati più pericolosi su situazioni poco costruite, ma conterei molte incursioni in area con tiri ribattuti a causa dell'alta densità di giocatori inglesi in area di rigore. La scelta di non intasare inutilmente l'area con giocatori poco adatti (Balo e Cassano) e puntare sulle incursioni dei centrocampisti, il tiro da fuori e gli uno-due al limite è stata dettata dall'atteggiamento difensivista di Hogdson e dalla prestanza sulle palle alte dei centrali inglesi. Certo che un Pazzini (ben rodato nei movimenti con Cassano) avrebbe fatto comodo, secondo me più di Matri. su Destro, penso che sarà il futuro, ma gli occorre la militanza nelle grandi e più di un mezzo campionato giocato sicuramente in crescendo. Sulla gara con i tedeschi sarà importante non beccare andare in svantaggio nel secondo tempo perchè le forze ci verranno inevitabilmente meno.

    RispondiElimina
  38. A me non è parso che i ritmi di Italia-Inghilterra fossero bassi in assoluto. Ho constato spesso invece che ogni tanto gli azzurri in specie si fermavano all'altezza del centrocampo per stabilire come e da dove far ripartire l'azione, come talora capita quando l'avversario si chiude. Vedremo come giocherà la Germania, stante il fatto che finora partite aperte e con le squadre allungate, almeno per quel che riguarda l'Italia, ma anche in assoluto, se ne sono viste poche o nessuna. Chiaro che una Germania che dovesse scegliere di forzare i ritmi potrebbe esporsi alle ripartenze nostre. Insomma è tutta da giocare. La convinzione tedesca di averla già vinta è un gran punto a nostro favore. Se gli dicono che la Germania è favorita Prandelli si guarda bene da smentire. L'astuzia prevale giustamente sull'orgoglio. L'elenco di chi ha affrontato l'Italia con supponenza e ci ha lasciato le penne ai mondiali è lunghissimo.

    RispondiElimina
  39. Si, Vitalogy, ho sentito che era passato dalla tabaccheria di fiducia di Buffon x giocare contro l'Inghilterra in modo tale da essere contento per qualsiasi risultato!

    RispondiElimina
  40. Mi spiace, Lele, ma non sono d'accordo. Prandelli sapeva (come sapevamo noi tutti) che l'Inghilterra avrebbe fatto quel genere di partita, creando densità nella propria 3/4 e nella propria area, ha fatto così con tutte le squadre affrontate fin'ora e infatti anche di Francia, Svezia e Ucraina non ricordo un'azione manovrata che li abbia portati alla conclusione (Nasri tiro da fuori, Mellberg 2 palle ferme e il goal-non goal di Devic è stato su lancio da dietro). Dicevo che Prandelli lo sapeva e ha impostato la gara in modo tale da poterli superare lo stesso e con un minimo di sfortuna in meno e con un pizzico di cattiveria in più l'avremmo chiusa nei 90 minuti regolamentari e con diversi goal di scarto.
    E menomale che il gioco difensivista non paga!!!!

    RispondiElimina
  41. Chiarificatore26 giugno 2012 08:27

    Lele scusami ma secondo me sei tu
    che, nei tuoi giudizi, ti lasci condizionare dal risultato più che da quello
    che è successo in campo. La partita Italia-Inghilterra è finita zero a zero, ma, per
    il gioco e le occasioni create dalle due squadre, poteva finire tranquillamente
    3 a 1. Altre partite magari con più gol sono state più noiose e con meno
    occasioni. Penso ad un bruttissimo ( bellissimo solo per il risultato!) Fiorentina-Roma
    terminata 3 a 0 solo grazie ad episodi isolati. Questo è il calcio. Quanto alla
    capacità dell’Italia di aggredire gli spazi ed alla velocità del suo gioco, è chiaro
    che quando l’avversario si chiude si
    chiudono anche gli spazi e quindi la possibilità di aggredirli, e su questi
    spazi limitati è limitata anche la possibilità di velocizzare il gioco. Quanto
    a chi si difende, come si vede anche questa volta ed in questo europeo, ha
    fatto una brutta fine, basta guardare chi è arrivato in semifinale e come ha
    giocato.  In ogni caso partiamo dal
    presupposto che chi lo fa, di difendersi, lo fa non tanto per scelta ma per
    debolezza.  L’Inghilterra, ad esempio, se
    avesse avuto un Lampard  disponibile ed
    un Rooney in forma si sarebbe difesa molto di meno. Guardiamo il Chelsea, solo
    una leggenda metropolitana italiana lo vuole una squadra catenacciara. Il
    Chelsea gioca un bel calcio tutt’altro che difensivo nel campionato Inglese, ha
    vinto la prestigiosissima  Coppa d’Inghilterra,
    che vale molto di più della Coppa Italia, surclassando a tutto campo il
    Liverpool, in Champions League fino alle semifinali ha dato spettacolo, ha
    segnato tre gol al Napoli a Napoli dove ha subito il contropiede del Napoli,
    poi a Londra lo ha attaccato, surclassato ed eliminato facendogliene quattro, solo
    poi ha subito gli attacchi del Barcellona e del Bayern ma non perché sia diventata
    una squadra catenacciara, semplicemente  perché
    il Barcellona ed il Bayern sono più forti che se li incontra dieci volte nove
    volte perde, difendendosi ma per il divario tecnico non per scelta tattica. Lele,
    tu hai giocato a calcio e sai bene che quando ti difendi è semplicemente perché
    non riesci a tenere botta all’avversario e arretri, devo ancora vedere quella
    squadra che ha la forza e la capacità di attaccare e sceglie deliberatamente di
    chiudersi sistematicamente. Anche perché nella quasi totalità delle volte
    quando si sceglie di difendersi sistematicamente poi si perde. 

    RispondiElimina
  42. Nazionale ordinatamente ticchetocchiana, dal ritmo montoliviano (mediocre, checché se ne dica, la partita del Torpido), con pochissime sovrapposizioni e inserimenti. Quest'Italia è come la penultima Fiorentina prandelliana.

    RispondiElimina
  43.  Africa




    Buongiorno

    Leo,il
    mio accenno ripetuto al plurale,era dovuto al fatto che,come credo a
    te,non mi piacciono le divisioni.Io ho soltanto valutato la partita e
    quelli che,secondo me sono state le mancanze tecniche di Prandelli.Non
    mi sono mai inserito in guerre di religione,anzi me ne sto ben
    lontano.Per tornare al tema,io le reputo estemporanee,per le ragioni che
    ho descritto,te non la vedi cosi',ok,anzi,bene,mica si deve esser
    d'accordo sempre.Do'ragione al Chiari,si,sono condizionato dal
    risultato,nel senso che se durante la partita vedo che non
    sfondo,malgrado l'atteggiamento dell'avversario,mi do'da fare per
    variare e realizzare.E per me Prandelli e'mancato proprio li'.Si contano
    tante occasioni,a mio avviso con Maggio che spinge,Di Natale e Nocerino
    in campo,potevano essere molte di piu',o se al limite non si faceva
    altro che sommare piu'occasioni senza segnare,oh,allora pace,ma il
    tecnico le aveva provate proprio tutte.Puo'darsi che il mio primo
    post,scritto sull'onda emozionale al termine dei rigori,sia stato troppo
    crudo ed ingeneroso,ma il messaggio che voglio far passare e'che non si
    siano attuate tutte le contromosse,per distruggere il fortino inglese e
    che se le traversa e Buffon non ci avessero voluto bene,a quest'ora
    s'era a mangiarsi la mani per l'occasione buttata in mare.

    Chiari,parlo
    cosi'proprio al netto del risultato,perche'moltissimi di coloro che
    ora incensano Prandelli,sarebbero li'ad incitare nella Via Crucis,

    se
    quei due episodi,ci avessero girato le spalle(anche se Buffon c'ha
    messo molto del suo,eh)Concludo in accordo con Leo,la semifinale non era
    certo un assunto,anzi.E comunque non sarei cosi'negativo contro la
    Germania,che davanti e'molto forte,ma noi siamo attrezzati in
    difesa,cosa che loro non hanno di quel livello,come si e' anche visto
    con un attacco scarso come quello greco.Il ritmo?boh,a priori nessuno
    puo'prevedere quale sara',spero solo si entri in campo pari pari come
    contro la Spagna.

    Ciao

     

    Lele

     

    RispondiElimina
  44. Scusa, Chiari, il gioco difensivista paga eccome. In semifinale ci sono arrivate le squadre più forti che sono più forti anche del gioco difensivo di alcune, ma ad esempio la Grecia ti sembra una squadra da quarti di finale? La Polonia e la Russia le erano certamente superiori. L'Inghilterra giocando così ha fatto 2 vittorie e un pareggio nel girone (passando per 1°) ed è arrivata ai rigori contro di noi.

    RispondiElimina
  45. Chiarificatore26 giugno 2012 17:09

    Deep, ne abbiamo già parlato,secondo  me il gioco difensivista in linea generale non paga e porta generalmente alla sconfitta. La storia del calcio ed i suoi risultati, sempre secondo me, dimostrano ampiamente, clamorosamente ed inequivocabilmente questa mia opinione.Ne potrai sempre trovare qualcuno di risultato, qua e là,  che la confuta, per cui non voglio convincerti, e per cortesia fai anche tu la stessa cosa con me, teniamoci tranquillamente le nostre due diverse opinioni in materia.

    RispondiElimina