.

.

domenica 25 marzo 2012

Lo stupidario

Dulcis in findus. De gustibus non est sputante. Affrontare le cose a spadatrak. Non sapevo dove andare, brulicavo nel buio. Chi più lo ha più lo metta. Arrivano certe zampate di caldo. Sono scremato dalla fatica. Mi sono uscite le orbite fuori dagli occhi. Ho un dolore in mezzo allo sterco. Quando ho la pressione bassa cado in calesse. Da quando fa la dieta è diventata una sifilide. Purtroppo è nel mio carattere: sodomizzo tutto. L’adidas è la peste del secolo. Le vene vorticose. Devo avere le piastrelle basse. La vena giubilare. Da vicino vedo bene, da lontano sono lesbica. Mi mancano 4 dottrine. Non sono fotoigienica. Il bicarbonato di soia. La birra doppio smalto. Le scorie di parmigiano reggiano. La pasta con le gondole veraci. A Londra mi ingozzerò di after shave. Mi metta la spesa nella busta di cefalon. Il forno a microbombe. Me lo avvolge nella carta spagnola. Ci facciamo due braciole sul beautycase? Che fisico....fai bidi bolding? Riposiamoci e diamoci una rifucilata. Ho comprato un puzzolo da 200 pezzi. Di fronte a queste cose rimango putrefatto. La forza di gravidanza. Quando passa lascia uno sciame di profumo. La rovina della Russia è stata la Pera storica. Per le elezioni bisogna procedere allo sballottamento. Quando muoio mi faccio cromare. Ho un dubbio a croce. L’album degli avvocati. Ha lasciato le impronte digitate sulla porta. Ha la pedina penale sporca. E poi ho cominciato a capire perché non riuscivo più ad esprimermi correttamente e.zac ho innaffiato il Gilardino di insulti e buttato giù quel brutto Palacio, cacciato i Dainelli e fritto i Freyarielli, e poi finalmente ho cambiato la pila all'orologio dei sogni, perché mi si era fermato da quando è entrata in vigore l'ora legale. Mi sono guardato intorno e ho riconosciuto la camera, Rita, e allora ho tirato un sospiro di sollievo, mi sono asciugato il sudore pensando a quanto avevo sofferto sognando col fuso orario sbagliato, l'ora legale mi aveva sfalsato di un'ora la fase Rem e non riuscivo più a snocciolare una frase corretta, ho sofferto pensando al blog e di come avrei potuto fare, ma ora finalmente ho rimesso a posto tutti gli orologi e posso pensare alla sfida con il Genoa, ma una cosa mi stava ritornando alla mente, lentamente come a voler essere una morale di questa nottata, anzi no, forse più una spiegazione a quello che mi era successo, non tanto quindi l'ora legale quanto i disturbi del sonno di un tifoso Viola all'avvicinarsi di una partita terribile. E lentamente, prima mi è apparsa la scritta MS e piano mi è ritornata in mente quella definizione, che è davvero alla fine la morale dell'intero sogno e che descrive la vita del tifoso Viola, e così come me la ricordo ve la racconto. Sono io a 70 anni con la sciarpa Viola davanti al bar Marisa e mi sta intervistando Michel Isler dopo una contestazione, alla domanda cosa pensa il tifoso viola di questa situazione, rispondevo “ Ho 70 anni e per tifare la Fiorentina ho sempre usato il metodo M.S” In cosa consiste mi chiedeva Isler “ Sostanzialmente nell'intensità un po' come fare all'amore – Da 20 a 40 anni Mattina e Sera – Da 40 a 50 Martedì e Sabato – Da 50 a 60 Marzo e Settembre – Dai 60 in poi...Mortacci Sua!!!  

33 commenti:

  1. Ispirato, in formissima. Grande pollock. A livello del Franconad.
    Unico appunto: considerata l'età di alcuni utenti, tra cui il sottoscritto, ma soprattutto il testosterone del Chiarificatore, diciamo "Mortacci Sua...dai 70 - 75 in poi!!!"

    RispondiElimina
  2. Franco m'ha anticipato, comunque e un ti preoccupare, da 60 'n poi  e si tromba, e si tromba artro che mortacci sua!. Se la Fiorentina l'è 'n forma come te poeta, stasera i' Genoa e s'afarta per benino! Bravo e mi scappello (pe' restare 'n tema).

    RispondiElimina
  3. A parte che se tu, Pollock, hai 70 anni la vedo difficile essere intervistati da Isler, ahahahahah e comunque....Dainelli non è al Chievo attualmente?

    RispondiElimina
  4. Franco, oh Franco, sono tornato tre volte in orari diversi alla Conad  per cercare di ritrovare quell'omino dentro l'affettato, avevo fatto anche incazzare Rita tanto per cambiare, perché gli avevo anticipato di volerlo fotografare oltre a registrarne la voce, ma non l'ho più incontrato. Deep pensa un po' quanto possa essere credibile calcisticamente parlando, visto che lo vengo a sapere da te adesso di Dainelli, forse anche un po' perché sono un talebano Viola e mi interesso solo dei nostri panni sporchi. Se ti capita dillo pure a quelli che sul sitone mandano i miei post per dimostrare che non capisco una sega, mettili al corrente del post di oggi e forse capiranno che non gli faccio più tanto gioco, comunque grazie per i complimenti, in casa invece stanchi della cazzate che scrivo, ma soprattutto dico giornalmente ormai mi offendono. Questo blog è la mia salvezza.

    RispondiElimina
  5. Chiarificatore25 marzo 2012 12:57

    Proprio perchè è in gran forma non vi lasciate ingannare
    da Pollock, la sua è tutta una finta, risveglia  l’istinto materno e protettivo nella partner,
    poi, nel momento in cui è più esposta….va
    a segno! Vecchia tattica. Potrebbe servire oggi a Marassi.  

    RispondiElimina
  6. Colonel Blimp25 marzo 2012 13:06

    Oggi a Marassi, caro Chiari, serve soltanto che Frey e Gila siano alla loro altezza attuale.

    RispondiElimina
  7. Colonel Blimp25 marzo 2012 13:25

    Caro Chiari, biblicamente c'è un tempo per vivere e c'è un tempo per morire: per Magic Raven, grande benefattore della causa viola, era giunto il secondo. Non è detto che il successore faccia meglio, ma lui a Firenze non poteva più fare.

    RispondiElimina
  8. Chiarificatore25 marzo 2012 13:43

    Certo che  non è detto che faccia meglio, Colonnello, ma
    lo desidero come tutti quelli che c’è solo la Fiorentina.

    RispondiElimina
  9. Caro Pollock lo farei se solo non avessi abbandonato il sitone ormai da diverso tempo, troppa "caciara" (se mi passate il termine), non mi appassionava più scrivere là sebbene ero molto dispiaciuto di non poter più fare quelle mega discussioni su commenti e pagelle di ogni partita con i vari Jordan, Auxology, Tocca, Venetoviola, Scaccomatto, Leolastra, ecc... Fortunatamente li ho ritrovati tutti qui e mi fa un piacere immenso!

    RispondiElimina
  10. Vedo che appena divorziato da Corvino, Marchionni torna titolare a tempo pieno dall'inizio e degli acquisti di giugno  va in campo solo Cassani. Se Romizi aveva pazienza giocava anche lui. Quello che farà il prossimo che viene dipenderà molto anche dai programmi (che influiranno anche sulla scelta). Fare meglio del primo Corvino non sarà certo facile, fare peggio dell'ultimo difficile.

    RispondiElimina
  11. Hai ragione Deep, anch'io ci scrivo poco. Troppa stupidaggine dilagante, mi viene la malinconia a vedere come siamo ridotti e poi (quasi) tutti quelli con cui val la pena di discutere sono qui ormai.

    RispondiElimina
  12. PS, quel "quasi" si riferiva a coloro, con cui vale la pena, che ancora non hanno scoperto il blog del poeta e restano ancorati al sitone, non a quelli che l'hanno già scoperto e che contirbuiscono tutti a tenere, qui, elevato il livello.

    RispondiElimina
  13. Ennesimo regalo di una stagione dove non riusciamo a metterla dentro. Però si è vista una squadra reattiva, con una dormita finale su Palacio. Ai punti mi fa rabbia contare le occasioni da gol mancate (conto Amauri 2 volte, Lazzari e Vargas) specie le ultime da KO. La sostituzione di Amauri con un difensore porta nuovamente iella a Delio Rossi anche se oggi alla fine l'attaccante era sfinito. Abbiamo una penuria di panchina che fa impressione. Ennesima partita con due soli cambi di cui uno a 5 minuti dalla fine. I poichi cambi sono prò segno di insicurezza da parte dell'allenatore, ma anche Sinisa e Prandelli avevano lo stesso vizio. Oggi poteva anche starci, dopo l'umiliazione di sabato scorso. Sono curioso di sapere da Tocca che era a Marassi, il clima in curva. Peccato, poteva essere una assicurazione sulla questione retrocessione per accelerare tutti i discorsi di cui abbiamo parlato in settimana. E' stato un punto che male non ci fa, ma che lascia alla partita di domenica prossima al Franchi una grossa responsabilità con tutto quanto di difficile ci è stato anticipato da chi vive molto più da vicino di me il mondo viola....

    RispondiElimina
  14. Colonel Blimp25 marzo 2012 18:03

    Gambero ha punito i suoi estimatori, ahimè, e tutti i tifosi viola.

    RispondiElimina
  15. D'accordissimo con te, Jordan, il nuovo DS potrà solo far meglio dell'ultimo Corvino però io resto dell'idea che il miglior Corvino lo abbiamo visto perché guidato e bene da Prandelli. Concordo anche su Marchionni, Jordan, inspiegabile il suo mancato utilizzo fin'ora e se era Corvino ad aver messo il veto...beh...allora trovo ancora più giusto il suo allontanamento.
    D'accordo anche con te, Orcio, una partita dominata da cima a fondo il cui pareggio tutti quanti avremmo firmato col sangue in anticipo eppure lascia l'amaro in bocca per la quantità di goal sottoporta che i nostri si son mangiati. Trovo abbastanza incomprensibili le sostituzioni di Delio, visto che stavamo facendo benissimo, perché stravolgere tatticamente la squadra sostituendo Marchionni con Lazzari e non con De Silvestri lasciando così invariato il 4-4-2? Perché togliere un esausto Amauri che, goal mangiati a parte, aveva giocato bene lottando da solo contro tutti, per lasciare in campo un esausto Jovetic da solo tra le grinfie dei centrali genoani e che non aveva assolutamente inciso?
    Colonnello, non capisco a cosa fai riferimento, nel goal dell'1-0 Belluschi non sfugge al capitano ma mi sembra a Cassani (mi sembra) mentre nel goal del pareggio è Natali (oltretutto ostacolando Gamberini) che si perde Palacio e lo lascia libero di tirare in porta. Per altro Gamberini è stato tutta la partita in marcatura su Gilardino senza fargli mai toccar palla.

    RispondiElimina
  16. Colonel Blimp25 marzo 2012 18:42

    Ti rimando al mio commento e alle mie pagelle, Deep, e a quello di tutti ma proprio tutti i giornalisti web, nonché ai voti dei tifosi su tutti i siti, che all'unanimità hanno visto l'errore su Palacio nel secondo gol (sul primo è di Montolivo).

    RispondiElimina
  17. Giusto, Colonnello, sul 1° è Montolivo.
    Sinceramente non capisco però come può esser colpa di Gamberini il 2° goal visto che lui cerca di ostacolare Gilardino che riesce a servire di petto il pallone a Palacio sul quale in marcatura c'è Natali che si fa dare 3 metri sullo scatto dall'argentino che poi deposita in rete. Se guardi nuovamente l'azione vedi che Gamberini dopo il colpo di petto di Gilardino prova ad andare su Palacio trovandosi però di fronte Natali che lo ostacola e gli impedisce di intervenire.  Non lo so, x me lì la colpa ce l'ha Natali, anzi.....diamo a Cesare (non Natali) quel che è di Cesare, diciamo che ha fatto una gran cosa Palacio e forse ci avviciniamo tutti di più alla verità!

    RispondiElimina
  18. Colonel Blimp25 marzo 2012 19:24

    Deep, è difficle che in così tanti abbiamo visto male... Natali si aspetta che sia Gambero a seguirlo perché ormai è lui sopra (tu hai concezione, ad esempio dicendo che Gambero ha marcato Gila per tutta la partita, di difesa pre-moderna) né mi sentirei di dar grandi meriti a Palacio perché uscire fra tre in quel modo è, come qualche tifoso ha scritto prima di me sul sitone (ora non ho tempo per vedere se qualcun altro gli si è accodato, ma condivido), da ufficio inchieste (parlo fuor di metafora, pensando anche agli incredibili errori di Lazzari e Vargas per il 3 a 1: il pareggino salv'entrambe era quotato alla vigilia).

    RispondiElimina
  19. No. Colonnello sul biscotto non ci sto. L'errore di Vargas a botta sicura non può essere un qualcosa di pilotato. Ma noi avanti all'89, dopo una vergogna sabato scorso e una settimana ad alta tensione e secondo te ci possono essere gli estremi? Secondo me invece, oltre ad essere altamente imprecisi sotto porta, siamo tremanti dietro ( e anche in panca). Con Bologna, Parma, Catania e oggi si è documentato questo.

    RispondiElimina
  20. Colonel Blimp25 marzo 2012 19:42

    Voglio sperare, Orcio, ma la dinamica del pareggio di Palacio è davvero scandalosa e io, come Andreotti, mi ritrovo a far peccato pensando male e, secondo lui, ad azzeccarci.

    RispondiElimina
  21. Blimpe, hai visto che qualcuno ti dà del "multinick"????

    RispondiElimina
  22. Colonel Blimp25 marzo 2012 19:54

    No, Orcio, ma immagino che sia il Multinick, appunto... Generalmente si apposta per il dopo-gara credendo di far pubblica opinione moltiplicandosi: legge il nostro sito, quindi sa di essere una fava spregiata. Crede che Delio, che lui identifica rozzamente con Prandelli in funzione antidellavalliana, sia sotto schiaffo (lo è, in parte, vista la classifica e le cappelle che commette, anche oggi) e prende ogni critica al Ciancichella come una richiesta di plebiscito pro-Sinisa. Ma, insomma, non diamo troppa importanza a chi non ne ha: dice bene Jordan, quel che conta è l'Abbazia di Thélème (beh, no, esattamente così non lo dice...) non la marmaglia che rumoreggia al di fuori. Solo che vorrei che anche Re Nudo, Luca d'Albenga, Attila, Edy, Vitalogy, Nudo, Terim facessero irruzione qui, cavallo bianco o meno. Però non si può escludere che già qualcuno ci sia, mica tutti sono come me che con qualsiasi armatura e qualsiasi insegna, in qualsiasi torneo, porto la lancia allo stesso modo.

    RispondiElimina
  23. Dopo la Fiorentina vista oggi, con le ultime trasferte giocate sempre alla pari contro l'avversario di turno (Bologna, Lazio, Parma, Catania e Genoa) e concluse con 2 punti su 15, che se fossero stati 10/11 non sarebbe stato uno scandalo, mi vien da dire: siamo fragili mentalmente, e sabato scorso lo schianto è stato amplificato dall'importanza dell'avversario e dalla stoltezza di un giocatore, ma in qualche angolo ci sarà pure posto per questa scintilla che mai è scattata? Se il clima sarà quello prospettato da Tocca, penso che sarà più dura giocare al Franchi che in trasferta, altro che 9 partite fuori casa....

    RispondiElimina
  24. No no, Colonnello, non ho nessuna pretesa in proposito, io giudico solo in base a quello che vedo e sbaglio pure spesso, lo ammetto. Per altro non si tratta neppure di avere una concezione di difesa-pre-moderna, è solo che per tutta la gara Gamberini si è trovato dirimpetto a Gilardino come e soprattutto nell'azione incriminata. Che Natali, che è in marcatura su Palacio, si aspetti qualcosa da Gamberini è un problema solo di Natali (anzi, pure della Fiorentina), intanto Natali l'avrebbe dovuto marcare e non farsi dare 3 metri in un secondo se poi fosse intervenuto anche Gamberini sarebbe dovuto essere un "in più", a chiudere...x me...doveva essere Natali.
    Sul biscottone concordo con Orcio, si veniva da una settimana troppo difficile x aggiustare questo risultato. Se fossimo stati sul pareggio a 10 minuti dalla fine probabilmente la partita sarebbe morta lì perché 2 feriti sono meglio di un morto ma per me è stata giocata sul serio fino in fondo. Ma come, è stata la partita più grintosa dell'era Delio Rossi e vogliamo considerarla come un biscotto?

    RispondiElimina
  25. Colonel Blimp25 marzo 2012 20:22

    Io questa marcatura a uomo su Gila non l'ho vista, Deep, e insisto sul mio contingente, grigio conformismo nello schierarmi con tutti i commentatori per l'errore di Gambero: Gila abortisce una sponda cadendo e a quel punto è Gambero sul pallone (ma proprio sopra!)  e Palacio è accanto a lui sopravveniente a destra, Natali è alla destra di Palacio e lontano dalla palla, non giocandosi partita di rugby non può placcarlo né può anticiparlo sul pallone medesimo perché si trova dall'altra parte rispetto ad esso; la posizione (la zona, se vuoi) impone a Gambero di anticipare Palacio, che è il suo uomo in quel momento e che lo brucia in maniera invereconda (Pasqual, al limite qualcosa potrebbe fare in seconda battuta). La grinta, poi, mica toglie che alla fine, se il risultato non collima, non lo si faccia collimare.

    RispondiElimina
  26. Va be, prendo atto che la vedo diversamente dalla quasi totalità dei tifosi viola nonché dei giornalisti. Può darsi che abbia valutato male le posizioni in campo al momento del colpo di petto del Gila, mi riserverò di rivedere gli highlights per giudicare meglio!

    RispondiElimina
  27. Ci sarebbe da discutere sull'errore della difesa, in toto (mi spiace ma la caccia al colpevole la lascio a voi) ma mi dispiace che il conto con eupalla, quello si inverecondo, penda tristamente a nostro sfavore. Ci dice mer.... da tante partite e se avevamo un saldo attivo lo abbiamo ricoperto con gli interessi. Speriamo sia finito e che all'89° le partite si portino a casa come meritiamo. Per un punto avrei firmato ma in questo momento mi girano fortemente le balle e non si dica che non li avremmo meritati questi 3 punti. Finirà eh ?!

    RispondiElimina
  28. Chiarificatore25 marzo 2012 22:11

    Secondo me fino al due a due ( certo la facilità con la quale Palacio è stato fatto passare fa sospettare anche su quell'episodio,ma di questi tempi la nostra difesa ha fatto vedere anche di peggio) se la sono giocata, poi è subentrato un accordo in campo tra calciatori per finirla lì, una sconfitta sarebbe stata esiziale per tutti i 22 , altrimenti non si spiegherebbe la rinuncia dei nostri , aspettando palesemente il fischio finale, a battere l’ultima rimessa laterale all’altezza dell’ area avversaria a trenta secondi dalla fine, giusto quando Mutu ci regalò il tre a tre.  Rossi ha fatto leva sull’orgoglio e la coesione dei veterani in mancanza di alternative convincenti per lui. La risposta in certa misura c’è stata e ciò fa intuire uno spogliatoio spezzato. Ora  però i veterani devono continuare così  fino alla fine del campionato, e poi via da Firenze. Quanto al pareggio di Palacio, non interessa chi sia più responsabile tra Natali e Gamberini, eri stato facile profeta su entrambi se non ricordo male Colonnello,  è l’accoppiata che sarebbe letale per il futuro della viola.

    RispondiElimina
  29. Colonel Blimp25 marzo 2012 22:44

    Sì, Chiari, non occorre il baccalaureato per capire che la coppia è male assortita e comunque è statistico che con Delio abbia dato il suo peggio. E' vero che Gambero ha fatto tali scaciate, quest'anno, che il gol di Palacio ci può stare di suo, ma se rivedi l'azione al rallentatore rimani ancor più perplesso. Inoltre, troppi affari sono intercorsi recentemente fra i due club e la paura, chez nous, faceva novanta. Alla fine, via, diciamoci che era il punticino per il quale avremmo firmato alla vigilia: il Lecce è sempre a meno sei e se battiamo il Chievo siamo tranquilli, pensando che il Novara l'avremo in casa e sarà preso a pallate, ormai condannato a poco dalla fine del campionato. Rimarrebbero da fare tre punti nelle restanti sette partite, ce la farebbe anche Sinisa, pur «pippa totale»...

    RispondiElimina
  30. Il primo goal è  tutto di Montolivo che si perde Belluschi che gli arriva all'ombelico e lo fa segnare di testa, il secondo è di tutta la difesa di burro, ma soprattutto di Gamberini che, unico ad affrontarlo fuori area, entra su Palacio a piedino titubante. Ben diversa la decisione nella scivolata assassina fatta a Catania, in piena area e senza la minima necessità che ci costò là la sconfitta. Se avesse avuto comportamenti inversi avremmo tre punti in più, molto probabilmente. Peccato perchè non aveva giocato affatto male su Gilardino, è vero.

    RispondiElimina
  31. Amauri di goal ne ha sbagliati uno, caro Orcio, se ritieni goal sbagliato la conclusione all'inizio in netto anticipo ed in acrobazia allora tu ce l'hai con lui perchè ha i capelli lunghi che pare un mocio Vileda. Se faceva goal lì era un gran goal, inventato da grande centravanti altro che occasione sbagliata.

    RispondiElimina
  32. Jordan, forse Orcio intendeva solo il secondo che da quanto era grande valeva x 2!!!

    RispondiElimina
  33. Jordan e Colonnello, come promesso mi son rivisto l'azione del 2° goal del Genoa. Avete ragione a dire che Gamberini avrebbe potuto intervenire più deciso su Palacio perché Natali gli era a fianco però, se anche voi riguardaste l'azione dalll'inquadratura bassa si vede che Natali taglia proprio la strada a Gamberini e di fatto gli impedisce di fare quello che secondo me voleva fare e cioè piazzarglisi davanti in modo tale che per superarlo lo avrebbe dovuto dribblare o al massimo avrebbe dovuto passare indietro la palla. Non lo so, continuo a ritenere Natali più colpevole di Gamberini sebbene anche io come Jordan (ma mi sembra che più o meno anche il Colonnello la pensi uguale) ritenga un po' tutta la difesa colpevole.

    RispondiElimina