.

.

sabato 21 dicembre 2013

Cavilli

Ha fatto un po di rumore in questi giorni l’accordo messo nero su bianco tra l’ex assessore alla cultura della Regione Abruzzo e la sua avvenente segretaria, contratto che prevedeva anche prestazioni sessuali calendarizzate. Quattro prestazioni al mese, accordo saltato non certo come viene detto a causa delle indagini, con le intercettazioni telefoniche che hanno portato alla luce lo strano accordo, no, è saltato per una banale storia di tredicesima perché il contratto prevedeva che fosse la giovane segretaria a doverla  riconoscere con una ulteriore prestazione, e non il contrario. Cavilli, pensate al contratto di Gomez messo a punto da quattro avvocati, con i bonus, gli sponsor, il rendimento, il numero delle partite, e comunque ancora niente se pensiamo alla confusione che certi cavilli generano nella giustizia italiana, per non parlare di quella sportiva che ne è addirittura dilaniata. Non ci dimentichiamo certo di che cosa è successo alla Fiorentina in Calciopoli, e intanto aspettiamo le motivazioni della sentenza di appello di Napoli che di fatto ha prescritto tutti i reati ipotizzati. Cavilli dicevo, che inchiodarono alla sbarra anche il Bambi l’unica volta  che non era coinvolto, forse prorprio a causa di una certa confusione che alberga nei tribunali fu condannato per non aver commesso il fatto. Intanto devo far chiarezza sulla vicenda Deyna che è riapparso prendendosi gioco di noi che invece eravamo seriamente preoccupati. E così quando voglio andare a fondo e non è possibile ingaggiare Schettino, telefono alla Bice. L’ho sguinzagliata nella zona di Lucca per capire, anche perché rientrato da La Spezia appena in tempo per prendere atto della lesione muscolare di Gonzalo,  mi giravano alquanto le scatole. Non c’è voluto molto a districare la matassa e portare alla luce la truffa indecorosa messa in piedi da Deyna, oltretutto moralmente reticente anche dopo aver preso atto del falso allarme procurato. Insomma, la storia è questa, per ritrovare se stesso tempo fa decise di andare ad abitare per almeno un anno dentro all’Antro del Corchia, crisi esistenziale minuziosamente ricostruita dalla Bice grazie ad una vicina gobba e gola profonda alla quale Deyna sta altamente sul culo in quanto Viola, maschilista, amante di cani feroci, filoargentino, antitaliano. Crisi d’identità anche scontata visto l’elenco delle tremende inclinazioni del soggetto. Aveva scelto quel luogo freddo e umido, situato dentro a una montagna, lontano da tutti, aveva dichiarato di volersi nutrire di radici e di bacche, dormendo sulla nuda terra e sfidando i rigori di qualunque stagione. Il primo giorno è stato duro ma così duro che prima di sera la vicina ha raccontato alla Bice di averlo visto fare ritorno alla chetichella a notte fonda per non farsi vedere. Lui sostiene perché per fortuna si era già ritrovato. Poi ha portato avanti la farsa chiudendosi in casa come fanno certe persone d’estate fingendo di essere state in vacanza chissà in quali mete esotiche. Ma io già avevo capito tutto, non sono di San Frediano a caso, non è certo un lucchese rimpiattato in cantina che può fregarmi, così come nessuno può fregare uno d’Oltrarno. Anche su Pasqual ho più di qualche sospetto che sia tutto questo gran esterno basso, ci vorrebbe forse un Pallavicino per vedere di regalarlo al Milan fosse anche solo per aiutare Montolivo ad alzare l’asticella. Comunque a parte certi dettagli, dicevamo che sono troppo furbo per un Deyna qualsiasi, l’altro giorno, mentre mi addentravo dentro la foresta del Bobolino, ho visto uno strano tipo, e dopo essermi assicurato che non fosse Cerci, ho notato che indossava una pelle di leopardo, si muoveva da un albero all’altro lanciandosi attaccato alle liane e non faceva altro che gridare battendosi i pugni sul petto. “Povera fava”, gli ho gridato.”Oh bischero! T’ho riconosciuto subito. Hai voglia a toglierti la mascherina e la spada, in San Jacopino la potevi anche fare franca”. Era Zorro. Ho trattenuto solo Jane travestita, poco, da messicana.

34 commenti:

  1. Poeta, visto che hai localizzato le due fave Zorro e Campanellino, informali che nel frattempo sono stati promossi, dallo svizzero, a secondo e terzo utenti più fantasiosi del blog, primo lui ovviamente, e giustamente, per i fantastici deliri che ci ha propinato a lungo con tale abbondanza e maniacale, ossessiva ed esaltata determinazione, da riuscire a diventare, grazie ad essi, nello stesso tempo il più noioso e ripetitivo e meno fantasioso degli utenti di tutto il web.
    Se lo meritano, le due fave, volevano fare le prime donne, invece sono arrivati secondo e terzo, ah ah ah ah ah ah ah!!!

    RispondiElimina
  2. Contro il Sassuolo è annunciata una bella infornata di scarponi in maglia viola.
    Speriamo di potercelo permettere.

    RispondiElimina
  3. Sbaglierò ma temo che Pizarro, esattamente come me, non abbia gradito, per vari motivi tutti fondati, la sua esclusione contro la Roma.
    Il campo gli-ci ha dato ragione e, per vari motivi tutti fondati, s'è incazzato di brutto e l'ha fatto rinfacciato a chi di dovere.

    RispondiElimina
  4. Nell'ultima riga qui sopra c'è un "fatto" di troppo.
    Colpa del correttore, ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Sinceramente, di tutta questa storia di Deyna e Zorro non ci ho capito nulla. Evito di trarre conclusioni per evitare brutte figure, anche se una volta su un milione ci azzecco, ma è troppo poco per considerarmi intuitivo. Se qualcuno volesse spiegarmi l'arcano gliene sarei grato.

    RispondiElimina
  6. Gonfia siamo in due, a me le mascherate non mi piacciono proprio, il mio nevrastenix non è una mascherata ma un personaggio alternativo che tutto il mondo sa che sono io quando non voglio prender sul serio qualcuno o qualche argomento. Però il nascondersi per far finta di essere altro non lo capisco, quindi non capisco nemmeno chi c'è dietro a questo e a quello. Gli piace duplicarsi? per me sono altro e li tratto come esseri distinti, così son contenti, chiunque siano, gli indovinelli li lascio ad altri.

    RispondiElimina
  7. Io non sopporto i multinck che non siano dichiarati o almeno conosciuti dai più e creati solo come variante ironica, come ad esempio nevrastenik e come fu Isterim e come potrebbe essere il Campanellino.
    Questo è l'unico motivo per cui non scrivo nel sitone.

    Deyna con Zorro non c'entra un piffero, Gonfia, sono due ben distinti, i più fantasiosi, dopo lo svizzero ah ah ah ah ah ah ah ah!!!!

    RispondiElimina
  8. Chiari, l'ho già detto che per me è impossibile, ma quello avevo detto. Per cortesia, saresti in grado di spiegarmi il senso del post di oggi di Pollock su questi due impareggiabili protagonisti di questo blog? P.s.: ho votato Renzi, ahahahah!

    RispondiElimina
  9. 'ma quello avevo dedotto'...non detto

    RispondiElimina
  10. Gonfia, Pollock li ha scovati nel bosco, entrambi i furetti. Volevano vincere il premio fantasia, ma l'hanno perso. Ah ah ah ah ah ah ah ah ah!!!

    RispondiElimina
  11. Ottimo su Renzi, Gonfia.

    RispondiElimina
  12. Uccelli di bosco, ahahah!

    RispondiElimina
  13. Cari. Mi sopravvalutate. Il senso del post di oggi è solo quello di fare un omaggio a Deyna. E autoironia su San Frediano. Lo scambio Tarzan-Zorro è casuale, poteva essere Pinocchio-Gulliver. Anzi. Un abbraccio al Colonnello e uno anche Deyna. Immagino vi riferiate al sitone quando parlate di multinick, non so cosa vi succede perché non lo apro più.

    RispondiElimina
  14. Il senso del post del poeta non è chiarissimo neanche alla mia mente schematica, rigida e logica da ingegnere. Quando cominciano a saltare di qua e di là li perdo e li lascio fare. Comunque è certo che Deyna, quello vero, con il Colonnello, alias Violin Violetta, alias Don Diego, alias Tritation e gli altri che non mi ricordo, non c'entra una minchia. Quel poco che mi sembra di capire è che i due si sian travestiti da egiziani o da campanellini per andare a sfruculiare il solito bersaglio ma anche su questo non ci giurererei e poco mi cale.

    RispondiElimina
  15. Certo che ci riferiamo al sitone.

    RispondiElimina
  16. CHIARI, sono consapevole che sono con voi, vi difenderei davanti a tutto e tutti. Ora 2 perle della censura di fiorentina.it: alla domanda (reiterata) di Lud "Sopra, se vedi un amico che viene picchiato, che fai? Intervieni o lasci fare?", io avevo risposto "Piombo per chi tocca i miei amici". Censurato.
    Poi, sull'assisti di Nevrastenix su Mussolini, io avevo risposto "So nulla io del calcio del trentennio. So solamente che fu chiesto al Duce se preferiva un 4-3-3 o un 3-5-2 e lui, alzando il braccio destro e tenendo dritta la mano destra indicô un 5". Censurato. Poco humour. Poca capacità di cogliere ciò che può disarmare...

    RispondiElimina
  17. Risponde a Lele 19 giorni dopo, mentendo, e subito dopo dice a Nevrastenik, il quale lo aveva sputtanato nella sua menzogna, che riferirsi a post vecchi non vale.
    Queste chicche non si possono lasciar perdere.

    RispondiElimina
  18. Se a gennaio daremo in prestito anche solo uno tra Rebic, Wolski e Vecino, faremo una cagata. Non ci voglio credere.

    RispondiElimina
  19. Sul pezzo di ieri Massimo Ravecca ci ha scelto per pubblicizzare il suo libro. Ora manca solo che arrivino Vespa, Alfano e Renzi.

    RispondiElimina
  20. Se viene Vespa è un "Porta a Porta", se viene quella della foto e "Porta la porca". Oggi la Maquina dell'Interregionale, il Terracina, ha impattato sul difficilissimo campo dell'Isola Liri (al "Nazareth"), dominando in lungo e in largo, divorando 10 limpide occasioni da gol. Peccato.

    RispondiElimina
  21. Oggi mia figlia mi ha chiesto: "perché dio ha la forma di un umano? Non poteva essere un cane?" Ah ah ah! Più antispecista di così non si può.

    RispondiElimina
  22. Sono giorni che parlate di quel che dice il finto elvetico, che parlate di quelli che gli rispondono sotto nuovo nick, eccetera. Io che non leggo i commenti sul sitone non ci ho capito un cazzo di niente, così come non ho capito dove siano finiti Deyna e Blimp e perché non scrivano più qui.
    Mah, meglio pensare al Sassuolo, l'ha detto anche Montella che c'è poca attenzione a questa partita, penso si riferisse a noi.

    RispondiElimina
  23. Anto, il Colonnello è all'estero. Mi ha scritto privatamente che non riesce a scrivere. Dovrebbe tornare a giorni. Anche Deyna ha avuto qualche problema, e di questo ha scritto un post qualche giorno fa per tranquillizzare tutti.

    RispondiElimina
  24. Ok, ma quello che non capisco è il riferimento ai campanellini e agli egiziani. Mah.

    RispondiElimina
  25. Anto, se non leggi il sitone spiegarti tutto è difficile, ma in poche parole sono apparsi sul sitone due nuovi partecipanti al perculeggio del solito, uno col nick Francobollo Egiziano e l'altro Jingle Bells che qualcuno ha supposto fossero i nostri in maschera. Del che, visto il post qui sopra del poeta, ci sarebbe però almeno da dubitare.

    RispondiElimina
  26. ora gli sbaglia anche nevrastenix con Blimp, questo gli ha dao di barta.

    RispondiElimina
  27. Comunque Jordan, appellativi come Ludwigvaff, Ludwigmärchenkönig, Ludwigfeuerbach e relativo riferimento a scritti del 19° sec. e il verbo 'inverare' credo siano un marchio di fabbrica facilmente identificabile. Credo che se ne sia accorto anche il finto svizzero, visto che nell'ultimo post si riferisce direttamente a Blimp. Le difficoltà su questo blog potrebbero derivare da Disqus. Su Francobollo keine Ahnung.

    RispondiElimina
  28. sì, ma nel penultimo post la battuta sulla prescrizione era di nevrastenix che, ti posso garantire, non è Blimp.

    RispondiElimina
  29. Sì Jordan, lo sappiamo bene chi è Nevrastenix, ma non mi riferivo a quello.

    RispondiElimina
  30. Il Napoli perde colpi.

    RispondiElimina
  31. Dovrebbe essere un incentivo.

    RispondiElimina
  32. 'Deve' esserlo.

    RispondiElimina
  33. Loro zoppicano, basta non far di peggio domani! Tre punti e siamo lì.

    RispondiElimina